torcicollo da discesa: quale rimedio ?

THE MATRIX M+

Passista
15 Novembre 2012
4.212
1.441
32
Konstanz
Bici
Wilier zero 7 black/red Record
Grazie a tutti, provo a rispondere a tutti

Intanto, posto foto bici (sorry per la prospettiva, ma è rimessata in un posto stretto).

Dicevo, posizione per me ottimale in presa alta.

Rispetto allo standard, ho dovuto spostare in avanti le torrette dei freni perchè altrimenti, in presa bassa, non riuscivo ad arrivarci con le dita nonostante la vite di regolazione che avvicina la leva (mani piccole).
Lo spostamento in avanti ha anche allungato un minimo la distanza mani - sedere, con l'effetto secondario di stendere la schiena, cosa che rende la posizione comodissima.

E' comoda anche in presa bassa, ed anche in discesa, salvo quando si tratta di discese ripide che mi richiedono di storcere tantissimo il collo.

E' verissimo che in presa bassa sono col peso abbastanza avanti. Quando sono in discesa e freno sento sensibilmente lo spostamento di peso sulle braccia.

E' anche vero che ho il sellino molto inclinato in avanti, ma altrimenti mi frantumavo i cabazizi (e se lo abbasso e lo raddrizzo sono troppo corto di gamba)

Ho ruotato un poco il manubrio verso il sellino, in modo da essere più comodo in presa bassa rispetto ai freni.
Avevo provato anche a compensare lo spostamento in avanti delle torrette con la messa in opera di uno stem più corto. In presa alta la biga restava comodissima ma in presa bassa mi si arcuava parecchio la schiena, con comparsa di lieve torcicollo anche in pianura.

E' probabile che - anche se normalmente io non soffro di torcicollo e il mio collo a muoverlo non scricchiola - io sia piuttosto rigido in sella, e che abbia bisogno di esercizi posturali e di abitudine. Del resto sono pochi mesi che vado in bici, e divido le uscite tra mtb e bdc, che hanno impostazioni molto diverse.

Confesso che facendo attività fisica, e non sport (leggendo ciò che si scrive in altre discussioni, credo di essere tra i cattivi ciclisti meritevoli di essere confinati nel purgatorio degli e-bikerz :-) la presa bassa la uso solo quando devo sfruttare tutta la leva dei freni, cioè in discesa. il 95 % del tempo lo passo quindi con le mani sulle torrette (e vi confesso che esistessero torrette per lo shimano 105 conformate in modo da permettere di agire sull'intera leva stando in presa alta, le compererei ieri).

Accetto ogni suggerimento. Mi piacerebbe ricompensare la fatica della salita, che mi piace molto, con qualche discesa a manetta, ma al momento ogni discesa ripida è una sofferenza che non mi ricompensa granchè.

Stasera mi studio la posizione del cobra.
Imho c'è da cambiare tutto nella posizione. Leggiti qualche guida per posizionarti bene da solo, non avrai successo al 100% ma sicuramente meglio di come sei messo ora.
 

 

Joe_T

Apprendista Cronoman
11 Ottobre 2016
2.768
937
IT
Bici
Trek, Specialized
perdona ma guardando la foto della bici, e da quello che dici...
se sei "costretto" a pedalare in quel modo, per avere l'impressione di un sollievo che poi effettivamente non hai...se non momentaneo e circoscritto...hai un problema serio di posizionamento.
 

cylone

Apprendista Scalatore
15 Giugno 2014
2.062
232
Qui
Bici
Wilier GTR 105 11v
Secondo me devi alzare la punta (usa la livella per farla stare a livello) ed avanza un po la sella (prova 1 cm massimo)
 

alle_84

Pignone
3 Marzo 2019
192
19
36
Latina
Bici
Pinarello Monviso
la sella in quel modo proprio no.
deve essere in bolla o al massimo con la punta non più di 5mm più bassa.
se la sella è molto arcuata la differenza prendila col centro sella (o comunque dove spiana)

per l'altezza utilizza, come base di partenza, la formula cavallo x 0.885.
l'altezza sella si prende da centro MC e Punto anatomico sella, dove la sella è larga 72mm.
il cavallo prendilo scalzo, con indosso il pantaloncino che usi in bicicletta con fondello.
fatti aiutare da qualcuno, usa una livella lunga, larga almeno 5cm, piedi leggermente divaricati (20-25cm tra gli alluci), e spingi bene la livella in bolla sotto le ossa ischiatiche, a simulare la pressione che si avverte in sella.
fai misurare la distanza tra la parte superiore della livella e il suolo. effettua la misurazione almeno 3 volte e fai una media delle misurazioni.

per l'avanzamento della sella cerca, una volta trovata e settata l'altezza, di posizionare l'asse del pedale in perpendicolare con la tuberosità tibiale (se non sai cos'è google ti aiuta).

attenzione che regolando l'avanzamento modifichi anche l'altezza.

ovvio che anche le tacchette devono essere nella maniera corretta: ci sono vari metodi, dal rilevare le quote al tatto con sferette da applicare sui metatarsi, alle formule matematiche.
una di queste dice che il centro tacchetta deve stare dalla punta della scarpa (che normalmente è 1 numero in più delle calzature usate giornalmente) ad una certa distanza, secondo la seguente formula:
distanza tra punta scarpa e centro tacchetta = ((taglia scarpa usata normalmente - 35) x 4 ) +63mm

comincia intanto col regolare queste cose
 

alle_84

Pignone
3 Marzo 2019
192
19
36
Latina
Bici
Pinarello Monviso
un'altra cosa: così ad occhio, guardando la foto, io ruoterei il manubrio verso l'alto. la parte di appoggio della leva comando deve essere parallela al suolo
 

Ruggero1968

Novellino
7 Dicembre 2018
87
96
Chiasso, Svizzera
Bici
Cannondale Topstone
Da quel poco che posso intuire dalla fotografia, hai il telaio troppo grande (lungo)
Hai il manubrio praticamente più alto della sella. Messa così la posizione in sella dovrebbe essere molto eretta, sia in presa alta che bassa e non comportare dolori al collo.
Se invece come dici, ti ritrovi con il torcicollo, vuol dire che pedali tanto disteso (da qui la posizione della sella con la punta in giù) e quel telaio é troppo grande!
 
  • Like
Reactions: minodoc3

patbici

Novellino
4 Novembre 2019
71
34
50
Bologna
Bici
triban rc 120
tacchette e altezza sella sono corrette. Anche avanzamento sella (ho calcolato tutto seguendo i sacri testi e prendendo a mani basse da quanto mi sono chiarito sul forum, poi controllato con amico ciclista esperto). Inclinazione sella è inusuale, ma altrimenti, come ho già scritto diverse volte, nel pedalare mi distruggo le parti basse (vorrei lusingarmi pensando di essere superdotato, ma purtroppo credo non sia così ...). Probabilmente dovrei prendere una di quelle selle con la punta tronca (tipo, ad esempio: https://www.nencinisport.it/it/smp-...L9UGDSY1LYctzXNIWqFtVqbmu0fwZPchoC4hwQAvD_BwE ) ma la realtà è che con la sella così io sto supercomodo.

manubrio: so che la parte terminale dovrebbe stare parallela al terreno, ma ho anche letto (qui sul forum, peraltro) che questo vale per i manubri classici, mentre per questi con curve più strette valgono regole random. In ogni caso, se la parte inferiore è parallela al suolo io non riesco ad arrivare alle leve perchè la mano appoggia troppo in basso. per arrivarci dovrei far scorrere le torrette ulteriormente verso il basso. Sono quindi andato a tentativi.

Grazie a tutti dell'aiuto.

Prima di cambiare random una posizione che trovo molto comoda in ogni momento, compresa la discesa a presa bassa, tranne il solo caso di discese ripide a presa bassa, farò ginnastica posturale e gli esercizi consigliati.
Se poi non risolvo mi rassegnerò a por mano alla bici. Sono riluttante a farlo, perchè ho provato diversi assetti, pescando le info su alcuni libri e blog, ma questo è il miglior compromesso che sono riuscito a raggiungere con esito soddisfacente e senza che, dopo l'uscita, mi venga qualsiasi dolore.
 

MP_nella_BG

Apprendista Scalatore
4 Agosto 2017
1.868
331
Toscana
Bici
Orbea Orca OMX
Grazie a tutti, provo a rispondere a tutti

Intanto, posto foto bici (sorry per la prospettiva, ma è rimessata in un posto stretto).

