Mini4wdking

via col vento
22 Novembre 2006
10.227
3.729
41
Piacenza
twitter.com
Bici
Canyon Ultimate CF Dura Ace
Comunque voglio scrivere la mia esperienza di foratura con i tubeless.
Fortunatamente sono una persona che non so perché ma foro davvero poco. Una o due volte l'anno… non so perché, forse per il fatto che non esagero in discesa e guardo sempre dove metto le ruote.
Fatto sta che sabato scorso, ero con le vecchissime (2014) Shimano RS-81 TL (15C chiaramente), con Schwalbe Pro One 23mm. Lattice Schwalbe Doc Blue inserito quando ho montato il copertone circa 9 mesi fa (d'inverno non uso queste ruote, poi sappiamo bene che abbiamo fatto 2 mesi di rulli...). Gonfio 6atm davanti e 6,2atm dietro.
Ero sulla terza salita, nel punto più lontano da casa e sento ad un tratto psss psss psss, ritmico dalla ruota posteriore.
Mi fermo subito e fontanella di lattice. Metto su il dito sul forellino e lo tengo 30 secondi… tolgo il dito e non perde. Asciugo con il dito la gomma, e vedo che non esce più nulla. Mi avvicino con il naso e la bocca per sentire eventualmente aria, e sembra non uscire nulla. Tasto la pressione con le dita, e stimo 5atm residue...
Decido di ripartire così come sono, tenendo d'occhio la ruota. Finisco la salita e non noto cali di pressione, mi fermo in cima a mangiare e tasto la gomma, e sento ancora le 5atm...
Faccio la lunga e bella discesa piano (13,5km) e arrivo nel paese in fondo, dove mi fermo dal benzinaio e con il raccordo che mi porto dietro, chiedo di gonfiare...
Il manometro segna 5atm: porto la ruota a 6atm (era la pressione massima del compressore di quel benzinaio…) e riparto, verificando che non perde nulla.
Riparto e dopo 5/6km ci sarebbe stato l'imbocco dell'ultima salita che avevo in programma… do uno sguardo alla ruota, e siccome è ancora gonfia decido di farla, e di terminare il giro come avevo programmato.
Ho fatto in totale circa 70km, dalla foratura a casa, con 1 salita e mezza e 2 discese e son arrivato a casa senza altri interventi.
Controllo la gomma, un filo era scesa, stimo 5,5 atm.
Niente, parcheggio la bici così com'è, dopo rapidissima pulizia con detergente, per togliere il lattice schizzato sul tubo verticale. Domenica ho usato il muletto perché piovigginava… oggi tasto la gomma è ancora così come l'ho lasciata, allora gonfio a 6,2 atm, faccio il mio giro da 60km mattutino con salitella, e torno, perfettamente gonfio.
Negli ultimi km del giro di sabato, deve essersi sigillato del tutto, perché ora non è più visibile nulla sul battistrada, neanche il forellino. La gomma sembra essersi incollata.

Ecco, chi è talebano dei copertoncini, legga questa esperienza.

E si tratta di:
- ruote "vecchie", fra le prime in assoluto a montare tubeless
- copertoni vecchio modello, e "leggeri" pensati per la prestazione più che per la protezione (microskin, tecnologia di schwalbe non è nota per grandissima resistenza alla foratura)
- lattice del 2014, quando 9 mesi fa l'ho messo in quella ruota ho finito la bottiglia comprata a suo tempo con le ruote. Inoltre il Doc Blue è di tipo "liquido" che a detta di molti ripara meno bene rispetto agli schiumosi o a quelli più moderni con micro particelle.

Ho altre ruote nuove, le Ksyrium PRO UST con Mavic Yksion/Hutchinson performance con lattice con microgranuli... immagino solo come possano essere "inarrestabili" queste ruote!
 
