News Roglic, Vingegaard e Pinot al Tour de France

jan80

Maglia Iridata
3 Marzo 2008
14.677
4.682
bassano del grappa
Bici
Colnago
Sono contento di rivedere Dumoulin al Giro, mi piace tanto come corridore, anche se con così pochi km a cronometro il percorso non lo favorisce per nulla. Comunque meglio così che fare il gregario per Roglic: merita di fare il capitano e spero che torni quello di qualche anno fa.
Si ma anche il miglior Tom non e' sui livelli dei 2 sloveni......quindi deve anche abbassare le pretese nel caso
 

tubus

Apprendista Passista
10 Dicembre 2009
890
485
Là, dove osano le nutrie
Bici
Made in Taiwan ma born in USA
Sono un grande estimatore di Pinot, mi piace il suo essere scanzonato, in suo sembrare di essere capitato lì per caso, la sua passione per la vita di campagna, esattamente il contrario di altri focalizzati solo sulla bici. Non ha vinto tantissimo, ma qualche podio al Tour l' ha fatto, ha vinto alla grande un Lombardia quando a suo dire aveva la forma della vita. In un ciclismo come quello attuale non essere sul pezzo sempre è penalizzante, lo sa anche lui ma tira dritto per la sua strada, poi se avesse fatto il professionisti in modalità "maniacale" forse avrebbe vinto di più, forse no perchè non ha i numeri di altri, chi lo sa .....Ero presente sul Col de Pantaleon il giorno dopo la tappa del Finestre, dove andò in crisi, lo vidi passare accanto a me stravolto, scortata da tutta la squadra, la grande folle presente gli tributò una ovazione, una immagine forte che mi è rimasta impressa e che me lo ha reso ancora più simpatico. Spero sempre che possa tirare fuori dal cilindro 3 settimane memorabili per consacrare una carriera comunque di spessore. Forza Tibault IMG_20181013_170320.jpg
 
  • Mi piace
Reactions: arm6 and pierluigi

pedalone della bassa

Otztaler inside
9 Ottobre 2013
9.065
9.237
40
modena, ma col cuore, ed originario, di Reggio Emi
Bici
(advanced pro nox, argon 18 gallium), ora Cervèlo S3
Sono un grande estimatore di Pinot, mi piace il suo essere scanzonato, in suo sembrare di essere capitato lì per caso, la sua passione per la vita di campagna, esattamente il contrario di altri focalizzati solo sulla bici. Non ha vinto tantissimo, ma qualche podio al Tour l' ha fatto, ha vinto alla grande un Lombardia quando a suo dire aveva la forma della vita. In un ciclismo come quello attuale non essere sul pezzo sempre è penalizzante, lo sa anche lui ma tira dritto per la sua strada, poi se avesse fatto il professionisti in modalità "maniacale" forse avrebbe vinto di più, forse no perchè non ha i numeri di altri, chi lo sa .....Ero presente sul Col de Pantaleon il giorno dopo la tappa del Finestre, dove andò in crisi, lo vidi passare accanto a me stravolto, scortata da tutta la squadra, la grande folle presente gli tributò una ovazione, una immagine forte che mi è rimasta impressa e che me lo ha reso ancora più simpatico. Spero sempre che possa tirare fuori dal cilindro 3 settimane memorabili per consacrare una carriera comunque di spessore. Forza Tibault Vedi l'allegato 323510


1 podio, 2014, grazie anche al ritiro su un certo Froome ed un certo Contador

boh. mi prenderò gli insulti del forum, ma a me tutta stà simpatia........
perchè è "scanzonato?"
perchè ama vivere in mezzo alla natura?
 
