News Grave Fabio Jakobsen dopo caduta al giro di Polonia

Stato
Chiusa ad ulteriori risposte.

Paolore

via col vento
13 Luglio 2012
2.009
1.926
55
albinea
Bici
Nevi titanio
per evitare che possa essere ingiustamente ostacolato il corridore più scaltro a partire coi tempi giusti per sopravanzare chi lo precede.
non è una questione di sicurezza come erroneamente si potrebbe pensare: se fosse così sarebbe vietato ogni contatto tra corridori che invece è consentito purchè le mani restino sul manubrio: ragazzi il ciclismo agonistico ha regole particolari, non ragioniamo da amatori della domenica o cicloturisti. quella è un'altra roba.
È una tua interpretazione o testualmente il regolamento dice così? Cmq mettiamo anche che tu abbia ragione e che non sia per ragioni di sicurezza, resta il fatto che chi è davanti non può cambiare traiettoria e se lo fa viene squalificato. Su questo non ci sono dubbi giusto?
 

Maiella

Biker Maiellensis
28 Gennaio 2015
466
276
40
Abruzzo
Bici
Focus Izalco Max
Purtroppo in volata cose del genere sono sempre accadute e continueranno ad accadere. Premesso che chi chiude la traiettoria con manovre poco lecite é sempre colpevole, mi trovo in piena sintonia con molti ex prof che invece di di colpevolizzare Gronewegen, puntano il dito contro le transenne di carta velina usate nel giro di Polonia.
 

Bertoglio

Passione pura
17 Novembre 2016
613
677
colline pescaresi
Bici
colnago E1
può essere, spesso la manovra è penalizzata spesso no, a seconda se viene chiuso o meno qualcuno, anche se la manovra è la stessa, fatta comunque da uno che in quel momento non si cura di vedere chi c è dietro ma pensa a pestare più forte che può
...vero...é chiaro che a 70 orari non vedi quasi niente... per questo chiudere verso le transenne dovrebbe essere vietato a prescindere...le collisioni terribili di fatto avvengono tutte a spese dell'uomo in rimonta sulle transenne. Se giá sai che sarai squalificato forse la volata la ragioni un attimo prima dello sprint...Mi rendo conto che parlo di teoria da sopra una poltrona..però qualcosa per evitare altri casi va fatto ...
 
  • Mi piace
Reactions: Paolore

Paolore

via col vento
13 Luglio 2012
2.009
1.926
55
albinea
Bici
Nevi titanio
Purtroppo in volata cose del genere sono sempre accadute e continueranno ad accadere. Premesso che chi chiude la traiettoria con manovre poco lecite é sempre colpevole, mi trovo in piena sintonia con molti ex prof che invece di di colpevolizzare Gronewegen, puntano il dito contro le transenne di carta velina usate nel giro di Polonia.
Sono due discorsi distinti. Uno non riguarda l' altro.
Non si tratta di colpevolizzare nessuno ma punire chi sbaglia sperando che nel futuro si sbagli meno.
 

faberfortunae

via col vento
30 Settembre 2011
7.486
4.696
Modena
Bici
sempre una in meno...
È una tua interpretazione o testualmente il regolamento dice così? Cmq mettiamo anche che tu abbia ragione e che non sia per ragioni di sicurezza, resta il fatto che chi è davanti non può cambiare traiettoria e se lo fa viene squalificato. Su questo non ci sono dubbi giusto?
è una mia interpretazione, ovviamente.
Certo che il cambio di traiettoria non è consentito. Tuttavia i corridori non corrono su binari e quindi è ben possibile che lo sbacchettamento della bici in una volata porti ad allontanarti dalla linea retta ideale.
Per questo a volte queste manovre in astratto vietate vengono tollerate.
Quando uno invece "la fa sporca" viene squalificato. Il limite è sottile: l'utilizzo dei gomiti per aumentare il volume e tenere gli avversari a distanza ne è l'esemplificazione. Attività lecita e consentita con mani sul manubrio, non più permessa se finalizzata ad ostacolare l'avversario. Chi può dire con certezza quando ricorra una o l'altra situazione? È difficile, difficilissimo dare giudizi.
Soprattutto in una fase della gara dove la concitazione è massima e non è detto che l'atleta riesca a mantenere lucidità e concentrazione per evitare di fare male a sé o ad altri. Alla base ci deve essere anche un minimo di fiducia. Se pensiamo che G sia partito con l'intenzione di fare cadere un avversario (eventualità che in passato, con altri protagonisti, si verificava purtroppo ) allora è inutile discutere. Se invece partiamo dalla prospettiva che G è un velocista, uno sprinter puro, forse il più forte in circolazione attualmente, e che corre come corrono tutti i velocisti ossia con tutto il bagaglio di astuzie e skills che poi diventano ISTINTO , allora capiamo che quel che è accaduto, pur nella sua dimensione illecita, va collocato in una dinamica di gara assolutamente normale.
Invocare il carcere significa non capire tanto di ciclismo o essere accecati dal rancore e/o dalla rivalità sportiva imho.
 