Dicevo, posizione per me ottimale in presa alta.

Rispetto allo standard, ho dovuto spostare in avanti le torrette dei freni perchè altrimenti, in presa bassa, non riuscivo ad arrivarci con le dita nonostante la vite di regolazione che avvicina la leva (mani piccole).
Lo spostamento in avanti ha anche allungato un minimo la distanza mani - sedere, con l'effetto secondario di stendere la schiena, cosa che rende la posizione comodissima.

E' comoda anche in presa bassa, ed anche in discesa, salvo quando si tratta di discese ripide che mi richiedono di storcere tantissimo il collo.

E' verissimo che in presa bassa sono col peso abbastanza avanti. Quando sono in discesa e freno sento sensibilmente lo spostamento di peso sulle braccia.

E' anche vero che ho il sellino molto inclinato in avanti, ma altrimenti mi frantumavo i cabazizi (e se lo abbasso e lo raddrizzo sono troppo corto di gamba)

Ho ruotato un poco il manubrio verso il sellino, in modo da essere più comodo in presa bassa rispetto ai freni.
Avevo provato anche a compensare lo spostamento in avanti delle torrette con la messa in opera di uno stem più corto. In presa alta la biga restava comodissima ma in presa bassa mi si arcuava parecchio la schiena, con comparsa di lieve torcicollo anche in pianura.

E' probabile che - anche se normalmente io non soffro di torcicollo e il mio collo a muoverlo non scricchiola - io sia piuttosto rigido in sella, e che abbia bisogno di esercizi posturali e di abitudine. Del resto sono pochi mesi che vado in bici, e divido le uscite tra mtb e bdc, che hanno impostazioni molto diverse.

Confesso che facendo attività fisica, e non sport (leggendo ciò che si scrive in altre discussioni, credo di essere tra i cattivi ciclisti meritevoli di essere confinati nel purgatorio degli e-bikerz :-) la presa bassa la uso solo quando devo sfruttare tutta la leva dei freni, cioè in discesa. il 95 % del tempo lo passo quindi con le mani sulle torrette (e vi confesso che esistessero torrette per lo shimano 105 conformate in modo da permettere di agire sull'intera leva stando in presa alta, le compererei ieri).

Accetto ogni suggerimento. Mi piacerebbe ricompensare la fatica della salita, che mi piace molto, con qualche discesa a manetta, ma al momento ogni discesa ripida è una sofferenza che non mi ricompensa granchè.

Stasera mi studio la posizione del cobra.
Te lo hanno già detto, ma quella sella in quel modo...proprio no. Per il resto non mi esprimo.
 

bianco70

Apprendista Cronoman
22 Agosto 2007
2.917
1.053
Bologna
Bici
Wilier 110 Air
tacchette e altezza sella sono corrette. Anche avanzamento sella (ho calcolato tutto seguendo i sacri testi e prendendo a mani basse da quanto mi sono chiarito sul forum, poi controllato con amico ciclista esperto). Inclinazione sella è inusuale, ma altrimenti, come ho già scritto diverse volte, nel pedalare mi distruggo le parti basse (vorrei lusingarmi pensando di essere superdotato, ma purtroppo credo non sia così ...). Probabilmente dovrei prendere una di quelle selle con la punta tronca (tipo, ad esempio: https://www.nencinisport.it/it/smp-...L9UGDSY1LYctzXNIWqFtVqbmu0fwZPchoC4hwQAvD_BwE ) ma la realtà è che con la sella così io sto supercomodo.

manubrio: so che la parte terminale dovrebbe stare parallela al terreno, ma ho anche letto (qui sul forum, peraltro) che questo vale per i manubri classici, mentre per questi con curve più strette valgono regole random. In ogni caso, se la parte inferiore è parallela al suolo io non riesco ad arrivare alle leve perchè la mano appoggia troppo in basso. per arrivarci dovrei far scorrere le torrette ulteriormente verso il basso. Sono quindi andato a tentativi.

Grazie a tutti dell'aiuto.

Prima di cambiare random una posizione che trovo molto comoda in ogni momento, compresa la discesa a presa bassa, tranne il solo caso di discese ripide a presa bassa, farò ginnastica posturale e gli esercizi consigliati.
Se poi non risolvo mi rassegnerò a por mano alla bici. Sono riluttante a farlo, perchè ho provato diversi assetti, pescando le info su alcuni libri e blog, ma questo è il miglior compromesso che sono riuscito a raggiungere con esito soddisfacente e senza che, dopo l'uscita, mi venga qualsiasi dolore.
Ho qualche dubbio che l'altezza sella sia corretta, visti che dici che se alzi la punta risulta poi corta di gamba.
 
  • Like
Reactions: MP_nella_BG

golias

Maglia Gialla
28 Marzo 2018
10.521
5.289
.
Bici
mia
tacchette e altezza sella sono corrette. Anche avanzamento sella (ho calcolato tutto seguendo i sacri testi e prendendo a mani basse da quanto mi sono chiarito sul forum, poi controllato con amico ciclista esperto). Inclinazione sella è inusuale, ma altrimenti, come ho già scritto diverse volte, nel pedalare mi distruggo le parti basse (vorrei lusingarmi pensando di essere superdotato, ma purtroppo credo non sia così ...). Probabilmente dovrei prendere una di quelle selle con la punta tronca (tipo, ad esempio: https://www.nencinisport.it/it/smp-...L9UGDSY1LYctzXNIWqFtVqbmu0fwZPchoC4hwQAvD_BwE ) ma la realtà è che con la sella così io sto supercomodo.

manubrio: so che la parte terminale dovrebbe stare parallela al terreno, ma ho anche letto (qui sul forum, peraltro) che questo vale per i manubri classici, mentre per questi con curve più strette valgono regole random. In ogni caso, se la parte inferiore è parallela al suolo io non riesco ad arrivare alle leve perchè la mano appoggia troppo in basso. per arrivarci dovrei far scorrere le torrette ulteriormente verso il basso. Sono quindi andato a tentativi.

Grazie a tutti dell'aiuto.

Prima di cambiare random una posizione che trovo molto comoda in ogni momento, compresa la discesa a presa bassa, tranne il solo caso di discese ripide a presa bassa, farò ginnastica posturale e gli esercizi consigliati.
Se poi non risolvo mi rassegnerò a por mano alla bici. Sono riluttante a farlo, perchè ho provato diversi assetti, pescando le info su alcuni libri e blog, ma questo è il miglior compromesso che sono riuscito a raggiungere con esito soddisfacente e senza che, dopo l'uscita, mi venga qualsiasi dolore.
Prova a scrivere le tue misure altezza cavallo e quanto pedali compreso arretramento sella Ca sella > Mc
 

peppe59

Maglia Amarillo
6 Luglio 2011
8.667
2.063
roma / milano
Bici
Moser (acciaio); Bianchi (acciaio)
La sella che hai postato non ha la punta tronca, è solo una SMP con la sua forma; c'è chi la odia e chi la ama (io da quando ne ho provata una non ho più smesso). I dolori che tu descrivi sono di solito da posizione troppo lunga, sopratutto se oltre alla cervicale interessano anche il trapezio, più che da schiena "troppo arcuata" (tra virgolette perché la schiena arcuata è la posizione giusta, quindi semmai sarebbe una posizione "troppo corta"). Comunque è un tipico problema da inizio stagione, quando non sei abituato alla posizione; quest'anno fa più caldo e le discese lunghe si possono già fare.

Un'altra cosa da dire è che non hai praticamente dislivello sella/manubrio; probabilmente questo fa sì che anche con la sella puntata in giù non senti troppo problema, perché comunque il peso si scarica poco in avanti. Credo che saremmo curiosi di vederti in una foto con te in sella; la mia impressione è che tu abbia riprodotto una posizione da city-bike, poi quando vai in presa bassa la posizione diventa troppo strana.
 
  • Like
Reactions: MP_nella_BG

MP_nella_BG

Apprendista Scalatore
4 Agosto 2017
1.868
331
Toscana
Bici
Orbea Orca OMX
Per calcolare l'altezza sella è abbastanza facile
1)Misurati il cavallo
2)Moltiplica la misura x 0.883

Il valore che ottieni è l'altezza sella "corretta"

Per misurare il cavallo devi (se ti fai aiutare è meglio)
1)mettere i pantaolincini col fondello
2)divaricare le gambe come se stessi in bici
3)metterti tra le gambe una livella abbatanza lunga
4)forzarla, tenendola in bolla al pavimento pelvico
5)misurare l'altezza all'estremo delle livella

1581675139116.png

per riprartorare l'atezza sella sulla bici devi
1)misurare la sella dove è larga 7 cm (apri il calibro a 7cm e trova il punto)
2)misurare da quel punto fino al centro del movimento centrale
3)alzare/abbassare la sella fino a che non raggiunge il valore calcolato in precedenza

Alzare/abbassare la sella modifica anche l'arretramento, ma per ora lasciamo perdere, già una sella alta in modo abbastanza corretto è un ottimo punto di partenza.

Ah la sella deve essere in bolla, io la tengo in bolla perfetta, ma comunque deve essere circa in bolla.
 
Ultima modifica:

golance

Apprendista Velocista
18 Febbraio 2013
1.373
931
Bergamo
Bici
cannnnnondale
immaginavo che la sella fosse leggerme te inclinata in avanti ma non pensavo così tanto, dunque è logico che in discesa il peso va a sbilanciarsi tutto sull'anteriore, e cerchi di mantenere un vago equilibrio con un manubrio e sterzo molto rialzato, tuttavia la posizione è completamente sballata, mi spiace dirtelo ma la cosa più sensata è cambiare telaio, questo è almeno una se non due taglie in più a giudicare dal setting, ti consiglio di prendere qualcosa della tua misura prima di buttare soldi in spese varie per aggiustamenti o peggio per problemi fisici che sorgeranno. come si dice spesso in bici i millimetri sono metri
 

alle_84

Pignone
3 Marzo 2019
192
19
36
Latina
Bici
Pinarello Monviso
....Prima di cambiare random una posizione che trovo molto comoda in ogni momento, compresa la discesa a presa bassa, tranne il solo caso di discese ripide a presa bassa, farò ginnastica posturale e gli esercizi consigliati.
Se poi non risolvo mi rassegnerò a por mano alla bici. Sono riluttante a farlo, perchè ho provato diversi assetti, pescando le info su alcuni libri e blog, ma questo è il miglior compromesso che sono riuscito a raggiungere con esito soddisfacente e senza che, dopo l'uscita, mi venga qualsiasi dolore.
Evidentemente queste regolazioni non sono così corrette.
Nessun biomeccanico si azzarderebbe a posizionare una sella così.
E nessuna ditta produce selle, dopo aver investito in studi biomeccanici, per usarla così.
 
  • Like
Reactions: scico

Number of the beast

Apprendista Scalatore
24 Febbraio 2019
2.097
1.266
Italia
Bici
Nessuna
Inclinazione sella è inusuale, ma altrimenti, come ho già scritto diverse volte, nel pedalare mi distruggo le parti basse (vorrei lusingarmi pensando di essere superdotato, ma purtroppo credo non sia così ...).
Non ho idea di dove sono posizioni i tuoi coglioni, ma se la sella è perfettamente in bolla e con dei pantaloncini specifici è difficile comprimerli.
Anche perchè se tu avessi i coglioni schiacciati alla sella, sai che dolori.

Se consideri che qualche ciclista donna accusa gli stessi sintomi, sei con me che non dipende dallo schiacciamento dei coglioni.

Lo stare in sella porta allo schiacciamento del nervi pudendi, come conseguenza hai la perdita di sensibilità dei genitali. Innervano i genitali, perineo e ano. Sono tutte parti a contatto con la sella, viene da se che è facilissimo comprimerli se le ossa iliache in particolare l'ischio non è perfettamente sulla sella e impedire la compressione della nervatura.
A causa della posizione di questi nervi, la compressione tra le ossa del bacino e sella, portano ad avere problemi a qualche ciclista.
Per questo motivo qualche ciclista non riesce a trovare la sella ideale, mentre altri pedalano senza problemi su qualsiasi sella.

In foto si vede l'Ischio e nell'altra i nervi che causano formicolio e perdita di sensibilità nei genitali.

25-0.jpg image003.jpg
 
Ultima modifica:
  • Like
Reactions: minodoc3