Philippe Gilbert fa poker all’Amstel Gold Race

Philippe Gilbert (QuickStep Floors) ha vinto la sua quarta Amstel Gold Race, dopo le edizioni del 2010-2011-2014.

83bad

La vittoria è arrivata in volata contro il vincitore della Milano-Sanremo, Michal Kwiatkowski (Sky), il quale è partito un po’ troppo presto per lo sprint e si è fatto rimontare dal belga. Michael Albasini (Orica-Scott9 completa il podio.

A 34 km all’arrivo, nella salita del Kruisberg, Tiesj Benoot ha piazzato un attacco, prima di essere ripreso da Gilbert, Van Lindeman, Albasini, Henao et Haas.

Dietro il gruppo di testa sono rimasti molti corridori in attesa, come i favoriti Greg Van Avermaet (BMC), Michal Kwiatkowski (Sky), Alejandro Valverde (Movistar) ed altri  come Fabio Felline (Trek), Tim Wellens (Lotto-Soudal), Rui Costa (UAE Emirates), Bob Jungels (QuickStep) e Warren Barguil (Sunweb) a completare il gruppo. Incapaci pero’ di rientrare sui primi è stato Kwiatkowski a decidere di partire da solo con uno sforzo solitario impressionante.

Grazie ad Henao il gruppo di testa ha mantenuto il suo vantaggio sino alla stoccata decisiva sul Cauberg di Kwiatokowski e Gilbert, con quest’ultimo che mette un ulteriore sigillo di prestigio su questa stagione dopo la vittoria al Fiandre.

, ,

Una risposta a Philippe Gilbert fa poker all’Amstel Gold Race

  1. Krono 18 aprile 2017 at 20:45 #

    C’è stata la modifica del traguardo?
    Non doveva esserci una curva secca a sinistra e poi la rampa dove al mondiale olandese Gilbert aveva staccato tutti, Nibali fra questi, poi la discesa ed il traguardo?
    Se ricordate quel mondiale seguiva il tracciato di questa gara.

    Mi piace 0 Non mi piace 0

Lascia una risposta


Single Sign On provided by vBSSO