Test Trek Checkpoint SL 6 eTap in prova

Marco82kg

Novellino
5 Settembre 2020
2
0
59
Cislago
Bici
Cannondale
Non capisco come mai non ci siano commento alla gravel di trek. il gravel è snobbato dai bitumari ed anche dai bikers? ma perché, mi chiedo? Anche su mtb mag zero commenti. boh. Forse molti di noi ce l’hanno con trek? O con il gravel?Non capisco e mi chiedo come mai. Io amo la bici in tutte le sue forme, e sono un biker ”malato” dai primi anni 80, quando c’erano solo front con forcella rigida e freni a cantilever. Amo la mtb più della mia moto! Ho vissuto tutta la sua evoluzione ( sono ormai alla 25 esima mtb), e quindi posso dire di saperne qualcosa. Ma devo dire che a novembre mi sono permesso una Diverge Expert, al di sopra delle mie possibilità economiche ma chissenefrega! Bene, devo dire che ne sono entusiasta, non tanto per L’ elettronico o per le ruote in carbonio , ma per il senso di libertà che mi trasmette . Quando esco per giro in solitaria non uso più la front ma uso la gravel: vado ovunque, su asfalto molto più velocemente che con la mtb e in fuoristrada, in modo diverso che con le mie mtb. Esperienze differenti. La mia Diverge non sostituirà mai le mie mtb e nemmeno le mie 2 bdc, ma uscire con la gravel mi fa stare bene. Io dico, anche se questa è solo la mia personalissima opinione:il gravel non è una moda, non è un ibrido, non è né carne né pesce, come dicono molti: è un mondo a se, che io dico essere assolutamente straordinario.
 

ValeXX

Apprendista Cronoman
15 Luglio 2009
3.400
2.329
Non capisco come mai non ci siano commento alla gravel di trek. il gravel è snobbato dai bitumari ed anche dai bikers? ma perché, mi chiedo? Anche su mtb mag zero commenti. boh. Forse molti di noi ce l’hanno con trek? O con il gravel?Non capisco e mi chiedo come mai. Io amo la bici in tutte le sue forme, e sono un biker ”malato” dai primi anni 80, quando c’erano solo front con forcella rigida e freni a cantilever. Amo la mtb più della mia moto! Ho vissuto tutta la sua evoluzione ( sono ormai alla 25 esima mtb), e quindi posso dire di saperne qualcosa. Ma devo dire che a novembre mi sono permesso una Diverge Expert, al di sopra delle mie possibilità economiche ma chissenefrega! Bene, devo dire che ne sono entusiasta, non tanto per L’ elettronico o per le ruote in carbonio , ma per il senso di libertà che mi trasmette . Quando esco per giro in solitaria non uso più la front ma uso la gravel: vado ovunque, su asfalto molto più velocemente che con la mtb e in fuoristrada, in modo diverso che con le mie mtb. Esperienze differenti. La mia Diverge non sostituirà mai le mie mtb e nemmeno le mie 2 bdc, ma uscire con la gravel mi fa stare bene. Io dico, anche se questa è solo la mia personalissima opinione:il gravel non è una moda, non è un ibrido, non è né carne né pesce, come dicono molti: è un mondo a se, che io dico essere assolutamente straordinario.
Hai ragione, probabilmente non è un segmento che attira particolarmente i forumendoli, oltretutto è una disciplina nuova che lascia spazio all'interpretazione e proprio per questo non ha ancora secondo me preso una piega ben stabilità e di conseguenza non ha una schiera di seguaci marcata come ad esempio la storica MTB e nemmeno la classicissima bdc, oltretutto è poco race ed in Italia tutto ciò che è poco race attecchisce di meno... ;-)

Non commento oltre però perché non ho mai avuto modo di provarne una, dico solo che credo stia prendendo una "piega" troppo "fuoristradistica", infatti onestamente io sarei più per un gravel molto vicino alla bdc perché andare troppo sul fuoristrada lo vedo una forzatura, d'accordo qualche modello più estremo ma ormai sta diventando uno standard a vedere delle geometrie sempre più "MTB".

