Dedicato a... Marco Pantani

rosso73

Apprendista Velocista
30 Ottobre 2012
1.510
155
al nord.....
Bici
Slate ★★★
Ciao a tutti apro questo topic sperando di essere nella sezione giusta,(se non fosse chiedo ai moderatori di spostarlo )e rubo il titolo alla serie di puntate speciali create da Auro Bulbarelli su raisport,a chi va di ricordare a 10 anni dalla scomparsa di un uomo ,un campione colui che ha fatto imprese leggendarie facendo tornare gli italiani ad amare questo sport, di usare questo spazio cm un libro virtuale per ricordare Marco....

Parto io....in un giro d 'Italia non ricordo l 'anno si correva lungo i viali di una città di mare e dal elicottero che riprendeva dall' alto si leggeva una scritta fatta sulla spiaggia con gli ombrelloni che recitava...
IMPANTANATI non so voi ma io mi sono sentito una stretta al cuore,ciao Marco ci manchi....
 

 

afterandrea

Pedivella
2 Agosto 2010
369
51
romagna
Bici
fatta dalla SALDATRICE
abitando a meno di 10 km da casa Pantani i ricordi sono tanti...
non piango quasi mai, ma quando se ne andò ebbi un grosso groppo alla gola.

Ricordo in particolare un paio di episodi.
Una volta lo incontrai vicino a casa mia, di ritorno da un giro in solitaria, che aveva affiancato una mia compaesana in mountain bike e, credo, tentava di "broccolarla"... :mrgreen:
Un'altra volta in un locale estivo, vestito con una tuta di jeans, ballava in allegria coi suoi amici, trasmettendo tutta la sua normalità (in senso buono).

Tanti altri ricordi, come le grida dei miei compaesani al suo passaggio quando si allenava... "vai Marcooo!!".

Sono sicuro che il suo ricordo non sbiadirà mai!
 

Mat.80

Pedivella
3 Settembre 2013
369
40
Bici
Fausto Coppi
In molti oggi ricorderanno i suoi trionfi e le sue vittorie sulle grandi salite di giro e tour. Momenti felici in cui era osannato da tutti e trattato come un "dio".
A me invece piace ricordare quella sua ultima disperata e folle fuga verso Morzine.
Era il 18 luglio del 2000. Pantani - non contento della vittoria del giorno prima a Courchevel - tentò di far saltare la corsa attaccando sin dai primi chilometri. Era un attacco disperato, e lui lo sapeva. Forse voleva solo ribellarsi al proprio destino, ben sapendo che vincere e riconquistare l'amore dei tifosi era l'unico modo per salvarsi.
Non ci riuscì, ma i suoi tifosi ricorderanno sempre quel giorno , forse più delle sue vittorie.
Alla fine della tappa, franco e onesto come sempre, disse : "Ho provato a far saltare il Tour, ma sono saltato io". Questo era Pantani .
 

seste

Pedivella
6 Marzo 2012
429
69
Rapallo
Bici
Canyon Ultimate AL SLX 9.0 SL
dopo la sua ultima vittoria al Tour del 2000 ero così felice che presi lo scooter per andare in spiaggia: ma andavo talmente forte (in discesa) che dopo una curva dove la strada si restringeva incrociai una macchina guidata da un uomo che mi parve anziano. Io riuscii, non so come, ad infilarmi tra la sua macchina ed il guard rail ma mi rimase scolpita nella mente la sua faccia e la sua espressione di spavento a bocca aperta!
Grazie Marco! Per tutte le emozioni che mi hai regalato e che continui a regalarmi!
 

kar38

Recordman
23 Ottobre 2010
33.234
533
Bici
si grazie
Non ci riuscì, ma i suoi tifosi ricorderanno sempre quel giorno , forse più delle sue vittorie.
Alla fine della tappa, franco e onesto come sempre, disse : "Ho provato a far saltare il Tour, ma sono saltato io". Questo era Pantani .
non so sicuro fosse la tappa citata nel libro di hamilton, ma quel giorno armstrong si prese uno spavento, tanto che dall' ammiraglia fece chiamare michele ferrari che "calcolò" che pantani non avrebbe avuto l'energia per proseguire l'attacco per 120km e solo quando pantani iniziò ad avere segni di crisi si tranquillizzò

tra le varie doti di marco ci fu quella di mettere paura ad un tipo arrogante e sicuro di se come armstrong
 
