Kwiatkowski e Longo Borghini vincono la Strade Bianche

Siena, 4 marzo 2017 – Il polacco Michal Kwiatkowski (Team Sky) ha vinto l’undicesima edizione della Strade Bianche NamedSport, per la prima volta corsa del calendario UCI WorldTour, da Siena (Fortezza Medicea) a Siena (Piazza del Campo) di 175 km. Primo sul traguardo per la seconda volta in carriera, nella storica piazza ha preceduto i belgi Greg Van Avermaet (BMC Racing Team) e Tim Wellens (Lotto Soudal).

C6FOaeVWQAIqVT_

RISULTATO FINALE

1 – Michal Kwiatkowski (Team Sky) 175 km in 4h42’42”, media 37,141 km/h

2 – Greg Van Avermaet (BMC Racing Team) a 15″

3 – Tim Wellens (Lotto Soudal) a 17″

4 – Zdenek Stybar (Quick-Step Floors) a 23″

C6FRaePWQAABtYi

DICHIARAZIONI

Pochi secondi dopo aver attraversato il traguardo, il vincitore Michal Kwiatkowski ha dichiarato: “Sono felice, anzi felicissimo! È una vittoria inaspettata. Dopo una stagione difficile lo scorso anno avevo ancora molta fiducia da parte della squadra. La preparazione per quest’anno ci ha già ripagati. Seconda vittoria alle Strade Bianche, wow… è incredibile. Abbiamo cominciato ad attaccare dopo il settore di Monte Sante Marie. Li, a dire il vero, non mi sentivo benissimo. A quel punto ho pensato che la miglior strategia sarebbe stata quella di fare la corsa partendo da lontano, alla fine sono contento che sia andato tutto bene”.

26fc9a51-3d67-40cb-8d73-99464f60b570

L’italiana Elisa Longo Borghini (Wiggle High5) ha vinto la terza edizione della Strade Bianche Women Elite NamedSport, prima prova nel calendario stagionale del UCI Women’s WorldTour, da Siena (Fortezza Medicea) a Siena (Piazza del Campo) di 127 km. Sul traguardo finale nella storica piazza ha preceduto Katarzyna Niewiadoma (WM3 Pro Cycling Team) e Elizabeth Deignan (Boels Dolmans Cycling Team).

RISULTATO FINALE

1 – Elisa Longo Borghini (Wiggle High5) 127 km in 3h44’45”, media 33,904 km/h

2 – Katarzyna Niewiadoma (WM3 Pro Cycling Team) a 2″

3 – Elizabeth Deignan (Boels Dolmans Cycling Team) a 5″

,

9 risposte a Kwiatkowski e Longo Borghini vincono la Strade Bianche

  1. mik74 4 marzo 2017 at 17:57 #

    Guardando la corsa mi son accorto che Kwiatkowski , si è tolto manicotti e gilet , gettandoli a lato strada…..
    Chissà che ne avrà pensato Castelli……
    Me li sarei portati a casa volentieri :)

    • ChristianR 6 marzo 2017 at 11:16 #

      Scusa ma se li è tolti nel momento in cui se li toglievano anche altri per prepararsi al finale di gara, c’è chi è riuscito a metterseli nelle tasche, mentre lui se non ricordo male mentre toglieva il gilet si è visto accelerare Domoulin e quindi per far prima l’ha gettato a bordo strada.
      Non vedo che problemi dovrebbe avere Castelli.

  2. Bullet 4 marzo 2017 at 19:55 #

    Fango? Ma dove l’avete visto il fango? Una strada bianca bagnata la definite piena di fango! Poveri noi!

    • troy2121 6 marzo 2017 at 09:43 #

      Ieri in granfondo in alcuni tratti c’era anche fango (e te lo dice uno che ha fatto 10 anni di enduro in moto e va anche in MTB). C’eri te?

  3. Concept 4 marzo 2017 at 20:59 #

    Un miracolo che siano riusciti ad arrivare in fondo SENZA i freni a disco, forse si potrebbe cogliere l’occasione per parlarne ancora un po’…
    ;-)))

  4. Verzelletti 7 marzo 2017 at 21:46 #

    Ciclisti di tutto il mondo…
    Senza nulla togliere a Kwiatkowsky, avete visto l’impresa della Longo Borghini? Le donne non hanno avuto nulla da invidiare alla gare degli uomini. Gara durissima, combattuta e incerta fino alla fine e grande prova di forza di Elisa. Altro che K ha vinto le strade Bianche. Il titolo, almeno questa volta, doveva essere al femminile!
    Secondo me.
    Che si fà un sondaggio?

  5. Verzelletti 8 marzo 2017 at 04:19 #

    I miei piú sentiti complimenti per la modifica al titolo di questo articolo. Dimostrate serietá e amore per il vero ciclismo.

Lascia una risposta

Single Sign On provided by vBSSO