Come ho già detto altre volte per 8 utenti gravel su 10, una classica ciclocross (a livello di geometrie) con però passaggio ruota fino a 42 sarebbe l'ideale, perfetta anche su asfalto con le slick, ottima nel fuoristrada leggero e sportivo con delle 40 e sicuramente più agile e reattiva e leggera e quindi godibile, anche perché pochi andranno a spingersi secondo me con una gravel in tracciati tecnici al limite della MTB ed è inutile avere geometrie estreme che poi sono più penalizzanti in altri contesti più vivaci. Questa la mia percezione da fuori e senza averla mai provata. ;-)
 
Ultima modifica:

longjnes

Scalatore
10 Luglio 2008
6.902
3.586
Bici
Gianni2
Hai ragione, probabilmente non è un segmento che attira particolarmente i forumendoli, oltretutto è una disciplina nuova che lascia spazio all'interpretazione e proprio per questo non ha ancora secondo me preso una piega ben stabilità e di conseguenza non ha una schiera di seguaci marcata come ad esempio la storica MTB e nemmeno la classicissima bdc, oltretutto è poco race ed in Italia tutto ciò che è poco race attecchisce di meno... ;-)

Non commento oltre però perché non ho mai avuto modo di provarne una, dico solo però che credo stia prendendo una "piega" troppo "fuoristradistica", infatti onestamente io sarei più per un gravel molto vicino alla bdc perché andare troppo sul fuoristrada lo vedo una forzatura, d'accordo qualche modello più estremo ma ormai sta diventando uno standard a vedere lòe geometrie sempre più "MTB".

Come ho già detto altre volte per 8 utenti gravel su 10, una classica ciclocross (a livello di geometrie) con però passaggio ruota fino a 42 sarebbe l'ideale, perfetta anche su asfalto con le slick, ottima nel fuoristrada leggero e sportivo con delle 40 e sicuramente più agile e reattiva e leggera e quindi godibile, anche perché pochi andranno a spingersi secondo me con una gravel in tracciati tecnici al limite della MTB ed è inutile avere geometrie estreme che poi sono più penalizzanti in altri contesti più vivaci. Questa la mia percezione da fuori e senza averla mai provata. ;-)
è un fenomeno che ha tante facce, non ho gravel ma vedo comprarne sia a chi ha mtb , sia a chi ha sempre avuto solo bdc.
se hai sempre avuto bdc la gravel ti porta fuori dall'asfalto, e se poi scopri che ti piace il bosco allora magari ambisci a qualcosa di più fuoristradistico, dipende anche dai territori frequentati. da noi ci sono strade bianche (che faccio anche con bdc) ma i sentieri generalmente sono sassosi e non in terra battuta e con una gravel appena impostata fai fatica.
chi viene dalla mtb dubito ambisca a qualcosa di più fuoristradistico, in fondo una mtb gommata leggera si avvicina come prestazione ad una gravel piu hard con il plus della forcella ammortizzata, tanto oramai kg più kg meno...
 
