Fulvio
Punteggio reazioni
36

Registrato
Ultima visualizzazione

Messaggi del profilo Ultime Attività Messaggi e Discussioni Info

  • Caro Fulvio
    Approfitto della tua esperienza. Non ho Mai avuto problemi. Vado a sciare, torno vado a fare un giro in bici e non riesco piu a tenere andatura fuori sella in salita con ginocchio dx.
    Quando la pedivella dx e' al punto morto superiore non riesco a tirare giu la gamba e provo dolore al ginocchio. In tutte le altre situazioni non ho problemi (corsa scale etc). L'ortopedico prima della rm mi dice che dovrebbe essere una lesione minimale della cartilagine. Ma io non sono d'accordo. Se non provo dolore in tutte le altre situazioni il problem deve essere meccanico connesso alla sola posizione che si assume nel fuorisella. Anche curando la cartilage se non si capsice la causa dinamica non si elimina il problema. Abito a Padova ma frequentemente sono a Viareggio quindi potrei passare da te a Pontedera con facilità nel caso in cui ritieni di avere elemnti utili per gestire il mio problema.
    Grazie e ciao
    Paolo
    Ciao Fulvio,
    ti contatto perchè ho visto che sei stato coinvolto in qualche discussione inerente lo Skiroll; in più sei di Pontedera, quindi siamo conterranei.
    Per lavoro, dal lunedì al venerdi, vivo a Firenze, dove mi sono portato una vecchia bici da corsa.
    Girando sul Monte Morello, mi sono imbattuto in una pista da sci di fondo in plastica.
    L’impianto e’ gestito dal “Gruppo Fondisti del Monte Morello”, che organizza corsi di fondo e Skiroll solo per ragazzi. Prima di buttarmi a capofitto su di una nuova disciplina sportiva, vorrei provare a dare qualche “zampata”. Conosci qualche associazione o qualche buon samaritano che possa insegnarmi a muovermi con gli Skiroll?
    Grazie mille
    Walter
    Ciao, ho 18 anni e faccio gare di mountain bike.
    In questo periodo mi sto allenando parecchio sia con la mtb che con la bici da corsa per migliorare il più possibile.
    Con la bdc faccio molto fondo con uscite da 50-70 km in piano con qualche salitella(ponti), la media è di circa 32 km/h.
    Come potrei migliorare?? Riusciresti a consigliarmi un programma di allenamento, se possibile che preveda l'utilizzo di entrambe le bici.
    Dispongo anche del cardio
    ciao!!

    Da oggi ho iniziato "seriamente" a fare uscite pomeridiane in bici, x poter bruciare qualche kiletto (bici non da gara, è una bici polivalente) e volevo sapere da voi , in base ai dati ke vi dirò, se ho fatto le cose giuste , ke errori ho fatto e dove posso migliorare.
    Ho fatto 23 KM
    velocità massima 30km/h
    velocità media circa 19km/h
    tempo : circa 1 ora

    Ecco aggiungo ke x arrivare al parco dove poi giro in pista , devo passare in città ed è trafficata..quindi continue frenate mi bloccano da avere un andamento sempre costante

    A mentre pedalavo, i miei battiti erano sui 180 al minuto...cmq durante l'uscita nn ho mai avuto cenni di fatica vera e riuscivo sempre a fiskiettare o cantikkiare durante la pedalata,
    Arrivato a casa poi mi sono mangiato 1 banana e i miei battiti oscillano tra i 75/80 al minuto