  • Mi piace
Reactions: jan80

FDG

Apprendista Cronoman
4 Luglio 2006
2.842
737
35
Nord Veneto
Bici
Bianchi Nirone
Sono un grande estimatore di Pinot, mi piace il suo essere scanzonato, in suo sembrare di essere capitato lì per caso, la sua passione per la vita di campagna, esattamente il contrario di altri focalizzati solo sulla bici. Non ha vinto tantissimo, ma qualche podio al Tour l' ha fatto, ha vinto alla grande un Lombardia quando a suo dire aveva la forma della vita. In un ciclismo come quello attuale non essere sul pezzo sempre è penalizzante, lo sa anche lui ma tira dritto per la sua strada, poi se avesse fatto il professionisti in modalità "maniacale" forse avrebbe vinto di più, forse no perchè non ha i numeri di altri, chi lo sa .....Ero presente sul Col de Pantaleon il giorno dopo la tappa del Finestre, dove andò in crisi, lo vidi passare accanto a me stravolto, scortata da tutta la squadra, la grande folle presente gli tributò una ovazione, una immagine forte che mi è rimasta impressa e che me lo ha reso ancora più simpatico. Spero sempre che possa tirare fuori dal cilindro 3 settimane memorabili per consacrare una carriera comunque di spessore. Forza Tibault Vedi l'allegato 323510
Ma anche lui un po'ci marcia su questa immagine...i suoi 32k km all'anno se li fa in ogni caso!
 

jan80

Maglia Iridata
3 Marzo 2008
14.677
4.682
bassano del grappa
Bici
Colnago
1 podio, 2014, grazie anche al ritiro su un certo Froome ed un certo Contador

boh. mi prenderò gli insulti del forum, ma a me tutta stà simpatia........
perchè è "scanzonato?"
perchè ama vivere in mezzo alla natura?
infatti tutta questa simpatia non la capisco...simpatico era Sagan( adesso un po' piu' cupo) oppure Scarponi o Formolo.....ma Pinot bah
 

Ser pecora

Diretur
Membro dello Staff
16 Aprile 2004
17.896
8.310
96
dove capita
perchè è "scanzonato?"
perchè ama vivere in mezzo alla natura?

Più che scanzonato mi pare proponga un'immagine meno "ossessionata" dei corridori più giovani e più "rustica": niente residenza a montecarlo, hobby della fattoria, pesca, etc...

Ma, caprette a parte, riassume un po' il profilo del tipico corridore della ormai generazione passata, che si lamenta dei nuovi usi impostisi recentemente: sensori per ogni cosa, vita monacale, analisi di ogni dato, etc...
 

pedalone della bassa

Otztaler inside
9 Ottobre 2013
9.065
9.237
40
modena, ma col cuore, ed originario, di Reggio Emi
Bici
(advanced pro nox, argon 18 gallium), ora Cervèlo S3
Più che scanzonato mi pare proponga un'immagine meno "ossessionata" dei corridori più giovani e più "rustica": niente residenza a montecarlo, hobby della fattoria, pesca, etc...

Ma, caprette a parte, riassume un po' il profilo del tipico corridore della ormai generazione passata, che si lamenta dei nuovi usi impostisi recentemente: sensori per ogni cosa, vita monacale, analisi di ogni dato, etc...

ok, però, boh

io parto da questo assunto: per noi una passione, per loro un lavoro
io "apprezzo" molto di più, uno che si impegna sul posto di lavoro, da "tutto quello che può". poi, i risultati possono venire o meno, a prescindere
ma dicerto, ma sò essere un mio limite, non è che mi stia simpatico uno che "la prende alla leggera" il proprio lavoro

qui sembra essere apprezzato che il corridore viva meno "maniacalmente" il proprio lavoro

son fratto strano io, lo sò ;pirlùn^
 

Fill

Gregario
23 Ottobre 2020
635
526
51
Venezia
Bici
Specialiezed
A me sembra logica la scelta della Jumbo di presentare Vingegaard come co-capitano dopo il Tour dello scorso anno. Toglie pressione al solo Roglic e gli avversari dovranno comunque tenere d'occhio il danese.
Poi penso che Roglic sia chiaramente il capitano unico.
Meno sensata invece, portare Wout van Aert per prendere maglia verde e magari vincere qualche tappa...
Che riassumendo le ambizioni degli Olandesi...
Maglia Gialla, Maglia Bianca, Maglia a pois miglior scalatore, Maglia verde, Classifica a Squadre..
Metti che per vincere Maglia Gialla e Verde, vinci un paio di tappe ciascuna... e una per la maglia Bianca la devi pure mettere in preventivo.. Gli altri possono venire a prendere il sole a Jesolo...:==
Condito con il fatto che poi tutto sti gran strateghi in ammiraglia non sono.... 2020 ne hanno fatto di ogni in ammiraglia.... Per la felicità di Podgcar...