  • Mi piace
Reactions: ValeXX

ValeXX

Apprendista Cronoman
15 Luglio 2009
3.400
2.329
è un fenomeno che ha tante facce, non ho gravel ma vedo comprarne sia a chi ha mtb , sia a chi ha sempre avuto solo bdc.
se hai sempre avuto bdc la gravel ti porta fuori dall'asfalto, e se poi scopri che ti piace il bosco allora magari ambisci a qualcosa di più fuoristradistico, dipende anche dai territori frequentati. da noi ci sono strade bianche (che faccio anche con bdc) ma i sentieri generalmente sono sassosi e non in terra battuta e con una gravel appena impostata fai fatica.
chi viene dalla mtb dubito ambisca a qualcosa di più fuoristradistico, in fondo una mtb gommata leggera si avvicina come prestazione ad una gravel piu hard con il plus della forcella ammortizzata, tanto oramai kg più kg meno...
Anche questo è vero... ;-)
In effetti io sono sempre solo stato stradista, fuori ho fatto di tutto ma solo con le scarpe da trail :-)xxxx e proprio per questo forse oserei mediamente qualcosa in più, quello che penso però è che lo stradista puro cercherà, anche in fuoristrada, le sensazioni più "race" ovvero rigidità, brillantezza, agilità, aerodinamica... e se le si "castra" troppo poi magari "manca qualcosa" proprio a livello di sensazioni... ;-) ...Anche perché, almeno in molti posti del nostro bel paese, ok il fuoristrada, ma gravel resta comunque ALMENO il 50% di asfalto, ma ALMENO! ;-)
 
Ultima modifica:
  • Mi piace
Reactions: longjnes

Petgold969

pistorium opus chef
29 Dicembre 2010
6.196
3.576
Foligno
Bici
Caad 12 + MTB full 29"
è un fenomeno che ha tante facce, non ho gravel ma vedo comprarne sia a chi ha mtb , sia a chi ha sempre avuto solo bdc.
se hai sempre avuto bdc la gravel ti porta fuori dall'asfalto, e se poi scopri che ti piace il bosco allora magari ambisci a qualcosa di più fuoristradistico, dipende anche dai territori frequentati. da noi ci sono strade bianche (che faccio anche con bdc) ma i sentieri generalmente sono sassosi e non in terra battuta e con una gravel appena impostata fai fatica.
chi viene dalla mtb dubito ambisca a qualcosa di più fuoristradistico, in fondo una mtb gommata leggera si avvicina come prestazione ad una gravel piu hard con il plus della forcella ammortizzata, tanto oramai kg più kg meno...

Anche questo è vero... ;-)
In effetti io sono sempre solo stato stradista, fuori ho fatto di tutto ma solo con le scarpe da trail :-)xxxx e proprio per questo forse oserei mediamente qualcosa in più, quello che penso però è che lo stradista puro cercherà, anche in fuoristrada, le sensazioni più "race" ovvero rigidità, brillantezza, agilità, aerodinamica... e se le si "castra" troppo poi magari "manca qualcosa" proprio a livello di sensazioni... ;-) ...Anche perché, almeno in molti posti del nostro bel paese, ok il fuoristrada, ma gravel resta comunque ALMENO il 50% si asfalto, ALMENO! ;-)

Senza entrare troppo nel discroso del Gravel condivido quanto detto. Io ho iniziato ad andare in bici con la MTB e solo poi ho aggiunto la BDC.
Quest'anno più per sfizio che per bisogno ho affiancato a queste la Gravel. Bici divertente che mi permette di diversificare i percorsi. Non ci faccio fuoristrada spinto perchè per la mia esperienza se devo andare in un single track uso la belva con la quale mi diverto molto di più e nemmeno uscite di solo asfalto ma per me il suo posizionamento è per un utilizzo più escursionistico. o-o
 
