News Ganna vince la cronometro, Kuss resta maglia rossa

AssoPito

Pignone
12 Dicembre 2022
136
67
49
Dolomiti
Visita sito
Bici
Tante
ok, buon per te che sei stato un discreto (buono, molto buono, ottimo, non so) podista, ma è sbagliato comunque il concetto di mettere se stessi al centro dell'universo, ovvero se io ci riesco o comunque ci sono vicino (siamo scesi sotto le 2h30 solo dopo gli anni 40 e quel tempo io lo faccio anche adesso anche 7 volte a settimana) allora vuol dire che si può fare, altrimenti?
Se tu fossi stato un podista scarso cosa avresti pensato?

Forse ho interpretato male il tuo discorso... non so
Forse mi sono espresso male io ma non hai capito quello che ho scritto. Volevo dire che non tutti possono fare le prestazioni di Ganna ma il fatto che sembrano stratosferiche non significa che abbia preso il boost come qualcuno ha insinuato. Ora sono un ciclista scarso ma non dico che Ganna fa uso solo perche non faccio i suoi tempi come non mi meraviglio dei tempi di Baldini o dei keniani sulla maratona
 
  • Mi piace
Reactions: bad

motogpdesmo16

Pedivella
29 Ottobre 2008
497
361
Visita sito
Bici
Trek Madone 4.7
Che palle sta insinuazione perenne... hai/avete prove in merito? no, quindi le tue e quelle di altri sono post al limite della diffamazione... se io fossi Ganna e leggessi un post del genere ti sporgerei una bella denuncia per diffamazione.
« Quel signore prima, che ha lanciato un'accusa gratuita e grave nei miei confronti, è stato già arrestato. Abbiam mandato la polizia a casa di questo signore che è stato arrestato. Dovrà rendere conto di quello che ha detto. Provare, documentare. Intanto adesso è in galera! »

1693991792680.png
 

pedalone della bassa

Otztaler inside
9 Ottobre 2013
13.535
17.887
43
modena, ma col cuore, ed originario, di Reggio Emi
Visita sito
Bici
(advanced pro nox, argon 18 gallium), ora Cervèlo S3
Quando ero più giovane vedevo le prestazioni sulla corsa come inarrivabile per un comune mortale (ho cominciato grazie ai giochi della gioventu e sono stato "scoperto" li) ma poi entrato nel circuito, allenamenti ad hoc, alimentazione, dedizione, predisposizione e i tempi si sono avvicinati molto soprattutto nella mia disciplina (maratona) a quelli dei top italiani. Nel ciclismo immagino sia la stessa cosa e anche se poi c'è sempre qualcuno che bara, credo che la maggior parte di loro sia solo un bravo atleta. Se guardiamo i tempi maratona da inizio secolo scorso si vede che per un atleta italiano del 1950 non avrebbe scampo adesso neanche contro buoni amatori, siamo scesi sotto le 2h30 solo dopo gli anni 40 e quel tempo io lo faccio anche adesso anche 7 volte a settimana. Certo che le 2 ore e poco più del record erano imbattibili anche al mio top ma visti da un profano sembrano fantascienza ma visti da Baldini la prospettiva è diversa
:shock:
 

Valerio_S

Cronoman
8 Febbraio 2017
781
301
Torre del Lago Puccini
Visita sito
Bici
L
« Quel signore prima, che ha lanciato un'accusa gratuita e grave nei miei confronti, è stato già arrestato. Abbiam mandato la polizia a casa di questo signore che è stato arrestato. Dovrà rendere conto di quello che ha detto. Provare, documentare. Intanto adesso è in galera! »

Vedi l'allegato 416390
che scena favolosa!
 

