News La catena reinventata

marco

Diretur
Membro dello Staff
16 Aprile 2004
2.222
937
Monte Bar
www.bdc-mag.com
Bici
veloci e lente
La catena della bicicletta è uno dei pochi componenti a essere rimasto pressoché invariato da quando è stato inventato... almeno fino a oggi. La taiwanese Taya Chain ha presentato una catena rollerless, in pratica priva dei rullini di cui sono dotate tutte le catene attualmente in commercio. La maglia interna...
Leggi tutto...
 

Kostola

Pedivella
24 Novembre 2018
459
172
49
italia
Bici
la mia
Così sembra tutto perfetto (come tutte le presentazioni di nuovi prodotti rivoluzionari) .
Ma se il perno non ruota come i rullini utilizzati attualmente non aumentano gli attriti ???
Se si vuole utilizzare una falsa maglia o si è costretti ad utilizzare lo smaglia catena e rimontarla ???
 
  • Mi piace
Reactions: longjnes

maxleran

Gregario
9 Marzo 2012
586
255
Lodi
Bici
bdc cannondale systemsix HM Di2 - S6evo HM teamreplica 2014 \ GT GTR 2 - mtb Canyon GC CF-SLX 29 8.9
In effetti non avendo un rullino che può ruotare riducendo l'attrito dell'ingaggio denti corona e pignone, l'usura avviene tutta tra incavo ingranaggi e catena, invece di cambiare periodicamente la catena toccherà cambiare assiduamente corone e pignoni.
Non credo sia una vera innovazione, tutt'altro.
 

samuelgol

Flughafenwächter
24 Settembre 2007
43.286
18.256
Bozen
Bici
Canyon Ultimate SLX. Nome: Andrea
"""La costruzione rollerless, secondo quanto dichiara Taya, riduce drasticamente l’allungamento della catena, la cui causa principale sono i rullini stessi, riduce il peso complessivo e aumenta la rigidezza laterale della catena che diventa quindi più precisa."""

...........e la bici risulta più scorrevole, rigida e reattiva nei rilanci lo vogliamo dire? :==
 
  • Mi piace
Reactions: Brubdcforum

Zac36100

CANCELLO
29 Settembre 2012
2.368
1.185
VICENZACENZA
Bici
WINSPACE GOTOBIKE / fm056 29er
interessante il trattamento di PFD con DLC, qualcosa si era già visto.
Buona l'idea, il prezzo sarà folle e, come già asserito da @maxleran ci sarà più sforzo su corona/pignoni

Perchè in MotoGP non la stanno già usando?
 

bis

Maglia Amarillo
1 Marzo 2011
8.328
363
67
Besana in Brianza
Bici
Casati Ellisse II, Specy SJ FSR, Cervélo R3 2013
Secondo me l'allungamento delle catene attuali dipende maggiormente dall'ovalizzazione dei fori presenti sulle semimaglie interne.
Peraltro, rispetto alle catene, nove o dieci velocita', gia' le undici hanno fori molto piu' curati e infatti s'allungano meno.
Il rullo ruota sui supporti presenti nelle semimaglie interne e quindi ogni volta che lascia un pignone o ingaggia una corona, la rotazione (maggiore su corone o pignoni piccoli) genera attrito tra il rullo e i supporti. Questa condizione alla lunga danneggia la catena e certamente meno i denti di pignoni e corone. Sono qundi d'accordo con maxleran che ipotizza un maggior consumo dei denti per via dell'assenza dei rulli.
 
  • Mi piace
Reactions: longjnes

Ser pecora

Diretur
Membro dello Staff
16 Aprile 2004
18.768
10.461
96
dove capita
Ma se il perno non ruota come i rullini utilizzati attualmente non aumentano gli attriti ???

Si, infatti è il motivo per cui si sono imposte le catene "roller". La prima l'ha inventata lo svizzero Hans Renold nel 1860, prima si usavano quelle rollerless. La più famosa per bici era la Humber, che poi è stata implementata in svariati modelli tra cui quelle autolubrificanti con olio interno.

1889-Humber-Fittings-Crossframe-13.jpg


Chiaro che ora si possono migliorare le cose con le tecnologie attuali. Ad ogni modo le catene rollerless sono usate da tempo in varie applicazioni, tipo nei sollevatori dei muletti.
 
