News Roglic, Vingegaard e Pinot al Tour de France

Doctor Speck

Ötztalnauta
18 Settembre 2004
10.670
4.101
44
FVG
Bici
Nera
Se ti riferisci a Podgcar...
Mi aspetto che risenta un contraccolpo da notorietà..., quindi un calo di prestazioni..
Poi magari non sarà così... Sloveni sono più' quadrati dei loro coetanei...., ha anche morosa corridora, che lo aiuta.. :mrgreen: ma ci potrebbe stare...
Si, parlo di lui.
Può succedere quel che dici, ma è anche vero che non ha mai avuto una giornata no da quando è pro.
Vedremo va là.
 

pedalone della bassa

Otztaler inside
9 Ottobre 2013
9.771
10.478
41
modena, ma col cuore, ed originario, di Reggio Emi
Bici
(advanced pro nox, argon 18 gallium), ora Cervèlo S3
La Sky ha portato sicuramente un'innovazione epocale nei metodi e nella comunicazione rispetto l'epoca precedente. Ma stiamo parlando di uno sport dove negli anni '90 nelle corse tedesche ad esempio la sera fuori dai bordelli c'erano parcheggiate metà ammiraglie del gruppo....

Sono passati oltre 10 anni ed ormai oggi lo standard è lo stesso per tutti. Perlomeno nelle grandi squadre, visto anche il fisiologico travaso di staff e corridori che avviene costantemente.

Detto questo il "tipo cyborg" che ti piace tanto non è uno più professionale degli altri, ma uno che mentalmente riesce a fare una certa vita per tot anni. Ma Froome è un caso più unico che raro, visto che ad essere onesti, ogni vincitore di Tour della Sky/Ineos oltre a lui è praticamente saltato di testa: Wiggins, Thomas e Bernal sono andati tutti in burnout dopo le loro vittorie. E non perché non facessero la vita richiesta, ma proprio perché la facevano.

Quindi se vuoi avere dei risultati devi anche saper adattare i metodi al corridore, pena non averne nessuno (di risultato). Il che è abbastanza stupido nel caso tu abbia "materiale" di valore.

Alla DSM mi pare che il problema sia proprio non capirlo.

ammetto, che il mio giudizio è di parte, essendo, senza problema ad ammetterlo, un ammiratore del modo di lavorare del team Sky/Ineos, ed in particolar modo di Thomas, ma i due sopracitati, io non me li ricordo con quel problema
giusto per parlare, oggi "c'è tempo" :==:
- Thomas vince nel 2018, secondo nel 2019, nel 2020 si sfracella al Giro, lo scorso anno cade al Tour. a me sembra essere in calo per "sfighe"/età che avanza
- Bernal. vince il Tour 2019, và male al Tour 2020 (con anche problemi alla schiena), vince il Giro 2021 (ok, con concorrenza,,,,,,,,"normale" diciamo). vediamo quest'anno

credo che sì, Wiggins sia stato quello che ha pagato un certo modo di fare il corridore
 

Ser pecora

Diretur
Membro dello Staff
16 Aprile 2004
18.656
10.208
96
dove capita
ammetto, che il mio giudizio è di parte, essendo, senza problema ad ammetterlo, un ammiratore del modo di lavorare del team Sky/Ineos, ed in particolar modo di Thomas, ma i due sopracitati, io non me li ricordo con quel problema
giusto per parlare, oggi "c'è tempo" :==:
- Thomas vince nel 2018, secondo nel 2019, nel 2020 si sfracella al Giro, lo scorso anno cade al Tour. a me sembra essere in calo per "sfighe"/età che avanza
- Bernal. vince il Tour 2019, và male al Tour 2020 (con anche problemi alla schiena), vince il Giro 2021 (ok, con concorrenza,,,,,,,,"normale" diciamo). vediamo quest'anno

credo che sì, Wiggins sia stato quello che ha pagato un certo modo di fare il corridore

Thomas ha ammesso che dopo la vittoria del Tour era bruciato, e che ci ha messo mesi a riprendere i ritmi di lavoro precedenti ritardando la preparazione per il Tour successivo.
Bernal avrà avuto i famosi problemi alla schiena, ma anche altro. non si potrà parlare di burnout, ma psicologicamente ha pagato anche lui, che comunque è giovanissimo, sparendo per mesi in colombia (ed alimentando le voci che lo volevano in partenza dalla Ineos). Tra l'altro ha fatto anche il cambio fidanzata nel frattempo.

