Chiudi
Questo sito utilizza cookies. Chiudendo questa finestra acconsenti all'utilizzo dei cookies e approvi la nostra informativa sulla privacy.

A tutti i condropatici

Discussione in 'Alimentazione e biomeccanica' iniziata da kambo85, 3 Marzo 2008.

  1. maglianera2006

    maglianera2006 Apprendista Passista
    [Zwift] Team BDC

    Registrato:
    3 Ottobre 2006
    Messaggi:
    1.006
    Mi Piace Ricevuti:
    9
    Anche io i rulli non riesco ad usarli.
    Non so quale possa essere la causa; forse la poca fluidità della pedalata?
     
  2. Boxer

    Boxer Gregario

    Registrato:
    20 Maggio 2007
    Messaggi:
    684
    Mi Piace Ricevuti:
    25
    Ciao a tutti
    Purtroppo sono entrato anch'io nel club :cry
    A me è "esploso" il ginocchio dx; ad inizio aprile mi sono sottoposto ad artroscopia con toelettatura rotulea e mi sa che per tornare ai miei seppur scarsi livelli ci vorrà ancora un bel po' :cry:
     
    A Nameless piace questo elemento.
  3. m-dis

    m-dis Apprendista Scalatore

    Registrato:
    3 Aprile 2008
    Messaggi:
    2.463
    Mi Piace Ricevuti:
    53
    Adesso ci vorrebbe qualche "volontario" che riesca a scoprire come affronta stò problema Bennati...;nonzo%

    Se riesce ad allenarsi lui che ,senza offendere nessuno, ci darà giù

    MOLTO pesante magari c'è una possibilità anche x i comuni mortali !
     
  4. cycling australia

    cycling australia Apprendista Passista

    Registrato:
    28 Maggio 2007
    Messaggi:
    813
    Mi Piace Ricevuti:
    5
    penso che i punti di Maglianera2006 siano la "semplice" soluzione.

    Noi amatori forse possiamo potenziare il vasto mediale che, immagino, sia superpotente in un professionista. Paradossalmente per un prof risolvere il problema è ancora + difficile. E' anche per questo che sono curioso di sapere come è intervenuto.

    DOMANDA: MA DURANTE LA CURA/RIABILITAZIONE AVETE CONTINUATO A PEDALARE??


     
  5. alfa2701

    alfa2701 Apprendista Scalatore

    Registrato:
    5 Febbraio 2008
    Messaggi:
    2.051
    Mi Piace Ricevuti:
    35
    Ho letto sul sito della Compex che i loro elettrostimolatori di ultima generazione, come il Theta Stim, hanno uno specifico programma per la sindrome rotulea che si applica esclusivamente al vasto mediale ed elimina le stimolazioni a bassa frequenza che sono quelle che provocano dolore.
    http://www.compex-professional.com/site/index.php/ita/programmes/(m)/21
    (clicca su programmi comuni> sindrome rotulea)
    C'è qualcuno che li ha provati?
     
  6. m-dis

    m-dis Apprendista Scalatore

    Registrato:
    3 Aprile 2008
    Messaggi:
    2.463
    Mi Piace Ricevuti:
    53
    AZZ!!! e io mi sono appena comprato il Compex Energy...(379 E !!!)
    Speriamo vada bene lo stesso...
     
  7. m-dis

    m-dis Apprendista Scalatore

    Registrato:
    3 Aprile 2008
    Messaggi:
    2.463
    Mi Piace Ricevuti:
    53
    Anzi se qualcuno può consigliarmi quanti elettrodi usare e dove

    applicarli x stò vasto mediale mi farebbe un grandissimo favore!
     