  • Mi piace
Reactions: ezio79

martin_galante

Apprendista Velocista
24 Ottobre 2017
1.391
1.278
Russia, eh già
Bici
Merida
Il prodotto e' uscito due anni fa come catena celebrativa per i 50 anni dell'azienda
e secondo me non era un prodotto pensato per la produzione di massa. Puo' darsi che abbiano cambiato qualcosa, puo' darsi che abbiano solo rilanciato il prodotto.

Le catene rollerless non sono pero' "la catena reinventata", in quanto sono utilizzate da sempre in altri ambiti, anche se con pesi ben diversi. Infatti trovo un po' strano che a produrre una versione per bici sia un'azienda che produca solo catene per bici, e non una che magari commercializzi pure moto o heavy-duty. Inizialmente ho pensato che TAYA fosse un marchio di T.Y. Machinery
ma sembra di no.

Non sono di certo un esperto, ma mentre sembra ragionevole ipotizzare un'usura ridotta della catena, resto piu' scettico su questioni di rigidezza, rischio di rottura, efficienza. Comunque se fosse stata una rivoluzione, in due anni le avremmo viste montata almeno su qualche top di gamma. Diciamo che lascio testare ad altri...
 

longjnes

Scalatore
10 Luglio 2008
6.953
3.619
Bici
Gianni2
nel mio immaginario la catena non deve essere rigida lateralmente per aumentare la precisione. E' il cambio che deve essere preciso. La catena sta dove è il cambio, ma deve mantenere una certa flessibilità laterale per la cambiata, altrimenti è rumorosa. Inoltre per come sono atualmente le trasmissioni la catena ha sempre un certo angolo di uscita dal pignone posteriore (rispetto alla direzione di marcia), un angolo di ingresso superiore sulla corona, un agolo di uscita dalla corona e un angolo di ingresso sulla puleggia di raccolta. Una catena che si adatti e non rigida è fortemente raccomandata per ridurre attriti, rumore e consumo delle corone e della catena stessa.
Forse questa taya ha una maggiore efficienza nei sistemi fixed
C'è un punto che non ho capito. Con il sistema a rullino quando la catena ingaggia il pignone(o puleggia/corona), il rullino sta fermo e il seguente "girare" della catena per "abbracciare" il pignone genera un attrito che è solo interno alla catena tra rullino e guancette interne delle piastre interne. Non c'è attrito sull'incavo del pignone se non per il posizionamento del rullino sulla posizione di lavoro.
Con il sistema rollersless è la piastra interna che ha una specie di estensione dimensionalmente simile a quella dei rullini, ma che è libera di ruotare (immagino la piasta interna abbia un foro più grande del rivetto). Quando questa ingaggia il pignone e ruota per abbracciarlo, genera per forza un attrito diretto a strusciamento metallo su metallo sul pignone/puleggia/corona che sia. mi sbaglio? se fosse cosi te credo che la catena dura di più essendo di acciao duro, ma i pignoni e le corone? A meno che la parte di piastra interna che fa la funzione di rullino non sia di un materiale più morbido. ma 'attrito ci sarebbe sempre. Boh, non chiarissimo.
 
Ultima modifica:
  • Mi piace
Reactions: golias and Zac36100

Zac36100

CANCELLO
29 Settembre 2012
2.368
1.185
VICENZACENZA
Bici
WINSPACE GOTOBIKE / fm056 29er
C'è un punto che non ho capito. Con il sistema a rullino quando la catena ingaggia il pignone(o puleggia/corona), il rullino sta fermo e il seguente "girare" della catena per "abbracciare" il pignone genera un attrito che è solo interno alla catena tra rullino e guancette interne delle piastre interne. Non c'è attrito sull'incavo del pignone se non per il posizionamento del rullino sulla posizione di lavoro.
Con il sistema rollersless è la piastra interna che ha una specie di estensione dimensionalmente simile a quella dei rullini, ma che è libera di ruotare (immagino la piasta interna abbia un foro più grande del rivetto). Quando questa ingaggia il pignone e ruota per abbracciarlo, genera per forza un attrito diretto a strusciamento metallo su metallo sul pignone/puleggia/corona che sia. mi sbaglio? se fosse cosi te credo che la catena dura di più essendo di acciao duro, ma i pignoni e le corone? A meno che la parte di piastra interna che fa la funzione di rullino non sia di un materiale più morbido. ma 'attrito ci sarebbe sempre. Boh, non chiarissimo.

