automobilisti Vs ciclisti (ancora - parte 2)

NIELS

Pedivella
10 Marzo 2014
332
45
Biella
Bici
ganza
Ieri ero in salita, pedalavo sulla linea bianca a destra della strada e l’automobilista mi passa talmente vicino da prendermi di striscio il gomito. Oggi sulla stessa strada un’altro, arrivando da dietro strombazza, non per avvertirmi del suo arrivo arrivo ma insistentemente e con fare intimidatorio. Forse ho fatto l’errore di mandarlo a quel paese, questo allora fa inversione a U e invadendo la carreggiata (pensavo volesse mettermi sotto) si avvicina e comincia ad insultarmi di brutto. Perché stiamo così tanto sui c....oni?
 

 

fabiopon

Passista
19 Novembre 2009
4.327
697
55
Genova
Bici
Specialized Roubaix SL2 + Olmo Zeffiro VCT + Rockraider 5.1
Ovvio che no. Ma per me e un caso limite. Foro o ho un guasto meccanico che mi costringe a tornare tardi. Lo faccio. Ma se non ho impegni e posso uscire dopo le 10 e tornare prima delle 15 in questo periodo lo faccio. Sono comunque 5 ore, alle mie medie 120km circa. Per'altro non faccio mai giri cosi lunghi in questo periodo causa il freddo. E poi si parla solo di un brevissimo periodo dell'anno. Ma ripeto, non critico ne giudico assolutamente chi lo fa, ci mancherebbe... per dire, in questo periodo vado ogni mattina alle 6 a correre i miei 5 km. Sulla pista d'atletica sono solissimo e sono certo chi mi vede quando rientro, verso le 7, pensa che sono matto. Ma a me non frega una cippa perche sto benissimo. La stessa cosa chi esce col sole basso, si sente benissimo e per lui il gioco vale la candela o-o
In questi termini sono d'accordissimo o-o
 

fabiopon

Passista
19 Novembre 2009
4.327
697
55
Genova
Bici
Specialized Roubaix SL2 + Olmo Zeffiro VCT + Rockraider 5.1
Ieri ero in salita, pedalavo sulla linea bianca a destra della strada e l’automobilista mi passa talmente vicino da prendermi di striscio il gomito. Oggi sulla stessa strada un’altro, arrivando da dietro strombazza, non per avvertirmi del suo arrivo arrivo ma insistentemente e con fare intimidatorio. Forse ho fatto l’errore di mandarlo a quel paese, questo allora fa inversione a U e invadendo la carreggiata (pensavo volesse mettermi sotto) si avvicina e comincia ad insultarmi di brutto. Perché stiamo così tanto sui c....oni?
Perché siamo più deboli in strada e questo scatena le rivalse di alcuni frustrati mentecatti.
 
  • Like
Reactions: Bettina

Bettina

Apprendista Passista
1 Luglio 2009
823
194
43
Pioltello
Bici
Giant TCR Advanced SL 2
Queste cose le trovo molto utili da un lato, ma molto sbagliate dall'altro, mi spiego: bisogna responsabilizzare maggiormente chi guida e fargli capire che se sgarri hai pena certa e magari anche ritiro patente e vendita all'asta del mezzo, forte fortissima repressione. Con questi sistemi tecnologici il tizio che guida tenderà sempre ad andare per la sua strada incurante di tutto e deconcentrandosi, tanto c'è la macchina o camion intelligente che in caso di emergenza frena o fa altro.

Un amico ha comprato una macchina che ha una marea di sensori anche durante la marcia che regolano in automatico velocità, frenata e ripresa della velocità impostata: bheee questo ormai va in giro distratto perché tanto la macchina è sicura e così facendo ha già centrato in fase di parcheggio un pilastro al supermercato, ed è salito 2 volte sul marciapiede. La colpa di tutto questo "ovviamente" non è sua ma della macchina che non segnala correttamente.
 
  • Like
Reactions: rosetta

Shinkansen

Moderatore Xeneize
Membro dello Staff
20 Giugno 2006
12.569
1.482
Genova
Bici
Colnago 50 Anniversary
Queste cose le trovo molto utili da un lato, ma molto sbagliate dall'altro, mi spiego: bisogna responsabilizzare maggiormente chi guida e fargli capire che se sgarri hai pena certa e magari anche ritiro patente e vendita all'asta del mezzo, forte fortissima repressione. Con questi sistemi tecnologici il tizio che guida tenderà sempre ad andare per la sua strada incurante di tutto e deconcentrandosi, tanto c'è la macchina o camion intelligente che in caso di emergenza frena o fa altro.
Questi sensori applicano la formula: prevenire è meglio che curare.
Dato per assodato che l'errore umano è sempre dietro l'angolo la logica di questi sistemi di sicurezza è quella di intervenire nonostante l'attenzione del guidatore, non senza. A volte puoi essere il più coscienzioso possibile, ma incappare nell'errore che non avevi previsto.
Quello che paventi tu è con la guida autonoma, che è cosa ben diversa dai sistemi di sicurezza attuale, che non escludono affatto il guidatore.

