Nuova Pinarello K10S Disk

[Comunicato stampa]

Pinarello presenta la nuova Dogma K10S Disk: Sospensione intelligente, feeling rivoluzionario.

P18_DOGMAK10SDisk_698_White_Orange
Due anni fa Pinarello introduceva sul mercato il telaio Dogma K8S caratterizzato dal primo sistema di sospensione ultraleggera al mondo per bici da strada (DSS 1.0, Dogma Suspension System) e foderi flessibili in fibra di carbonio.

Quest’anno in occasione delle Classiche del Nord, Pinarello in collaborazione con HiRide ha presentato l ‘eDSS 2.0 (Electronic Dogma Suspension System), il primo sistema di sospensione intelligente per bici da corsa, direttamente collaudato dai corridori del Team SKY.

PinaST37_0093

Ora nasce Dogma K10S Disk, fusione dell’innnovativo sistema eDSS 2.0 con le performance e il design irresistibile di Dogma K10.

Dogma K10S Disk conferma le nuove geometrie di Dogma K10 (rake forcella allungato e angolo sterzo più ampio, carro posteriore allungato con tecnologia Flex Stays) e integra nel suo design l’innovativa sospensione, la sua scheda di controllo e l’interfaccia utente. Il tubo obliquo diventa sempre più centrale ed evoluto: sezione Flatback, bordo di uscita concavo per nascondere la borraccia al flusso d’aria e la giunzione E-link che compie un passo in avanti. Ora vicino al controller per gruppi Shimano Di2 trova posto anche l’interfaccia del sistema eDSS 2.0 che permette il controllo e la verifica dello stato del sistema, oltre a fornire connettività Bluetooth LE ed ANT+ per interfacciarsi con le apposite applicazioni per telefono e ciclocomputer Garmin.

PinaST37_0099  PinaST37_0109

Per garantire le massime performance di frenata, Dogma K10S Disk è equipaggiata con freni a disco at mount e perni passanti.

PinaST37_0113

L’Electronic Dogma Suspension System (eDSS 2.0) legge la strada e comprende la dinamica della bicicletta, adattando il telaio ad ogni tipologia di terreno, dall’asfalto al più accidentato, bloccando e sbloccando la sospensione in tempo reale. La Nuova Dogma K10S Disk definisce, così, un nuovo standard nel campo delle biciclette da strada, dotando il ciclista di una nuova percezione della propria bici ed eliminando ogni compromesso.

PinaST37_0107

Il nuovo e-DSS 2.0 in dettaglio:

Bike Dynamic Control:

L’intelligenza artificiale viene trasferita alla sospensione, permettendo così di comprendere lo stile di pedalata del ciclista e le condizioni del tracciato: sofisticati algoritmi stimano il comportamento del ciclista, variazioni del terreno e sollecitazioni improvvise.

Elettronica:

Un sistema di sensori misura il comportamento dinamico della bicicletta. Uno Smart Battery Pack, collocato all’interno del telaio, controlla elettronicamente la sospensione, bloccandola e sbloccandola automaticamente a seconda della tipologia di terreno. e include la batteria che alimenta l’intero sistema.

Meccanica:

Un sistema di smorzamento idraulico consente di bloccare e sbloccare la sospensione, scegliendo fra un assetto rigido – ad esempio per l’asfalto – e uno morbido – ad esempio per il pavé.

Connettività:

Un’interfaccia uomo-macchina collocata nel tubo obliquo permette anche il controllo manuale del sistema da parte del ciclista, bloccando e sbloccando la sospensione. Un’interfaccia dedicata offre tutte le statistiche di performance del ciclista, che possono essere visualizzate su Garmin in tempo reale o su smartphone, tablet e pc.

P18_DOGMAK10SDisk_699_Black_Red P18_DOGMAK10SDisk_700_BOB

Sarà disponibile come kit telaio, in 10 misure: 440, 465, 500, 515, 530, 540, 550, 560, 575, 595. Colori disponibili: White Orange, Black Red, Black on Black.

, ,

7 risposte a Nuova Pinarello K10S Disk

  1. stefenzone 28 luglio 2017 at 00:50 #

    Prossimo passo sospensioni idropneumatiche attive come quelle della Williams del 92!!!!!!

  2. axley 28 luglio 2017 at 08:01 #

    Roba per ciclopatrizi evolutissimi…… non mi piace e non mi piacciono questo tipo di evoluzioni tecniche su una bici da corsa…. giá faccio fatica ad accettare i freni a disco, ma alla fine OK, ma adesso ci mettiamo a giocare con la meccatronica, no, non ci siamo proprio. Prossimo passo? la bicicletta che cambia da sola in base alla strada? E poi? quella che vince un Giro d’Italia senza qualcuno che la pedala? Bah!

  3. Nefranco 28 luglio 2017 at 09:13 #

    Ottima dimostrazione tecnologica, ma per me la bicicletta deve rimanere un mezzo essenziale e semplice.

    • Bileygr 28 luglio 2017 at 14:32 #

      Sono sostanzialmente d’ accordo, il bello della bicicletta è la sua semplicità.
      Tuttavia è un bel capolavoro d’ ingegneria, pur non avendo sostanzialmente inventato nulla di nuovo. Come tutte le nuove tecnologie alla fine il giudizio lo darà il tempo. Se la Sky alla prossima roubaix o similari avrà vantaggi indiscutibili e sostanziali, allora col tempo diverrà un nuovo standard, altrimenti resterà un pregevole ramo morto dell’ albero evolutivo della bicicletta.

  4. abcar 28 luglio 2017 at 12:11 #

    a quando una prova completa?

  5. Kevin34 28 luglio 2017 at 12:18 #

    Preferisco la btwin!

  6. primakuota 28 luglio 2017 at 14:05 #

    Spero anche io in una prova completa. Quando mi stancherò della mia Domane, potrebbe essere una papabile sostituta.

Lascia una risposta

Single Sign On provided by vBSSO