Campagnolo Ekar: opinioni? Lo consigliate?

Lorenzaccio

Novellino
22 Maggio 2018
44
4
Firenze/Milano
Bici
da corsa
Salve a tutti, sto seriamente considerando l'Ekar per la mia futura gravel come alternativa al GRX. Non avendo l'opportunità di provarlo di persona prima dell'acquisto, sarei molto interessato alle opinioni di chi già lo possiede e ha avuto modo di usarlo per un qualche tempo.

Il gruppo mi intriga molto e l'idea sarebbe usarlo con il 42 (o 40) davanti e la cassetta 9-36 per avere meno salti possibili tra un rapporto e l'altro (l'uso sarebbe 60% strada, 40% gravel "leggero").

In particolare mi chiedo:

- se siete complessivamente soddisfatti del gruppo e se lo consigliate;

- se il deragliatore ha effettivamente bisogno di frequenti regolazioni per funzionare al meglio (ho letto che alcuni hanno questo problema, ovvio che dipende anche dall'uso che se ne fa);

- come sia l'affidabilità in generale (cassette, catena, deragliatore ecc) soprattutto per chi lo usa spesso in fuoristrada;

- come sia l'usura (catena si consuma di più rispetto a una Shimano? cassetta?);

- pare che i freni siano uno dei punti di forza dell'Ekar: che ne pensate? in fatto di rumorosità come sono messi?

- corona: è effettivamente facile sostituire la corona senza smontare la guarnitura come leggo da sito Campagnolo?

- capitolo ruote: vi siete sentiti "limitati" nella scelta delle ruote visto che non sono ancora molti i produttori che hanno l'N3W in listino? Al di là delle Shamal, che ruote usate/avete usato con soddisfazione?
 

toni77

Apprendista Passista
30 Aprile 2017
879
1.555
Holzkirchen, Baviera
Bici
Colnago V3RS Disc "La Gina" , 3T Exploro Race "La Wanda"
Salve a tutti, sto seriamente considerando l'Ekar per la mia futura gravel come alternativa al GRX. Non avendo l'opportunità di provarlo di persona prima dell'acquisto, sarei molto interessato alle opinioni di chi già lo possiede e ha avuto modo di usarlo per un qualche tempo.

Il gruppo mi intriga molto e l'idea sarebbe usarlo con il 42 (o 40) davanti e la cassetta 9-36 per avere meno salti possibili tra un rapporto e l'altro (l'uso sarebbe 60% strada, 40% gravel "leggero").
Ciao! Io da Marzo sono felice possessore di una 3T Exploro Race con Ekar (corona da 38 e pacco pignoni 9-42), che ho sfruttato ovunque, dalla strada allo sterrato, sempre con estrema soddisfazione.

Rispondo nel dettaglio sotto, ma ti posso già anticipare che per me l’Ekar è IL gruppo definitivo per Gravel.

In particolare mi chiedo:

- se siete complessivamente soddisfatti del gruppo e se lo consigliate;
Alla grande. Di fatto il mio gruppo preferito, come prestazioni, semplicità e finiture.

- se il deragliatore ha effettivamente bisogno di frequenti regolazioni per funzionare al meglio (ho letto che alcuni hanno questo problema, ovvio che dipende anche dall'uso che se ne fa);
Non mi risulta. L’unico aggiustamento che ho fatto è stato dopo circa 1500 km, per compensare il calo di tensione fisiologico del cavo deragliatore. La messa a punto di un monocorona a 13v, IMHO, richiede un filo più sensibilità, ma niente di ostico. Tra parentesi: i manuali tecnici di Campagnolo sono davvero ben fatti.

- come sia l'affidabilità in generale (cassette, catena, deragliatore ecc) soprattutto per chi lo usa spesso in fuoristrada;
Dopo 2000 km, incluso tanto sterrato, avendo la gravel sostituito la mia vecchia hard-tail, nessun segno di usura precoce sulle parti mobili, né alcun tipo di problema : Campagnolo costa, ma la qualità si vede e si tocca.

