Differenze biomeccaniche in pianura e salita

franc3sco

Pignone
12 Ottobre 2017
287
46
Bici
vecchio alluminio
Ciao, soffro cronicamente ormai di un dolore al pube dx, non vi dico tutto quello che ho fatto e speso per non annoiarvi, vi chiedo cosa cambia nel pedalare in salita. Mi spiego, mi capita spesso di avvertire il dolore in pianura anche a 90rpm, sotto gli 80 Rpm è sicuro (non scendo mai dotto i 70) ma appena inizia una salita sul 5 - 8% il dolore scompare. Posso chiedervi cosa cambia dal punto di vista biomeccanico nel pedalare in pianura o in salita? Sicuramente più peso sul posteriore, forse pedalo meno di punta facendo lavorare il polpaccio in distensione piuttosto che in contrazione e uso più i glutei. Alla luce di tutto ciò cosa potrei verificare sull'assetto della mia bici? Oppure come migliorare la tecnica della pedalata? Sto cercando di utilizzare più i glutei e il polpaccio in distensione anche il pianura modificando il mio attuale "stile". Sbaglio?
 

 

franc3sco

Pignone
12 Ottobre 2017
287
46
Bici
vecchio alluminio
Arretra 5 mm la sella
OK grazie ci proverò. Anche domenica stesse impressioni, in salita tutto ok, in pianura se vado con il polpaccio in contrazione ho dolore all'inguine, se invece il polpaccio lo distendo facendo scendere il tallone ho meno dolore.
 

franc3sco

Pignone
12 Ottobre 2017
287
46
Bici
vecchio alluminio
Provato, se arretro la cosa peggiora, purtroppo non posso andare dal biomeccanico perché è in un'altra regione, diciamo che sto iniziando a pensare che forse è stata colpa del vecchio assetto stabilito dal biomek se ho avuto problemi. Infatti da quando ho avanzato la sella di 1 cm, abbassato la sella di 5mm, accorciato di 1cm l'attacco manubrio ed alzato il manubrio di 5mm, le cose vanno molto meglio. Non posso spingere come una volta ma riesco a fare i miei 100km con 1500mt di dislivello, impensabile l'anno scorso.
Ora non riesco a capire perché in salita è tutto abbastanza comodo mentre in pianura c'è ancora qualcosa che non va all'inguine, la cosa è risolvibile in parte stando attendo a spingere con glutei e distendendo bene il polpaccio.
 

NevvyBike

Pignone
30 Marzo 2020
185
53
Milano City
Bici
Specialized
OK grazie ci proverò. Anche domenica stesse impressioni, in salita tutto ok, in pianura se vado con il polpaccio in contrazione ho dolore all'inguine, se invece il polpaccio lo distendo facendo scendere il tallone ho meno dolore.
polpaccio in contrazione? cioè? Pedali sulla punta dei piedi?
 

franc3sco

Pignone
12 Ottobre 2017
287
46
Bici
vecchio alluminio
No, tendo a farlo di mio, se non ci penso oppure se sono teso mi accorgo che pedalo di punta e il polpaccio ovviamente si contrae in fase di spinta, se invece mi concentro, mi rilasso e faccio scendere il tallone, il polpaccio lavora in distensione coinvolgendo anche i glutei, non so se mi sono spiegato bene, è un po' la pedalata della salita, in questo caso il dolore anche in pianura diminuisce di molto.
 

NevvyBike

Pignone
30 Marzo 2020
185
53
Milano City
Bici
Specialized
No, tendo a farlo di mio, se non ci penso oppure se sono teso mi accorgo che pedalo di punta e il polpaccio ovviamente si contrae in fase di spinta, se invece mi concentro, mi rilasso e faccio scendere il tallone, il polpaccio lavora in distensione coinvolgendo anche i glutei, non so se mi sono spiegato bene, è un po' la pedalata della salita, in questo caso il dolore anche in pianura diminuisce di molto.
pedalare di punta già nn ci sta, ma spingere il tallone con ulteriore estensione della gamba non va decisamente bene.
non è che sei troppo basso di sella? O eccessivamente avanzato?
 

golias

Maglia Gialla
28 Marzo 2018
10.565
5.342
.
Bici
mia
Curiosità.. la sella come la tieni ?
In bolla ?
Inclinata in avanti ?
Sarebbe utile avere le tue misure o meglio ancora un video dove pedali sui rulli ;-)
 

franc3sco

Pignone
12 Ottobre 2017
287
46
Bici
vecchio alluminio
Vi illumino sui precedenti:
Assetto biomek del dicembre 2017, ho pedalato per tutto il 2018, i dolori sono iniziati a maggio, uscivo in gruppo e spesso sforzavo parecchio (credo sia normale), risolveva con un po' di stretching, a dicembre 2018 il dolore era peggiorato, ho lasciato la bici. Nel frattempo ho fatto esercizi, esami, fisio e buttato tanti soldi... A novembre 2019 ho ripreso la bici perché tanto il dolore non passava e modificandola, facendo pesi (non addominali) e stretching ora riesco a fare nuovamente giri interessanti a medie più basse ovviamente.