  8. alfa2701

    alfa2701 Apprendista Scalatore

    Registrato:
    5 Febbraio 2008
    Messaggi:
    2.051
    Mi Piace Ricevuti:
    35
    Penso che il tuo apparecchio vada bene lo stesso, il problema è che i programmi degli apparecchi normali hanno una fase di riscaldamento, una di recupero e delle microcontrazioni di "riposo attivo" tra una contrazione e l'altra che essendo a bassa frequenza provocano dei microtraumi sulla cartilagine rotulea che risultano dolorosi.
    Io ho un Compex Sport 2 da 6 - 7 anni che ha lo stesso problema e per quello chiedevo se qualcuno conosceva gli apparecchi più nuovi. L'ho sempre utilizzato stimolando contemporaneamente i muscoli vasto mediale e vasto laterale dei quadricipiti dei 2 arti.
    Non so che genere di programmi ha il tuo apparecchio ma io utilizzo il programma di forza resistente, applicando un elettrodo grande, quello con 2 fili, alla radice della coscia ed i due elettrodi piccoli uno sul ventre del m. vasto mediale dalla parte interna, vicino al ginocchio e l'altro al centro della coscia spostato leggermente all'esterno (spero di essere stato chiaro ma sul manuale ci sono le figure).
    All'elettrodo grande si collegano gli spinotti trasparenti (polo negativo) ed a quelli piccoli uno spinotto rosso (polo positivo) ciascuno. Quindi avrai due canali per coscia che collegherai all'apparecchio.
    Comunque ti cosiglio di seguire le istruzioni e di procedere con molta gradualità, specie all'inizio.
     
  9. m-dis

    m-dis Apprendista Scalatore

    Registrato:
    3 Aprile 2008
    Messaggi:
    2.463
    Mi Piace Ricevuti:
    53
    Io ho un Compex Sport 2 da 6 - 7 anni che ha lo stesso problema e per quello chiedevo se qualcuno conosceva gli apparecchi più nuovi. L'ho sempre utilizzato stimolando contemporaneamente i muscoli vasto mediale e vasto laterale dei quadricipiti dei 2 arti.
    Non so che genere di programmi ha il tuo apparecchio ma io utilizzo il programma di forza resistente, applicando un elettrodo grande, quello con 2 fili, alla radice della coscia ed i due elettrodi piccoli uno sul ventre del m. vasto mediale dalla parte interna, vicino al ginocchio e l'altro al centro della coscia spostato leggermente all'esterno (spero di essere stato chiaro ma sul manuale ci sono le figure).
    All'elettrodo grande si collegano gli spinotti trasparenti (polo negativo) ed a quelli piccoli uno spinotto rosso (polo positivo) ciascuno. Quindi avrai due canali per coscia che collegherai all'apparecchio.
    Comunque ti cosiglio di seguire le istruzioni e di procedere con molta gradualità, specie all'inizio.[/quote]

    Bè se pure il compex provoca traumi alla cartilagine....
    Comunque se bisogna potenziare il Vasto.Med. nei confronti del muscolo esterno(che non sò come si chiama) il fatto di stimolarli entrambi non penso sia più utile ! ? ! ?
     
  10. maglianera2006

    maglianera2006 Apprendista Passista
    [Zwift] Team BDC

    Registrato:
    3 Ottobre 2006
    Messaggi:
    1.006
    Mi Piace Ricevuti:
    9
    veramente interessante!
    grazie per il linko-o
     
  11. m-dis

    m-dis Apprendista Scalatore

    Registrato:
    3 Aprile 2008
    Messaggi:
    2.463
    Mi Piace Ricevuti:
    53
    Certo che guardando il link ,oltre la corretta pos.degli elettrodi ,mi pare di capire che il mio non serva poi tanto xchè posso escludere solo il riscaldamento iniziale e finale ma non il recupero attivo durante la seduta...speriamo almeno che non peggiori la situazione !:cry:
     
  12. m-dis

    m-dis Apprendista Scalatore

    Registrato:
    3 Aprile 2008
    Messaggi:
    2.463
    Mi Piace Ricevuti:
    53
    A stò punto ,quasi quasi riprendo la bike e fanculo :tie: la cartilagine ...E poi ...boh!
     