- come sia l'usura (catena si consuma di più rispetto a una Shimano? cassetta?);
Monto Shimano XT sulla full, con la metà dei km della gravel… catena e cassetta Campagnolo, in confronto, sembrano nuovi.

- pare che i freni siano uno dei punti di forza dell'Ekar: che ne pensate? in fatto di rumorosità come sono messi?
Ottima modulabilità e potenza, zero rumore (dischi da 160 mm Ekar e pastiglie Campagnolo).

- corona: è effettivamente facile sostituire la corona senza smontare la guarnitura come leggo da sito Campagnolo?
La corona si smonta facilmente… quello che non sono riuscito ancora a trovare sono corone (Campagnolo o altri) sfuse! Per ora mi tengo la 38, sperando che siano disponibili l’anno prossimo delle alternative.

- capitolo ruote: vi siete sentiti "limitati" nella scelta delle ruote visto che non sono ancora molti i produttori che hanno l'N3W in listino? Al di là delle Shamal, che ruote usate/avete usato con soddisfazione?
Limitato assolutamente no… ma avevo le idee ben chiare e, oggettivamente, un buon budget.
Le Shamal sono delle ottime ruote per uso tuttofare. Io ho optato per le 3T Discus con profilo da 40 mm e canale interno “monster” da 29 mm, mozzi Carbon-Ti. Un set davvero “ignorante” (per dimensioni e rumore della ruota libera), ma di grande soddisfazione. L’anno prossimo potrei affiancare un set di Fulcrum 650b. Chiaramente non sono soluzioni di basso costo… ma nemmeno l’Ekar lo è ;-)

Buon Ekar… se ti deciderai, non ne rimarrai deluso!
 

thornn

Novellino
16 Novembre 2020
30
10
italia
Bici
trek
Ciao! Io da Marzo sono felice possessore di una 3T Exploro Race con Ekar (corona da 38 e pacco pignoni 9-42), che ho sfruttato ovunque, dalla strada allo sterrato, sempre con estrema soddisfazione.

Rispondo nel dettaglio sotto, ma ti posso già anticipare che per me l’Ekar è IL gruppo definitivo per Gravel.


Alla grande. Di fatto il mio gruppo preferito, come prestazioni, semplicità e finiture.


Non mi risulta. L’unico aggiustamento che ho fatto è stato dopo circa 1500 km, per compensare il calo di tensione fisiologico del cavo deragliatore. La messa a punto di un monocorona a 13v, IMHO, richiede un filo più sensibilità, ma niente di ostico. Tra parentesi: i manuali tecnici di Campagnolo sono davvero ben fatti.


Dopo 2000 km, incluso tanto sterrato, avendo la gravel sostituito la mia vecchia hard-tail, nessun segno di usura precoce sulle parti mobili, né alcun tipo di problema : Campagnolo costa, ma la qualità si vede e si tocca.


Monto Shimano XT sulla full, con la metà dei km della gravel… catena e cassetta Campagnolo, in confronto, sembrano nuovi.


Ottima modulabilità e potenza, zero rumore (dischi da 160 mm Ekar e pastiglie Campagnolo).


La corona si smonta facilmente… quello che non sono riuscito ancora a trovare sono corone (Campagnolo o altri) sfuse! Per ora mi tengo la 38, sperando che siano disponibili l’anno prossimo delle alternative.


