2022: la battaglia per i punti UCI

Ser pecora

Diretur
Membro dello Staff
16 Aprile 2004
17.896
8.310
96
dove capita
se ho capito bene, domanda:
ma se io sono in regola con i punti, per diventare WT, posso declinare la promozione?

per le prime due Continental, funzionerà ancora di avere l'invito automatico alle corse WT, ma non l'obbligo di parteciparvi?

Per passare WT devi fare proprio richiesta. La Total ad esempio l'ha fatta, la Alpecin no.

L'invito automatico è dovuto al fatto che la Qhhubeka è sparita, ma dall'anno prossimo, salvo altri fallimenti, non ci sarà più l'invito automatico.
 

samuelgol

Flughafenwächter
24 Settembre 2007
41.954
16.768
Bozen
Bici
Canyon Ultimate SLX. Nome: Andrea
Per passare WT devi fare proprio richiesta. La Total ad esempio l'ha fatta, la Alpecin no.

L'invito automatico è dovuto al fatto che la Qhhubeka è sparita, ma dall'anno prossimo, salvo altri fallimenti, non ci sarà più l'invito automatico.
Se non ricordo male (Lefevère se ne lamentava) la migliore dell'anno precedente delle Continental aveva sempre questo invito/diritto automatico. Lefevère appunto lamentava che la Alpecin ci giocava con questa cosa, grazie a MVDP, avendo così gli stessi diritti ma non gli obblighi delle WT. Non a caso non ha nemmeno fatto la domanda per essere WT.
 

Maiella

Biker Maiellensis
28 Gennaio 2015
314
174
39
Abruzzo
Bici
Focus Izalco Max
Non credo che questo regolamento sia funzionale ad una situazione in cui già si fa fatica ad ottenere degli sponsor. Potrebbe accadere, ad esempio, che uno sponsor si impegna per 3 anni sicuro della visibilità del circuito WT, per poi ritrovarsi retrocesso e di sicuro poco contento dell'investimento. Sono convinto, inoltre, che un regolamento di questo aggraverà la situazione dei contratti con sempre più corridori che rimangono senza squadra.
 
Ultima modifica:

samuelgol

Flughafenwächter
24 Settembre 2007
41.954
16.768
Bozen
Bici
Canyon Ultimate SLX. Nome: Andrea
Non credo che questo regolamento sia funzionale ad una situazione in cui già si fa fatica ad ottenere degli sponsor. Potrebbe accadere, ad esempio, che uno sponsor si impegna per 3 anni sicuro della visibilità del circuito WT, per poi ritrovarsi retrocesso e di sicuro poco contento dell'investimento. Sono convinto, inoltre, che un regolamento di questo aggraverà la situazione dei contratti con sempre più corridori che rimangono senza contratto.
Tocca vedere quanto il modello NBA, senza retrocessioni e promozioni, sia meglio per il movimento.
 

Maiella

Biker Maiellensis
28 Gennaio 2015
314
174
39
Abruzzo
Bici
Focus Izalco Max
Tocca vedere quanto il modello NBA, senza retrocessioni e promozioni, sia meglio per il movimento.
In USA con le franchigie in realtà sono molti vicini al ciclismo. La franchigia non é poi cosi distante dal funzionamento delle licenze ciclistiche. Nei vari campionati di basket, football, hockey, baseball che si svolgono in America, se da un lato rimane un legame con la città, dall'altro si può spostare da un momento all'altro la franchigia altrove come se niente fosse e ripartire da zero esattamente come accade col ciclismo quando una stessa licenza passa da un sponsor all'altro. Forse, e sottolineo il forse, si potrebbe ottenere un maggiore interesse nelle gare minori, ma anche lí credo che si andrebbe a penalizzare la cetegoria continental (intesa come terza divisione del ciclismo professionistico) e il buon lavoro fatto con gli U23. Inoltre la logica della promozione/retrocessione é accattivamente per l'indubbio richiamo campanilistico (che nel ciclismo non esiste), ma é del tutto slegata dalle sponsorizzazioni. Vediamo cosa accade, ma non sono troppo fiducioso che tale regola sia un aiuto per il ciclismo, ma più il tentativo di attirare solo grossi sponsor, far scomparire le piccole formazioni e creare un'unica categoria mondiale. Vedremo come andrà a finire.