faberfortunae

via col vento
30 Settembre 2011
7.486
4.696
Modena
Bici
sempre una in meno...
Vietato . Stop. Ti do ragione al 100% . Chi non rispetta le regole deve essere sanzionato sempre. Questa e' la ( giusta e bella) teoria che e' presente anche in aspetti della vita molto piu' importanti che il Ciclismo. Cio' premesso , se ci guardiamo attorno , molto spesso dal piu' piccolo gesto di incivilta' a reati gravissimi quasi sempre cio' non capita. Un famosissimo avvocato poi a sua volta politico , nel difendere un ancora piu' famoso imprenditore diventato politico per la "salvezza dell'Italia" disse che " una buona prescrizione non si rifiuta mai" In un mondo civile ( dove i velocisti vanno dritti in volata , gli amatori non si dopano per vincere un salame ecc ecc ) una frase del genere avrebbe dovuto far scattare immediatamente una riforma dei tempi della giustizia. Mi pare invece che nessuno si sia neanche indignato . Conclusione ? Le regole sono fatte per essere infrante spesso impunemente oppure , dai piu' "furbi" sfruttate fino in fondo per avere un risultato esattamente opposto allo spirito della regola stessa. Buone volate
quanta inutile, ridondante retorica; per altro tu che invochi le regole sei il primo a violarle postando una riflessione con chiare allusioni politiche, e dal contenuto comunque eccentrico rispetto al tema di discussione. Succede sempre così coi "campioni della legalità". Perdonami non ce l'ho con te, ma con un certo modo di ragionare un po' qualunquistico. ciao
 
  • Mi piace
Reactions: samuelgol

123lorka

Apprendista Cronoman
8 Ottobre 2007
3.419
1.280
Croazia
Bici
Specialized, Tribam
Scusa ma una domanda. Secondo te perché il regolamento vieta ad un corridore di cambiare traiettoria in una volata di gruppo?
Non mi rispondere che lo fanno da sempre perché resta vietato lo stesso.
Il termine "cambiare traiettoria" e molto sottile e puo essere interpretato in vari modi. Non si puo "cambiare traiettoria" di quanto??? 20-30-50-80 cm????Ti ricordi il caso Sagan-Cavendish?

cavendish-sagan-caduta.jpg

Sembra non esserci ombra di dubbio che il gesto era "falloso"...eppure Sagan e la Bora ricorsero in appello e il TAS cosi concluse:

"Esaminati i documenti presentati al TAS, compresi i filmati che non erano disponibili al momento in cui la giuria di gara aveva squalificato Sagan, le parti hanno concordato che l'accaduto è da leggersi come sfortunato incidente non intenzionale e che i Commissari UCI avevano preso la loro decisione nelle migliori condizioni possibili al momento. Su questa base, le parti hanno convenuto di non proseguire i procedimenti giudiziari e di concentrarsi sui passi positivi che possono essere adottati in futuro..." Le parti chiusero la controversia con un accordo ma in sostanza il TAS concluse che la decisone dei giudici "fu affrettata"

L'unica VERA differenza e che al Tour c'erano transenne a "norma" se no Cavendish faceva la fine del povero Jakobsen
 

Maiella

Biker Maiellensis
28 Gennaio 2015
466
276
40
Abruzzo
Bici
Focus Izalco Max
Sono due discorsi distinti. Uno non riguarda l' altro.
Non si tratta di colpevolizzare nessuno ma punire chi sbaglia sperando che nel futuro si sbagli meno.

Il corridore della Jumbo ha sbagliato ed é stato punito, ma ripeto che episodi del genere in volata ci sono stati e sempre ci saranno. Ricordo l'incidente di Cipollini alla Vuelta di oltre 20 anni fa. In 20 anni quanti ne sono capitati di episodi del genere? E protagonisti a volte sono anche corridori molto leali (vedi Viviani con Moschetti al Giro dello scorso anno) . Ad ogni modo le transenne come quelle usate in Polonia sono scandalose, perché il cambio di traiettoria repentino in volata può anche non essere intenzionale, ma provocato da una manovra per evitare un'altra caduta e quindi del tutto istintivo.
 

samuelgol

Flughafenwächter
24 Settembre 2007
43.286
18.256
Bozen
Bici
Canyon Ultimate SLX. Nome: Andrea
Vietato . Stop. Ti do ragione al 100% . Chi non rispetta le regole deve essere sanzionato sempre. Questa e' la ( giusta e bella) teoria che e' presente anche in aspetti della vita molto piu' importanti che il Ciclismo. Cio' premesso , se ci guardiamo attorno , molto spesso dal piu' piccolo gesto di incivilta' a reati gravissimi quasi sempre cio' non capita. Un famosissimo avvocato poi a sua volta politico , nel difendere un ancora piu' famoso imprenditore diventato politico per la "salvezza dell'Italia" disse che " una buona prescrizione non si rifiuta mai" In un mondo civile ( dove i velocisti vanno dritti in volata , gli amatori non si dopano per vincere un salame ecc ecc ) una frase del genere avrebbe dovuto far scattare immediatamente una riforma dei tempi della giustizia. Mi pare invece che nessuno si sia neanche indignato . Conclusione ? Le regole sono fatte per essere infrante spesso impunemente oppure , dai piu' "furbi" sfruttate fino in fondo per avere un risultato esattamente opposto allo spirito della regola stessa. Buone volate
Arringa inutile e demagogica. Non c'è un solo post che abbia detto che la squalifica non fosse giusta.
Bugno devia a destra ma tra lui e le transenne ci passa un carretto trainato dai buoi... Non direi che è paragonabile a quella di Groenevegen.
Ti invito a rileggere meglio quanto ho scritto. È già chiaro.
 