Limitato assolutamente no… ma avevo le idee ben chiare e, oggettivamente, un buon budget.
Le Shamal sono delle ottime ruote per uso tuttofare. Io ho optato per le 3T Discus con profilo da 40 mm e canale interno “monster” da 29 mm, mozzi Carbon-Ti. Un set davvero “ignorante” (per dimensioni e rumore della ruota libera), ma di grande soddisfazione. L’anno prossimo potrei affiancare un set di Fulcrum 650b. Chiaramente non sono soluzioni di basso costo… ma nemmeno l’Ekar lo è ;-)

Buon Ekar… se ti deciderai, non ne rimarrai deluso!
ottima analisi, ma ti faccio una domanda. secondo te è usufruibile su una bici da strada? premetto che non mi piace il momocorona MTB (e non ce l'ho) perchè i rapporti mi sembrano tutti corti per essere usufruiobili su asfalto, ma l'ekar ha una scala con il 40 e 42 davanti molto ben fatta a mio parere, e come svuiluppo metrico molto simili ai rapporti che fanno per me. ma c'è chi dice che una corona piccola davanti non "funziona" bene come una grande a parità di sviluppo metrico. poi è vero che in salita il prblema si ribalterebbe, avendo una corona + grande rispetto a quello che si ha di norma con una doppia
 

Lorenzaccio

Novellino
22 Maggio 2018
44
4
Firenze/Milano
Bici
da corsa
Ciao! Io da Marzo sono felice possessore di una 3T Exploro Race con Ekar (corona da 38 e pacco pignoni 9-42), che ho sfruttato ovunque, dalla strada allo sterrato, sempre con estrema soddisfazione.

Rispondo nel dettaglio sotto, ma ti posso già anticipare che per me l’Ekar è IL gruppo definitivo per Gravel.


Alla grande. Di fatto il mio gruppo preferito, come prestazioni, semplicità e finiture.


Non mi risulta. L’unico aggiustamento che ho fatto è stato dopo circa 1500 km, per compensare il calo di tensione fisiologico del cavo deragliatore. La messa a punto di un monocorona a 13v, IMHO, richiede un filo più sensibilità, ma niente di ostico. Tra parentesi: i manuali tecnici di Campagnolo sono davvero ben fatti.


Dopo 2000 km, incluso tanto sterrato, avendo la gravel sostituito la mia vecchia hard-tail, nessun segno di usura precoce sulle parti mobili, né alcun tipo di problema : Campagnolo costa, ma la qualità si vede e si tocca.


Monto Shimano XT sulla full, con la metà dei km della gravel… catena e cassetta Campagnolo, in confronto, sembrano nuovi.


Ottima modulabilità e potenza, zero rumore (dischi da 160 mm Ekar e pastiglie Campagnolo).


La corona si smonta facilmente… quello che non sono riuscito ancora a trovare sono corone (Campagnolo o altri) sfuse! Per ora mi tengo la 38, sperando che siano disponibili l’anno prossimo delle alternative.


Limitato assolutamente no… ma avevo le idee ben chiare e, oggettivamente, un buon budget.
Le Shamal sono delle ottime ruote per uso tuttofare. Io ho optato per le 3T Discus con profilo da 40 mm e canale interno “monster” da 29 mm, mozzi Carbon-Ti. Un set davvero “ignorante” (per dimensioni e rumore della ruota libera), ma di grande soddisfazione. L’anno prossimo potrei affiancare un set di Fulcrum 650b. Chiaramente non sono soluzioni di basso costo… ma nemmeno l’Ekar lo è ;-)

Buon Ekar… se ti deciderai, non ne rimarrai deluso!

Grazie mille per la risposta super dettagliata!

Sulle ruote mi spiego meglio: sto dando in questi giorni un'occhiata sui siti dei vari produttori e molti non hanno ruote compatibili con il 13v Campagnolo (ad esempio Zipp) quindi la scelta si riduce un po' rispetto a chi monta Shimano/Sram. Situazione magari destinata a cambiare in futuro, ma non credo a brevissimo.
Per quanto riguarda le ruote 3T sembrano fantastiche ma in effetti fuori budget almeno per ora ;pirlùn^
 
  • Mi piace
Reactions: toni77

alespg

Apprendista Scalatore
26 Dicembre 2017
2.648
1
1.713
pavia
Bici
scapin eos 3
Grazie mille per la risposta super dettagliata!