  13. Aquila

    Aquila Passista

    Registrato:
    15 Febbraio 2006
    Messaggi:
    4.311
    Mi Piace Ricevuti:
    11
    lasciate perdere sti manchingeni che non servono a nulla!!
    Il miglior modo per rafforzare il vasto mediale è di andare in bici pedalando stando seduti e non alzarsi sullla sella.
    Il dolore c'è nelle prime 2-3 uscite...poi pian piano migliora.
    Provate..e poi ditemi se è così o no.
     
  14. maglianera2006

    maglianera2006 Apprendista Passista
    [Zwift] Team BDC

    Registrato:
    3 Ottobre 2006
    Messaggi:
    1.006
    Mi Piace Ricevuti:
    9
    qualche mese fa l'ho letto su una rivista ma non ricordo quale
     
  15. alfa2701

    alfa2701 Apprendista Scalatore

    Registrato:
    5 Febbraio 2008
    Messaggi:
    2.051
    Mi Piace Ricevuti:
    35
    Questo è quello che è scritto sul sito della Compex.
    Finora io ho sempre stimolato il quadricipite nella sua totalità (vasto mediale e laterale insieme) perchè il mio apparecchio e, penso anche il tuo, non ha un programma specifico per la sindrome rotulea ed è il motivo per cui ti ho raccomandato di andarci con molta cautela perchè, specie i primi tempi, si sente abbastanza dolore.
    L'alternativa potrebbe essere, perchè effettivamente stimolare il solo vasto mediale avrebbe più senso, utilizzare un solo canale per coscia e solo per il vasto mediale e cioè posizionare il polo positivo sul vasto mediale vicino al ginocchio ed il polo negativo su un altro elettrodo piccolo a metà coscia, come è descritto nei programmi per la sindrome rotulea riportati sul sito Compex, abolendo il riscaldamento ed il recupero. Il problema è che le contrazioni di riposo attivo, anch'esse a bassa frequenza e, perciò, dolorose non si riescono ad abolire. Io non l'ho mai fatto e per questo cercavo di sapere se qualcuno aveva esperienza dei programmi specifici per la Sindrome Rotulea che sono previsti per gli apparecchi più recenti.
     
  16. alfa2701

    alfa2701 Apprendista Scalatore

    Registrato:
    5 Febbraio 2008
    Messaggi:
    2.051
    Mi Piace Ricevuti:
    35
    Se ne farebbe volentieri a meno! e comunque, per quel che mi risulta fa più male pedalare seduti e con la sella bassa ed avanzata e che il vasto mediale si rinforza lavorando da 0° a 30°, cioè alzandosi sui pedali.
     
  17. cycling australia

    cycling australia Apprendista Passista

    Registrato:
    28 Maggio 2007
    Messaggi:
    813
    Mi Piace Ricevuti:
    5

    sul sito mapeisport.it consigliano di alzare e arretrare leggermente la sella.
    qualcuno di voi lo ha fatto?
     
  18. alfa2701

    alfa2701 Apprendista Scalatore

    Registrato:
    5 Febbraio 2008
    Messaggi:
    2.051
    Mi Piace Ricevuti:
    35
    Certo! è la prima cosa. Insieme alla corretta posizione delle tacchette e dell'appoggio sui pedali.
     
  19. cycling australia

    cycling australia Apprendista Passista

    Registrato:
    28 Maggio 2007
    Messaggi:
    813
    Mi Piace Ricevuti:
    5
    alzare e arretrare di quanto?
     
  20. alfa2701

    alfa2701 Apprendista Scalatore

    Registrato:
    5 Febbraio 2008
    Messaggi:
    2.051
    Mi Piace Ricevuti:
    35
    Per l'altezza e l'arretramento ho fatto un po' da me e poi mi sono fatto aiutare ma il succo della questione è che l'angolo tra femore e tibia deve essere più aperto in modo da ridurre la pressione che si crea tra rotula e condili femorali.
    http://www.ciclonline.com/fisiologia/Il%20ginocchio%202%5E%20parte%20la%20condropatia%20femoro%20rotulea.htm
     

Condividi questa Pagina