Partendo da 0

Mrola20

Pignone
8 Gennaio 2012
124
9
Bici
.
Ciao a tutti. Dopo anni di inattività ho iniziato con la bdc. da circa un mese cerco di alternare gli allenamenti. Due sui rulli di 1 ora e l'uscita della domenica di circa 50-70km.
Non ho pretese per gareggiare a granfondo ma mi piacerebbe iniziare a uscire con il gruppo di una società senza morire a ogni uscita. :mrgreen:
Partendo da 0, avete consigli da darmi? Sono partito anche bene ma non vorrei arrivare alla primavera o troppo cotto oppure senza più energie.
o Qualche consiglio su allenamenti o uscite? grazie
 

scamorza

Apprendista Scalatore
4 Marzo 2006
2.020
112
Non esco con i gruppi, ma ad occhio non credo siano adattissimi ad un novizio.
Tendenzialmente viaggiano più o meno a "tutta".
fossi in te, comincerei ad aggregarmi a qualche conoscente per fare esperienza (non è semplicissimo viaggiare in gruppo), magari qualcuno che esce un paio di volte a settimana e non gareggia.
 

Giau

Apprendista Passista
17 Settembre 2012
919
279
Bici
Bmc
Ciao secondo me dipende dal livello e dal tipo di giri che fa questo gruppo. Se hanno un ritmo e fanno giri alla tua portata io ti dico di andare se invece sei a tutta dal primo km scoppi e non ti divertiresti.
 

peppe59

Maglia Gialla
6 Luglio 2011
11.000
2
4.270
roma / milano
Bici
Moser (acciaio); Bianchi (acciaio)
Il forum ha una sezione "compagni di avventura"; di solito per ogni regione c'è una lista dei gruppi (quelli che hanno contatti col forum almeno) ed una descrizione del livello; alcuni hanno la politica di fare i primi km più o meno tranquilli, e di menare solo dopo... magari puoi fare i primi km con loro e poi staccarti prima di scoppiare. Però uscire con uno, due o tre amici (poi la gestione del gruppetto diventa più complicata) è più semplice e forse anche più gradevole
 

Mrola20

Pignone
8 Gennaio 2012
124
9
Bici
.
Non esco con i gruppi, ma ad occhio non credo siano adattissimi ad un novizio.
Tendenzialmente viaggiano più o meno a "tutta".
fossi in te, comincerei ad aggregarmi a qualche conoscente per fare esperienza (non è semplicissimo viaggiare in gruppo), magari qualcuno che esce un paio di volte a settimana e non gareggia.
l'idea è buona. Per il momento non ho trovato nessuno.
 

jacknipper

Maglia Amarillo
9 Febbraio 2013
8.370
3.474
Bici
Colnago per la strada & Kona per il fango
Ciao a tutti. Dopo anni di inattività ho iniziato con la bdc. da circa un mese cerco di alternare gli allenamenti. Due sui rulli di 1 ora e l'uscita della domenica di circa 50-70km.
Non ho pretese per gareggiare a granfondo ma mi piacerebbe iniziare a uscire con il gruppo di una società senza morire a ogni uscita. :mrgreen:
Partendo da 0, avete consigli da darmi? Sono partito anche bene ma non vorrei arrivare alla primavera o troppo cotto oppure senza più energie.
o Qualche consiglio su allenamenti o uscite? grazie
per quanto riguarda il migliorare la cosa fondamentale è fare allenamenti che abbiano un senso quindi o ti fai consigliare o ti suggerisco di usare qualcosa tipo trainerroad: sicuramente alla domenica devi concentrarti inizialmente con l'aumentare i km sia perchè la bdc prevede chilometraggi più importanti di quelli che fai sia perchè qualsiasi gruppo domenicale difficilmente si limita a soli 50-70km

per quanto riguarda l'uscire in gruppo la cosa migliore è rivolgersi ad una società sportiva nella tua zona: un po' tutte prevedono gruppi differenziati in base alla preparazione
 

Dave123

Novellino
25 Novembre 2021
7
3
34
PE
Bici
-
Se ti posso dire la mia (ho iniziato a luglio 2020) evita per il momento le uscite di gruppo per il semplice fatto che non ancora puoi sapere quanto velocemente farai progressi. Dipende tutto dal tuo fisico e da quanto sei affamato.