Sulle ruote mi spiego meglio: sto dando in questi giorni un'occhiata sui siti dei vari produttori e molti non hanno ruote compatibili con il 13v Campagnolo (ad esempio Zipp) quindi la scelta si riduce un po' rispetto a chi monta Shimano/Sram. Situazione magari destinata a cambiare in futuro, ma non credo a brevissimo.
Per quanto riguarda le ruote 3T sembrano fantastiche ma in effetti fuori budget almeno per ora ;pirlùn^
Per le ruote, sicuramente ci sono tutte le Fulcrum, sia specifiche per la Gravel ( serie Rapid Red ) che le altre. Il corpetto New può essere montato anche sulle r7 da 200 euro...
 
  • Mi piace
Reactions: toni77

Lorenzaccio

Novellino
22 Maggio 2018
44
4
Firenze/Milano
Bici
da corsa

Lorenzaccio

Novellino
22 Maggio 2018
44
4
Firenze/Milano
Bici
da corsa
Per le ruote, sicuramente ci sono tutte le Fulcrum, sia specifiche per la Gravel ( serie Rapid Red ) che le altre. Il corpetto New può essere montato anche sulle r7 da 200 euro...
Giustissimo, però tranne Campagnolo non sono tanti i produttori di ruote per N3W (per ora). Infatti sto valutando anche l'opzione ruote self-made usando corpetti compatibili (tipo DT Swiss). Detto questo, di sicuro le Red Carbon le tengo d'occhio... :-)xxxx
 
  • Mi piace
Reactions: alespg and toni77

toni77

Apprendista Passista
30 Aprile 2017
879
1.555
Holzkirchen, Baviera
Bici
Colnago V3RS Disc "La Gina" , 3T Exploro Race "La Wanda"

toni77

Apprendista Passista
30 Aprile 2017
879
1.555
Holzkirchen, Baviera
Bici
Colnago V3RS Disc "La Gina" , 3T Exploro Race "La Wanda"
Grazie mille per la risposta super dettagliata!

Sulle ruote mi spiego meglio: sto dando in questi giorni un'occhiata sui siti dei vari produttori e molti non hanno ruote compatibili con il 13v Campagnolo (ad esempio Zipp) quindi la scelta si riduce un po' rispetto a chi monta Shimano/Sram. Situazione magari destinata a cambiare in futuro, ma non credo a brevissimo.
Per quanto riguarda le ruote 3T sembrano fantastiche ma in effetti fuori budget almeno per ora ;pirlùn^
Figurati! :-)xxxx

Che la scelta di ruote, rispetto a chi monta Shimano / SRAM, sia minore per chi opta Campagnolo vale non solo per l'Ekar, ma anche per i gruppi strada 12s. Non mi risulta che Zipp o Roval, per dirne due, facciano ruote per il corpetto 12s... e, onestamente, non ne sento la mancanza, visto che le alternative, tante, ci sono eccome.

Come gia' anticipato da @alespg , Fulcrum fa un kit di conversione per N3W per tutte le sue ruote, il che significa che puoi, o comprare Shamal, Rapid Red 3/5/900 e WTO Ultra con già installato il corpetto N3W, oppure fare un retrofit su qualunque ruota Fulcrum / Campagnolo: vuoi non trovarne una che vada bene per le tue tasche e il tuo uso?

Altre possibilita':
- Hunt , se ricordo bene, offre il corpetto N3W su tutta la gamma, in alluminio e in carbonio.
- Farsport, permette di combinare tutti i loro cerchi con una o piu' tipologie di mozzi con corpetto N3W.
- DT Swiss entro l'anno dovrebbe avere in consegna un kit di conversione N3W per tutti i suoi mozzi più richiesti (es 180, 240, 350).
- Idem Carbon-Ti, che monto gia' sulle 3T.

Insomma, io non mi fisserei troppo sul fatto che non puoi comprare Zipp... hai solo l'imbarazzo della scelta o-o

Ciao!