Un amico ha comprato una macchina che ha una marea di sensori anche durante la marcia che regolano in automatico velocità, frenata e ripresa della velocità impostata: bheee questo ormai va in giro distratto perché tanto la macchina è sicura e così facendo ha già centrato in fase di parcheggio un pilastro al supermercato, ed è salito 2 volte sul marciapiede. La colpa di tutto questo "ovviamente" non è sua ma della macchina che non segnala correttamente.
Il tuo amico non ha capito niente e avrebbe bisogno di una Tesla, almeno la smetterebbe di fare danni. Qualcuno dovrebbe spiegargli, magari il pilastro l'ha già fatto, che i sistemi di sicurezza non sono la guida autonoma e che comunque, quando si mette al volante, deve stare comunque attento.
 
  • Like
Reactions: rosetta

Bettina

Apprendista Passista
1 Luglio 2009
823
194
43
Pioltello
Bici
Giant TCR Advanced SL 2
Questi sensori applicano la formula: prevenire è meglio che curare.
Dato per assodato che l'errore umano è sempre dietro l'angolo la logica di questi sistemi di sicurezza è quella di intervenire nonostante l'attenzione del guidatore, non senza. A volte puoi essere il più coscienzioso possibile, ma incappare nell'errore che non avevi previsto.
Quello che paventi tu è con la guida autonoma, che è cosa ben diversa dai sistemi di sicurezza attuale, che non escludono affatto il guidatore.

L'errore umano purtroppo ci può stare e può capitare a chiunque, anche al più responsabile ed attento di tutti.

Quello che trovo di sbagliato in queste cose è l'investire molto nei sistemi come questo e poi fare zero o quasi controlli sulle strade. Spesso leggo che le amministrazioni comunali esultano per aver fatto 10 controlli in una serata e ritirato 3 patenti, per poi smettere con i controlli per altri 3 o 4 mesi. Io fare 100 controlli al giorno 365 giorni all'anno e poi ben vengano tutti i sistemi possibili.
 

Shinkansen

Moderatore Xeneize
Membro dello Staff
20 Giugno 2006
12.569
1.482
Genova
Bici
Colnago 50 Anniversary
Quello che trovo di sbagliato in queste cose è l'investire molto nei sistemi come questo e poi fare zero o quasi controlli sulle strade. Spesso leggo che le amministrazioni comunali esultano per aver fatto 10 controlli in una serata e ritirato 3 patenti, per poi smettere con i controlli per altri 3 o 4 mesi. Io fare 100 controlli al giorno 365 giorni all'anno e poi ben vengano tutti i sistemi possibili.
Le due cose non sono correlate, perché i sistemi di sicurezza vengono sviluppati da società private il cui scopo è vendere prodotti sempre migliori.
La sicurezza, al contrario, è garantita dalle amministrazioni pubbliche del tutto indipendenti dalle società private.
Io, società privata, posso mettere i segnalatori acustici per i limiti di velocità, ma poi sei tu amministrazione pubblica che devi avere l'onere di farli rispettare. Il privato cittadino, cliente di quella società è libero di ignorare i segnali acustici e di sforare i limiti. Non puoi pretendere da me che intervengano i limitatori, per far ciò è necessaria una legge.
 

Maurolic

Apprendista Passista
15 Agosto 2011
1.023
349
Bici
La mia ha due ruote
Bisognerebbe fare capire agli automobilisti che sorpassare una bici in rotonda è molto pericoloso
Nel codice della strada, motoveicoli che si guidano con patente AM e velocipedi, hanno l'OBBLIGO di stare sempre sulla corsia esterna e sul lato destro della carreggiata.
 

