Un acciaio può essere rigido e reattivo?

Discussione in 'Acciaio' iniziata da Cyboraf, 28 Maggio 2015.

  1. Gamba_tri

    Gamba_tri Velocista

    Registrato:
    29 Marzo 2005
    Messaggi:
    5.444
    Mi Piace Ricevuti:
    84
  2. Somec

    Somec Apprendista Scalatore

    Registrato:
    17 Gennaio 2013
    Messaggi:
    2.553
    Mi Piace Ricevuti:
    33
    L'unico test comparabile che conosco e stato fatto nel Tour 2/2007 con un Pegoretti Marcelo. Peso telaio forcella 2469 gr. I risultati comparando con un cartonio bassa/media gama di oggi sono disiludenti. Però mi domando, chi sceglie un telaio di ferro per avere una bici rigida al massimo. Io no...:mrgreen:
     
  3. phanther68

    phanther68 Velocista

    Registrato:
    2 Aprile 2008
    Messaggi:
    5.787
    Mi Piace Ricevuti:
    37
  4. Little58

    Little58 Gregario

    Registrato:
    6 Marzo 2011
    Messaggi:
    615
    Mi Piace Ricevuti:
    27
    Di che numeri si parlava?
     
  5. Somec

    Somec Apprendista Scalatore

    Registrato:
    17 Gennaio 2013
    Messaggi:
    2.553
    Mi Piace Ricevuti:
    33
    Stiffnes to weight factor, rigidità laterale del mc e del tubo serie sterzo, rigidità laterale della forca.
     
  6. Little58

    Little58 Gregario

    Registrato:
    6 Marzo 2011
    Messaggi:
    615
    Mi Piace Ricevuti:
    27
    Non ce l'hai ancora il cartaceo vero? mi piacerebbe leggerli per farmi un'idea (un'ulteriore idea o-o)
     
  7. Somec

    Somec Apprendista Scalatore

    Registrato:
    17 Gennaio 2013
    Messaggi:
    2.553
    Mi Piace Ricevuti:
    33
  8. Ferro1

    Ferro1 Apprendista Velocista

    Registrato:
    24 Settembre 2014
    Messaggi:
    1.635
    Mi Piace Ricevuti:
    18
    Poi pensi che Pantani ed Indurain vincevano con quei telai e ci metti una pietra sopra :)
     
  9. ABVD

    ABVD Novellino

    Registrato:
    12 Marzo 2015
    Messaggi:
    71
    Mi Piace Ricevuti:
    2
    c'è anche un articolo del Zullo incubo sulla rivista Ciclismo,molto più leggiero e scattante.
     
  10. Gamba_tri

    Gamba_tri Velocista

    Registrato:
    29 Marzo 2005
    Messaggi:
    5.444
    Mi Piace Ricevuti:
    84
    esatto, era l'articolo a cui mi riferivo nel mio post precedente.
     
  11. mika

    mika Ammiraglia

    Registrato:
    9 Novembre 2007
    Messaggi:
    19.510
    Mi Piace Ricevuti:
    326
    In ogni caso, dato un buon telaio in acciaio fatto per correre, per il ciclista medio la differenza potrebbe farla quasi solo il peso. Poi spingendosi in alto con stato di forma e prestazioni le deficienze rispetto a prodotti in carbonio escono. Però mi è capitato di distanziare in salita svariate produzioni, anche alta gamma, in carbonio...e non per merito mio poiché sono assolutamente nella media. Per dire, prima di mettere in crisi un acciaio serve sostanza. Avuta questa, se proprio il telaio non ci segue, sarebbe da pensare se appesantire per irrigidire o passare alla fibra, e alleggerire...io opterei per la seconda.
     
    #31 mika, 29 Maggio 2015
    Ultima modifica: 29 Maggio 2015
    A playlife piace questo elemento.
  12. Mardot

    Mardot Passista

    Registrato:
    25 Febbraio 2008
    Messaggi:
    4.107
    Mi Piace Ricevuti:
    115
    Nemmeno poi tanto, secondo me 2 telai possono differire anche per più di 100g e la differenza non riuscire a sentirla, per via di altri fattori non comuni tra loro, come la geometria e le sezioni.

    Concordo

    In salita il peso ti penalizza molto negli scatti, molto meno se sali regolare. Una ruota iperleggera a basso profilo in salita incide con un fattore percentuale ben più alto che il peso del telaio.
    Idem per la rigidità. Negli scatti in fuorisella si avvertono le differenze, se sali con qlo sulla sella molto meno.
    A tal proposito, un acciaio che flette ti penalizza sicuramente di più in una prova a circuito, oppure in volata, rispetto a una gara in salita, fosse anche una cronoscalata, in cui salvo qualche caso di scatto, il tempo lo fai con molta regolarità menando sui pedali.