Per riportarti la mia esperienza, venivo 47 di VO2Max. Dopo questo annetto di bici sono a 57. Per non parlare dei rulli. In 1 mese son passato da 209 a 249 di FTP con l'allenamento. Per come la penso, si dovrebbe cercare un gruppo quando tutti i valori si sono più o meno stabilizzati a quello che è il tuo potenziale. Il rischio altrimenti è di rovinare l'esperienza degli altri o la propria.

Stesso discorso per gli amici. Sarò sfortunato ma evitali come la peste. Questo perché è difficile che si sia davvero allineati sugli stessi obiettivi e sull'intensità da tenere.

Sulla carta tutti vogliono andare in bici e farsi 100km quando è una bella giornata ma poi ti ritrovi con quello che viaggia sotto i 20kmh, chiacchiera e parla al telefono quando tu andresti tutta.

Peggio ancora quando poi a fine estate ti mollano tutti quando gli è passata la smania della bici o non ci sono più belle giornate. Poi si ripresentano dopo 4-5 mesi di stop perché vogliono rimettersi in forma e tu sei costretto a portarli a spasso a ritmi dove non cacci nemmeno una goccia di sudore.

Se non ti mancano la voglia e la determinazione per me all'inizio è meglio andare soli e non farlo sapere a nessuno :mrgreen:

Questa estate ho perso mesi a portare a spasso gente che poi ha mollato. Ore in sella a domandarti perché hai preso la bici da corsa, perché ti sei vestito da ciclista, perché ti sei calato creatina e carnitene per andare col tuo amico che passeggia sulla pista ciclopedonale!!!
 
  • Mi piace
Reactions: EliaCozzi

EliaCozzi

Passista
2 Marzo 2016
4.181
3.240
Mozzate (CO)
www.eliacozzi.it
Bici
Costelo Aeromachine, BTwin FC7,
Se ti posso dire la mia (ho iniziato a luglio 2020) evita per il momento le uscite di gruppo per il semplice fatto che non ancora puoi sapere quanto velocemente farai progressi. Dipende tutto dal tuo fisico e da quanto sei affamato.

Per riportarti la mia esperienza, venivo 47 di VO2Max. Dopo questo annetto di bici sono a 57. Per non parlare dei rulli. In 1 mese son passato da 209 a 249 di FTP con l'allenamento. Per come la penso, si dovrebbe cercare un gruppo quando tutti i valori si sono più o meno stabilizzati a quello che è il tuo potenziale. Il rischio altrimenti è di rovinare l'esperienza degli altri o la propria.

Stesso discorso per gli amici. Sarò sfortunato ma evitali come la peste. Questo perché è difficile che si sia davvero allineati sugli stessi obiettivi e sull'intensità da tenere.

Sulla carta tutti vogliono andare in bici e farsi 100km quando è una bella giornata ma poi ti ritrovi con quello che viaggia sotto i 20kmh, chiacchiera e parla al telefono quando tu andresti tutta.

Peggio ancora quando poi a fine estate ti mollano tutti quando gli è passata la smania della bici o non ci sono più belle giornate. Poi si ripresentano dopo 4-5 mesi di stop perché vogliono rimettersi in forma e tu sei costretto a portarli a spasso a ritmi dove non cacci nemmeno una goccia di sudore.

Se non ti mancano la voglia e la determinazione per me all'inizio è meglio andare soli e non farlo sapere a nessuno :mrgreen:

Questa estate ho perso mesi a portare a spasso gente che poi ha mollato. Ore in sella a domandarti perché hai preso la bici da corsa, perché ti sei vestito da ciclista, perché ti sei calato creatina e carnitene per andare col tuo amico che passeggia sulla pista ciclopedonale!!!
A dire il vero non sei sfortunato, credo che molti siano in questa situazione.
Io non sono mai riuscito a trovare nessuno che avesse stessi ritmi e stessi orari. O sono troppo scarsi o sono troppo forti.
La cosa funziona solo se il gruppo si è costruito da giovanissimi e poi è andato avanti dividendosi in gruppetti a seconda delle capacità e disponibilità di tempo.
Suggerimento che vale anche per @Mrola20: all'inizio esci da solo così sei libero di scegliere ritmo e destinazione, senza vincolarti ad altri.
Per l'uscita in gruppo dovresti trovarne uno che abbia stessi orari e ritmo leggermente superiore altrimenti ti serve a poco. Se poi hai un programmino di allenamento da seguire.
Del reto, se ti guardi in giro, di gruppi di ciclisti che vanno per strada con un certo criterio mirato all'allenamento ce ne sono pochi. Spesso si vede una coppia, affiatata e .. "chiusa" a nuovi ingressi, ma già se sono 4 o 5 la distinzione è: gruppo vacanze piemonte della domenica, velocità 20-22km/h, sosta caffè, sosta cappuccino, sosta panorama, sosta pranzo. Oppure gli ex under23 che solo per sfortuna non sono diventati professionisti, ma che randellano a 40-45 allì'ora in pianura e alla prima salita sgasano e mentre tu sei ancora al primo tornante loro stanno già scollinando.
 

bianco70

Passista
22 Agosto 2007
4.383
2.068
Bologna
Bici
Wilier 110 Air
per quanto riguarda il migliorare la cosa fondamentale è fare allenamenti che abbiano un senso quindi o ti fai consigliare o ti suggerisco di usare qualcosa tipo trainerroad: sicuramente alla domenica devi concentrarti inizialmente con l'aumentare i km sia perchè la bdc prevede chilometraggi più importanti di quelli che fai sia perchè qualsiasi gruppo domenicale difficilmente si limita a soli 50-70km

per quanto riguarda l'uscire in gruppo la cosa migliore è rivolgersi ad una società sportiva nella tua zona: un po' tutte prevedono gruppi differenziati in base alla preparazione
Visto il pregresso io eviterei allenamenti, il suo fisico si deve ancora formare per il ciclismo. Rischia infortuni e problemi vari, io fossi in lui cercherei di uscire il più possibile aumentando gradualmente km e dislivello e cercando solamente in divertimento.
Poi tra un annetto almeno si potrà cominciare a valutare se allenarsi con un piano.
 
  • Mi piace
Reactions: madqwerty

jacknipper

Maglia Amarillo
9 Febbraio 2013
8.370
3.474
Bici
Colnago per la strada & Kona per il fango
Visto il pregresso io eviterei allenamenti, il suo fisico si deve ancora formare per il ciclismo. Rischia infortuni e problemi vari, io fossi in lui cercherei di uscire il più possibile aumentando gradualmente km e dislivello e cercando solamente in divertimento.
Poi tra un annetto almeno si potrà cominciare a valutare se allenarsi con un piano.
allenamenti sui rulli, se fatti bene (es. con trainerroad), si possono fare tranquillamente da subito
e, poi, non puoi consigliare ad uno che non può uscire d'inverno di uscire di più
 
  • Mi piace
Reactions: eagle53

bianco70

Passista
22 Agosto 2007
4.383
2.068
Bologna
Bici
Wilier 110 Air
allenamenti sui rulli, se fatti bene (es. con trainerroad), si possono fare tranquillamente da subito
e, poi, non puoi consigliare ad uno che non può uscire d'inverno di uscire di più
Uscire nel senso di pedalare, se non può farlo outdoor che lo faccia sui rulli, ma pedalando liberamente, anche su zwift volendo.
Quello che è assolutamente da evitare è svolgere allenamenti veri e propri, con ripetute ecc.
Troppo presto per il suo fisico.
 

jacknipper

Maglia Amarillo
9 Febbraio 2013
8.370
3.474
Bici
Colnago per la strada & Kona per il fango
Uscire nel senso di pedalare, se non può farlo outdoor che lo faccia sui rulli, ma pedalando liberamente, anche su zwift volendo.
Quello che è assolutamente da evitare è svolgere allenamenti veri e propri, con ripetute ecc.
Troppo presto per il suo fisico.
non sono per nulla d'accordo e gente come friel e compagnia con me
basta calibrare correttamente i wo e si può fare tutto dall'inizio e, soprattutto, avere riscontri migliori e in minor tempo
i consigli di una volta, fare lunghi estenuanti per il primo anno, magari con la corona piccola, sono ampiamente sorpassati
 
  • Mi piace
Reactions: EliaCozzi

bianco70

Passista
22 Agosto 2007
4.383
2.068
Bologna
Bici
Wilier 110 Air
non sono per nulla d'accordo e gente come friel e compagnia con me
basta calibrare correttamente i wo e si può fare tutto dall'inizio e, soprattutto, avere riscontri migliori e in minor tempo
i consigli di una volta, fare lunghi estenuanti per il primo anno, magari con la corona piccola, sono ampiamente sorpassati
Scusami, ma dove avrei parlato di lunghi estenuanti con la corona piccola?
In merito alla seconda parte, pensi che un neofita sia in grado di calibrare un piano di allenamento da sè? La maggior parte delle persone non sa nemmeno cosa sia la supercompensazione ed il principio di carico/scarico, a meno di non farsi seguire da un preparatore prevedo errori grossolani a raffica.
E, comunque, tutti gli autori ed i preparatori concordano sulla necessità di "costruire" il ciclista nel tempo. Ovviamente il tutto va analizzato sul singolo caso, io ad un sedentario che si approccia al ciclismo ed allo sport per la prima volta non mi sognerei mai di proporre allenamenti strutturati.
 