PS: confermo la bontà delle ruote 3T, oltretutto non penso che costino più di qualunque Zipp di specifiche comparabili...
 

toni77

Apprendista Passista
30 Aprile 2017
879
1.555
Holzkirchen, Baviera
Bici
Colnago V3RS Disc "La Gina" , 3T Exploro Race "La Wanda"
ottima analisi, ma ti faccio una domanda. secondo te è usufruibile su una bici da strada? premetto che non mi piace il momocorona MTB (e non ce l'ho) perchè i rapporti mi sembrano tutti corti per essere usufruiobili su asfalto, ma l'ekar ha una scala con il 40 e 42 davanti molto ben fatta a mio parere, e come svuiluppo metrico molto simili ai rapporti che fanno per me. ma c'è chi dice che una corona piccola davanti non "funziona" bene come una grande a parità di sviluppo metrico. poi è vero che in salita il prblema si ribalterebbe, avendo una corona + grande rispetto a quello che si ha di norma con una doppia
Ciao! Dopo aver pedalato un anno, rimbalzando tra la BdC con doppia a 12v e la gravel con l'Ekar, sono giunto alla conclusione che, personalmente, potrei partecipare a qualunque GF in cui mi sia già cimentato (9C, MDD, Ötztaler, Marmotte), senza alcun tipo di svantaggio derivante dall'uso dell'Ekar. Una combinazione corona da 40 con pacco pignoni 9-36, oltre a essere scalata benissimo sui rapporti bassi, mi darebbe anche il range per affrontare sia le discese, sia le salite più impegnative, con opzione per il 9-42 nel caso di salite sostenute sopra il 10-12%.

Se, poi, l'uso prevalente fosse per randonnee e back-packing, ancora meglio.

Avevo, come tutti, qualche perplessità sui salti nei pignoni alti, ma, essendo abituato al monocorona anche sulla MTB, e non patendo assolutamente la variabilità di 5 pedalate in più o in meno, cosa che, volutamente, cerco di allenare sui rulli in inverno, ho imparato a gestirli senza problemi. Magari, potrebbe rivelarsi non ideale nelle uscite di gruppo, dove ritmo e velocità sono impostati da altri, ma al 99% esco in bici da solo...

In sintesi, penso sia davvero una questione soggettiva e di adattabilità: c'e' chi ha UNA frequenza di pedalata ed e' a disagio se deve gestire periodi prolungati con 10 rpm in più o in meno... magari sono gli stessi che "sentono" i 100 g di differenza sulla bici. Ecco... io non sono uno di quelli, vuoi perché sono fermo, o ho la sensibilità di un paracarro, o, semplicemente, penso solo a pedalare e godermela ;-)

PS: sul discorso corona grande che, a parità di sviluppo metrico, funziona "meglio" di corona piccola, mi astengo... il tema non e' nuovo, soprattutto sul forum, ma devo ancora trovare spiegazioni e/o prove oggettive in merito sufficientemente convincenti (e parlo da ingegnere meccanico, motorista, di professione).
 

toni77

Apprendista Passista
30 Aprile 2017
879
1.555
Holzkirchen, Baviera
Bici
Colnago V3RS Disc "La Gina" , 3T Exploro Race "La Wanda"
Credo si riferisse al fatto di poter usare altre guarniture (magari con pm) al posto di quella elar
Chiunque abbia preso in mano, o guardato da vicino, la guarnitura dell‘Ekar non si sognerebbe mai di cambiarla… piuttosto senza PM! ;-)

PS: e, comunque, con una coppia di Assioma o Rally, il problema si risolve brillantemente.
 
