info alan carbonio alluminio

ordi91

Novellino
5 Maggio 2012
64
0
Treviso
Bici
pinarello prince sl
Ciao a tutti, è da tempo che voglio prendermi una alan.
vado matto per i loro telai in alluminio a congiunzioni...
Bene, detto questo ho trovato 2 bici complete:
bici 1
telaio alan tubi carbonio con congiunzioni alluminio misura 50x51,
montata c record con manettini sull'orizzontale e freni cobalto, perfetta
prezzo 400 euro
bici 2
telaio alan (rimarchiato Temporin) tubi carbonio congiunzioni alluminio misura 52x53
montata 105 8v con comandi al manubrio,
l'unica cosa che mi convince poco sono i passacavi del freno post che ci sono sul tubo orizzontale,
in tutte le alan carbonio che ho visto sono messi in alto (che guardano il cielo per capirci..) questi sono messi in basso( che guardano il terreno). E' una cosa normale oppure si potrebbe pensare che il tubo in carbonio è stato girato di 180 gradi rispetto alla sua posizione originale?
prezzo 275


Io sono alto 1,68 quindi penso che il 50x51 sia giusto per me ma potrei anche adattarmi bene al 52x53 voi che dite?

voi cosa fareste in questo caso?
Ci tengo a precisare che sono i 400 euro che mi fermano molto, sono uno studente per cui sono una barca di soldi per me...
sono anche a conoscenza che il c record è un gruppo molto cercato da collezionisti e il 105 per nulla... quindi sarebbe comunque un investimento furbo
 

 

minaroby

Maglia Iridata
24 Febbraio 2007
12.070
281
ai domiciliari
Bici
con rotelle
le opzioni da te indicate porterebbero ad una decisione logica,prendere la bici 2 e la vedo anche più giusta come misura,per essere alto 1,68 avrai il cavallo attorno i 75/80 per cui credo che una 50/51 possa essere un anticchia piccolina,se invece guardiamo l'aspetto bdc io prenderei l'opzione 1 perchè mi piace di più e perchè anni fa ne ho posseduta una.
roby.
 

ordi91

Novellino
5 Maggio 2012
64
0
Treviso
Bici
pinarello prince sl
Ora come ora possiedo una bici in acciaio chè è un 49x50 e mi ci trovo molto bene anche perchè mi piace molto il fuorisella alto...
una pinarello prince sl che fa mi pare 50x52,5 e anche con quella mi trovo bene( questa è quella che uso per fare i giri seri).
Quella in acciaio la uso per andare in città oppure per gite domenicali assolutamente non impegnative tipo giro vicino al fiume con morosa per capirsi, il cavallo ho circa 74,75 se non ho sbagliato la misura
 

ordi91

Novellino
5 Maggio 2012
64
0
Treviso
Bici
pinarello prince sl
La misura è quello che meno mi interessa nella scelta tra le due bici sia per il fatto che sono molto vicine tra loro sia per il fatto che non la userei per fare gare o cose impegnative quindi anche se è lunghetta o cortina non sarebbe un grosso problema...
Quello che mi incuriosisce e allarma un pò è il fatto dei passacavi in posizione insolita almeno dalle foto delle altre alan che ho trovato in rete.
In più c'è ilo fattore gruppo, un 105 non vale molto sia a livello monetario sia a livello prestigio, diciamo che il c record è un altra cosa...
 

EL_ZIO

Pedivella
22 Ottobre 2011
305
7
Vicenza
Bici
liotto super e altre
Per 125 euri io prenderi il c-recerd con i freno cobalto, che è come avere un assegno circolare in tasca, quando vuoi te li riprendi i tuoi soldi .
 

gattonero

Princeps Mechanicorum
2 Agosto 2004
8.997
171
46
London, Nxxxx
velospace.org
Bici
Cinelli Supercorsa,MysticRats,HotRats,SoftMachine,Proxima ¦Scapin Blato¦Condor W.S.¦Brompton¦Peugeot
Occhio che il telaio sia "sano" e non stia per scollarsi. Non voglio fare il menagramo, ma se é tenuto male é bene fare un accurato controllo
 

mamoto61

Pignone
24 Luglio 2009
178
6
BASSANO
Bici
CANNONDALE COLNAGO DE ROSA BARCO
Prendi il carbonio c record, conosco il venditore ed è ottima scelta il telaio è messo molto bene, piccola chicca, era una bici appartenuta ad Ottavio Pacagnella ex pro e pluri campione Io-otaliano di ciclocros
 