  • Mi piace
Reactions: ValeXX

longjnes

Scalatore
10 Luglio 2008
6.902
3.586
Bici
Gianni2
Anche questo è vero... ;-)
In effetti io sono sempre solo stato stradista, fuori ho fatto di tutto ma solo con le scarpe da trail :-)xxxx e proprio per questo forse oserei mediamente qualcosa in più, quello che penso però è che lo stradista puro cercherà, anche in fuoristrada, le sensazioni più "race" ovvero rigidità, brillantezza, agilità, aerodinamica... e se le si "castra" troppo poi magari "manca qualcosa" proprio a livello di sensazioni... ;-) ...Anche perché, almeno in molti posti del nostro bel paese, ok il fuoristrada, ma gravel resta comunque ALMENO il 50% di asfalto, ma ALMENO! ;-)
è indubbio che una buona parte dei ciclisti abbiano un "trasferimento" per entrare nel bosco o uscire dall'asfalto. un milanese o un monzese non ha la stessa esigenza di un toscano come me. sempre che no si voglia ricorrere all'aiuto dell'auto.
c'è anche l'esperienza e la statistica. ho iniziato nel 92 con la mtb rigida e sezioni gomme che +o- sono tipo quelle di adesso, mescola a parte. erano geometrie non troppo distanti dalle gravel di adesso, tranne per manubrio e inclinazione forcella .
l'evoluzione l'ho seguita più o meno tutta. in mtb sono caduto un sacco di volte e ogni volta mi ha lasciato un segno, ultimamente cado sempre meno ritengo perche le moderne mtb sono molto più guidabili e sincere e gli ammorzatori dei veri ammortizzatori e non come quelli poco sinceri degli anni 90 primi anni 2000.
una gravel rigida per quanto moderna non avrà mai il feeling sui terreni smossi che può dare una mtb e la caduta sarà sempre dietro l'angolo specie su terreni che non si conoscono. d'altra parte coperture, passo e ammortizzatori giocano solo dalla parte delle mtb.
sulla bdc in compenso in 15 anni sono scivolato una sola volta quasi da fermo su una curva con muschio.
il tutto per dire, senza polemica, che la bici gravel non lo ritengo il miglior mezzo per un amatore per fare offroad spinto. per un discorso di sicurezza.
vedi che per superare certi limiti si introducono manubri con sempre meno drop e sempre più flare, gomme sempre più generose e si comincia a parlare di ammortizzatori.
la gravel per me è solo light offroad su territori che lo consentono. per fare solo strade bianche anche una endurance bdc gommata ad hoc potrebbe fornire risultati equivalenti
 

Marco82kg

Novellino
5 Settembre 2020
2
0
59
Cislago
Bici
Cannondale
Hai ragione, probabilmente non è un segmento che attira particolarmente i forumendoli, oltretutto è una disciplina nuova che lascia spazio all'interpretazione e proprio per questo non ha ancora secondo me preso una piega ben stabilità e di conseguenza non ha una schiera di seguaci marcata come ad esempio la storica MTB e nemmeno la classicissima bdc, oltretutto è poco race ed in Italia tutto ciò che è poco race attecchisce di meno... ;-)

Non commento oltre però perché non ho mai avuto modo di provarne una, dico solo che credo stia prendendo una "piega" troppo "fuoristradistica", infatti onestamente io sarei più per un gravel molto vicino alla bdc perché andare troppo sul fuoristrada lo vedo una forzatura, d'accordo qualche modello più estremo ma ormai sta diventando uno standard a vedere delle geometrie sempre più "MTB".

Come ho già detto altre volte per 8 utenti gravel su 10, una classica ciclocross (a livello di geometrie) con però passaggio ruota fino a 42 sarebbe l'ideale, perfetta anche su asfalto con le slick, ottima nel fuoristrada leggero e sportivo con delle 40 e sicuramente più agile e reattiva e leggera e quindi godibile, anche perché pochi andranno a spingersi secondo me con una gravel in tracciati tecnici al limite della MTB ed è inutile avere geometrie estreme che poi sono più penalizzanti in altri contesti più vivaci. Questa la mia percezione da fuori e senza averla mai provata. ;-)
concordo con tutto quello che scrivi. La Diverge è una gravel molto equilibrata, secondo me 50/50 asfalto e sterrato, ed è soprattutto molto comoda e rilassante, grazie alla sua impostazione geometrica. Con questo voglio dire che la guidi senza pensare alla schiena o ai colpi delle buche, e puoi farti un giro in campagna senza alcun problema senza saltellare come un grillo. E la bici poi fila via su asfalto che è un piacere.. La ciclocross l'ho avuta, e ti garantisco che è molto più nervosa e scattante, ma sicuramente meno comoda. Nasce per il racing,ovvio, e quindi non può essere altrimenti. Come vedi per la gravel ho usato i termini 'sterrato' e 'campagna': per i tracciati tecnici ha, a parer mio, molto poco senso: lasciamo alla mtb quello che è della mtb.
(Se hai l'occasione prova una gravel: sono sicuro che ne rimarrai positivamente stupito.)
 