Poi magari non sarà cosi... e adotteranno una politica più' realistica e democristiana.. interpretata in tanti anni dalle squadre del buon Eusebio ( prima della conversione tattica alla @Doctor Speck :clown: )
E al belga riserveranno il compito di buon gregariato.... Anche se vederlo fare il gregario è una bestemmia...
 

samuelgol

Flughafenwächter
24 Settembre 2007
41.954
16.768
Bozen
Bici
Canyon Ultimate SLX. Nome: Andrea
ok, però, boh

io parto da questo assunto: per noi una passione, per loro un lavoro
io "apprezzo" molto di più, uno che si impegna sul posto di lavoro, da "tutto quello che può". poi, i risultati possono venire o meno, a prescindere
ma dicerto, ma sò essere un mio limite, non è che mi stia simpatico uno che "la prende alla leggera" il proprio lavoro

qui sembra essere apprezzato che il corridore viva meno "maniacalmente" il proprio lavoro

son fratto strano io, lo sò ;pirlùn^
Ma, sai, alla fine può anche starci, interpretare il proprio lavoro "alla leggera". Se al tuo datore di lavoro sta bene, magari vuole lui o i suoi sponsor, proprio veicolare questa immagine, ci può pure stare. Personalmente a me piace di più il cyborg. O meglio mi piace anche il Sagàn, ma a condizione che non pregiudichi il suo lavoro, cosa che secondo me, almeno fino a 2/3 anni fa non accadeva nemmeno con Sagàn, pur avendo comunque un approccio diverso da un Froome, (ma probabilmente anche obiettivi diversi e un talento naturale maggiore).
Di sicuro se metto fianco a fianco Froome e Pinot, risultati a parte, preferisco mille volte il primo, pur non avendo nulla contro il secondo, almeno dal punto di vista personale e dei comportamenti. Quelli che proprio non mi piacciono, sono quelli che adottano comportamenti fuori le righe e non è certamente il caso di Pinot. Non mi piacciono nemmeno i velocisti, ma è un gusto mio di cosa mi piace vedere in tv e di come mi piace un atleta.
 

Ser pecora

Diretur
Membro dello Staff
16 Aprile 2004
17.896
8.310
96
dove capita
ok, però, boh

io parto da questo assunto: per noi una passione, per loro un lavoro
io "apprezzo" molto di più, uno che si impegna sul posto di lavoro, da "tutto quello che può". poi, i risultati possono venire o meno, a prescindere
ma dicerto, ma sò essere un mio limite, non è che mi stia simpatico uno che "la prende alla leggera" il proprio lavoro

qui sembra essere apprezzato che il corridore viva meno "maniacalmente" il proprio lavoro

son fratto strano io, lo sò ;pirlùn^

Mi sembra il solito fraintendimento sui termini. Che uno come Pinot, coi suoi risultati (che non sono da paracarro) sia uno che va avanti a pizza e birra non credo proprio. Si allena tanto quanto e come i suoi altri compagni. La struttura è la stessa. E alla Groupama non credo facciano le cose alla carlona mentre alla solita Ineos li tengano in gabbietta come i canarini e gli diano miglio 3 volte al giorno.

Semplicemente ogni corridore ha la sua personalità: ad alcuni piace essere super seguiti ad altri meno. Ma alla fine se non sgobbano non combinano niente. Tanto per dire un DS della Trek mi aveva detto che alcuni corridori sono contenti di inviare i file degli allenamenti ogni giorno ed avere feedback quotidiani, altri no. Tipo Mollema, che li invia una volta a settimana e non “vuole rotture di palle quotidiane”.

Questo non fa certo essere Mollema poco professionale.
Poi il resto sono solo miti creati da impressioni personali, come quello che alla Ineos siano super tutto e gli altri no….cosa sconfessata da vari corridori. Non ultimo Rohan Dennis che ha detto che scopiazzano solo quello che fa la Jumbo…

E per dire, la squadra più “militaresca” nei metodi è la DSM, da cui infatti scappano tutti…mentre Bardet dice di trovarsi a meraviglia….

