Ritorno alle gare tanto voluto

alboslr

Pedivella
8 Settembre 2014
430
199
Bici
atalaslr
Ciao a tutti,
ci tenevo a condividere con voi la mia esperienza nella GF di Roccasecca, ma prima di raccontare come sia andata devo fare un piccolo passo indietro fino a febbraio (tranquilli non vi racconterò la mia vita, o almeno non tutta :mrgreen::mrgreen:).
a febbraio iniziano i primi doloretti al ginocchio, pensando che sia una infiammazione dei tendini continuo a lavorarci su, pur diminuendo i carichi (da 12 ore a settimana in 5 giorni a poche ore nel w.e.). Passano i giorni ma il dolore persiste, anzi peggiora, pure stando fermo -.-
Fu così che mi decisi a fare tutti gli esami del caso e il responso risultò tragico (rispetto all'idea iniziale):
Condropatia livello 2°/3° (netto danno cartilagineo) ad entrambe le ginocchia.
La frase del primo ortopedico (dopo ne ho girato altri 2:doh::doh:) fu esplicativa:
"Albè tu hai 28 anni e le ginocchia di un ottantenne.":oold:
:shock::shock:
Non mi soffermo su quante cose ho provato per cercare di migliorare la situazione, quanti soldi buttati e quanti sacrifici ho dovuto fare per risalire in sella.
Con pazienza e tanta forza di volontà da maggio ho riniziato gradualmente a fare qualche piccola uscita. Di certo non avevo nemmeno lontanamente la "gamba" di prima ma non potete capire (o forse solo voi potete capirmi:?) la gioia di risalire in sella, anche per fare un giro di pochi km a medie ridicole.
A giugno ho iniziato a rimettere qualche piccola salitella, anche se bisogna che le affronti ad una cadenza elevata per non sovraccaricare ulteriormente le articolazioni. A luglio ho spinto sempre più, cercando di mettere una forma accettabile, ma stando tanto, ma tanto attento ai tempi di recupero (soprattutto delle ginocchia) e continuando le cure.
Quasi per caso vedo che c'è questa garetta 105km con 1500 di dislivello. Decido di farla ma non senza qualche timore.
Arriva il giorno della gara e io sono in uno stato misto tra eccitazione ed entusiasmo ma nonostante ciò cerco di stare sereno e concentrato sulla gara. Decido di partire forte, per non avere rimpianti (che ho avuto nelle precedenti 2 GF, dove sono andato sempre con troppa riserva), con obiettivo finirla oltre i 30km\h.
Mi accodo a un gruppetto e si affrontano le prime due salite a bomba, :azz rimanendo mooolto fuori soglia. Per fortuna erano strappetti da 4 km al 5% di media. Siamo al 60° km e sento già di essere affaticato ma non importa, adesso devo star attaccato al gruppo perché ci sono 25 km di pianura e falsopiano dove è fondamentale stare a ruota. Cerco di stare coperto ma non recupero, è impossibile. Ritmo non costante e nessuno che segnalava buche o altro, quindi anche difficile avvicinarsi molto alla ruota di un altro. :cry:
CI avviciniamo all'ultima salita (9km al 6%) e guardo in basso e vedo 34.5km orari di media :shock:.
Il primo km sto col gruppo, ma vedo che le gambe non rispondono, provo a bere e a farmi una doccia con la borraccia, ma è crisi nera. Mi stacco e la fine è stata da incubo (ma la bici è anche questo), tra crampi e caldo:bua:.
Ultimi km di pianura che faccio decentemente grazie alla discesa che mi ha permesso di recuperare un poco.
Arrivo e guardo la media: 31.3km/h. :°°(
Sono contento; stanco, sfinito ma davvero tanto felice.
Ragazzi, speriamo che questo sia l'inizio di una serie di tante GF!!!