Maiella

Biker Maiellensis
28 Gennaio 2015
466
276
40
Abruzzo
Bici
Focus Izalco Max

La dinamica della caduta in volata di Cipollini é molto simile a quella del povero Jakobsen. In Spagna nel '94 le transenne hanno funzionato e solo l'assenza del casco ha provocato più danni del dovuto a Mario Cipollini.
 

samuelgol

Flughafenwächter
24 Settembre 2007
43.286
18.256
Bozen
Bici
Canyon Ultimate SLX. Nome: Andrea

La dinamica della caduta in volata di Cipollini é molto simile a quella del povero Jakobsen. In Spagna nel '94 le transenne hanno funzionato e solo l'assenza del casco ha provocato più danni del dovuto a Mario Cipollini.
È di tutta evidenza che ciò che è successo a Jakobsen è solo parzialmente colpa di Groenewegen. La colpa va divisa con l'organizzazione della gara anche se Uci e compagnia stanno cercando il capro espiatorio di tutte le colpe.
Riguardo a Cipollini, uno che dopo una caduta di quel genere x anni è stato alfiere del no al casco, non merita di essere ascoltato.
 

Maiella

Biker Maiellensis
28 Gennaio 2015
466
276
40
Abruzzo
Bici
Focus Izalco Max
È di tutta evidenza che ciò che è successo a Jakobsen è solo parzialmente colpa di Groenewegen. La colpa va divisa con l'organizzazione della gara anche se Uci e compagnia stanno cercando il capro espiatorio di tutte le colpe.
Riguardo a Cipollini, uno che dopo una caduta di quel genere x anni è stato alfiere del no al casco, non merita di essere ascoltato.

Concordo su tutta la linea.
 

EZIO61

Gregario
16 Ottobre 2018
523
591
61
Villafranca d'Asti
Bici
Orbea
quanta inutile, ridondante retorica; per altro tu che invochi le regole sei il primo a violarle postando una riflessione con chiare allusioni politiche, e dal contenuto comunque eccentrico rispetto al tema di discussione. Succede sempre così coi "campioni della legalità". Perdonami non ce l'ho con te, ma con un certo modo di ragionare un po' qualunquistico. ciao
Ok , il fatto e' che sono vecchio , rincoglionito , nostalgico ecc ecc , ma Tu dimostrami che quello che ho scritto non e' vero. C'e' una regola che grossomodo dice "una volta lanciata la volata non si puo' deviare dalla traiettoria rettilinea impostata". "Sbanattare" ( piemontesismo) la bici durante il picco dello sforzo non significa cambiare traiettoria. Poi G piace anche a me , sono consapevole che a 75 all'ora cambiano le percezioni e tutto quello che vuoi ( ogni tanto qualche volata in gara la faccio ovviamente non a 75) , ma tutta sta gente che cerca le giustificazioni per l'infrangere le regole , non mi piace. P.S. il riferimento politico e' stato fatto per esemplificare utilizzando un fatto noto a tutti ( ?) ……. forse .
 
  • Mi piace
Reactions: Paolore

EZIO61

Gregario
16 Ottobre 2018
523
591
61
Villafranca d'Asti
Bici
Orbea
Arringa inutile e demagogica. Non c'è un solo post che abbia detto che la squalifica non fosse giusta.

Ti invito a rileggere meglio quanto ho scritto. È già chiaro.
Molti post pero' " minimizzano" e "deviano" parlando di transenne ed arrivo quando si argomenta di scorrettezza. Tutto vero ma sono due argomenti totalmente diversi. Le transenne ( ed evidentemente gli organizzatori in questo caso) hanno poco cervello ( per le transenne non e' colpa loro) il corridore ( poiché ci rischia del suo e fa rischiare ai suoi colleghi) dovrebbe dimostrarne di piu'. Pena comminata proporzionata al danno , anche nello sport. Togliere una vittoria o escludere da un giro evidentemente non e' sufficiente. LEGGO ANCHE CHE COMPORTAMENTI COSI' CI SONO SEMPRE STATI ……. io saro' anche demagogico , ma non mi sembra un grande argomento : " sempre stati" non necessariamente significa giusti o adeguati al mutare delle condizioni.
 
  • Mi piace
Reactions: golias and Paolore
Stato
Chiusa ad ulteriori risposte.