ValeXX

Apprendista Cronoman
15 Luglio 2009
3.400
2.329
concordo con tutto quello che scrivi. La Diverge è una gravel molto equilibrata, secondo me 50/50 asfalto e sterrato, ed è soprattutto molto comoda e rilassante, grazie alla sua impostazione geometrica. Con questo voglio dire che la guidi senza pensare alla schiena o ai colpi delle buche, e puoi farti un giro in campagna senza alcun problema senza saltellare come un grillo. E la bici poi fila via su asfalto che è un piacere.. La ciclocross l'ho avuta, e ti garantisco che è molto più nervosa e scattante, ma sicuramente meno comoda. Nasce per il racing,ovvio, e quindi non può essere altrimenti. Come vedi per la gravel ho usato i termini 'sterrato' e 'campagna': per i tracciati tecnici ha, a parer mio, molto poco senso: lasciamo alla mtb quello che è della mtb.
(Se hai l'occasione prova una gravel: sono sicuro che ne rimarrai positivamente stupito.)
Quello che mi incuriosirebbe, già detto più volte, sarebbe provare una gravel in assetto bdc, con cerchi rigidi tipo RZero e gomme da 28, per capire in modalità GF con salita quale sarebbe l'eventuale "prezzo da pagare", questo per il fatto che la bici la uso poco e di averne due non se ne parla, troppi hobby e troppe spese, ho sempre solo avuto una bdc e così sempre sarà e francamente non ho ancora ben capito se una gravel con doppia ruota, rZero + conti gp 5000 28 ed una coppia di ruote più morbide e robuste con un 40 tassellato gravel possa essere idonea a fare sia gravel "leggero" sia quel che ho sempre fatto con la bdc su asfalto, cioè molta salita e non a spasso :-)xxxx (non a spasso per le mie possibilità, scarse, ma sono pur sempre 65/66 kg, qualcosa faccio in salita...)
 
  • Mi piace
Reactions: oldschool

Petgold969

pistorium opus chef
29 Dicembre 2010
6.196
3.576
Foligno
Bici
Caad 12 + MTB full 29"
Quello che mi incuriosirebbe, già detto più volte, sarebbe provare una gravel in assetto bdc, con cerchi rigidi tipo RZero e gomme da 28, per capire in modalità GF con salita quale sarebbe l'eventuale "prezzo da pagare", questo per il fatto che la bici la uso poco e di averne due non se ne parla, troppi hobby e troppe spese, ho sempre solo avuto una bdc e così sempre sarà e francamente non ho ancora ben capito se una gravel con doppia ruota, rZero + conti gp 5000 28 ed una coppia di ruote più morbide e robuste con un 40 tassellato gravel possa essere idonea a fare sia gravel "leggero" sia quel che ho sempre fatto con la bdc su asfalto, cioè molta salita e non a spasso :-)xxxx (non a spasso per le mie possibilità, scarse, ma sono pur sempre 65/66 kg, qualcosa faccio in salita...)
Per fare Gravel leggero bastano ed avanzano la maggior parte delle bici disc attuali, non servono assolutamente coperture da 40 secondo me. Altro discorso è se si vogliono fare percorsi al limite della MTB. Io già con la stradale facevo con le opportune coperture strade sterrate. Ora con la Gravel "economica" e gomme da 40 faccio qualcosa di più ma soprattutto grazie ai rapporti più leggeri che ho. o-o