rifredo

Novellino
23 Febbraio 2019
7
2
60
Ozzano dell'Emilia - Bologna
Bici
da corsa
Ciao a tutti, ho bisogno di un pò di aiuto: possiedo un telaio Alan Rc 25 che ha circa 30 anni di vita e lo vorrei rimettere in strada.
Si tratta di uno di quei telai che Alan (noto costruttore padovano) produceva negli anni novanta i quali erano molto innovativi per quel periodo: le tubazioni in carbonio ( tra le prime per quegli anni...) venivano raccordate tra loro con delle congiunzioni in alluminio alle quali venivano "incollate" (naturalmente con delle colle speciali...). il telaio stava insieme in quel modo non vi erano saldature....
A questo punto, dopo questa breve storia raccontata ai più giovani che magari non tutti conoscono, mi rivolgo a tutta la platea che visita questo forum: il mio problema è che in alcuni punti del suddetto telaio i tubi si sono scollati dalle congiunzioni (cosa abbastanza naturale per un telaio di più di 30 anni che durante la sua esistenza non è stato trattato proprio coi guanti...), per cui andarci in giro non è il massimo del piacere (oltrechè pericoloso...).
Conoscete qualcuno competente dalle vostre parti che potrebbe interessarsi al mio problema? o ancora meglio ripararmi il telaio se mi conviene?
Saluti!
 

bradipus

Moderator
Membro dello Staff
23 Luglio 2009
24.122
5
8.168
Bugliano
Bici
qualunquemente
Ciao a tutti, ho bisogno di un pò di aiuto: possiedo un telaio Alan Rc 25 che ha circa 30 anni di vita e lo vorrei rimettere in strada.
Si tratta di uno di quei telai che Alan (noto costruttore padovano) produceva negli anni novanta i quali erano molto innovativi per quel periodo: le tubazioni in carbonio ( tra le prime per quegli anni...) venivano raccordate tra loro con delle congiunzioni in alluminio alle quali venivano "incollate" (naturalmente con delle colle speciali...). il telaio stava insieme in quel modo non vi erano saldature....
A questo punto, dopo questa breve storia raccontata ai più giovani che magari non tutti conoscono, mi rivolgo a tutta la platea che visita questo forum: il mio problema è che in alcuni punti del suddetto telaio i tubi si sono scollati dalle congiunzioni (cosa abbastanza naturale per un telaio di più di 30 anni che durante la sua esistenza non è stato trattato proprio coi guanti...), per cui andarci in giro non è il massimo del piacere (oltrechè pericoloso...).
Conoscete qualcuno competente dalle vostre parti che potrebbe interessarsi al mio problema? o ancora meglio ripararmi il telaio se mi conviene?
Saluti!
è un problema abbastanza noto per i telai dell'epoca con tubi in carbonio e congiunzioni in alluminio (ed anche per gli Alan / Vitus con i tubi in alluminio).
molti hanno risolto il problema bucando i tubi all'altezza delle congiunzioni (a metà dalla distanza tra le parti terminali dei due elementi) ed inserendo dei rivetti.
se ne parlava proprio oggi in un'altra discussione, dove puoi vedere una foto: https://www.bdc-mag.com/forum/t/ciclisti-over-50-vol-2.258989/page-93#post-6935973
 

FrancoNero

Pignone
30 Novembre 2016
278
41
Bici
Trek
Secondo me girare con un telaio rappezzato cosi e' da pazzi, anche perche un giorno ci molla da una parte, domani puo mollarci da un altra. Poi uno di se fa quel che vuole. Gli alan per me son belli solo da vedere.
 
  • Mi piace
Reactions: Cancelliere

molo70

Apprendista Passista
15 Giugno 2014
945
122
Parma
Bici
Vitus 992 - Olmo Link - Cinelli Proxima - Alan super record - Colnago Altain - Giant Cadex CFR1
Ciao a tutti, ho bisogno di un pò di aiuto: possiedo un telaio Alan Rc 25 che ha circa 30 anni di vita e lo vorrei rimettere in strada.
Si tratta di uno di quei telai che Alan (noto costruttore padovano) produceva negli anni novanta i quali erano molto innovativi per quel periodo: le tubazioni in carbonio ( tra le prime per quegli anni...) venivano raccordate tra loro con delle congiunzioni in alluminio alle quali venivano "incollate" (naturalmente con delle colle speciali...). il telaio stava insieme in quel modo non vi erano saldature....
A questo punto, dopo questa breve storia raccontata ai più giovani che magari non tutti conoscono, mi rivolgo a tutta la platea che visita questo forum: il mio problema è che in alcuni punti del suddetto telaio i tubi si sono scollati dalle congiunzioni (cosa abbastanza naturale per un telaio di più di 30 anni che durante la sua esistenza non è stato trattato proprio coi guanti...), per cui andarci in giro non è il massimo del piacere (oltrechè pericoloso...).
Conoscete qualcuno competente dalle vostre parti che potrebbe interessarsi al mio problema? o ancora meglio ripararmi il telaio se mi conviene?
Saluti!

Hai già provato ad esporre il problema direttamente ad Alan?
 

