Froome andrà al Tour o no?

Stato
Chiusa ad ulteriori risposte.

Lukino79

Novellino
19 Ottobre 2019
93
79
42
Trento
Bici
Giant
Comunque, in questi ultimi anni, Froome non è mai stato così indietro con la preparazione a questo punto della stagione. Benché sia comprensibile visto il terribile infortunio, in circostanze normali sarebbe stato ai livelli di Bernal.
Ci sono ancora 20 giorni prima del tour, e ancor di più per la fine, può crescere ancora tanto di condizione, Nibali ha sempre fatto così.
Vedremo.
 

samuelgol

Flughafenwächter
24 Settembre 2007
41.422
16.036
Bozen
Bici
Canyon Ultimate SLX. Nome: Andrea
Questi sono i nostri tempi, dove tutto o e´ cacca o e´ capolavoro, e se capolavoro e´, dura comunque un Amen e diventa poi cacca...
Non c´e´ piü pazienza, non c´e´ piü equilibrio, conta solo strillare piü forte degli altri cacca o capolavoro!!!
Sembra di assistere al campionato di calcio. Vinci una partita e hai trovato la quadra al cerchio, ne perdi una (magari dopo aver vinto le 3/4 precedenti) e sei in crisi. Bah!!!
Comunque, in questi ultimi anni, Froome non è mai stato così indietro con la preparazione a questo punto della stagione. Benché sia comprensibile visto il terribile infortunio, in circostanze normali sarebbe stato ai livelli di Bernal.
Ci sono ancora 20 giorni prima del tour, e ancor di più per la fine, può crescere ancora tanto di condizione, Nibali ha sempre fatto così.
Vedremo.
Scusa ma che significa un paragone con gli anni scorsi a questo punto della stagione. Non esiste un anno come questo. Hanno cominciato a correre da 20 giorni. Astrattamente è come fossero a inizio febbraio, con la differenza che hanno già corso una monumento e una corsa importante come la Strade Bianche e mancano 17 giorni al Tour. Qualsiasi confronto col passato non esiste. Per nessuno ovviamente. Sicuramente la questione Covid ha dato a Froome più tempo per prepararsi come allenamento e colmare un gap che a tutt'oggi sembra sia piuttosto rilevante. Se non altro possiamo dire che se Froome sta così adesso, rispetto agli altri (mancano anche per loro 20 giorni al Tour), in caso di stagione regolare, non avrebbe nemmeno preso parte al Tour che sarebbe già finito da più di 20 giorni cominciando quasi 2 mesi prima. La questione Covid ha tolto a tutti quel ritmo gara che prima mancava solo a lui riequilibrando un pò le cose. Altro vantaggio per lui.
 
  • Mi piace
Reactions: bastianella31

never give up!

Ammiraglia
9 Gennaio 2010
23.938
14.200
Piacenza
Bici
krypton xroad - GALLIUM
ma nell'anno che vinse il giro, non lo ricordo smagliante la prima settimana e mezzo...(compresa una caduta se non ricordo male...) poi sappiamo come è andata...
o sbaglio?
certo questo è un anno particolare ed arriva da un terribile infortunio...
mancano ancora 20 gg, vediamo come evolve...
 

samuelgol

Flughafenwächter
24 Settembre 2007
41.422
16.036
Bozen
Bici
Canyon Ultimate SLX. Nome: Andrea
ma nell'anno che vinse il giro, non lo ricordo smagliante la prima settimana e mezzo...(compresa una caduta se non ricordo male...) poi sappiamo come è andata...
o sbaglio?
certo questo è un anno particolare ed arriva da un terribile infortunio...
mancano ancora 20 gg, vediamo come evolve...
Non essere smagliante è un conto, è vero, non lo era, però non era nemmeno così indietro. Intendo dire, cercando di fare un paragone per quanto possibile, che quando vinceva i Tour, anche 20 giorni prima ai vari Delfinati, o vinceva anche lì o di certo non faceva il gregario a qualcuno. Io lo ricordo fare il gregario in questa maniera al Tour of Alps dello scorso anno, ma si correva a fine aprile e il suo obiettivo era il Tour a fine giugno. 2 mesi dall'obiettivo. Ora mancano 20 giorni e la condizione dovrebbe essere similare a quella dei suoi rivali, mentre la differenza sembra consistente, così tanto che nemmeno è sicuro che Ineos lo convochi e non credo certo a una ripicca perchè va via a fine stagione, non sarebbe nelle loro corde (non sono stupidi) e sarebbe immotivato, essendo che non mi pare che il suo comportamento attuale indichi un separato in casa. Qui la differenza di condizione sembra veramente importante, non assimilabile alla prima metà del Giro 2018.
 

Il Trattore

Paracarro
14 Luglio 2017
7.779
14.963
Bici
con due ruote
ma nell'anno che vinse il giro, non lo ricordo smagliante la prima settimana e mezzo...(compresa una caduta se non ricordo male...) poi sappiamo come è andata...
o sbaglio?
Fai anche le prime due settimane, perché a fine seconda settimana vinse sì sullo Zoncolan al sabato ma il giorno dopo (a Sappada mi sembra...) prese un'altra bastonata in cui praticamente perse con gli interessi quanto guadagnato il giorno prima. Praticamente ha cominciato ad andare che mancavano 4 giorni a finire il Giro, ma gli è bastato comunque :mrgreen:
 
  • Mi piace
Reactions: never give up!

never give up!

Ammiraglia
9 Gennaio 2010
23.938
14.200
Piacenza
Bici
krypton xroad - GALLIUM
Non essere smagliante è un conto, è vero, non lo era, però non era nemmeno così indietro. Intendo dire, cercando di fare un paragone per quanto possibile, che quando vinceva i Tour, anche 20 giorni prima ai vari Delfinati, o vinceva anche lì o di certo non faceva il gregario a qualcuno. Io lo ricordo fare il gregario in questa maniera al Tour of Alps dello scorso anno, ma si correva a fine aprile e il suo obiettivo era il Tour a fine giugno. 2 mesi dall'obiettivo. Ora mancano 20 giorni e la condizione dovrebbe essere similare a quella dei suoi rivali, mentre la differenza sembra consistente, così tanto che nemmeno è sicuro che Ineos lo convochi e non credo certo a una ripicca perchè va via a fine stagione, non sarebbe nelle loro corde (non sono stupidi) e sarebbe immotivato, essendo che non mi pare che il suo comportamento attuale indichi un separato in casa. Qui la differenza di condizione sembra veramente importante, non assimilabile alla prima metà del Giro 2018.
certo l'nfortunio ha sicuramente lasciato il segno, come hai ben detto, in una stagione regolare, con le gare nelle date solite, certamente non sarebbe partito x il tour...così ha una piccola speranza...
poi come sempre c'è anche da vedere in che modo ha affrontato l'avvicinamento, il fatto di aver preso tot minuti può anche non essere un parametro corretto per stabilire la forma (come aveve già scritto...)
 

samuelgol

Flughafenwächter
24 Settembre 2007
41.422
16.036
Bozen
Bici
Canyon Ultimate SLX. Nome: Andrea
Fai anche le prime due settimane, perché a fine seconda settimana vinse sì sullo Zoncolan al sabato ma il giorno dopo (a Sappada mi sembra...) prese un'altra bastonata in cui praticamente perse con gli interessi quanto guadagnato il giorno prima. Praticamente ha cominciato ad andare che mancavano 4 giorni a finire il Giro, ma gli è bastato comunque :mrgreen:
Gli è bastato comunque perchè Yates è scoppiato e Dumoulin ha dormito. Senza nulla togliere alla grande impresa del Finestre, se Dumoulin se la giocava diversamente, ha dimostrato quel giorno e nelle altre tappe, che non era inferiore e non tale da perdere il suo vantaggio che aveva su Froome. Per carità con i se e i ma non si vincono le corse, però un discorso puramente di condizione fisica lo si può fare. Dumoulin in quel Giro, come condizione nelle 20 tappe ha secondo me dimostrato superiorità fisica, rispetto a Froome seppur non di moltissimo, ma se la è bruciata con una lettura della tappa decisiva errata.
certo l'nfortunio ha sicuramente lasciato il segno, come hai ben detto, in una stagione regolare, con le gare nelle date solite, certamente non sarebbe partito x il tour...così ha una piccola speranza...
poi come sempre c'è anche da vedere in che modo ha affrontato l'avvicinamento, il fatto di aver preso tot minuti può anche non essere un parametro corretto per stabilire la forma (come aveve già scritto...)
Sicuramente, lo ho detto io per primo, l'aver preso decine di minuti non vuol dire che il suo livello attuale sia a decine di minuti. Avrà usato la gara come allenamento oltre a fare il gregario disinteressandosi di prendere 2 minuti anzichè 10 che tanto non cambiava nulla. Però uno che vuol vincere il Tour, o che comunque può farlo, non credo possa comportarsi come mancassero 2 mesi prendendo minuti a nastro dai suoi principali avversari. Ci stava che li prendesse lo scorso anno al Tour of Alps perchè li prendeva da chi la settimana dopo puntava al Giro, mentre il suo obiettivo era a 2 mesi (il Tour). Non ci sta che li prenda ora da Bernal se tra 20 giorni vuole partirci alla pari. Io credo che il Delfinato darà delle risposte più probanti sulla sua reale condizione e non è escluso che una sua esclusione dal Tour sia improntata non certo a una ripicca, e nemmeno a un "lui ci serve più di te ridotto così". Potrebbe succedere che preso atto della cosa e resosi conto lui per primo che non è aria, valutino di comune accordo (ad un campione come lui, un pò di riguardo secondo me lo si deve) una esclusione per puntare al Giro ed avere quindi ulteriori 40 giorni oltre ad un livello notevolmente più basso. Nel qual caso sarà contento Carapaz :mrgreen:
 

Il Trattore

Paracarro
14 Luglio 2017
7.779
14.963
Bici
con due ruote
Comunque oggi Froome si è staccato da un gruppo di 70 corridori. Sembra l’abbia fatto più per volontà di non rischiare che perché non ne avesse (anche Magrini in telecronaca ha detto la stessa cosa provando a interpretare i gesti che stava facendo a (mi pare) Castroviejo che lo stava scortando) ad ogni modo molto strano come atteggiamento.
 
  • Mi piace
Reactions: cbr70

samuelgol

Flughafenwächter
24 Settembre 2007
41.422
16.036
Bozen
Bici
Canyon Ultimate SLX. Nome: Andrea
Comunque oggi Froome si è staccato da un gruppo di 70 corridori. Sembra l’abbia fatto più per volontà di non rischiare che perché non ne avesse (anche Magrini in telecronaca ha detto la stessa cosa provando a interpretare i gesti che stava facendo a (mi pare) Castroviejo che lo stava scortando) ad ogni modo molto strano come atteggiamento.
Mi sembra una spiegazione grottesca. Non ho visto la gara, ma tra 20 giorni c'è il Tour. Che significa non rischiare? Stava succedendo qualcosa di particolare?
 

Il Trattore

Paracarro
14 Luglio 2017
7.779
14.963
Bici
con due ruote
Mi sembra una spiegazione grottesca. Non ho visto la gara, ma tra 20 giorni c'è il Tour. Che significa non rischiare? Stava succedendo qualcosa di particolare?
Io ho visto gli ultimi 10 km in differita. Eh, ci sono stati abbastanza numeri “da circo”, tutti che volevano stare davanti e lui ad un certo punto ha mollato di schianto, ma non era salita vera...
 

ian

Apprendista Scalatore
2 Dicembre 2011
2.522
282
Torino
Bici
Legnano
Gli è bastato comunque perchè Yates è scoppiato e Dumoulin ha dormito. Senza nulla togliere alla grande impresa del Finestre, se Dumoulin se la giocava diversamente, ha dimostrato quel giorno e nelle altre tappe, che non era inferiore e non tale da perdere il suo vantaggio che aveva su Froome. Per carità con i se e i ma non si vincono le corse, però un discorso puramente di condizione fisica lo si può fare. Dumoulin in quel Giro, come condizione nelle 20 tappe ha secondo me dimostrato superiorità fisica, rispetto a Froome seppur non di moltissimo, ma se la è bruciata con una lettura della tappa decisiva errata.
Sostanzialmente concordo, e tra l'altro, anche al netto del lavoro svolto per la squadra in queste gare, se Froome fosse andato come ora nelle prime 2 settimane del Giro 2018 (dove comunque forse il suo rendimento fu anche leggermente penalizzato dalla caduta a Gerusalemme) sarebbe arrivato all'ultimo fine settimana con 20 minuti.

Comunque leggere questa stagione è davvero complicato. Alla fine è come giocarsi il clou dell'annata dopo un mese di corse, e questo fa in modo che i valori siano difficilmente interpretabili, per l'avvicinamento probabilmente diverso che ogni squadra sta effettuando.

Roglic è partito col botto, d'altronde è il corridore che sembra in questa fase del ciclismo trovare la forma più facilmente e sembra avere il livello "di base" più elevato: nelle gare di una settimana è imbattibile o comunque sempre tra i primissimi da oltre un anno. Anche nelle gare di tre settimane produce picchi di rendimento elevatissimi, però sembra poco costante.
Dumoulin non correva da mesi (credo dalla caduta al Giro), e non ha dato una cattiva impressione.
Bernal ha fatto l'ultima ascesa al Tour de l'Ain in apnea totale, dimostrando secondo me anche una eccellente tenuta mentale, e se crescerà significativamente di condizione sono guai per tutti (ovviamente potrebbe anche aver cannato qualcosa e allora sono guai per lui contro questi della Jumbo)
Froome negli ultimi anni ci mette anche molto a trovare la condizione, secondo me per il Tour sarà all'altezza. Poi se è vero che è già in guerra con il team allora ovviamente può succedere di tutto
 

golias

Ammiraglia
28 Marzo 2018
16.544
9.467
.
Bici
mia
Per me un tour de france senza froome non lo vorrebbero neanche i suoi diretti avversari.
Penso allo stesso modo.. un tour senza Froome ancora in attività sarebbe un tour "vuoto", quanto a Bernal vedremo.. per ora non lo vedo un fenomeno alla stregua di Evenepoel.. vedremo.
 