    Senza dubbio.

    Anche io. o-o
     
  13. playlife

    playlife Pedivella

    Registrato:
    31 Ottobre 2009
    Messaggi:
    371
    Mi Piace Ricevuti:
    5
    io a [MENTION=24001]dmario[/MENTION] ho commissionato un telaio in acciaio che fosse bello rigido e nervoso... e non vedo l'ora di provarlo...secondo me non è troppo un controsenso...
    abbiamo (mi ha consigliato bene) scelto e ha saldato un insieme di tubazioni dedacciai oversize pensate più per l'uso mtb che per quello road...ma (un pò a memoria) con un obliquo da 38-40mm, un orizzontale da 33, dei foderi sagomati (ed un carro corto), uno sterzo 44mm alto soli 100mm (compensa poi la columbus mud disc tapered che è bella altina)...il risultato, almeno visivamente, è di una rigidità e di una consistenza disarmante...non vedo l'ora di provarlo...
    certo, se cercavo solo il peso andavo su altro...ma volendo un acciaio e su misura ho scelto bene! se si trova il telaista bravo e con cui si riesce a "pensare" al telaio adatto, il più è fatto ;)
     
  14. mika

    mika Ammiraglia

    Registrato:
    9 Novembre 2007
    Messaggi:
    19.510
    Mi Piace Ricevuti:
    326
    Ipotizzo una differenza media di almeno 4-500 grammi fra buoni prodotti nei 2 materiali...e credo ci stia tutta. E' anche vero che le differenze possono essere a volte di 2-3 etti, come anche di 7-8.

    o-o
     
  15. bicimix

    bicimix Ammiraglia

    Registrato:
    6 Agosto 2009
    Messaggi:
    17.840
    Mi Piace Ricevuti:
    204
    No ...la reattività è sinonimo di leggerezza non di rigidità !


    Inviato dal mio iPhone utilizzando Tapatalk
     
  16. Mardot

    Mardot Passista

    Registrato:
    25 Febbraio 2008
    Messaggi:
    4.107
    Mi Piace Ricevuti:
    115
    Sì ma tieni anche conto che molti telai in carbonio, per rientrare nelle norme, tocca zavorrarli, a quel punto non è poi malaccio avere un telaio in cui il maggior peso lo metto dove è meglio che stia, e dove mi serve che stia per conferire maggior rigidità, piuttosto che avere un piombo (eufemismo ma non poi troppo) per raggiungere il peso a norma della bici completa.

    Il vero problema, oggi, è che un Pro' con una bici in acciaio non si troverebbe bene proprio per la flessibilità del movimento centrale. A Cancellara gli verniciavano color carbonio le pedivelle, ma lui usava quelle in Alu, tanto per capirci (e me lo ha detto un amico che al tempo gli faceva i pezzi in FSA), quindi pensa a quanto pestano.
    Gente del genere uno Spirit come il mio R8 (che resta un ottimo telaio rigido in ambito acciaio) lo fa flettere come una foglia.
    o-o
     
  17. Gamba_tri

    Gamba_tri Velocista

    Registrato:
    29 Marzo 2005
    Messaggi:
    5.444
    Mi Piace Ricevuti:
    84
    non direi, se si alleggerisce troppo può capitare che il telaio fletta, allora addio reattività!
     
  18. Little58

    Little58 Gregario

    Registrato:
    6 Marzo 2011
    Messaggi:
    615
    Mi Piace Ricevuti:
    27
    Non riesco a seguire il discorso, 2 frasi, 3 parole uguali spostandole cambia il senso.. ma si parla di bici o di logica? :mrgreen:
     
  19. bicimix

    bicimix Ammiraglia

    Registrato:
    6 Agosto 2009
    Messaggi:
    17.840
    Mi Piace Ricevuti:
    204

    Per innescare qui fenomeni torsionali in un telaio tali da interferire sulla capacità dello stesso di trasferire la forza generata durante la pedana a terra bisogna sviluppare wat di una certa rilevanza e tenerli anche per un determinato tempo, cosa questa appannaggio di pochi se non pochissimi "amatori"!
    Più in generale una Bdc più leggera ha più vantaggi di una più rigidità per l'amatore!!!


    Inviato dal mio iPhone utilizzando Tapatalk
     
  20. Gamba_tri

    Gamba_tri Velocista

    Registrato:
    29 Marzo 2005
    Messaggi:
    5.444
    Mi Piace Ricevuti:
    84
    in salita può essere vero, ma in piano il peso è relativo, più potenza arriva a terra senza dispersioni meglio è. Permesso che non sono un fisico e parlo solo per esperienza empirica.
     

Condividi questa Pagina