  • Love
Reactions: alespg

thornn

Novellino
16 Novembre 2020
30
10
italia
Bici
trek
Ciao! Dopo aver pedalato un anno, rimbalzando tra la BdC con doppia a 12v e la gravel con l'Ekar, sono giunto alla conclusione che, personalmente, potrei partecipare a qualunque GF in cui mi sia già cimentato (9C, MDD, Ötztaler, Marmotte), senza alcun tipo di svantaggio derivante dall'uso dell'Ekar. Una combinazione corona da 40 con pacco pignoni 9-36, oltre a essere scalata benissimo sui rapporti bassi, mi darebbe anche il range per affrontare sia le discese, sia le salite più impegnative, con opzione per il 9-42 nel caso di salite sostenute sopra il 10-12%.

Se, poi, l'uso prevalente fosse per randonnee e back-packing, ancora meglio.

Avevo, come tutti, qualche perplessità sui salti nei pignoni alti, ma, essendo abituato al monocorona anche sulla MTB, e non patendo assolutamente la variabilità di 5 pedalate in più o in meno, cosa che, volutamente, cerco di allenare sui rulli in inverno, ho imparato a gestirli senza problemi. Magari, potrebbe rivelarsi non ideale nelle uscite di gruppo, dove ritmo e velocità sono impostati da altri, ma al 99% esco in bici da solo...

In sintesi, penso sia davvero una questione soggettiva e di adattabilità: c'e' chi ha UNA frequenza di pedalata ed e' a disagio se deve gestire periodi prolungati con 10 rpm in più o in meno... magari sono gli stessi che "sentono" i 100 g di differenza sulla bici. Ecco... io non sono uno di quelli, vuoi perché sono fermo, o ho la sensibilità di un paracarro, o, semplicemente, penso solo a pedalare e godermela ;-)

PS: sul discorso corona grande che, a parità di sviluppo metrico, funziona "meglio" di corona piccola, mi astengo... il tema non e' nuovo, soprattutto sul forum, ma devo ancora trovare spiegazioni e/o prove oggettive in merito sufficientemente convincenti (e parlo da ingegnere meccanico, motorista, di professione).
grazie per la risposta. per la prossima bici (se il budget "psicologico" e familiare me lo permetterà) valuterò in modo serio l'ekar. anzi probabilmente sarà l'unica opzione
 
  • Mi piace
Reactions: toni77

toni77

Apprendista Passista
30 Aprile 2017
879
1.555
Holzkirchen, Baviera
Bici
Colnago V3RS Disc "La Gina" , 3T Exploro Race "La Wanda"
Eccomi.. sto usando una force col pm perche avevo quella in casa
Guarda, si fa per scherzare, per me, puoi anche usare una THM Clavicula con pedali SRM se quello hai in casa… o-o

Tuttavia, se possibile, cerchiamo di rimanere in topic… ;-)

Quali sono le tue esperienze con l‘Ekar, soprattutto in relazione agli aspetti evidenziati in apertura? Oppure, hai forse delle domande, o delle osservazioni, sul quel gruppo e il suo impiego? Perché qua di questo si parla…

Se, poi, uno ha delle remore a comprare l‘Ekar perché non ha il potenziometro integrato nella guarnitura (come qualunque altra guarnitura Campagnolo „standard“) amen… nessuno è perfetto ;-)
 
  • Mi piace
Reactions: Doctor Speck

jacknipper

Maglia Amarillo
9 Febbraio 2013
8.236
3.306
Bici
Colnago per la strada & Kona per il fango
Che la scelta di ruote, rispetto a chi monta Shimano / SRAM, sia minore per chi opta Campagnolo vale non solo per l'Ekar, ma anche per i gruppi strada 12s. Non mi risulta che Zipp o Roval, per dirne due, facciano ruote per il corpetto 12s... e, onestamente, non ne sento la mancanza, visto che le alternative, tante, ci sono eccome.
le 12s stradali montano sul normale corpetto campy 9-11s a meno di non voler usare cassette con pignone piccolo <11
 
  • Mi piace
Reactions: bradipus

henry_z4

Pedivella
30 Settembre 2009
344
112
Guarda, si fa per scherzare, per me, puoi anche usare una THM Clavicula con pedali SRM se quello hai in casa… o-o

