Aru rinuncia al Giro

La caduta di Aru, avvenuta 8 giorni fa, ha conseguenze più pesanti di quelle ipotizzate subito dopo l’infortunio. Gli esami medici odierni hanno decretato un ulteriore stop totale di 10 giorni, a causa di una pre patellar bursitis, che gli provoca dolore al ginocchio quando pedala.

Il 20 aprile Aru si sottoporrà ad ulteriori esami per vedere come si evolve la situazione, intanto annuncia la sua rinuncia al Giro 2017.

In bocca al lupo per una veloce guarigione da parte della redazione di BDC!

gallery_idgallery19_idmedia139_photo_1455208645

16 risposte a Aru rinuncia al Giro

  1. gazibo83 10 aprile 2017 at 22:02 #

    aru prima si renderà conto che non può vincere un giro d’italia o un tour e punta a qualche corsa minore o classica meglio è… sta solo perdendo tempo e si prepara male non correndo nessuna classica, bah colpa di questi preparatori …

    Mi piace 2 Non mi piace 4
    • ChristianR 11 aprile 2017 at 12:11 #

      Eh si del resto è noto che tutti i campioni da grandi giri si allenano correndo le classiche…

      Mi piace 2 Non mi piace 1
  2. servarel 11 aprile 2017 at 07:16 #

    che debba rivedere qualcosa nella preparazione lo penso anch’io (forse troppa gente che gli dice quello che deve fare? troppi ritiri e troppe poche corse? cambiare aria può fargli bene? boh, non sono un tecnico), ma il tempo per farlo c’è, la classe anche, quindi…buona guarigione ed in bocca al lupo!

    Mi piace 3 Non mi piace 0
  3. Kevin34 11 aprile 2017 at 07:54 #

    In bocca al lupo aru. Riprenditi presto.Ma come mai usano i copertoni in allenamento?
    E si che a loro i tubolari non penso costino 60 euro a botta.

    Mi piace 0 Non mi piace 0
  4. ecox 11 aprile 2017 at 08:26 #

    Un corridore che dovrebbe rivedere totalmente i suoi obiettivi di carriera e sopratutto iniziare a fare qualche gara in più invece di allenarsi solo o nei ritiri di squadra.

    Per certi versi ricorda Cunego, anche se al momento ha vinto meno.

    Non ha il DNA del supercampione…

    Mi piace 5 Non mi piace 0
  5. daybyday 11 aprile 2017 at 08:30 #

    sono d’accordo con tutti voi che avete espresso dubbi circa gli obiettivi di Aru, farebbe meglio a dedicarsi a qualche classica invece che ai grandi giri…..

    Mi piace 4 Non mi piace 1
  6. uber 11 aprile 2017 at 09:01 #

    Che non sia Quintana lo vedo anch’io, però una Vuelta se l’è vinta, un podio al Giro l’ha fatto (a 2 minuti da Contador, presi in una crono di 60 km) e l’anno scorso prima della cotta era stabile nei 10 al tour.
    Se non può fare i grandi giri lui mi sa che 3/4 del gruppo non dovrebbe nemmeno partire…
    Con questo non voglio dire che non stia facendo errori o che non debba correre di più (per esempio l’anno scorso dopo il tour doveva assolutamente provarsi la vuelta), però non è diventato brocco tutto di un colpo.

    Mi piace 5 Non mi piace 2
    • ecox 11 aprile 2017 at 11:29 #

      anche Cunego ha vinto un giro, ma poi alla fine nelle corse a tappe non si è mai più ripetuto.

      Io non dico che ARU sia il più scarso in assoluto, ma certo stride che sia considerato un potenziale campione e che sia pure capitano di una squadra ben attrezzata.

      Inoltre il fatto che non corra praticamente mai e quando lo fa colleziona figuracce (vedi Tirreno Adriatico) non me lo fa apprezzare più di tanto.

      Comunque non partecipando al giro si è risparmiato una figuraccia.

      Mi piace 2 Non mi piace 1
  7. brozz 11 aprile 2017 at 15:16 #

    quanto parlate ragazzi.. casca per colpa dell’esplosione di una gomma imprevedibile…. e tutti a dire che vale poco…

    Mi piace 2 Non mi piace 1
    • gasht 11 aprile 2017 at 18:44 #

      in effetti c’è una gara a chi è più coglio.

      capisco se aru avesse fatto il giro 2017 e avesse fatto schifo. ma qui è caduto e tutti a dargli lo sputo mentre è a terra.

      del resto a leggere certe perle di saggezza quintana sembrava finito dopo essere arrivato secondo dietro froome al tour.

      la tastiera è l’anello mancante tra uomo e scimmia.

      Mi piace 2 Non mi piace 1
      • Piergiorgio Sbrissa 12 aprile 2017 at 10:28 #

        Visto che ormai il 75% degli accessi avviene da smartphone e tablet direi che sei in errore: la non necessità del pollice opponibile ha eliminato la differenza :-)

        Mi piace 2 Non mi piace 2
  8. ThomasT 11 aprile 2017 at 15:58 #

    Secondo me se l’Astana svincola Scarponi da obblighi da gregario (di lusso) questo giro rimarrà comunque molto interessante…l’anno scorso mezza maglia rosa l’ha vinta lui , sarebbe interessante!

    Mi piace 3 Non mi piace 0
  9. realspezzakreker 13 aprile 2017 at 19:45 #

    Mi spiace che Aru rinunci al Giro e non capisco come tutti lo critichino… In bocca al lupo a Fabio per una veloce guarigione. Crediamo nei ragazzi Italiani!

    Mi piace 0 Non mi piace 0
  10. servarel 14 aprile 2017 at 00:27 #

    anche se ha raccolto meno di quello che lui stesso sperava, e che ci si aspettava, penso abbia dato dimostrazione di essere un potenziale campione e lo diventerà con le vittorie che per età o sfortuna o inesperienza o nonsocosa per ora gli mancano, di certo non era un brocco prima e non lo é diventato ora (ma del resto c’é anche chi ancora accampa mille giustificazioni per non ammettere che campione lo sia Nibali, come se fosse pieno di corridori con un palmares superiore al suo).

    Spero che anche solo inizi il giro pure con mezza gamba, visto che parte dalla sua terra, se lo merita lui e l’isola.

    p.s.non ho mai capito lo scopo nella vita degli haters…poracci…

    Mi piace 0 Non mi piace 0

Lascia una risposta


Single Sign On provided by vBSSO