News Pogačar di rabbia. Pinot di emozione

Lumi

Scalatore
8 Novembre 2020
6.456
5.644
Italia
Visita sito
Bici
Colnago V3Rs
O forse semplicemente controllava, probabilmente non voleva lasciarlo andare da solo. Che fosse spaventato da un ipotetico recupero di 7 minuti (ma neanche con una Doumoulinata tripla sarebbe stato possibile) mi sembra davvero un'ipotesi buttata la per sminuirlo.
Magari voleva semplicemente provare a batterlo in volata, sicuramente quel vantaggio di Pogacar sugli ultimi 3-400 metri non gli garba per niente.
Ma che fosse spaventato la metto tra le perle del forum :-x

Più probabile che provi a far partorire la moglie :==
L’altra spiegazione è che lo controllava per vincere la tappa, tattica altrettanto sballata a mio avviso viste le caratteristiche dell’arrivo

PS: secondo te invece perche’ si guardava indietro in continuazione gia’ a cosi’ tanti km dal traguardo e poi fino quasi all’arrivo, cosa temeva che facesse Pogacar se passava avanti?
 
Ultima modifica:

grimpeur75

Apprendista Cronoman
13 Febbraio 2007
3.693
1.358
Aosta
Visita sito
Bici
Bianchi Specialissima disc
a parte le rispettive caratteristiche ciclistiche, penso che un simbolo della differenza nella percezione dei due personaggi, nel giudicare le rispettive tattiche, nell'essere piú o meno severi con le illazioni in fatto di doping, nelle simpatie in definitiva, sia che uno molti lo chiamino Taddeo, e l'altro Vingegaard, uno cammina sulle acque e l'altro é sospetto.

Non tutti hanno lo stesso carattere, e come siano nella realtá, non quella che vediamo, quella vera, non lo sappiamo.

A me piacciono entrambi, mi piaceva pure il Froome dei tempi d'oro, e sia Van Aert che Van der Poel, massimo rispetto per chi ha testa e forza di volontá anche se non é stato baciato dagli dei del talento.
Scusa ma di questi chi nn è stato baciato dal talento…?
 
  • Mi piace
Reactions: bad and Shpati

toni77

Apprendista Scalatore
30 Aprile 2017
1.959
4.347
Holzkirchen, Baviera
Visita sito
Bici
Colnago V3RS Disc "La Gina" , 3T Exploro Race "La Wanda"
Chiaramente a Jonas piace avere la situazione sotto controllo... penso che sia l'unico motivo per farsi tutta la salita guardandosi dietro le spalle. Mi e' venuto il torcicollo a guardarlo dal divano!

Nella mia ignoranza umilmente mi verrebbe da pensare che, se proprio voleva marcare Tadej, la posizione migliore era DIETRO e non davanti, tanto più che con la gialla saldamente sulle spalle e, teoricamente, meno ambizioni di vittoria per la tappa, poteva tranquillamente mettersi in loggione e lasciare il lavoro ad altri.

Curioso che si sia preso anche una sfanculata da Gall, quando l'austriaco ha rallentato poco prima che venissero raggiunti da Yates, dopo che Felix aver tirato tutta la salita... e il danese gli ha fatto notare che doveva continuare a tirare... :))):

In ogni caso, davvero unico Jonas: originale, talento enorme, di fatto meno poliedrico di Tadej, forse più per scelta che per reali (in)capacita', e dotato di una gran classe. Chapeau!
 

Teo66

Scavalcacavalcavia
4 Ottobre 2015
2.069
3.040
Visita sito
Bici
MTB
L’altra spiegazione è che lo controllava per vincere la tappa, tattica altrettanto sballata a mio avviso viste le caratteristiche dell’arrivo

PS: secondo te invece perche’ si guardava indietro in continuazione gia’ a cosi’ tanti km dal traguardo e poi fino quasi all’arrivo, cosa temeva che facesse Pogacar se passava avanti?
Ha il tour in tasca, doveva mettersi a fare fuorigiri per vincere una tappa? Se scattava quando è partito Gall dall'ammiraglia lo prendevano a bastonate. Penso che il rischio preso alla crono 2022 gli abbia insegnato che si fa e si rischia solo quando necessario.

Si guardava indietro semplicemente perché quando Pogacar apre il gas ha un'accellerazione bruciante e se non stai attento ti prende quei 10-20 metri che poi son cazzi a recuperare. Lo si è visto in un paio di tappe dove ha perso la ruota e gli è rimasto a 10-15 secondi per un paio di km. Immagino che l'ultima cosa che avesse voglia di fare è spararsi 25 km in apnea e rischiare in discesa.
Saranno pure stanchi, non credi?
Ha il tour in tasca, ovvio che giochi di rimessa e con prudenza. Ieri quello ha fatto provando poi lo sprint finale.
 

Ser pecora

Diretur
Membro dello Staff
16 Aprile 2004
23.229
24.446
98
dove capita
Visita sito
Son molto curioso su come si evolverà il calendario nel 2024 per Taddeo.

Punterà solo al tour oppure cercherà di nuovo di primeggiare in tutto? Ma le classiche con giro e vuelta? Sarebbe un sogno :mrgreen:
Io mi aspetto un calendario come quello di quest'anno. Non vedo perché dovrebbe cambiare. Al netto di qualche cambiamento minore ed intoppi vari.
 
  • Mi piace
Reactions: bad

Tony 96

Scalatore
5 Maggio 2016
7.375
4.880
Torino
Visita sito
Bici
S-Works Tarmac - Caad 12
Io mi aspetto un calendario come quello di quest'anno. Non vedo perché dovrebbe cambiare. Al netto di qualche cambiamento minore ed intoppi vari.

Però Vinge è 2 spanne sopra, tralasciando l’incognita della frattura (che secondo me ha influito minimamente), dovrebbe rivedere qualcosa per aumentare le possibilità…

Tralasciando che Pogi al Giro sarebbe un sogno :-)xxxx
 
  • Mi piace
Reactions: toni77