si, il rullino serve a "salvare" il pignone. nel sistema taya dicono che questo attrito rullino/pignone sarebbe comunque ridotto grazie alla finitura del rullino stesso ed al DLC.
Io il DLC l'ho voluto provare su un forcella da moto, ho proprio fatto trattare uno stelo cromato e in effetti c'era una leggera differenza della scorrevolezza della forcella stessa. Un conoscente ha fatto trattare un intero cilindro in alluminio di un 125 e sosteneva (lui) che aveva aumentato la longevità del cilindro/pistone.
Nel complesso trovo che sia tutta una questione di marketing per vendere una catena in +
 

longjnes

Scalatore
10 Luglio 2008
6.953
3.619
Bici
Gianni2
Secondo me l'allungamento delle catene attuali dipende maggiormente dall'ovalizzazione dei fori presenti sulle semimaglie interne.
Peraltro, rispetto alle catene, nove o dieci velocita', gia' le undici hanno fori molto piu' curati e infatti s'allungano meno.
Il rullo ruota sui supporti presenti nelle semimaglie interne e quindi ogni volta che lascia un pignone o ingaggia una corona, la rotazione (maggiore su corone o pignoni piccoli) genera attrito tra il rullo e i supporti. Questa condizione alla lunga danneggia la catena e certamente meno i denti di pignoni e corone. Sono qundi d'accordo con maxleran che ipotizza un maggior consumo dei denti per via dell'assenza dei rulli.
esatto. anche perche il rullino non ha un ruolo sulla lunghezza della catena
al limite il sistema rollerless ha le piastre interne più larghe e che magari si ovalizzano meno, speso di corone e pignoni. io la capisco cosi
 

longjnes

Scalatore
10 Luglio 2008
6.953
3.619
Bici
Gianni2
si, il rullino serve a "salvare" il pignone. nel sistema taya dicono che questo attrito rullino/pignone sarebbe comunque ridotto grazie alla finitura del rullino stesso ed al DLC.
Io il DLC l'ho voluto provare su un forcella da moto, ho proprio fatto trattare uno stelo cromato e in effetti c'era una leggera differenza della scorrevolezza della forcella stessa. Un conoscente ha fatto trattare un intero cilindro in alluminio di un 125 e sosteneva (lui) che aveva aumentato la longevità del cilindro/pistone.
Nel complesso trovo che sia tutta una questione di marketing per vendere una catena in +
nel caso i una forcella però lo stelo non scorre metallo su metallo, ma su boccole con guarnizioni di gomma lubrificate.
fosse metallo su metallo quanto durerebbe questa finitura DLD?
 

Zac36100

CANCELLO
29 Settembre 2012
2.368
1.185
VICENZACENZA
Bici
WINSPACE GOTOBIKE / fm056 29er
a dire la verità il DLC è fatto proprio per trattare utensili, quindi metallo che taglia metallo.
Sulla forcella con attrito già ridotto (su elastomeri o su boccole rivestite di teflon e in bagno d'olio) si trova proprio la condizione migliore!

E' l'evoluzione del nitruro di titanio (TiN), quel giallino che si vede sulle teste delle frese e sulle moto da cross ufficiali di metà anni 90
Le catene DLC esistono già ma costano una fucilata, quando per trattare una catena con DLC il costo è davvero irrisorio perchè si fa un batch di 1000catene alla volta.

Forse ha più senso il sil.tec di shimano che coinvolge perni rullini e piastre
 

bis

Maglia Amarillo
1 Marzo 2011
8.328
363
67
Besana in Brianza
Bici
Casati Ellisse II, Specy SJ FSR, Cervélo R3 2013
a dire la verità il DLC è fatto proprio per trattare utensili, quindi metallo che taglia metallo.
Sulla forcella con attrito già ridotto (su elastomeri o su boccole rivestite di teflon e in bagno d'olio) si trova proprio la condizione migliore!

E' l'evoluzione del nitruro di titanio (TiN), quel giallino che si vede sulle teste delle frese e sulle moto da cross ufficiali di metà anni 90
Le catene DLC esistono già ma costano una fucilata, quando per trattare una catena con DLC il costo è davvero irrisorio perchè si fa un batch di 1000catene alla volta.

Forse ha più senso il sil.tec di shimano che coinvolge perni rullini e piastre
Le catene kmc gold sono trattate TiN. Anche la catena shimano Yumeya ha delle parti (le sole che servano) trattate TiN. https://www.chainreactioncycles.com/it/it/catena-shimano-yumeya-hollow-pin-9-veocita/rp-prod35057
 
Ultima modifica: