News Diego Ulissi soffre di un'infiammazione del muscolo cardiaco

BDC-MAG.COM

Apprendista Scalatore
18 Febbraio 2014
2.354
448
Diego Ulissi (UAE-Emirates) non potrà riprendere l'attività agonistica per un certo periodo a causa di una miocardite, un'infiammazione del muscolo cardiaco, rilevata durante una serie di test di sforzo effettuati dalla sua squadra. Ulissi dovrà rimanere a riposo per un periodo ancora indeterminato in attesa di sottoporsi ad esami più...
Leggi tutto...
 

 

Maxfire

Apprendista Velocista
21 Settembre 2012
1.463
173
Roma
Bici
Specialized Tarmac Sl4
Meno male che lo hanno scoperto prima di un problema più serio. Non si può che augurargli il meglio sia che prosegua con l attività che si ritiri.
 

samuelgol

Bürgermeister von Buchwald
24 Settembre 2007
37.129
10.857
Eppan an der Weinstrasse.
Bici
Canyon Ultimate SLX. Nome: Andrea
Per quanto ne so, dovrebbe essere un problema non serio e del tutto passeggero. Meglio a dicembre che a marzo, perchè seppur non dovrebbe essere lunghissimo il decorso, allenarsi e men che meno correre, non è assolutamente il caso.
 

Maiella

Pignone
28 Gennaio 2015
177
68
Abruzzo
Bici
Focus Izalco Max
In bocca al lupo al simpatico Diego Ulissi. Mi sono andato a leggere di cosa si tratta e, con gioia, ho appreso che il problema é dovuto a fattori esterni e che con una cura mirata si può risolvere.
 

Maiella

Pignone
28 Gennaio 2015
177
68
Abruzzo
Bici
Focus Izalco Max
Secondo voi può centrare l’assunzione di sostanze dopanti?

No. La miocardite da quello che ho capito é un'infezione. Probabile che la causa sia un virus (non il covid). Il problema che provoca é un assottigliamento di alcune membrane del cuore. Di recente avevo sentito di un corridore (straniero di cui non ricordo il nome, ma di una squdra WT) che aveva molto sofferto a causa del cytomegalovirus.
 

mashiro2004_ao

Novellino
9 Agosto 2020
4
9
38
Aosta
Bici
La mia
Nel 2012, a 29 anni, ho avuto io stesso una mio-pericardite, ovvero oltra all'infiammazione del miocardio (come Ulissi) io avevo anche una infiammazione del pericardio (tanto per non farsi mancare nulla).

I sintomi possono variare a seconda dello stato dell'infiammazione. I sintomi che ho avuto io erano gli stessi dell'infarto del miocardio, ovvero una forte costrizione al petto con irradiamento al braccio sinistro e formicolio della mano sinistra.
Sono entrato in PS con codice rosso per sospetto infarto, subito fatto un elettrocardiogramma e questo era completamente sballato. Subito dopo fatto esami del sangue ed eco-cardiogramma. Valori di troponina nel sangue erano superiori a 1500 (il limite massimo per una persona sana è 33) e dall'ecocardiogramma si notava invece un battito non regolare pertanto mi hanno fatto una coronarografia di urgenza, dalla quale non è emerso nessun problema. Pertanto il passo successivo è stata la risonanza dove si è evidenziata la mio-pericardite.
Ho il ricordo del cardiologo che mi informa con entusiasmo che si trattava solo di una miopericardite e non di un infarto, ma io proprio il giorno prima sulla gazzetta dello sport avevo letto che la causa della scomparta del calciatore Piermario Morosini era probabilmente legata ad una miocardite (smentita poi a distanza di mesi la tesi), quindi diciamo che non ero al settimo cielo....

Ho iniziato da subito la cura e sono stato 2 giorni in terapia intensiva ed altri 7 in reparto. La cura è stata a base di aspirina 1000 2 volte al giorno per togliere l'infiammazione. Null'altro.... Se non una inziezione di morfina in PS per il forte dolore che avevo appena entrato.

