News Il gruppo Pon Holdings compra Cannondale e GT

gigadeath

Cronoman
9 Giugno 2011
736
120
Milano
Bici
Varie
Il "rischio" è solo che ci siano sovrapposizioni nel posizionamento dei vari brand - nel migliore dei casi il brand "doublon" viene riposizionato, nel peggiore smantellato.

Qui di doppioni qualcuno se ne vede. Sarà interessante vedere chi coltiveranno e chi metteranno nel sottoscala.
 
  • Mi piace
Reactions: golias

leandro_loi

Apprendista Scalatore
20 Luglio 2019
2.078
1
1.560
51
milano
Bici
mia
Il "rischio" è solo che ci siano sovrapposizioni nel posizionamento dei vari brand - nel migliore dei casi il brand "doublon" viene riposizionato, nel peggiore smantellato.

Qui di doppioni qualcuno se ne vede. Sarà interessante vedere chi coltiveranno e chi metteranno nel sottoscala.
Perchè dovrebbero riposizionare e smantellare quando sono tutti marchi che stanno in piedi. Una holding compra un brand quando ha delle chance di svilupparla e che gli porti profitto, non per affossarla. Che interessi avrebbe a comprare per affossare?
 

Ser pecora

Diretur
Membro dello Staff
16 Aprile 2004
17.814
8.143
96
dove capita
Perchè dovrebbero riposizionare e smantellare quando sono tutti marchi che stanno in piedi. Una holding compra un brand quando ha delle chance di svilupparla e che gli porti profitto, non per affossarla. Che interessi avrebbe a comprare per affossare?

A volte comprano dei marchi, magari perché sono inseriti in "pacchetti" di gruppi già esistenti e, come dice gigadeath, che se poi sono doppioni o le risorse per promuoverli sono limitate, uno dei marchi finisce affossato.
Il primo esempio che mi viene in mente è Legnano.

Poi ci sono casi di marchi che vengono comprati per essere inseriti all'interno di gruppi già esistenti e "ri-focalizzati" per sfruttare le sinergie del gruppo, ma stravolgendo il brand e, conseguenza non voluta, affossandolo. Esempio: Mavic.
 
  • Mi piace
Reactions: bianco222

gigadeath

Cronoman
9 Giugno 2011
736
120
Milano
Bici
Varie
Perchè dovrebbero riposizionare e smantellare quando sono tutti marchi che stanno in piedi. Una holding compra un brand quando ha delle chance di svilupparla e che gli porti profitto, non per affossarla. Che interessi avrebbe a comprare per affossare?

Che la quota investimento di marketing difficilmente viene riproporzionata in modo equo, specie tra brand che operano nella stessa identica nicchia. Le aziende non-manifatturiere che non fanno altro che gestire brand portfolios, finiscono sempre col crearsi figli di un dio maggiore da una parte e figli di un dio minore dall'altra.

Difficilmente si palleggeranno Cervelo Cannondale e Focus come se fossero tutti figli di un dio maggiore.

C'è anche tra gli animali, si chiama nest competition e spesso qualche pulcino ci lascia le penne. A meno che non rivendano qualcuno di questi brand nel medio periodo, per farci margine.
 
  • Mi piace
Reactions: golias

Ser pecora

Diretur
Membro dello Staff
16 Aprile 2004
17.814
8.143
96
dove capita
Che la quota investimento di marketing difficilmente viene riproporzionata in modo equo, specie tra brand che operano nella stessa identica nicchia. Le aziende non-manifatturiere che non fanno altro che gestire brand portfolios, finiscono sempre col crearsi figli di un dio maggiore da una parte e figli di un dio minore dall'altra.

Difficilmente si palleggeranno Cervelo Cannondale e Focus come se fossero tutti figli di un dio maggiore.

C'è anche tra gli animali, si chiama nest competition e spesso qualche pulcino ci lascia le penne. A meno che non rivendano qualcuno di questi brand nel medio periodo, per farci margine.

Già, e ad esempio lo si è visto proprio all'interno del gruppo PON, che quando ha acquisito Cervelo, l'ha messa "tra parentesi" per un po' in favore di Focus, per poi cambiare idea: cosi Cervelo è tornata nel WT e Focus è stata tolta.
 

espo

Novellino
31 Ottobre 2007
16
2
Se pensate che per il nuovo stadio di Milano spenderanno tra 1200 e 1500 milioni di euro tra stadio e area commerciale annessa non mi sembra una cifra abominevole 810 milioni per questi marchi...
 

leandro_loi

Apprendista Scalatore
20 Luglio 2019
2.078
1
1.560
51
milano
Bici
mia
Già, e ad esempio lo si è visto proprio all'interno del gruppo PON, che quando ha acquisito Cervelo, l'ha messa "tra parentesi" per un po' in favore di Focus, per poi cambiare idea: cosi Cervelo è tornata nel WT e Focus è stata tolta.
È importante che bici hanno i professionisti o che prodotti offrono i vari brand al pubblico?
 

leandro_loi

Apprendista Scalatore
20 Luglio 2019
2.078
1
1.560
51
milano
Bici
mia
Difficilmente si palleggeranno Cervelo Cannondale e Focus come se fossero tutti figli di un dio maggiore.

C'è anche tra gli animali, si chiama nest competition e spesso qualche pulcino ci lascia le penne. A meno che non rivendano qualcuno di questi brand nel medio periodo, per farci margine.
Che convenienza hai ad acquistare un brand per affossarlo? Spendi un fracco di soldi, e quando lo hai affossato speri di convertire agli altri brand del tuo gruppo il 100% della clientela? Hai speso una cifrona per ottenere meno.
Non ti conviene sviluppare quel brand per far sì che rubi in futuro quote di mercato anche ai brand non facenti parte del tuo gruppo?
 

leandro_loi

Apprendista Scalatore
20 Luglio 2019
2.078
1
1.560
51
milano
Bici
mia
Mi sembra di si, visti gli investimenti relativi e quello che poi fanno gli amatori che comprano.

Relativamente al target, si intende. Perché poi ci sono i prodotti che si vendono per puro storytelling e che prescindono dai pro.
Io credo che queste teorie dovrebbero essere supportate da dei dati di vendita che evidenzino la flessione dell'appeal di un brand quando esso viene tolto dal WT.