Ultima modifica:

Bonus79

Passista
27 Gennaio 2010
4.171
1.148
Romagna
Bici
Cervélo R3

yagone64

Apprendista Cronoman
29 Settembre 2015
2.705
2.767
Elblag (Polonia)
Bici
Cervelo' R3 gruppo Ultegra 6800 , BMC Roadmachine 02 Ultegra 6800
  • Mi piace
Reactions: 77bebe77 and Uzeda

terzuya

Velocista
26 Settembre 2005
4.997
1.694
Sono in prossimità dei 4000km al posteriore del mio hutchinson performance. Il copertone presenta dei bei tagli (2 forature riparate dal lattice, ad una ho messo toppa interna) però stranamente non ci sono le classiche macchie di umido che si presentano di solito a fine vita del copertone.
Mi sa che hanno cambiato qualcosa nella mescola del battistrada, infatti risultano più plasticosi rispetto al passato.
 

serva86

Apprendista Scalatore
26 Novembre 2014
1.920
623
trecastelli AN
Bici
Scott addict rc15 HPC186 THUNDER tsunami carbon progect bottecchia rc2aviator
La mia sorpresa era dovuta al fatto che i Conti (ottimi preumatici... sono ormai di non ultima generazione mentre i Pirelli sono entrati da poco sul mercato e sono stati incensati da molti come veramente buoni/top).
Premetto che non ho provato nessuno dei 2...ed i Pirelli erano fra i miei possibili prossimi tubeless o-o
Forse tu intendi i Pirelli p zero race
 

golias

Ammiraglia
28 Marzo 2018
16.010
9.094
.
Bici
mia
Ciao a tutti,
volendo ripristinare le ruote tubeless dalla stagione estiva passata ieri ho smontato il copertone e pulito il tutto..c'era ancora quache goccia di lattice.
ho svitato il frutto valvola e e poi rimontato il tutto .. la combinazione è vittoria corsa tlr su cerchione miche neon.
Con mio grande stupore il copertone è salito su con grande facilità a mano.
Tuttavia due cose mi hanno lasciato perplesso:
1. volevo smontare la valvola per provare a vedere cosa fare in caso di foratura non riparabile e montando una camera.
Ebbene non ho capito come farlo .. mi sembrava sigillata al cerchio e non si muoveva neppure spingendola in giù.. non ho forzato non sapendo bene ma credo che un metodo debba esserci.
2. rimontato il tutto ho provato per curiosita a gonfiare senza aver aggiunto lattice , perche il mio era uno smontaggio propedeutico..,, ho provato a pompare con la pompa a pedale ma col cappero che si gonfiava .. neanche di mezzo bar..
mi pareva che il tallone della gomma non aderisse per nulla al bordo del cerchio
E' normale? come fare al caso?
Una volta che smonti coperture latticizzate.. tocca poi pulirne i bordi, pena difficoltà o impossibilità nel rimontaggio e conseguente mancata tallonatura, prova a pulire per quel che puoi i talloni dal lattice rappreso e insapona bene.. se non ci riesci l'unica è montare una camera e poi toglierla cercando di non far stallonare l'altro lato.
Per la valvola immagino tu abbia svitato la ghiera che la tiene in sede.. se si devi premere parecchio perchè anch'essa con il lattice si blocca.
 
  • Mi piace
Reactions: Husqymax

PKMic

Apprendista Passista
28 Settembre 2018
1.144
1.434
B
Bici
T

Mettendo i dati in un simulatore per il test di 20 Km in salita, con 3.5 w/kg si sale circa a 12.5 Km/h; mettendo la resistenza delle coperture come da tabella a destra (rimodulata ipotizzando che siano dati intorno ai 30 Km/h, vedi bike rolling resistance) si vede che per giustificare 1'25'' dal test Bora Ultra riferito a Bora One, ballano circa 4 W.

Questi 4 Watt sono interamente riconducibili alla peggior resistenza del tubolare scelto, in confronto al GP5000 TLR.

Su un test del genere, su 245 Watt, in salita a 12 Km/h ne vanno circa 216 per la gravità, 22 per gli attriti meccanici, e solo 7 per l'aerodinamica (compreso ciclista e bici).

In questo caso se ci fossero state le peggiori ruote cinesi con Vittoria Corsa Speed TLR (7 W di rolling resistance), probabilmente avrebbero fatto meglio delle Bora Ultra WTO.