Pinot dice semplicemente che non gli va di dormire con il sensore sotto il cuscino, di vivere con quello del glucosio infilato sottopelle tutto il giorno etc…tutte cose che i ragazzini di oggi prendono come normali, perché per loro è sempre stato cosi. Che poi, Pogacar, Remco e Bernal a parte, OGNI ragazzino potrà avere il CV di Pinot a fine carriera vedremo. Sensori o no. Così come quanti arriveranno a 30 anni ancora sani di mente e con la voglia di farsi dire dalla app quanti grammi di banane mangiare. Perché tutta questa scientificità sembra avere il rovescio della medaglia.

La storia della professionalità invece mi pare sia un’induzione indebita.
 

Doctor Speck

Ötztalnauta
18 Settembre 2004
10.200
2.981
44
FVG
Bici
Nera
Meno sensata invece, portare Wout van Aert per prendere maglia verde e magari vincere qualche tappa...
Che riassumendo le ambizioni degli Olandesi...
Maglia Gialla, Maglia Bianca, Maglia a pois miglior scalatore, Maglia verde, Classifica a Squadre..
Metti che per vincere Maglia Gialla e Verde, vinci un paio di tappe ciascuna... e una per la maglia Bianca la devi pure mettere in preventivo.. Gli altri possono venire a prendere il sole a Jesolo...:==
Condito con il fatto che poi tutto sti gran strateghi in ammiraglia non sono.... 2020 ne hanno fatto di ogni in ammiraglia.... Per la felicità di Podgcar...

Poi magari non sarà cosi... e adotteranno una politica più' realistica e democristiana.. interpretata in tanti anni dalle squadre del buon Eusebio ( prima della conversione tattica alla @Doctor Speck :clown: )
E al belga riserveranno il compito di buon gregariato.... Anche se vederlo fare il gregario è una bestemmia...
Boh, Van Aert al top si arrangia tranquillamente per la verde.
Quello che fu il suo ruolo al Tour 2020 ora ce l'ha l'AustrialianoSociopatico quindi non vedo grossi problemi... il Jumbo che mi lascia più perplesso in realtà è Spalloni, dal Tour 2018 ho l'impressione che essere stato spodestato da Rogla gli abbia fatto togliere un po' piede dal gas, mi sembra il meno motivato e incisivo del gruppo.
Sono d'accordo nell'aver portato il Sirenetto al posto di 2Mulini, sia perchè Tom merita un'ultima possibilità al Giro, sia perchè il Vingegaard mi sembra un buon uomo squadra e se fa un buon lavoro si può guadagnare una Vuelta o un Giro '23 da leader.
Poi non contiamo che ormai anche Mas è un ottimo gregario per la Jumbo (tanto per rimanere in tema @Fill :mrgreen: ).
Detto questo, tutti discorsi al vento, credo che il vincitore del Tour sia già scritto.
 

pedalone della bassa

Otztaler inside
9 Ottobre 2013
9.065
9.237
40
modena, ma col cuore, ed originario, di Reggio Emi
Bici
(advanced pro nox, argon 18 gallium), ora Cervèlo S3
Mi sembra il solito fraintendimento sui termini. Che uno come Pinot, coi suoi risultati (che non sono da paracarro) sia uno che va avanti a pizza e birra non credo proprio. Si allena tanto quanto e come i suoi altri compagni. La struttura è la stessa. E alla Groupama non credo facciano le cose alla carlona mentre alla solita Ineos li tengano in gabbietta come i canarini e gli diano miglio 3 volte al giorno.

Semplicemente ogni corridore ha la sua personalità: ad alcuni piace essere super seguiti ad altri meno. Ma alla fine se non sgobbano non combinano niente. Tanto per dire un DS della Trek mi aveva detto che alcuni corridori sono contenti di inviare i file degli allenamenti ogni giorno ed avere feedback quotidiani, altri no. Tipo Mollema, che li invia una volta a settimana e non “vuole rotture di palle quotidiane”.

Questo non fa certo essere Mollema poco professionale.
Poi il resto sono solo miti creati da impressioni personali, come quello che alla Ineos siano super tutto e gli altri no….cosa sconfessata da vari corridori. Non ultimo Rohan Dennis che ha detto che scopiazzano solo quello che fa la Jumbo…

E per dire, la squadra più “militaresca” nei metodi è la DSM, da cui infatti scappano tutti…mentre Bardet dice di trovarsi a meraviglia….

