News Germania campione del mondo nella staffetta mista a cronometro

bianco222

Velocista
24 Giugno 2013
5.036
2.122
Bici
Olmo ZeroTre Disc
Prestazione da dimenticare del terzetto delle donne azzurre, che dalle colleghe teutoniche prendono 57 secondi.
Onestamente difficile aspettarsi di più visto che nessuna di loro è particolarmente forte a crono. Il movimento femminile italiano, molto forte nelle prove in linea, sono anni che a crono stenta.
 

sartormassimo

Pedivella
27 Aprile 2013
344
325
TREVISO
Bici
bella è bella...
Onestamente difficile aspettarsi di più visto che nessuna di loro è particolarmente forte a crono. Il movimento femminile italiano, molto forte nelle prove in linea, sono anni che a crono stenta.
Non sono d'accordo, almeno non completamente. Qui sotto un estratto da un articolo sulla omologa prova agli europei di Trento :
"Ganna, De Marchi e Sobrero, campione italiano in carica sulla distanza, hanno da subito messo le cose in chiaro. transitando con 26" di vantaggio su Olanda e Germania: tanti, troppi anzi da recuperare in soli 22.4 chilometri di percorso. Da lì è partita la cavalcata d'oro di Longo Borghini, Cavalli e Cecchini che hanno chiuso con lo stesso crono delle olandesi, mantenendo il vantaggio sui Paesi Bassi e resistendo al rientro del terzetto tedesco, giunto a 20" di ritardo."

Al netto di tutte le differenze fra la gara agli europei e questa ai mondiali mi è sembrato evidente che le ragazze del terzetto italiano siano partite un po' troppo controllate accelerando invece nella seconda parte del percorso.
Ora non dico che potessero ambire alla vittoria ma sicuramente la prestazione, visto l'andamento della gara, potrebbe essere stata migliore e non mi stupirei di leggere dichiarazioni in questo senso da parte dello staff azzurro.
 

bianco222

Velocista
24 Giugno 2013
5.036
2.122
Bici
Olmo ZeroTre Disc
Non sono d'accordo, almeno non completamente. Qui sotto un estratto da un articolo sulla omologa prova agli europei di Trento :
"Ganna, De Marchi e Sobrero, campione italiano in carica sulla distanza, hanno da subito messo le cose in chiaro. transitando con 26" di vantaggio su Olanda e Germania: tanti, troppi anzi da recuperare in soli 22.4 chilometri di percorso. Da lì è partita la cavalcata d'oro di Longo Borghini, Cavalli e Cecchini che hanno chiuso con lo stesso crono delle olandesi, mantenendo il vantaggio sui Paesi Bassi e resistendo al rientro del terzetto tedesco, giunto a 20" di ritardo."

Al netto di tutte le differenze fra la gara agli europei e questa ai mondiali mi è sembrato evidente che le ragazze del terzetto italiano siano partite un po' troppo controllate accelerando invece nella seconda parte del percorso.
Ora non dico che potessero ambire alla vittoria ma sicuramente la prestazione, visto l'andamento della gara, potrebbe essere stata migliore e non mi stupirei di leggere dichiarazioni in questo senso da parte dello staff azzurro.
Ma le squadre olandesi e tedesca femminili erano di tutt'altro calibro qui ai mondiali. Agli europei avevano i rincalzi. L'Olanda degli europei era Vollerin, Pieters e Mackaij. Qui c'erano Van Dijke, Van Vleuten e Markus. Altro livello! E idem per la Germania.
Se si prende come riferimento le due che hanno partecipato alla crono individuale l'Olanda le ha piazzate 1° e 3°, la Germania 5° e 7°, noi 24° e 29° (e poi per qualche strano motivo non hanno poi fatto la prova a squadre).