martin_galante

Nel Gruppetto
24 Ottobre 2017
2.794
3.219
Pianeta Terra
Visita sito
Bici
cletta
Quando ero più giovane vedevo le prestazioni sulla corsa come inarrivabile per un comune mortale (ho cominciato grazie ai giochi della gioventu e sono stato "scoperto" li) ma poi entrato nel circuito, allenamenti ad hoc, alimentazione, dedizione, predisposizione e i tempi si sono avvicinati molto soprattutto nella mia disciplina (maratona) a quelli dei top italiani. Nel ciclismo immagino sia la stessa cosa e anche se poi c'è sempre qualcuno che bara, credo che la maggior parte di loro sia solo un bravo atleta. Se guardiamo i tempi maratona da inizio secolo scorso si vede che per un atleta italiano del 1950 non avrebbe scampo adesso neanche contro buoni amatori, siamo scesi sotto le 2h30 solo dopo gli anni 40 e quel tempo io lo faccio anche adesso anche 7 volte a settimana. Certo che le 2 ore e poco più del record erano imbattibili anche al mio top ma visti da un profano sembrano fantascienza ma visti da Baldini la prospettiva è diversa
Da profilo hai 48 anni. Il record del mondo over 45 e' del 2020 in 2 ore e 15 minuti, della leggenda Bernard Lagat fatto esattamente a 45 anni. Il record over 50 e' di 2 ore e 20 minuti. Secondo me uno che corre in 2 ore e 15 minuti, non riesce a correre sotto le 2 ore e 30 minuti sette giorni su sette. Anzi mi viene il dubbio che non hai neanche idea di come stiano le gambe dopo un giorno in cui si fanno 40km a 3:30 al km. In realta' anche un atleta giovane di alto livello (escludo ovviamente il top mondiale), non corre sotto le 2h e 30 se incappa in una giornata no o comunque se non prepara la gara nei giorni precedenti.

Quindi o sei un fenomeno o l'hai sparata grossa. Niente di male, non saresti il primo sul forum.
 

martin_galante

Nel Gruppetto
24 Ottobre 2017
2.794
3.219
Pianeta Terra
Visita sito
Bici
cletta
Comunque sulla questione della performance assoluta negli sport, secondo me il ciclismo e' comunque indietro rispetto alla maratona come competitivita' e la maratona indietro rispetto alla pista. Ci sono vari motivi per questo, ma credo sia abbastanza evidente. Comunque le differenze sono diminuite molto negli ultimi dieci anni, principalmente perche' appunto il livello nel ciclismo ed anche nella maratona e' salito molto.
 

AssoPito

Pignone
12 Dicembre 2022
136
67
49
Dolomiti
Visita sito
Bici
Tante
Da profilo hai 48 anni. Il record del mondo over 45 e' del 2020 in 2 ore e 15 minuti, della leggenda Bernard Lagat fatto esattamente a 45 anni. Il record over 50 e' di 2 ore e 20 minuti. Secondo me uno che corre in 2 ore e 15 minuti, non riesce a correre sotto le 2 ore e 30 minuti sette giorni su sette. Anzi mi viene il dubbio che non hai neanche idea di come stiano le gambe dopo un giorno in cui si fanno 40km a 3:30 al km. In realta' anche un atleta giovane di alto livello (escludo ovviamente il top mondiale), non corre sotto le 2h e 30 se incappa in una giornata no o comunque se non prepara la gara nei giorni precedenti.

Quindi o sei un fenomeno o l'hai sparata grossa. Niente di male, non saresti il primo sul forum.
Si vede che non hai mai corso per lunghe distanze, comunque ognuno è libero di crederla come vuole, non saresti il primo a dire la sua
 

Doctor Speck

Ötztalnauta
18 Settembre 2004
14.016
13.045
Nordest
Visita sito
Bici
2
Si vede che non hai mai corso per lunghe distanze, comunque ognuno è libero di crederla come vuole, non saresti il primo a dire la sua
Ora come dici purtroppo "la caviglia non te lo permette" ma pensa che correndo una maratona al giorno per 7 giorni sotto le 2h30, surclasseresti i record uno dei più forti corridori di endurance italiani: Giorgio Calcaterra.
In un anno riuscì a correre 16 maratone in circa 2h20 (nel 2021), ovviamente non consecutive... mentre quando decise di correrne 10 in 10 giorni (lo scorso anno) i suoi tempi furono a cavallo delle 3h00 con un totale di 31h per le 10 maratone.
LINK
Considera che il PB di Calcaterra sulla Maratona è di 2h13.