jacknipper

Maglia Amarillo
9 Febbraio 2013
8.370
3.474
Bici
Colnago per la strada & Kona per il fango
Scusami, ma dove avrei parlato di lunghi estenuanti con la corona piccola?
In merito alla seconda parte, pensi che un neofita sia in grado di calibrare un piano di allenamento da sè? La maggior parte delle persone non sa nemmeno cosa sia la supercompensazione ed il principio di carico/scarico, a meno di non farsi seguire da un preparatore prevedo errori grossolani a raffica.
E, comunque, tutti gli autori ed i preparatori concordano sulla necessità di "costruire" il ciclista nel tempo. Ovviamente il tutto va analizzato sul singolo caso, io ad un sedentario che si approccia al ciclismo ed allo sport per la prima volta non mi sognerei mai di proporre allenamenti strutturati.
infatti io ho scritto di farsi aiutare o usare un sistema come trainerroad : il fatto di essere principianti non obbliga a pedalare\uscire a caso "per 1 annetto" o non fare allenamenti specifici ... specifici = (anche) correlati al suo gradi di preparazione
 
  • Mi piace
Reactions: EliaCozzi

tornoindietro72

Apprendista Passista
13 Ottobre 2015
1.172
410
49
Francavilla al Mare
Bici
Berta2 Bmc SLR02
ognuno è libero di fare o non fare quel che vuole, ma leggo robe che se me le avesse dette il mio "iniziatore" lo avrei "fanculizzato e mi sarei dato al curling" ;pirlùn^. Penso e magari anzi sicuro sbaglio che il ciclismo amatoriale oggi tenda a snaturarsi, che si perde di vista il nocciolo per andar dietro a mode e modi di fare spesso estremi. Già il solo utilizzo di Strava, di componenti tecnici, cardoio, pm, cadenza etc. che, ad esempio, se non funzionano sono causa di indicibili sofferenze ed in alcuni casi uscite andate a male. magari sbaglio, quando una persona si avvicina a questa fantastica passione sportiva tutto deve avvenirecoi giusti tempi.
 
Ultima modifica:
  • Mi piace
Reactions: Joe_T

Dave123

Novellino
25 Novembre 2021
7
3
34
PE
Bici
-
infatti io ho scritto di farsi aiutare o usare un sistema come trainerroad : il fatto di essere principianti non obbliga a pedalare\uscire a caso "per 1 annetto" o non fare allenamenti specifici ... specifici = (anche) correlati al suo gradi di preparazione

Concordo.

Sui rulli basta fare il test FTP e dopo 30 minuti sei pronto per iniziare i workout tarati sul tuo wattaggio senza il rischio di farsi male. Detto questo io ho fatto il contrario ovvero uscire a caso per un annetto ma per un'altra ragione che penso valga per la maggior parte delle persone che si avvicinano al ciclismo.

Non potevo immaginare sin dal primo giorno che mi sarei innamorato di questo sport al punto da essere disposto ad investirci migliaia di euro. La bici, il rullo, gli accessori, il Garmin, gli abbonamenti a Zwift e Strava e l'abbigliamento costano.

Se @Mrola20 ha già il rullo ben venga e lo usasse. Per tutti gli altri direi ogni cosa a suo tempo.

Il primo periodo andavo con una MTB di 12 anni fa vestito con scarpe da tennis e pantaloncini corti. Col passare del mesi sono arrivati gli upgrade in modo direttamente proporzionale alla mia "fame" di ciclismo. Ora non mi faccio mancare niente.

Al contrario ne ho vista troppa di gente che prima ancora di mettere il culo sul sellino già butta soldi in bici in carbonio che a fine estate restano inesorabilmente in garage se va bene fino all'estate successiva.

Un mio amico si comprò 100 euro di barrette, 2kg di proteine, barattoli di creatina, carnitene e sali minerali per andare sulla ciclopedonale a 18kmh di top speed una volta ogni due settimane. Voleva perdere peso. Se bruciava si e no 500 kcal e ne riprendeva 1000 in barrette e proteine :ueh:
 
Ultima modifica: