Come nasce una bici?

BDC-MAG.COM

Apprendista Cronoman
18 Febbraio 2014
3.648
1.190
Visita sito
Come nasce una bici? Chi progetta cosa? Cosa viene prima? Il design, le soluzioni tecniche, le necessità commerciali o altro? Forse anche a voi sarà capitato di porvi queste domande. Ovvio che il processo di progettazione e realizzazione di una bici dipende da vari fattori, innanzitutto se si tratta di...
Leggi tutto...
 

Zugnajima#11

Strat Twelve in Pit Lane
14 Giugno 2010
11.790
13.702
49
Nußdorf am Inn, Bayern
youtube.com
Bici
Corratec CCT EVO Ultegra, Wilier Triestina Cento1 SLR Dura Ace
Bell'articolo!
Il dietro le quinte della nostra passione!

Tempo fa avevo timidamente chiesto di poter vedere qualche foglio del progetto della bici che pedalo, per pura curiositä, ma mi era andata male...
 

martin_galante

Nel Gruppetto
24 Ottobre 2017
2.788
3.216
Pianeta Terra
Visita sito
Bici
cletta
Articolo molto interessante e da cui traspare onestà nello spiegare l'intreccio tra funzionalità e branding di un prodotto.


Ci sarebbero tante domande che vorrei porre per capire meglio alcuni temi. Per esempio, quale è la formazione/esperienza tipica del product manager? Ma anche cose più tecniche, per esempio quale software si usi nelle simulazioni di cui si parla. Magari la prossima volta che parlate con Scott o altri, potreste aprire una discussione preliminare in cui gli utenti possono suggerire domande.


Infine, personalmente sono stato sopreso da due aspetti: non pensavo che il disegno a mano 2d fosse ancora così rilevante, immaginavo tutto CAD; molto affascinante; non pensavo che Scott avesse questi volumi (800k bici in sei mesi), anche perché non mi sembra abbiano niente di economico a listino
 

Ser pecora

Diretur
Membro dello Staff
16 Aprile 2004
23.232
24.478
98
dove capita
Visita sito
Articolo molto interessante e da cui traspare onestà nello spiegare l'intreccio tra funzionalità e branding di un prodotto.


Ci sarebbero tante domande che vorrei porre per capire meglio alcuni temi. Per esempio, quale è la formazione/esperienza tipica del product manager? Ma anche cose più tecniche, per esempio quale software si usi nelle simulazioni di cui si parla. Magari la prossima volta che parlate con Scott o altri, potreste aprire una discussione preliminare in cui gli utenti possono suggerire domande.


Infine, personalmente sono stato sopreso da due aspetti: non pensavo che il disegno a mano 2d fosse ancora così rilevante, immaginavo tutto CAD; molto affascinante; non pensavo che Scott avesse questi volumi (800k bici in sei mesi), anche perché non mi sembra abbiano niente di economico a listino

-I Product Manager sono molto eterogenei come formazione. Ne ho conosciuti con vari background: ingegneri, designer, ma anche provenienti dal marketing. Alcuni anche ex-pro di ciclismo (non giovani però). Immagino che poi la "personalità" dei vari prodotti dipenda anche da quello.

-Software c'è scritto nell'articolo, Autodesk Alias nel caso di Scott, poi Solidworks, etc.. quello che usano tutti alla fine.

-Scott vende bici di ogni fascia. Anche bici da bambino e citybike. Immagino che nel totale del venduto pero' siano inserite anche le vendite degli altri marchi del gruppo: Bergamont, Avanti, Malvern Star, Bold.
 

Fill

Apprendista Cronoman
23 Ottobre 2020
2.807
2.808
54
Venezia
Visita sito
Bici
Specialiezed
Articolo molto interessante e da cui traspare onestà nello spiegare l'intreccio tra funzionalità e branding di un prodotto.





Infine, personalmente sono stato sopreso da due aspetti: non pensavo che il disegno a mano 2d fosse ancora così rilevante, immaginavo tutto CAD; molto affascinante; non pensavo che Scott avesse questi volumi (800k bici in sei mesi), anche perché non mi sembra abbiano niente di economico a listino
Nel campo del Designer industriale.
Da quel che vedo partono sempre dallo schizzo a mano libera.

Nel caso di collazioni di superfici, vedo che alcuni integrano o meglio dire usano in parallelo Rinoceros e Solidworks/ ot similari....
 
  • Mi piace
Reactions: martin_galante

golias

Factotum :-)
28 Marzo 2018
27.317
19.677
.
Visita sito
Bici
mia
Nel campo del Designer industriale.
Da quel che vedo partono sempre dallo schizzo a mano libera.
In molti settori si parte ancora dal mano libera.. in genere si buttano idea a casaccio (una sorta di brain storming) e via via nascono le idee a volte innovative.. altre simil copia, chiaramente il tutto è anche legato al fine.. cioè al business che ne dovrà creare.

Articolo molto interessante per me ;-)
 

Fill

Apprendista Cronoman
23 Ottobre 2020
2.807
2.808
54
Venezia
Visita sito
Bici
Specialiezed
certo che dai tempi degli otto tubi giuntati ne è passata di acqua sotto i ponti....
Da esterno, nel senso che ho a che fare con alcuni soggetti del settore per motivi professionali.

E' cambiato tutto con avvento del Carbonio e in modo definitivo con affermazione del marchio Cervèlo i due Progettisti:Gerard Vroomen e Phil White che inventarono questo marchio.
da li in poi nulla fu come prima...
Questo da alcuni dialoghi con Gentaglia:shock: del settore.