News Mauro Vegni chiede sanzioni per Jumbo-Visma e EF

jan80

Maglia Iridata
3 Marzo 2008
14.280
4.313
bassano del grappa
Bici
Colnago
Innanzitutto modera il livello di arroganza, cara maglia gialla, non sei un metro sopra gli altri.

Se vieni al giro con un capitano circondato da gregari mediocri lasciando a casa tutti i forti e appena si ritira il capitano cogli l'occasione per levare le tende vuol dire che non hai grande considerazione di questa corsa. Se invece rimani in gara e butti uno dei tuoi uomini in qualche fuga, magari trovi la giornata giusta e porti via una tappa come ha fatto la CCC o addirittura peschi l'Almeida di turno che sta due settimane in rosa, visto che il paragone con la Ineos ti ha fatto vomitare.
Ci sono squadre che in passato hanno portato a termine la corsa decimate da cadute, infortuni e malori vari. Se ti comporti come la JV è giusto che qualcuno ti faccia capire che a casa nostra non fai quel c... che ti pare.
se fai paragoni del menga non e' colpa mia pero'......
Su Jumbo si e' gia' detto,poteva anche passare anche per diffusore del virus,neanche io sono contento della loro decisione,ma a differenza tua sono obbiettivo e poi non odio la Jumbo Visma come te
 

sembola

Apprendista Cronoman
22 Aprile 2004
3.692
3.077
Siena
www.sembola.it
Bici
verde
Come per qualsiasi evento sportivo professionistico di alto livello... Non è che il Barcellona l'ingaggio di Messi se lo ripaghi con i soli introiti dei biglietti.
I diritti televisivi sono essenziali per qualsiasi sport.
Che i diritti televisivi siano basilari non ci piove, ma non è questo il punto.

L'affermazione alla quale rispondevo è che si "dovrebbe prestare la massima attenzione ad accontentarlo" (il pubblico).

Se questo è il punto di partenza possiamo dimenticarci qualsiasi considerazione sulla regolarità sportiva o sulla tutela della salute (privata o pubblica): il pubblico vuole spettacolo e occorre darglielo, a qualsiasi costo. E sorvoliamo sulle efficacia di certe soluzioni escogitate, come le salite da capre.

Credo invece che vada cercato un approccio più razionale: adeguare le gare ai gusti ed al mercato ma senza stravolgere la disciplina.
 

samuelgol

Flughafenwächter
24 Settembre 2007
41.326
15.949
Bozen
Bici
Canyon Ultimate SLX. Nome: Andrea
.............

L'affermazione alla quale rispondevo è che si "dovrebbe prestare la massima attenzione ad accontentarlo" (il pubblico).
...........
In verità il pubblico vuole spettacolo. Se sei competente dello sport che organizzi e nello specifico dei percorsi che tracci, riesci ad accontentare il pubblico e riesci a tutelare l'atleta. Lascia stare che il pubblico non ne capisce nulla e pensa che lo spettacolo lo ottenga nella maniera in cui invece non lo ottiene (con millemila salite). Nel momento in cui si diverte, il come non se lo pone proprio. Se poi però oltre al pubblico, devi (ed è in parte inevitabile) accontentare le tue tasche, accantonando altre cose importanti, ecco che allora fai una tappa di 260 km che depaupera lo spettacolo di quel giorno e del giorno dopo....e se se ne accorgono anche del giorno prima.
 
  • Mi piace
Reactions: sembola

Adelmor

Pignone
5 Ottobre 2019
114
56
66
Imola
Bici
Bianchi Vento 6
I regolamenti vanno rispettati e se Vegni li sanziona a fronte di un preciso regolamento a mio avviso non fa bene, ma benissimo.
Io andrei oltre e le squadre o i professionisti che non hanno rispettato il regolamento del GIRO non li farei partecipare al prossimo Giro.
Personalmente spero si possa arrivare a delle sanzioni da regolamento per mettere un poco a posto i paletti del ciclismo. Poi se i ciclisti professionisti non son rappresentati bene, penso si possono organizzare meglio in anticipo e non prima della partenza di una tappa.

Non e un problema di lunghezza tappa, ma di impegni presi a priori.