Per la seconda prova non sto a far di conto, se si vuole fare un test serio si deve cambiare solo un parametro alla volta, questo è un mischione che serve solo a far casino.

Non è una critica a chi lo ha pubblicato, ma i dati vanno analizzati con cura.
 
Ultima modifica:

Tony 96

Velocista
5 Maggio 2016
5.208
2.031
Torino
Bici
S-Works Tarmac - Caad 12
Secondo me dei Pirelli bisogna anche guardare il costo, per un set si spendo 120-130 euro, mentre per un Continental bastano “solamente” 90€. Una bella differenza, considerando poi che gli altri competitors hanno prezzi di gran lunga più bassi, Veloflex, Hutchinson, Goodyear ecc.
 
  • Mi piace
Reactions: ilGiuni

pianopiano

Apprendista Passista
2 Febbraio 2013
1.052
107
Bici
Canyon cf sl 9.0
È andata, forse è stato il ed 40 che prima non usavo.
Grazie a tutti davvero.

Ora speriamo che funzionino ancora, che non perdano come ha scritto un amico, dopo averli tolti!
Grazie
 
  • Mi piace
Reactions: Boooooo

luigi_g

Apprendista Velocista
7 Giugno 2019
1.348
653
Zurigo
Bici
Colnago VR3s/Pinarello Grevil/Specialized Tarmac
Devi fare il contrario.
Il nuovo all'anteriore, che è quello che "comanda" in curva e in frenata, e l'altro (che con 1400 km è praticamente quasi nuovo) al posteriore.
Io li inverto così una volta all'anno all'inizio della bella stagione, da cinque anni, o per meglio dire butto il posteriore, l'anteriore lo metto dietro e ne metto uno nuovo davanti.
Per curiosità cosi' facendo a te quanto dura una gomma nuova che metti prima davanti e poi sposti dietro fino a fine vita?
 

bonny92

Passista
16 Luglio 2017
4.689
3.628
29
Franciacorta, oddio un pò più in giù!
Bici
Canyon ultimate cf sl disc 8.0 & Cannondale F29 team
Ho montato l'altro giorno dei hutchinson galaktic 5 fatto due giri e tutto bene, oggi mentre controllavo la pressione mi sono accorto che la minima la consigliano a 7 e la massima a 8. Ma se gonfio di meno tipo 6.5 secondo voi si danneggia il copertone?
No...
 

golias

Ammiraglia
28 Marzo 2018
16.010
9.094
.
Bici
mia
per la cronaca passi l'utilizzare un cerchio non tubeless (o tlr) ma mai il copertoncino: quelli tradizionali sono più leggeri nella spalla che è sottile come un foglio di giornale tanto c'è la camera d'aria gonfiata a sorreggere le sollecitazioni. Inoltre hanno il tallone non dichiarato inestensibile (l'inestensibilità è garanzia di non stallonamento condizione obbligatoria ad esempio nei cerchi hookless, senza bordino di ritenzione)
o-o
 

kikhit

Velocista
21 Dicembre 2004
5.487
2.005
tra torinese e pinerolese, un po' qui e un po' lì
www.thegroupmtb.it
Bici
una bitumiera e altri aggeggi a pedali con due ruote più o meno grasse
ora volevo smontare l'anteriore perchè la valvola della camera fa le bizze, ma non riesco in alcun modo a stallonarla con le dita, neppure usando un leva copertura, nulla di nulla. quando l'ho montato ho messo solo un filo di acqua saponata per farlo salire e stop.
avete consigli?
grazie in anticipo

Prova a spingere il tallone non solo verso l'interno del cerchio, ma anche a tirarlo verso l'alto in modo da fargli superare il dentello interno. Non serve forza eccessiva, devi azzeccare il movimento giusto, poi dalle volte successive non avrai più problemi. Come ti han detto, puoi anche provare con una punta di wd40.

Tempo fa era stato anche postato un video realizzato da "ei fu mini4wdking" dove spiegava bene come smontare copertone da cerchio mavic ust, se lo ritrovi, segui i suoi consigli.
 
  • Mi piace
Reactions: ELBAMAN and andry96

Boooooo

Apprendista Velocista
2 Settembre 2016
1.271
530
PU
Bici
da corsa :)
non vedevo l'ora per tirare fuori i miei appunti :mrgreen: (ci sono passato varie volte con dei cerchi carbon terribili) con il metodo pinze non ho mai fallito (poi ho scoperto il WD40....)

stallonare il copertoncino può essere più complicato del previsto poiché si “ancora” saldamente sul cerchio (non tanto a causa del sigillante ma proprio per l’accoppiamento perfetto cerchio/copertone)

  1. (dal forum) spingere contemporaneamente con le 8 dita delle due mani (tutte ad eccezione dei pollici) puntando i pollici dall'altra parte sul cerchio e tenendo le 8 dita allineate sul bordo del copertone vicino al tallone. In questo modo si spinge contemporaneamente un tratto di oltre 10cm di copertone e non solo in un punto come si farebbe se spingendo con i due pollici allineati.
    NOTA/AGGIORNAMENTO MIO: questo metodo è peggio ancora non si riesce a fare la stessa forza che si farebbe con i pollici che tra l’altro possono essere usati coprendo una porzione ampia di copertone quindi con lo stesso principio del metodo suggerito. Se i pollici sono indolenziti o comunque come tecnica alternativa molto valida possiamo usare i palmi delle mani “per arricciare” il copertone, ruota da tenere in verticale e con le mani da tenere separate 20 cm (sempre per il principio di spingere il copertone su un tratto più ampio possibile)
  2. Raccogliere le energie per uno sforzo unico di pochi secondi spingendo il copertoncino verso l'interno del canale con entrambi i pollici in posizione ravvicinata tra loro (5 cm cioè in maniera da fare più forza possibile in un punto)
  3. Cambiare punto di pressione; in alcuni punti l’accoppiamento cerchio/copertoncino potrebbe essere più lasco
  4. Spruzzare nel tallone ancorato un prodotto con elevata capacità penetrante e sbloccante come il WD40 (tra l'altro si spande da solo per 20 cm se teniamo la ruota in verticale). In alternativa olio di vasellina o minerale? Cospargere il cerchio fin dall' installazione del pneumatico aiuterà anche quando sarà ora di stallonare? (non credo si corra il rischio che scappi via dal cerchio se sono del tipo con il bordino di tenuta)
  5. Quando manca un tallone da stallonare si può tirare verso il basso come in foto: ebbene è più efficace della pressione con i pollici (che se indolenziti ringraziano!). Probabilmente non si farà più forza ma permette di aprire l’interstizio per una lunghezza maggiore. NOTA: continuando a tirare verso il basso si farà uscire il copertone dal cerchio tecnica quindi utile in generale per smontare dal cerchio un qualsiasi copertone 1628062279500.png
  6. Usare un paio di classiche pinze da elettricista (probabilmente vanno bene anche le tenaglie) per disarcionare il copertone: l’obiettivo non è questa volta spingere i talloni verso il canale del cerchio ma disarcionare un tallone alla volta usando la pinza a mo’ di cavatappi per aprire una bottiglia di birra. Non servirà molta forza e soprattutto per stare sicuri di non rovinare niente (purtroppo bisogna fare leva sul cerchio) interporre un pezzo di stoffa tra la pinza e il copertone.
 
  • Mi piace
Reactions: ELBAMAN and luigi_g

sheik yerbouti

Maglia Iridata
8 Dicembre 2013
13.970
5.652
Bici
disc
Però se tu vai a comprare una bici di una qualsiasi marca hai al 99% una ruota con canale 21 minimo, su cui dovresti montare, secondo tabella ertro, delle 35mmm che però non stanno sulla bici.
Quindi la tabella ertro è impraticabile.
questo delle ruote da 21 su tutte le bici non so dove l'hai vista o letta, se prendo una bici nuova da n° mila euro ci farò mettere sotto le ruote che voglio io, non quelle che mi vuole rifilare il negoziante,