Ora, non escludo che al mondo possa esistere qualcuno in grado di fare 7 maratone in fila <2h30, ma se tu dici di fare una prestazione così ragguardevole "facilmente" o sei molto famoso e non lo sappiamo, o non hai mai sviscerato il tuo talento al 100%, o hai scritto una cazzata.
 

martin_galante

Nel Gruppetto
24 Ottobre 2017
2.794
3.219
Pianeta Terra
Visita sito
Bici
cletta
Si vede che non hai mai corso per lunghe distanze, comunque ognuno è libero di crederla come vuole, non saresti il primo a dire la sua
Hai ragione, correvo medio fondo da giovane e pure in bici il meglio di me lo ottengo su sforzi di qualche minuto al massimo. Ma so cosa vuol dire tenere un passo di 3 minuti e 30, e so bene che se il tuo passo sulla maratona e' mettiamo 3 minuti e 20, a 3 e 30 sei abbastanza facile. Ammesso che per correre i 3 e 30 hai comunque fatto la tua routine pre-performance nei giorni precedenti.

In realta' ho anche esperienze -seppur di basso livello- nel mondo 'ultra', e so benissimo che se un giorno fai uno sforzo prolungato non massimale ma comunque intenso, il giorno dopo non riesci a ripeterlo. Kipchoge e compagnia te la corrono facile la maratona i 2 e 30 tutti i giorni della settimana. Ma un cinquantenne che la spara cosi' perche' magari cinque anni fa ha corso una volta sotto le 2 ore e trenta, scusa ma no.

Sono andato a vedere per curiosita' i tempi dei vincitori degli ultimi anni nelle maratone piu' famose o col percorso piu' veloce. Oltre i 49 anni non corre nessuno sotto le due ore e trenta -ma di tanto. Oltre 45 anni, in alcuni anni ed alcuni percorsi trovi uno persona, il vincitore, che ci fa 2:29 alti, talvolta 2:28 alti, e gli altri oltre le due e trenta. E considera che se fai quei tempi in queste maratone supercompetitive, praticamente corri col pacer (che sono quelli piu' giovani che ti stanno davanti). Quindi difficile pensare che siano tempi facilmente migliorabili. Ma tu no, cosi' senza prepararti oggi vinci M45 NYC, domani M45 Boston, dopodomani M45 Berlino, e tra una settimana ancora sugli allori a Chicago. Dai, diciamo che sei stato un po' ottimista...
 

AssoPito

Pignone
12 Dicembre 2022
136
67
49
Dolomiti
Visita sito
Bici
Tante
Non ho mai fatto 7 maratone consecutive MA SO CHE i 2h30 per me è (almeno fino a 2 anni fa, quando ho smesso per problemi gravi alla caviglia) un tempo semplice da arrivare ed il giorno dopo non ho nessun risentimento. Comunque non devo giustificarmi qui, magari se non fossi stato montato male alla nascita ora avrei medaglie e trofei a mondiali e chissa fin dove ma purtroppo la carrozzeria non è mai stata all'altezza visto che sono (come gia scritto qui) nato con i piedi girati all'indietro e il bacino torto su se stesso ma comunque ho lottato con i migliori .
 

martin_galante

Nel Gruppetto
24 Ottobre 2017
2.794
3.219
Pianeta Terra
Visita sito
Bici
cletta
Ora come dici purtroppo "la caviglia non te lo permette" ma pensa che correndo una maratona al giorno per 7 giorni sotto le 2h30, surclasseresti i record uno dei più forti corridori di endurance italiani: Giorgio Calcaterra.
In un anno riuscì a correre 16 maratone in circa 2h20 (nel 2021), ovviamente non consecutive... mentre quando decise di correrne 10 in 10 giorni (lo scorso anno) i suoi tempi furono a cavallo delle 3h00 con un totale di 31h per le 10 maratone.
LINK
Considera che il PB di Calcaterra sulla Maratona è di 2h13.