Pinot dice semplicemente che non gli va di dormire con il sensore sotto il cuscino, di vivere con quello del glucosio infilato sottopelle tutto il giorno etc…tutte cose che i ragazzini di oggi prendono come normali, perché per loro è sempre stato cosi. Che poi, Pogacar, Remco e Bernal a parte, OGNI ragazzino potrà avere il CV di Pinot a fine carriera vedremo. Sensori o no. Così come quanti arriveranno a 30 anni ancora sani di mente e con la voglia di farsi dire dalla app quanti grammi di banane mangiare. Perché tutta questa scientificità sembra avere il rovescio della medaglia.

La storia della professionalità invece mi pare sia un’induzione indebita.

mai detto, e se è traspirato questo è stato un mio errore, che non sia professionale in quello che fà

ecco. ps, vogliamo (plurale maiestatis) più notizie dall'interno :==:==:==
 

samuelgol

Flughafenwächter
24 Settembre 2007
41.954
16.768
Bozen
Bici
Canyon Ultimate SLX. Nome: Andrea
............

Poi il resto sono solo miti creati da impressioni personali, come quello che alla Ineos siano super tutto e gli altri no….cosa sconfessata da vari corridori. Non ultimo Rohan Dennis che ha detto che scopiazzano solo quello che fa la Jumbo…
.............
Sinceramente una dichiarazione del genere la prenderei con le pinze, per svariate ragioni, a cominciare dalla personalità quantomeno strana del personaggio che ha (avrebbe) fatto una affermazione del genere.
Va comunque detto che anche la Jumbo non sembra una formazione da pizza e birra, tutt'altro, oltre al fatto che se in passato è certamente falso che ciò sia accaduto, in tempi recentissimi potrebbe pure essere, ma vuol dire poco. Un pò in tutti gli sport, dalla vela alla F1, chi va per la maggiore è oggetto di emulazione che a volte sconfina persino nello spionaggio industriale quando non è lo stesso che va per la maggiore che comunque "spia" gli avversari. Entro confini leciti, lo ritengo un approccio corretto, nell'ottica che non si finisce mai di imparare e anche chi ne sa di meno o vale di meno, può però darti uno spunto valido per far meglio.
 

Ser pecora

Diretur
Membro dello Staff
16 Aprile 2004
17.896
8.310
96
dove capita
Sinceramente una dichiarazione del genere la prenderei con le pinze, per svariate ragioni, a cominciare dalla personalità quantomeno strana del personaggio che ha (avrebbe) fatto una affermazione del genere.

La Sky ha portato sicuramente un'innovazione epocale nei metodi e nella comunicazione rispetto l'epoca precedente. Ma stiamo parlando di uno sport dove negli anni '90 nelle corse tedesche ad esempio la sera fuori dai bordelli c'erano parcheggiate metà ammiraglie del gruppo....

Sono passati oltre 10 anni ed ormai oggi lo standard è lo stesso per tutti. Perlomeno nelle grandi squadre, visto anche il fisiologico travaso di staff e corridori che avviene costantemente.

Detto questo il "tipo cyborg" che ti piace tanto non è uno più professionale degli altri, ma uno che mentalmente riesce a fare una certa vita per tot anni. Ma Froome è un caso più unico che raro, visto che ad essere onesti, ogni vincitore di Tour della Sky/Ineos oltre a lui è praticamente saltato di testa: Wiggins, Thomas e Bernal sono andati tutti in burnout dopo le loro vittorie. E non perché non facessero la vita richiesta, ma proprio perché la facevano.

Quindi se vuoi avere dei risultati devi anche saper adattare i metodi al corridore, pena non averne nessuno (di risultato). Il che è abbastanza stupido nel caso tu abbia "materiale" di valore.

Alla DSM mi pare che il problema sia proprio non capirlo.
 
  • Mi piace
Reactions: golias

Fill

Gregario
23 Ottobre 2020
635
526
51
Venezia
Bici
Specialiezed
Detto questo, tutti discorsi al vento, credo che il vincitore del Tour sia già scritto.
Se ti riferisci a Podgcar...
Mi aspetto che risenta un contraccolpo da notorietà..., quindi un calo di prestazioni..
Poi magari non sarà così... Sloveni sono più' quadrati dei loro coetanei...., ha anche morosa corridora, che lo aiuta.. :mrgreen: ma ci potrebbe stare...