News Mondiali 2019: La sorpresa Pedersen

Ser pecora

Diretur
Membro dello Staff
16 Aprile 2004
18.656
10.208
96
dove capita
In una gara in cui i corridori hanno dovuto sfidare il diluvio la sorpresa l’ha creata il danese Mads Pedersen, partendo per un attacco ai -40km e battendo allo sprint i suoi compagni di avventura: l’italiano Matteo Trentin e lo svizzero Stefan Küng.
EFpZMv8W4AYvSyx-1280x852.jpg

Secondo l’anno corso al giro delle Fiandre, ma soprattuto vincitore una settimana fa del GP d’Isbergue in condizioni climatiche simili ad oggi, Pedersen a 23 anni è il più giovane campione del mondo su strada dopo Oscar Freire nel 1999.
Su 197 partenti hanno finito la gara in 46.

Continue reading...


 

bastianella31

Maglia Amarillo
14 Giugno 2010
8.506
7.637
47
Nußdorf am Inn, Bayern
Bici
Corratec CCT EVO Ultegra
Ho visto l'arrivo dell'ultimo (in Tv), credo fosse l'ultimo perché dietro aveva due furgoni, e tutti lo applaudivano mentre i primi ormai erano già sul palco.
Può esser pure lui orgoglioso di avere finito una corsa veramente dura...
 

matteooooo

Pignone
25 Aprile 2008
104
51
Impressionante vedere MVP grande favorito della vigilia andare in cotta in modo così repentino(avrà fatto lo strappo con il 39x24).
Spiace per Trentin ma oggi Pedersen ne aveva di più.
Ridicoli Belgio e Francia ma questa non è una novità.
 

ala83

Pignone
19 Gennaio 2014
192
132
39
Cuneo
Bici
Focus Izalco
Che dispiacere per Trentin.
Sembrava, dopo la detonazione di MVDP, che fosse filato tutto liscio per una sua vittoria in carrozza.
Invece perdere l'oro contro una sorpresa sarà il suo rimpianto per tutta la vita...
 

Sampoo87

Apprendista Scalatore
2 Aprile 2016
2.034
1.284
Bici
Il vecchio bolide e la nuova Wilier.
Davvero peccato per una nazionale italiana che ha corso benissimo ed era assoluta favorita per come si erano messee cose negli ultimi trenta km. Poi però alla fine le forze erano al lumicino per tutti e Pedersen ne ha avute un pelo di più. Bravissimo comunque Matteo.

MVDP fenomeno assoluto, ma secondo me un po' arrogante nella preparazione della stagione. Non puoi correre tutto l'anno gare da un'ora e mezza, arrivare a fine stagione e decidere di fare il mondiale su strada. Così ha lasciato il Mondiale XC a Nino per andare a scoppiare a Harrogate.
 

charlietrotter

Apprendista Velocista
8 Febbraio 2011
1.240
626
Romagna
Bici
vbr066 + og evkin cf025 disc + wcb r 085
Anche io sono rimasto impressionato dalla cotta di MVP. Ma ha voluto lo stesso finire il mondiale arrivando a 10 minuti, segno di carattere. Sono arrivati in 46...
 
  • Mi piace
Reactions: Florin.Saveliu

jan80

Ammiraglia
3 Marzo 2008
15.408
5.234
bassano del grappa
Bici
Colnago
MVDP ha avuto una crisi di fame.....in una gara come ieri ci sta eccome.......alla fine anche Trentin era mezzo in crisi ,penso che se ci fosse stato ancora un giro il prossimo a saltare era lui......in una giornata simile c'e' poco da fare,la luce puo' spegnersi di colpo
 

maxtor70

Apprendista Velocista
27 Agosto 2010
1.239
376
in zona
Bici
Specialized Tarmac SL6 "Pro"
Dispiace veramente per l'oro sfumato ma la Nazionale Italiana è stata semplicemente perfetta e un plauso a TUTTI i corridori che hanno corso, o almeno tentato di farlo, in quelle condizioni...
 
  • Mi piace
Reactions: andry96

Maverik89

Apprendista Velocista
15 Dicembre 2009
1.481
631
Torino
Bici
lsdb 666 road XCr
quando kung ha attaccato a circa i -7km, Trentin non gli ha dato il cambio proprio per favorire il rientro di Moscon! lui non ha tirato apposta! con il senno di poi (che è sempre facile) poteva se aveva la gamba "dargliela" in faccia a kung che era a tutta e Pedersen che si era staccato di 3 metri! probabilmente si sarebbero accontentati e non lo avrebbero inseguito...
Comunuque io ero sul divano a vedermela quindi conta poco...
 

martin_galante

Apprendista Velocista
24 Ottobre 2017
1.377
1.254
Russia, eh già
Bici
Merida
Io ho visto solo l'ultimo km su YouTube. Le energie erano davvero finite, dopo 800 metri passati a guardarsi, lo sprint finale era al rallentatore. Trentin ha azzardato una volata, ma si vede che ha ceduto prima di quanto non pensasse, Pedersen ne aveva un filo di più, Kung era praticamente fermo.

Peccato, ma ci sta. In una gara del genere, anche nutrirsi è diffici