Ora, non escludo che al mondo possa esistere qualcuno in grado di fare 7 maratone in fila <2h30, ma se tu dici di fare una prestazione così ragguardevole "facilmente" o sei molto famoso e non lo sappiamo, o non hai mai sviscerato il tuo talento al 100%, o hai scritto una cazzata.
Quando correvo ero nello stesso club di Calcaterra a Roma, ovviamente su distanze completamente diverse. Erano gli anni '95/'96/'97 circa, lui non sapeva bene cosa correre, faceva la mezza che all'epoca era poco popolare, non aveva un allenatore a tempo pieno. Lui era piu' grande di me, e anche quando facevo fondo e correvamo sugli stessi percorsi, lui andava sempre da solo perche' aveva le sue tabelle e non faceva fondo a caso come noi altri. Ad un certo punto cambio', non dico allenatore perche' la cosa era molto artigianale per gli standard moderni, ma consigliere di tabelle. Credo si mise a fare molto piu' fondo, e fece un salto di qualita'. Partecipo' al campionato italiano non ricordo se di mezza o di maratona, e fece un risultato tipo nono o giu' di li', che comunque per gli standard di alcuni del gruppo (non i miei inteso) non era poi cosi' stratosferico. Ma lui fu felicissimo perche' aveva capito come allenarsi, porto' un rinfresco per tutti, e praticamente da allora non lo vidi piu' se non passare di corsa qualche volta perche' si mise a fare ancora piu' carico.

Quel che voglio dire, e' che fino a 25 anni fa, l'allenamento era molto molto artigianale. Anche uno come Calcaterra, ha trovato il suo allenamento a tentativi, a volte navigando in mezzo a tecniche e protocolli che erano piu' basati sulle leggende metropolitane che altro. Mentre oggi, ma forse gia' all'epoca in US ed alcuni paesi africani, comunque si deve sperimentare come ciascuno risponde a protocolli di allenamento diverso, ma comunque non si va a casaccio come allora specie sull'endurance dove veramente si sentiva di tutto e di piu'. Per cui e' ovvio che i tempi si sono abbassati, anche solo statisticamente per tutti quelli che si perdevano in protocolli di allenamento indecenti.
 

martin_galante

Nel Gruppetto
24 Ottobre 2017
2.794
3.219
Pianeta Terra
Visita sito
Bici
cletta
Non ho mai fatto 7 maratone consecutive MA SO CHE i 2h30 per me è (almeno fino a 2 anni fa, quando ho smesso per problemi gravi alla caviglia) un tempo semplice da arrivare ed il giorno dopo non ho nessun risentimento. Comunque non devo giustificarmi qui, magari se non fossi stato montato male alla nascita ora avrei medaglie e trofei a mondiali e chissa fin dove ma purtroppo la carrozzeria non è mai stata all'altezza visto che sono (come gia scritto qui) nato con i piedi girati all'indietro e il bacino torto su se stesso ma comunque ho lottato con i migliori .
Guarda non metto in dubbio la tua performance sulla maratona, magari hai un PB stellare. Metto in dubbio la tua consapevolezza di come il corpo reagisca a sforzi anche non massimali ripetuti quotidianamente. Perche' se sono d'accordo che scendere anche di pochi secondi sul tempo al km renda lo sforzo di endurance molto piu' facile, comunque non lo rende facilmente ripetibile. Per cui, ribadisco, se correre due e trenta per sette giorni magari e' possibile per un cinquantenne davvero di elite che si prepari esattamente per quel tipo di sforzo, secondo me non e' possibile per uno che magari fa le 2h30 facile ma si propone di fare questo sfida a casaccio sul forum.

La cosa e' molto diversa per sforzi piu' brevi. Se puoi correre i 400m sotto i 50s, li corri per sette giorni in 51s.