    GRAZIE X EVENTUALI RISPOSTE E CONSIGLI
    grazie per la risposta, penso che l'unica soluzione sia che dopo l'estate mi farò i 1000 km tra andata e ritorno ( salerno-pontedera) per farmi una visita da lei ,stringerò i denti un altro pò .Quindi mi serve un telaio più piccolo e poi un posizionamento fatto per bene ? ma nel frattempo quale accorgimento potrei fare per trovarmi un pò meglio ?visto che ho anche poca flessibilità lombare? GRAZIE
    Ciao Fulvio ,avrei bisogno di una visita.mi hanno parlato molto bene di te e,siccome abito in zona vorrei fissare un appuntamento da te.e' possibile?mi fai sapere te?grazie in anticipo,Aurelio
    Ciao,sono ciclista ormai da 3 anni ( vengo da 10 anni di maratone ecc..) diciamo che percorro una media di 12 mila km l'anno uscendo 3/4 volte la settimana . Volevo gentilmente chiederti una tabella d'allenamento in vista di questa estate, visto che sono stato stratto x partecipare alla Maratona delle Dolomiti. Tenendo conto del fatto che ho già partecipato a delle GF con belle salite ( vedi Gavia ,Mortirolo ecc. ) mi piacerebbe prepararmi x quella gara in modo + scientifico x nn correre rischi di nn farcela. Mi puoi gentilmente dare qualke consiglio ( tabella o altro ) per affrontarla nei dovuti modi. Grazie ciaoEgi
    Ciao Fulvio,
    Sono Riccardo da Palermo ti disturbo perché ho appena comprato un paio di scarpe strada s works 2011 mis. 41 e desideravo conoscere il riferimento con tacchetta Shimano. Spero tu mi possa aiutare. Grazie in anticipo e a presto.
    Caro dottore, ho un problema, anzi due, qui da me a Cagliari non c'è un biomeccanico con la B maiuscola..... vengo al punto: mentre pedalo energicamente, dai 40 orari in su, o in salite lunghe con ritmo alto, il tallone del piede sinistro tende a portarsi verso la pedivella, mentre il tallone del piede destro tende ad allontanarsi dalla pedivella. Diamo per scontato che in bici sia messo correttamente, quale potrebbe essere la causa e la relativa soluzione? può darmi una mano? in MTB non ho questo problema ma solo sulla BDC..... asimmetrie, elevata pronazione,supinazione, malocclusione?? questo movimento del piede sinistro, mi crea fastidio alla bandelletta ileo tibiale!!
    attendo una sua risposta, qualsiasi essa sia!!
    Grazie
    Andrea
    ok le mando una foto .praticamente mi sento troppo lungo e faccio fatica ad inarcarmi ai comandi.
    buonasera desiderei avere un consiglio sulla posizione generale in sella e sulla corretta misura dell'attacco manubrio: sn alto 179 cm per 80kg. ho un cavallo di 83,5. attualmente posseggo una bianchi carbon xl tg 55. il verticale centro-centro è di 52,5. l'orizzontale centro-centro è di 53 .ho un attacco da 13 cm. noto che impugnando il manubrio centralmente la braccia non sn tese completamente. viceversa tenendo le leve si estendono completamente, e faccio fatica. ho una sella slr carbon e l'ho portata completamente in avanti per distanziarla dal movimento centrale e la serie sterzo è stata tagliata al limite di 3,5 mml ribaltando l'attacco per avere una posizione più alta. altezza reggisella 174,5. grazie per l'attenzione
    Ciao Fulvio,
    Premessa: non ho grandi competenze tecniche. Non avevo una situazione drammatica, forse dovuta al fatto che non sono riuscita a macinare tanti km e quindi a far emergere magagne varie... mi hai fatto un pò di aggiustamenti più che altro sull'altezza manubrio, in sintesi mi sono trovata bene, migliorando la posizione e sentendo di spingere meglio sui pedali.
    Adesso dopo un letargo di mesi, sto riprendendo..Ho un unico problema che si sta riproponendo da tempo: sotto sella dolorante - dopo tre selle cambiate non ho ancora trovato la mia probabilmente - e mal di collo (zona tra collo e spalle) che spunta dopo un pò, in più solo quadricipide destro sofferente.
    Se potessi darmi qualsiasi indicazione sarebbe bello..!!
    Grazie 1000, CIAO!
    Ipotesi: sono lunga sul manubrio?
    ciao, sono mimmo 46 anni 166h per odierni 78 kg...
    il mio problema è che in seguito a diagnosi di Sindrome di Brugada, mi è stato impiantato un defibrillatore....la funzionalità cardiaca è conservata...se serve, posso fornirti copia di referti ...i cardiologi non pongono controindicazioni ad attività sportiva, tranne non impegnare le fasce muscolari del tronco....per loro la bici è ok...ed è ok anche per me : mi consente di trascorrere del tempo all'aria aperta e di dimenticare ansie e pensieri strani. In quest'ottica vorrei riuscire a fare giri più lunghi...ora sto provando in pianura un 50 km, ma ci metto almeno due ore e, come frequenza cardiaca media 148-150 battiti ( ad una media di 25 kmh), ma appena becco un cavalcavia il cuore schizza a 165-170 battiti....
    vorrei capire nelle mie condizioni che range di frequenza cardiaca tenere e come poter riuscire a migliorare un po' per poter accedere ai 100 km a giro, spero tu possa indirizzarmi in qualche modo, attendo, ciao, mimmo
    ciao Fulvio. sono denis da Verona.
    Oggi ho percorso i miei primi km con letue modifiche, i nuovi plantari e la sotto tacchetta rialzata.
    Ho fatto 24 km, al 17 km ha iniziato a farmi male, ero per 200 metri con schiena eretta senza mani sul manubri e ho sentito tirare poco.. fino ad un aumento progressivo del male.. sempre al ginocchio esterno sinistro.
    Ora, premesso che in bici sono correttamente posizionato e quindi è da scartare l'ipotesi di assetti errati.. cerco di capire quale sia la causa... cercandola a questo punto sul ginocchio?
    Risonanza magnetica?
    Sono per caso troppo frettoloso e impaziente nell'aspettarmi la guarigione..?
    Magari alla prima uscita mi fa male ma pian piano con la nuova posizione migliorero'??
    p.s. la sensazione è di avere la gamba ancora un po corta.. ma ripeto è solo un'impressione. alla visita, andava tutto bene..
    Ciao Fulvio,sono Angelo e sono venuto da te il 8 novembre se ricordi bici Fuji,mi trovo benissimo con le nuove misure sembra calzata a perfezione.
    Volevo chiederti se possibile avere un piano programmato per la stagione 2011 e essere pronto per le prime gare di febbraio.
  • Sto caricando...
  • Sto caricando...
  • Sto caricando...