Cancelliere

Apprendista Velocista
24 Dicembre 2011
1.434
246
68
Firenze
Bici
Daccordi, CoppiMasciaghi, Aquila, Atala, ColnagoSport?, Montelatici
Secondo me girare con un telaio rappezzato cosi e' da pazzi, anche perche un giorno ci molla da una parte, domani puo mollarci da un altra. Poi uno di se fa quel che vuole......
quoto
se un incollaggio ha cominciato a cedere per vecchiaia, anche gli altri probabilmente saranno lì-lì per cedere :scassat:
Per usarla in sicurezza andrebbero ripassate (= smontate, controllate, ripulite e re-incollate) tutte le congiunzioni
 
Ultima modifica:

rifredo

Novellino
23 Febbraio 2019
7
2
60
Ozzano dell'Emilia - Bologna
Bici
da corsa
Mi piacerebbe ripararlo, perchè è un pezzo di storia, io quando lo acquistai a quei tempi correvo da amatore e ci vinsi parecchie gare, era una scheggia... se trovassi da ripararlo (non facendolo stare insieme con dei rivetti) mi piacerebbe che fosse un lavoro fatto in regola: aperto, incollato e richiuso....
 

molo70

Apprendista Passista
15 Giugno 2014
945
122
Parma
Bici
Vitus 992 - Olmo Link - Cinelli Proxima - Alan super record - Colnago Altain - Giant Cadex CFR1
Io proverei a sentire chi tratta carbonio; sicuramente non è un problema scollarlo visti gli anni, il problema è reincollarlo con prodotti adeguati...
 

morcal

Pedivella
4 Novembre 2012
342
365
TORINO
Bici
Pinarello FP4
Anche se puo' sembrare poco intuitivo, la parte piu' difficile e' sfilare i tubi dalle congiunzioni in quanto occorrerebbe sfilarli tutti contemporaneamente ed invece quelli piu' soggetti ad allentamento sono i due foderi orizzontali ( specialmente il sinistro) ed i tubi che convergono nel nodo movimento centrale. Gli altri normalmente sono ancora serrati, nonostante i 30 e piu' anni dall'assemblaggio. Ed i due foderi orizzontali non vengono via facilmente a mano, occorre utilizzare degli estensori ed avere moolta pazienza. Una volta sfilati, carteggiarli per togliere i residui della precedente resina epossidica non e' difficile.
Dopo avere rimesso un nuovo collante bi-componente ( dal ferramenta), l'assemblaggio si fa riutilizzando al contrario gli stessi estensori ed anche servendosi di una cinghia con fibbia a martinetto ( quella che si usa per serrare i bagagli sui portapacchi, si compra a 10€ dagli accessoristi auto). Sfilare tutte le congiunzioni non e' una buona idea a meno che non si disponga di una dima per il riassemblaggio, altrimenti sorgono problemi di riallineamento dei singoli tubi. @rifredo : i rivetti vengono utilizzati non tanto per assicurare la tenuta del montaggio ( lo fa l'adesivo epossidico ) anche se con i rivetti si montano i pannelli degli aerei ( guardate le ali dell'aereo quando vi capita di volare ) , bensì come indicatori per segnalare ( se cominciassero a ballare ) che le giunzioni si stanno allentando ed evitare sfilamenti improvvisi. Salvare un buon telaio a cui si e' attaccati e' sempre un'operazione che vale la pena di fare,
a mio modesto avviso, se se ne hanno le capacita' ed un minimo di manualita'.

IMG_20200705_180019.jpg IMG_20200706_220635_HDR.jpg
 
Ultima modifica:
  • Mi piace
Reactions: bradipus

rifredo

Novellino
23 Febbraio 2019
7
2
60
Ozzano dell'Emilia - Bologna
Bici
da corsa
I suggerimenti che mi hai dato sono interessanti, il problema è come fare ad aprire il telaio senza fare più danni di quanti già ne ha: il sistema degli estensori mi piace, posso provare...
Mi sembra di capire che tu ci sei abbastanza "dentro", e magari hai fatto o hai visto fare una operazione del genere. Ti sottopongo questa domanda: ho controllato il mio telaio i due tubi orizzontali dei forcellini posteriori "sembrano" ben incollati alla "scatola" del movimento centrale, idem per il tubo obliquo che si interseca anche quello nella parte anteriore della "scatola" sopracitata, il tubo scollato è il tubo piantone quello che arriva dalla sella. Per arrivare a quel tubo, dovrei sfilare tutti gli altri quindi? La manualità non mi manca ed ho un pò di attrezzatura: potrei anche realizzare una dima provvisoria prima di iniziare a smontare, il problema è da dove cominciare e trovare il collante giusto, per non fare un lavoro inutile. Non è neanche una questione monetaria.... Grazie