I tempi di recupero sono stati abbastanza lunghi, 1 mese di riposo assoluto ed un altro prima di reiniziare con lo sport, ma anche qui credo dipenda da caso a caso.

Come l'ho presa? Da una infezione batterica da streptococco. Avevo mal di gola, ma mi sono detto tra me, per un semplice mal di gola (anche se forte) mica vado dal medico, poi quello mi imbottisce di farmaci, ed io meno ne prendo meglio sto.... Ecco il mio errore.

Ovviamente l'ho spiegata così come l'ho vissuta e quel che ho capito io dai medici, non essendo io un medico può essere che abbia detto un fracco di stronXXte

P.S. Dimenticavo, per chi l'ha chiesto il doping non c'entra nulla....
 

samuelgol

Bürgermeister von Buchwald
24 Settembre 2007
37.129
10.857
Eppan an der Weinstrasse.
Bici
Canyon Ultimate SLX. Nome: Andrea
Nel 2012, a 29 anni, ho avuto io stesso una mio-pericardite, ovvero oltra all'infiammazione del miocardio (come Ulissi) io avevo anche una infiammazione del pericardio (tanto per non farsi mancare nulla).

I sintomi possono variare a seconda dello stato dell'infiammazione. I sintomi che ho avuto io erano gli stessi dell'infarto del miocardio, ovvero una forte costrizione al petto con irradiamento al braccio sinistro e formicolio della mano sinistra.
Sono entrato in PS con codice rosso per sospetto infarto, subito fatto un elettrocardiogramma e questo era completamente sballato. Subito dopo fatto esami del sangue ed eco-cardiogramma. Valori di troponina nel sangue erano superiori a 1500 (il limite massimo per una persona sana è 33) e dall'ecocardiogramma si notava invece un battito non regolare pertanto mi hanno fatto una coronarografia di urgenza, dalla quale non è emerso nessun problema. Pertanto il passo successivo è stata la risonanza dove si è evidenziata la mio-pericardite.
Ho il ricordo del cardiologo che mi informa con entusiasmo che si trattava solo di una miopericardite e non di un infarto, ma io proprio il giorno prima sulla gazzetta dello sport avevo letto che la causa della scomparta del calciatore Piermario Morosini era probabilmente legata ad una miocardite (smentita poi a distanza di mesi la tesi), quindi diciamo che non ero al settimo cielo....

Ho iniziato da subito la cura e sono stato 2 giorni in terapia intensiva ed altri 7 in reparto. La cura è stata a base di aspirina 1000 2 volte al giorno per togliere l'infiammazione. Null'altro.... Se non una inziezione di morfina in PS per il forte dolore che avevo appena entrato.

I tempi di recupero sono stati abbastanza lunghi, 1 mese di riposo assoluto ed un altro prima di reiniziare con lo sport, ma anche qui credo dipenda da caso a caso.

Come l'ho presa? Da una infezione batterica da streptococco. Avevo mal di gola, ma mi sono detto tra me, per un semplice mal di gola (anche se forte) mica vado dal medico, poi quello mi imbottisce di farmaci, ed io meno ne prendo meglio sto.... Ecco il mio errore.

Ovviamente l'ho spiegata così come l'ho vissuta e quel che ho capito io dai medici, non essendo io un medico può essere che abbia detto un fracco di stronXXte

P.S. Dimenticavo, per chi l'ha chiesto il doping non c'entra nulla....
Stessa tua esperienza nel 2001. Sembrava un infarto alla fine non lo era. 3/4 giorni di ricovero, qualche antifiammatorio (che mi ha lasciato strascichi allo stomaco), niente terapia intensiva e dimissioni. Prognosi riabilitativa 1 mese e poi come nuovo. Nessun problema successivo di certificazione agonistica.
 
  • Mi piace
Reactions: Electric Biker