Sella: ora in bolla - prima inclinata leggermente in giù
Tacchette: ora come previsto per il mio piede - prima erano 5mm più avanzate verso la punta
Mie misure: cavallo 87.0, femore 61.2, tibia 56.5, tronco 61.5, braccio 72.9, altezza tot 180.5

Vecchio assetto bici: taglia 56, pedivella 172.5, arretramento 23,1 cm, altezza sella 77cm, disliv sella manubrio 8cm, attacco manubrio 10cm, distanza Centro anatomico - asse manubrio 71 cm.

Nuovo assetto fatto da me, appena misurato perché in questi 7 mesi di ripresa ho modificato in base alle sensazioni: arretramento 22.0, altezza sella 76.2, disliv sella manubrio 6.3, attacco 9cm, distanza CA asse manubrio 68.0

Per il video vedo di attrezzarmi bene altrimenti uscirebbe una porcata.
Concludendo, ora riesco a fare 100km con dislivello di 1500mt sentendo dolore solo in pianura se "spingo" specialmente nella prima ora di pedalata, in salita difficile sentire dolore, al max un fastidio per qualche pedalata.
Rispetto a prima sto più attendo a stare fermo con il bacino e il tronco.
 

tafaz

Pedivella
17 Febbraio 2018
435
217
40
Darfo Boario Terme
Bici
Canyon Aeroad CF SLX
Secondo me potresti avere un dislivello sella-manubrio eccessivo! Se fossi in te proverei ad abbassare leggermente la sella! Il fatto che il dolore sia localizzato a destra, mi fa pensare che tu abbia una gamba leggermente più corta dell'altra! Nel caso la sella fosse in bolla, potrebbe anche essere sufficiente abbassare leggermente la punta verso il basso!
 
  • Like
Reactions: Fabioeur

Maceio

Scalatore
4 Maggio 2014
6.624
1.734
54
Brescia
Bici
C64 DISC CUBE CROSS
Mah, stare attento a stare fermo col tronco e col bacino?
Guarda che l’andare in bici non comporta dolori o attenzioni particolari se non alla strada e a qualche sventola che ti precede....
Se si è posizionati correttamente è un gesto naturale e sopratutto devi tornare a casa si stanco ma non sentendo dolori durante e dopo...
Leggendo i dati secondo me sei avanzatissimo e cortissimo.
 
Ultima modifica:

franc3sco

Pignone
12 Ottobre 2017
287
46
Bici
vecchio alluminio
Mah, stare attento a stare fermo col tronco e col bacino?
Guarda che l’andare in bici non comporta dolori o attenzioni particolari se non alla strada e a qualche sventola che ti precede....
Se si è posizionati correttamente è un gesto naturale e sopratutto devi tornare a casa si stanco ma non sentendo dolori durante e dopo...
Leggendo i dati secondo me sei avanzatissimo e cortissimo.
l
Lo so che sono corto... Però quando ero lungo mi sono fatto male, e corto mi trovo meglio. Due sono le cose o il biomeccanico mi ha messo troppo lungo, o le misure non sono quelle però l' altezza è giusta e il cavallo credo sia giusto al 90%, le altre misure non so.
A questo punto sarebbe meglio cercare un altro biomeccanico in regione per vedere come mi mette in sella e il difficile ora sta nel trovare dei bravi biomeccanici. Non vorrei che tra 5 mesi vengano fuori altri dolori difficili da trattare.
 
Ultima modifica:

NevvyBike

Pignone
30 Marzo 2020
185
53
Milano City
Bici
Specialized
l
Lo so che sono corto... Però quando ero lungo mi sono fatto male, e corto mi trovo meglio. Due sono le cose o il biomeccanico mi ha messo troppo lungo, o le misure non sono quelle però l' altezza è giusta e il cavallo credo sia giusto al 90%, le altre misure non so.
A questo punto sarebbe meglio cercare un altro biomeccanico in regione per vedere come mi mette in sella e il difficile ora sta nel trovare dei bravi biomeccanici. Non vorrei che tra 5 mesi vengano fuori altri dolori difficili da trattare.
dove abiti?
 

bastianella31

BastianZugnacher31
14 Giugno 2010
5.413
2.539
45
Nußdorf am Inn, Bayern
Bici
Corratec CCT EVO Ultegra, Scott Speedster 20 Tiagra.
Bellissimo articolo!
Alcune cose che casualmente faccio durante i miei giri, vedi le punte verso l´interno, il guardare in basso per respirare meglio, ora capisco che pur facendole in modo naturale, non sono poi cosi sbagliate ma, probabilmente il mio "corpicino a forma di scaldabagno" le richiede...
 

franc3sco

Pignone
12 Ottobre 2017
287
46
Bici
vecchio alluminio
Froome è l'esempio vivente che in bici non esiste una formula matematica per fare l'assetto ma ogni uomo in varie fasi della vita ne richiede uno diverso, ovviamente non può essere esageratamente diverso dallo "standard" però diverso si. Io ad esempio sono stato da favola per due anni con un assetto fatto da me con una bici usata da 350 euro, ho cambiato bici, sono andato dal biomeccanico e dopo 1 anno mi son dovuto fermare per i dolori. Andrò da un altro per sentire un'altra campana (l'ultima se non va bene) ma prima di andare mi appunterò le mie attuali misure così avrò una base per ripartire per sistemarmi. Intanto ieri 100km, 1000 di dislivello, sull'unica salita di 10km nuovo PR, in pianura al km 90 mi son dovuto fermare 5 min per il solito fastidio. Oggi sto bene fortunatamente.
 
  • Like
Reactions: golias