C'è anche da dire che Wiggins, Thomas e Froome, al contrario di Bernal, hanno dovuto "tirarsi" in un modo spropositato per diventare corridori da Gt, al contrario di Bernal, visto che il più basso dei 3 è 10cm più del colombiano.
 

samuelgol

Flughafenwächter
24 Settembre 2007
43.016
17.875
Bozen
Bici
Canyon Ultimate SLX. Nome: Andrea
............
Sono passati oltre 10 anni ed ormai oggi lo standard è lo stesso per tutti. Perlomeno nelle grandi squadre, visto anche il fisiologico travaso di staff e corridori che avviene costantemente.
Tutti Movistar esclusa, vuoi dire :mrgreen:

Detto questo il "tipo cyborg" che ti piace tanto non è uno più professionale degli altri, ma uno che mentalmente riesce a fare una certa vita per tot anni. Ma Froome è un caso più unico che raro,
Froome, Cr7, Lebron (non ne cito un altro per evitare il flame generalizzato :mrgreen:) con sfumature diverse dettate dal tipo di sport (il basket non è il ciclismo), mi piace quel tipo di atleta che tira fuori da se stesso il 100% e non è mai pago dalle vittorie. Questione di gusti.

visto che ad essere onesti, ogni vincitore di Tour della Sky/Ineos oltre a lui è praticamente saltato di testa: Wiggins, Thomas e Bernal sono andati tutti in burnout dopo le loro vittorie. E non perché non facessero la vita richiesta, ma proprio perché la facevano.
Bernal mi pare accusasse problemi fisici. In assoluto ci sta che se non sei capace di reggere quel ritmo è controproducente e in pochi ci riescono. Ma questo me li fa piacere di più.

Quindi se vuoi avere dei risultati devi anche saper adattare i metodi al corridore, pena non averne nessuno (di risultato). Il che è abbastanza stupido nel caso tu abbia "materiale" di valore.
Questo è sicuramente vero, adattare i tuoi metodi anche al materiale che hai.
 

samuelgol

Flughafenwächter
24 Settembre 2007
43.016
17.875
Bozen
Bici
Canyon Ultimate SLX. Nome: Andrea
Se ti riferisci a Podgcar...
Mi aspetto che risenta un contraccolpo da notorietà..., quindi un calo di prestazioni..
Poi magari non sarà così... Sloveni sono più' quadrati dei loro coetanei...., ha anche morosa corridora, che lo aiuta.. :mrgreen: ma ci potrebbe stare...

Si, parlo di lui.
Può succedere quel che dici, ma è anche vero che non ha mai avuto una giornata no da quando è pro.
Vedremo va là.
Io al contraccolpo di notorietà non credo. Credo che Pogacar sia solido di gambe e di testa. Però non credo nemmeno che Pogacar non possa non vincere. Non è mai esistito nessuno che vincesse sempre. Nemmeno Merckx. Nemmeno LA :== (anche se a leggere gli albi d'oro sembra non abbia vinto mai). Oltre a cadute e malattie, ci sono le situazioni di gara e di forma che sono comunque ondivaghe. Senza necessariamente scomodare il doping, ci sta che un qualche ottimo corridore becchi la forma della vita, quella che ti fa rendere al 120% delle tue possibilità e che questo 120% basti per vincere una volta. Quasi sempre sono successi estemporanei che poi mai vengono ripetuti.
Insomma, credo che Pogacar sia il 1 favorito, si, che abbia già vinto i prossimi 10 Tour no.
 
  • Mi piace
Reactions: alespg