  • Like
Reactions: mlv

CHIAPPA

Apprendista Cronoman
17 Giugno 2008
3.290
578
44
Milano e ▲ Lariano
Bici
Giant TCR Advanced SL ISP 2012
Era una tappa del Giro D'Italia, non ricordo di che anno, ma sicuramente nel "dopo Campiglio". La tappa passava da Cantù percorrendo un rettilineo in salita che porta alla piazza centrale ... ero lì a vedere passare il gruppone compatto ... dall' alto si vedeva bene tutto il gruppo e già in lontananza avevo avvistato la famosa pelata del Pirata che spiccava distintamente in mezzo ai colori dei vari cappellini e caschi ... lo avevo seguito con lo sguardo, in silenzio, soltanto lui ... e dentro di me pensavo "Dai Panta, fai vedere a tutti che sei ancora il più grande!!!"
Mi era sembrato di incrociare il suo sguardo, come se avesse sentito quello che stavo pensando ...

Ciao Marco ;-)
 
9 Ottobre 2013
4.857
2.527
38
modena, ma col cuore, ed originario, di Reggio Emi
Bici
(advanced pro nox, argon 18 gallium), ora Cervèlo S3
onestamente non so' da dove cominciare, sarebbe infinita la lista di come mi sono innamorato di lui, delle sue imprese, delle sue cadute, delle sue risalite, dello stare incollato al teleschermo per provare a distinguerlo nel gruppo....

ma oggi mi viene solo in mente un discorso fatto tra me e la mia futura moglie guardando un suo filmato in televisione:
io - mannaggia, quanto ci manca (con un groppo in gola)
lei - ma scusa, come mai in giro c'è tanto amore per Pantani? cioè, non ha vinto tanto, altri han vinto ben di più
io - non lo so',è qualcosa dal di dentro. forse perchè si è sempre rialzato, ha sempre lottato, è stato elevato e poi allo stesso modo ricacciato a terra da giornalisti e a chi faceva comodo (vero Gazzetta?!?!?!)
lei - silenzio.....perchè vi ha fatto SOGNARE!!!

ecco, per me Marco, è stato ed è ancora, forse l'unico che mi abbia mai fatto DAVVERO SOGNARE AD OCCHI APERTI!!!
 

kar38

Recordman
23 Ottobre 2010
33.234
533
Bici
si grazie
come ho scritto su fb, marco(chissà xkè tutti lo chiamiamo per nome) è che è andato oltre il ciclismo stesso

il ciclismo è uno sport in apparenza facile ma complesso visto le tattiche,le regole non scritte etc,

invece marco è andato oltre tutto questo e ha reso il ciclismo comprensibile a tutti... lui attaccava staccava tutti e vinceva..senza troppi tatticismi quindi anche chi non aveva mai seguito il ciclismo si appassionò a marco mentre chi già seguiva il ciclismo si appassionò a marco xkè aveva questo modo di correre diverso da tutti gli altri

penso che siano pochi gli sportivi che siano stati in grado di fare quello che ha fatto marco, in italia direi solo valentino rossi in era moderna

il tutto imho sia chiaro
 
Ultima modifica:

CLICK17

Passista
21 Settembre 2008
4.302
632
Ciao a tutti apro questo topic sperando di essere nella sezione giusta,(se non fosse chiedo ai moderatori di spostarlo )e rubo il titolo alla serie di puntate speciali create da Auro Bulbarelli su raisport,a chi va di ricordare a 10 anni dalla scomparsa di un uomo ,un campione colui che ha fatto imprese leggendarie facendo tornare gli italiani ad amare questo sport, di usare questo spazio cm un libro virtuale per ricordare Marco....

Parto io....in un giro d 'Italia non ricordo l 'anno si correva lungo i viali di una città di mare e dal elicottero che riprendeva dall' alto si leggeva una scritta fatta sulla spiaggia con gli ombrelloni che recitava...
IMPANTANATI non so voi ma io mi sono sentito una stretta al cuore,ciao Marco ci manchi....
Sei nella sezione giusta. Emozioni e Imprese. infatti le sue imprese ci emozionavano.
 
