Alimentarsi in bici in velocità

Discussione in 'Principianti' iniziata da olileo, 18 Aprile 2016.

  1. Gamba_tri

    Gamba_tri Velocista

    Registrato:
    29 Marzo 2005
    Messaggi:
    5.444
    Mi Piace Ricevuti:
    84
    La banana basta tagliarla in due e mettere un po' di domopack all'estremità tagliata, resta anche meglio in tasca.
     
  2. Clip

    Clip Pedivella

    Registrato:
    15 Ottobre 2015
    Messaggi:
    315
    Mi Piace Ricevuti:
    2
    Comunque a prescindere padronanza del mezzo.
    Nel 90 % delle uscite credo sufficente alimentarsi prima.
    Poi e magari sbaglio .... mangiare solido e poi pure sotto sforzo non credo faccia molto bene e ne è piacevole.
     
  3. abatta68

    abatta68 Scalatore

    Registrato:
    7 Novembre 2008
    Messaggi:
    6.128
    Mi Piace Ricevuti:
    240
    infatti... e poi non capisco perchè uno debba essere "sotto sforzo" per tutta la durata di una uscita. Sentivo dei commenti di Cassani, rispetto alla gestione di una uscita o di una gara e della conseguente alimentazione, dove sosteneva che anche i prof si alimentano con grande attenzione e che, nella maggior parte delle competizioni, il 50% di una gara è percorso a ritmi sempre moderati, dove si riesce a malapena a stare in soglia, stando appunto nella pancia del gruppo. Non si capisce perchè un cicloturista o un amatore debba impiccarsi nel corso di una intera uscita, senza trovare nemmeno il tempo di alimentarsi con il rischio di cadere e fare male a sè stesso o agli altri.
     
  4. (Ale74)

    (Ale74) Modzilla

    Registrato:
    17 Agosto 2010
    Messaggi:
    8.423
    Mi Piace Ricevuti:
    240
    Su quale base fai questa affermazione?
    Sulla tua esperienza personale?
     
  5. Cancello del Roero

    Registrato:
    13 Ottobre 2013
    Messaggi:
    4.438
    Mi Piace Ricevuti:
    73
    anche in gara normalmente si trova del tempo per mangiare, quando sei in gruppo ben coperto
     
  6. Cancello del Roero

    Registrato:
    13 Ottobre 2013
    Messaggi:
    4.438
    Mi Piace Ricevuti:
    73
    ho scoperto ultimamente che anche quando fai uscite tirate(con lavori ad alta intensità)anche sono da un'ora e mezza se mangi o comunque integri carbo a metà uscita ti cambia la vita
     
  7. abatta68

    abatta68 Scalatore

    Registrato:
    7 Novembre 2008
    Messaggi:
    6.128
    Mi Piace Ricevuti:
    240
    Cosi dovrebbe essere... poi a me capita di allenarmi spesso da solo in settimana e fare l'uscita di gruppo al sabato (gare non ne faccio), ma in ogni caso la mia frequenza cardiaca media, alla fine del giro, si attesta sempre a metà dei miei valori di soglia (intorno ai 140bpm), sia che faccia uscite da 3 ore o da 6, da solo o in compagnia.... e, ovviamente, mangio ma senza rischiare di uccidermi!:mrgreen:
     
  8. Cancello del Roero

    Registrato:
    13 Ottobre 2013
    Messaggi:
    4.438
    Mi Piace Ricevuti:
    73
    Anche perché se in un'uscita di gruppo i battiti medi sono troppo vicini alla soglia vuol dire che il gruppo Va troppo forte per me e mi sfianco.

    Inviato dal mio SM-G903F utilizzando Tapatalk
     
  9. abatta68

    abatta68 Scalatore

    Registrato:
    7 Novembre 2008
    Messaggi:
    6.128
    Mi Piace Ricevuti:
    240
    ... ed è quello che credo sia il nocciolo della discussione... il punto è che in genere, erroneamente a mio avviso, si pensa che più ci si tira il collo e più ci si allena, soprattutto quando si ha poco tempo per farlo.
     
  10. GiaMatteoImpera

    GiaMatteoImpera Gregario

    Registrato:
    22 Febbraio 2016
    Messaggi:
    658
    Mi Piace Ricevuti:
    4
    Io credo invece che dia risultati migliori alimentarsi mentre si viaggia che farlo prima di partire, non mangiare più niente e magari mangiare carboidrati tornato a casa. Io trovo giovamento dal mangiare ogni 30 km. Magari anche solo bevendo un gel
     
  11. Cancello del Roero

    Registrato:
    13 Ottobre 2013
    Messaggi:
    4.438
    Mi Piace Ricevuti:
    73
    Ne parlavo giusto oggi con un mio compagno di uscita che ha il vizio di fare tutte la salite alla morte e alla fine del giro tocca spingerlo per tornare a casa :mrgreen:

    Inviato dal mio SM-G903F utilizzando Tapatalk
     
  12. peppe59

    peppe59 Velocista

    Registrato:
    6 Luglio 2011
    Messaggi:
    5.191
    Mi Piace Ricevuti:
    34
    In effetti è proprio il contrario: salvo forse per i giovanissimi, quello che allena meglio è stare al ritmo giusto - ognuno ha il suo - e starci a lungo, ogni giorno un po' di più (ed anche il ritmo poi ogni giorno si alza) senza mai andare fuori dalle proprie possibilità, che poi si paga. E fare anche recuperi e scarichi: il corpo deve stare bene per funzionare bene!
     
  13. Clip

    Clip Pedivella

    Registrato:
    15 Ottobre 2015
    Messaggi:
    315
    Mi Piace Ricevuti:
    2
    È giusto quello che dite !
    È presto e non è fisicamente ancora maturo per assimilare tutto.
    Divertirsi a tutta OK. ci mancherebbe.
    Ma Il rischio alto c'è a che,se non molli e sfili di tanto in tanto,scoppi o cotti solo.
    Poi ,presa la cotta pesante, devi fermarti mesi e riniziare dal punto a capo.
    Poi tieni presente :
    Allenarsi ,anche il solo per avvicinarsi ad avviarsi al ciclismo sportivo, è altro di ben più articolato e complesso.
    Tutt'altro è solo il pedalare un veicolo a due ruote.
    E che pure tanto giova fisicamente.
     
    #93 Clip, 24 Aprile 2016
    Ultima modifica: 24 Aprile 2016
  14. peppe59

    peppe59 Velocista

    Registrato:
    6 Luglio 2011
    Messaggi:
    5.191
    Mi Piace Ricevuti:
    34
    ah, no: se stiamo èparlando di allenamento per avvicinarsi al ciclismo nel senso di competizoni serie è un'altra cosa e ben più complessa; penso stessimo parlando di allenarsi per migliorare le proprie prestazioni ma sempre nell'ambito del forum "principianti" su cui siamo
     
  15. Clip

    Clip Pedivella

    Registrato:
    15 Ottobre 2015
    Messaggi:
    315
    Mi Piace Ricevuti:
    2
    Ok !
     

Condividi questa Pagina