ian

Apprendista Scalatore
2 Dicembre 2011
2.522
282
Torino
Bici
Legnano
Penso allo stesso modo.. un tour senza Froome ancora in attività sarebbe un tour "vuoto", quanto a Bernal vedremo.. per ora non lo vedo un fenomeno alla stregua di Evenepoel.. vedremo.
Con tutto il rispetto Remco ha vinto da fenomeno ma in contesti per ora non paragonabili al TdF. Può darsi che vincerà anche i GT e le monumento con super attacchi salutando la compagnia a decine di km dal traguardo e nel caso potrai aver ragione.
Peraltro Bernal ha vinto la gara più importante, con le pressioni della squadra che non perde da alcuni anni, con il vincitore uscente in squadra e non ha vinto di misura o correndo sulla difensiva.
 

laserpe.z

Apprendista Velocista
2 Giugno 2006
1.208
188
Casalecchio Di Reno
Bici
Cannondale Supersix Ultegra DI-2 2017
Uno che a 22 anni vince il Tour de France oltre a parecchie altre gare cosa deve fare per impressionare? Negli ultimi 15/20 anni, solo l'attuale Evenepoel mi ha dato una impressione ancora maggiore, parlando dei giovani o comunque non di campioni ancora affermati e con una carriera lunga alle spalle.
Secondo me gli entusiasmi sono molto (troppo) ondivaghi e i giudizi poco equilibrati. Uno vince un paio di gare ed è subito Merckx, poi non ne vince un paio ed è uno qualunque.
Considerando però che a quella gara mancava uno dei favoriti peraltro a caccia del suo quinto, felice cmq di sbagliarmi e come ho già scritto vedremo di tempo ce n'è ;-)

Se manca uno dei favoriti allora vincere un TdF è roba di tutti i giorni :==
 

ian

Apprendista Scalatore
2 Dicembre 2011
2.522
282
Torino
Bici
Legnano
Considerando però che a quella gara mancava uno dei favoriti peraltro a caccia del suo quinto, felice cmq di sbagliarmi e come ho già scritto vedremo di tempo ce n'è ;-)
Facciamo il gioco di chi mancava l'anno scorso a San Sebastian o quest'anno al Polonia?
Ok, nella scorsa stagione sono mancati Froome e Dumoulin (sul pieno recupero fisico dei quali ci sono alcuni dubbi per il momento mi pare). Volendo fare una lettura completa bisognerebbe aggiungere che Bernal aveva rinunciato al Giro a causa di un infortunio dunque è possibile che potesse esprimersi ad un livello ancora più alto in caso di preparazione mirata alla Grande Boucle
 

rebus

Gregario
5 Luglio 2017
525
272
44
Bologna
Bici
Triban RC520
In questo momento il più in forma sembra essere Roglic, che direi sia tutt'altro che incostante: negli ultimi tre GT corsi è arrivato quarto, terzo e primo, e il podio del Giro è arrivato dopo che andava fortissimo da marzo, quindi un po' di calo nel finale era abbastanza prevedibile (io anzi me lo sarei aspettato molto più in difficoltà). Quest'anno è più pericoloso che mai, ma bisognerà vedere se riuscirà a mantenere questo stato di forma fino alla fine del Tour; nel frattempo mi aspetto che gli Ineos, squadra da sempre meticolosa nella preparazione, crescano ancora per avere il picco nella terza settimana. Diciamo che da anni non c'era tanta incertezza sull'esito del prossimo Tour, e questo mi pare un bene.
Froome al momento sembra effettivamente molto più indietro dei suoi rivali diretti (compagni di squadra compresi), e se per un Thomas si può verosimilmente prevedere un recupero di forma, magari non tanto da giocarsi la vittoria ma magari il podio sì, su Froome c'è molta più incertezza. Io comunque lo porterei sempre, il verdetto lo dà sempre la strada e con la sua esperienza può sempre inventarsi qualcosa, o al limite se si mette male provare a fare come Nibali l'anno scorso e andare a caccia di una tappa.
 

golias

Ammiraglia
28 Marzo 2018
16.544
9.467
.
Bici
mia
Facciamo il gioco di chi mancava l'anno scorso a San Sebastian o quest'anno al Polonia?
Ok, nella scorsa stagione sono mancati Froome e Dumoulin (sul pieno recupero fisico dei quali ci sono alcuni dubbi per il momento mi pare).
I dubbi, di qualsiasi competizione si parli, ci sono sempre.. in questo caso -come sempre-sarà la strada a dare il suo verdetto, io però Chris a casa non lo lascerei ma qui si entra in un mondo che comprendere non è semplicissimo a meno di trovarsi dalla parte di chi ha la facoltà di decidere come e perchè.
 
Stato
Chiusa ad ulteriori risposte.