Ultima modifica:

oiziorbaf

Apprendista Scalatore
8 Aprile 2005
2.544
74
www.myxperience.net
al ciclismo mi sono avvicinato guardando le imprese di Pantani....e da allora in poi nessuno è riuscito a fare quello che faceva lui.... veramente di un altro pianeta!!
Penso che le sue gesta rimarranno impresse nella gente che la ha viste per tutta la vita!!
 

silvano67

Apprendista Velocista
24 Febbraio 2008
1.491
29
Edolo
Bici
LTK 118
Peccato se ne sia andato,grande ciclista e uomo normale ,emozioni a non finire in quegli anni.
 

bicilook

Scalatore
15 Giugno 2008
7.678
1.575
Genova
Bici
Colnago C60
solo un piccolo appunto,magari :offtopic:, e percio' me ne scuso in anticipo.
magari sarò anche "redarguito" da qualcuno, ma oggi, 14/2, a 10 anni esatti dalla sua scomparsa, mi sarei aspettato almeno un articolo sulla pagina principale del forum.

e di questo me ne rattristo parecchio. :cry
Penso anch'io che nelle news ci stesse molto bene un bell'articolo in ricordo di Marco...
o-o
 

dagos

via col vento
19 Maggio 2013
9.647
454
Bici
molto bella e funzionale
Marco ci ha emozionato perchè lui di emozioni viveva... se ne fregava delle tattiche... tecniche e quant'altro... andava di cuore, per questo ha saputo conquistare il nostro.
 

Cima Coppi

Passista
18 Ottobre 2008
3.967
179
22 Acacia Avenue
Bici
C'è
In un'intervista al pirata dopo la tappa del tour 2000 con arrivo a Briancon, dove Pantani tentò la fuga venne ripreso e staccato di brutto da Armstrong, disse:"Ma Armstrong è figlio di quello che andò sulla luna?"

Lo so io di chi è figlio Armstrong...
 
  • Like
Reactions: pecoranera

bicilook

Scalatore
15 Giugno 2008
7.678
1.575
Genova
Bici
Colnago C60
Sabato 14 Febbraio 2004,...
Sono andato a letto presto quella sera,perche' il giorno successivo avrei partecipato alla Granfondo di Laigueglia,mi sono addormentato con la TV accesa,ad un certo punto mi sono svegliato ed ho visto delle immagini di Pantani,assonnato com'ero mi chiedevo perche' ci fosse una trasmissione su Pantani a quell'ora di sabato sera,poi ho capito che era il "coccodrillo" in sua memoria...è stato uno shock,credo sia stato il risveglio piu' brutto della mia vita,non ho piu' dormito quella notte...il dispiacere era troppo grande,è stato come perdere un amico caro,un fratello...Marco con le sue imprese mi aveva fatto tornare la voglia e l'entusiasmo di andare in bdc e non ho piu' smesso,uno sport che avevo abbandonato a 16 anni con la prima Vespa...
Pantani sui pedali entusiasmava un paese intero,entusiasmava ciclisti,uomini,donne,nonne e bambini...Pantani per il ciclismo(ma non solo) è stato come Villeneuve per la Formula 1,come Jimi Hendrix per il rock...come loro se ne è andato troppo presto,forse è l'ingiusta sorte riservata agli dei,forse è giusto cosi'?!...chissa', se fossero invecchiati non sarebbero diventati dei miti?!...Non lo so,io ho un mio pensiero...che Senza Pantani il numero dei cicloamatori oggi sarebbe di molto inferiore...Senza Pantani il movimento delle Granfondo non sarebbe diventato quello che è oggi...Senza Pantani tutti noi abbiamo un vuoto dentro...Senza Pantani siamo tutti un po' piu' "poveri"...

A me piace ricordarlo cosi':
1998 Tour De France - Grenoble - Le Deux Alpes - YouTube[/URL]
in questo video al 1.15.10

Ca.zo quanto ci manchi Marco...:cry
R.I.P.