Tuttavia, se possibile, cerchiamo di rimanere in topic… ;-)

Quali sono le tue esperienze con l‘Ekar, soprattutto in relazione agli aspetti evidenziati in apertura? Oppure, hai forse delle domande, o delle osservazioni, sul quel gruppo e il suo impiego? Perché qua di questo si parla…

Se, poi, uno ha delle remore a comprare l‘Ekar perché non ha il potenziometro integrato nella guarnitura (come qualunque altra guarnitura Campagnolo „standard“) amen… nessuno è perfetto ;-)
Anzi. Tutt’altro. io ho l’ekar e ne sono pienamente soddisfatto.
Stavo solo riportando la mia esperienza e avevo commentato perche poco sopra tu e l’op avevate lamentato la poca disponibilita di corone (38 se mi ricordo bene).
La wolftooth dropstop b da 42 denti che monto funziona egregiamente. Ho solo dovuto limare (di qualche decimo di mm in larghezza) un paio di dentini stretti che impedivano alla catena di posizionarsi correttamente e la facevano cadere quando era sui pingnoni estremi.
Tutto qua. Scusate l’intromissione e buon ekar a tutti
 
  • Mi piace
Reactions: toni77

Ferro62

Pedivella
7 Gennaio 2008
320
13
Reggio Emilia
Bici
Re Legend 80° Look 795 aereo light eps v3
Ciao io da marzo ho montato sulla Giant tcr advanced sl il gruppo Ekar con il 38 davanti e dietro 9\36 in opzione ho preso un 10\42 e un 40 davanti e sono più che contento (già convinto dal monocorona della gravel Giant che ho da 2 anni).
Ho montato invece che le Shamal le Fulcrum R 0 carbon cambiando il corpetto con quello nuovo.
La corona si cambia agevolmente anche se la catena è un pò tirata.
Unica regolazione del deragliatore a 1200 km e sono a 5000.
Nessun rumore dall'impianto frenante e sostituito le pastiglie davanti a 2500 xchè abito in collina.
Quest'anno ho fatto con questa bici Punta Veleno sul lago di Garda, il Gavia da Edolo e un giro al lago di Garda da Reggio Emilia a Peschiera
( 220 km) faticando ma senza problemi.
Dimenticavo ho montato sulle ruote i tubless Pirelli.
Ciao e buona giornata!

Salve a tutti, sto seriamente considerando l'Ekar per la mia futura gravel come alternativa al GRX. Non avendo l'opportunità di provarlo di persona prima dell'acquisto, sarei molto interessato alle opinioni di chi già lo possiede e ha avuto modo di usarlo per un qualche tempo.

Il gruppo mi intriga molto e l'idea sarebbe usarlo con il 42 (o 40) davanti e la cassetta 9-36 per avere meno salti possibili tra un rapporto e l'altro (l'uso sarebbe 60% strada, 40% gravel "leggero").

In particolare mi chiedo:

- se siete complessivamente soddisfatti del gruppo e se lo consigliate;

- se il deragliatore ha effettivamente bisogno di frequenti regolazioni per funzionare al meglio (ho letto che alcuni hanno questo problema, ovvio che dipende anche dall'uso che se ne fa);

- come sia l'affidabilità in generale (cassette, catena, deragliatore ecc) soprattutto per chi lo usa spesso in fuoristrada;

- come sia l'usura (catena si consuma di più rispetto a una Shimano? cassetta?);

- pare che i freni siano uno dei punti di forza dell'Ekar: che ne pensate? in fatto di rumorosità come sono messi?

- corona: è effettivamente facile sostituire la corona senza smontare la guarnitura come leggo da sito Campagnolo?

- capitolo ruote: vi siete sentiti "limitati" nella scelta delle ruote visto che non sono ancora molti i produttori che hanno l'N3W in listino? Al di là delle Shamal, che ruote usate/avete usato con soddisfazione?