Bettina

Apprendista Passista
1 Luglio 2009
823
194
43
Pioltello
Bici
Giant TCR Advanced SL 2
Le due cose non sono correlate, perché i sistemi di sicurezza vengono sviluppati da società private il cui scopo è vendere prodotti sempre migliori.
La sicurezza, al contrario, è garantita dalle amministrazioni pubbliche del tutto indipendenti dalle società private.
Io, società privata, posso mettere i segnalatori acustici per i limiti di velocità, ma poi sei tu amministrazione pubblica che devi avere l'onere di farli rispettare. Il privato cittadino, cliente di quella società è libero di ignorare i segnali acustici e di sforare i limiti. Non puoi pretendere da me che intervengano i limitatori, per far ciò è necessaria una legge.
Sono d'accordo con te: per come la vedo il problema sta nel fatto che le amministrazioni pubbliche non fanno per nulla o quasi la loro parte sulla sicurezza e vanificano quanto di buono fatto da altri.
 

fabiopon

Passista
19 Novembre 2009
4.327
697
55
Genova
Bici
Specialized Roubaix SL2 + Olmo Zeffiro VCT + Rockraider 5.1
  • Sad
Reactions: Bettina

fabiopon

Passista
19 Novembre 2009
4.327
697
55
Genova
Bici
Specialized Roubaix SL2 + Olmo Zeffiro VCT + Rockraider 5.1
  • Like
Reactions: rosetta and mabon12

Raven

Pignone
3 Novembre 2018
195
120
38
milano
Bici
Cannondale
Il tuo amico non ha capito niente e avrebbe bisogno di una Tesla, almeno la smetterebbe di fare danni. Qualcuno dovrebbe spiegargli, magari il pilastro l'ha già fatto, che i sistemi di sicurezza non sono la guida autonoma e che comunque, quando si mette al volante, deve stare comunque attento.
Con una Tesla farebbe esattamente uguale o peggio. La guida autonoma al momento non esiste (e per un bel po ancora) esistono i sistemi di aiuto alla guida. Parte fondamentale aiuto. Tesla, di tutti i produttori, è il peggiore nel creare confusione e produrre aspettative irreali anche mentendo clamorosamente sulle specifiche di intervento.
 
  • Like
Reactions: rosetta and Bettina

Alberto Baraldi

Gregario
16 Settembre 2014
591
216
Modena
Bici
Colnago CLX 3.0
Sono lieto di annunciare che noi Liguri siamo arrivati uno!
Mavaff...!!!
Il dato è unito a quello dei motociclisti, pertanto di difficile lettura. Tra le strade citate conosco bene la Gardesana Orientale e non mi sembra particolarmente pericolosa per i ciclisti rispetto ad altre. Invece guarda caso ha tutte le caratteristiche di rischio per le moto (praticamente un rettilineo di 60 km senza semafori, che invoglia ad aprire il gas, e attraversa paesini con strisce, passi carrai, ecc...)
 

tafaz

Pignone
17 Febbraio 2018
180
68
39
Darfo Boario Terme
Bici
Canyon Aeroad CF SLX
Premesso che al giorno d'oggi la strada è una giungla, volevo fare una considerazione personale! A volte ho l'impressione che ad essere coinvolti in incidenti mortali siano in percentuale più coloro che utilizzano la bici come semplice mezzo di trasporto piuttosto che i ciclisti che lo praticano per passione o sbaglio? Forse ciò potrebbe dipendere sia dalla minore padronanza che hanno sul mezzo che dalla poca abitudine a circolare su strada, che li porta a sottovalutare i rischi ed i pericoli! Spesso la cronaca parla dell'anziano piuttosto che dell'operaio che faceva ritorno a casa dal turno di lavoro!
 

paolone8

Gregario
13 Giugno 2008
596
88
47
Lago maggiore
Bici
Casati laser chorus
Premesso che al giorno d'oggi la strada è una giungla, volevo fare una considerazione personale! A volte ho l'impressione che ad essere coinvolti in incidenti mortali siano in percentuale più coloro che utilizzano la bici come semplice mezzo di trasporto piuttosto che i ciclisti che lo praticano per passione o sbaglio? Forse ciò potrebbe dipendere sia dalla minore padronanza che hanno sul mezzo che dalla poca abitudine a circolare su strada, che li porta a sottovalutare i rischi ed i pericoli! Spesso la cronaca parla dell'anziano piuttosto che dell'operaio che faceva ritorno a casa dal turno di lavoro!
Magari si tratta semplicemente di un problema di numeri: quelli che usano la bici per sport potrebbero essere la minoranza.
 

tafaz

Pignone
17 Febbraio 2018
180
68
39
Darfo Boario Terme
Bici
Canyon Aeroad CF SLX
Magari si tratta semplicemente di un problema di numeri: quelli che usano la bici per sport potrebbero essere la minoranza.
La percezione che ho, vivendo in provincia di Brescia, è il contrario! Mi pare che ci siano più persone che usano la bici per passione rispetto a quelli che la utilizzano come semplice mezzo di trasporto! Senza considerare poi che i primi durante le proprie uscite passano in genere molte ore in sella coprendo lunghe distanze e quindi sono più esposti al pericolo, a differenza dei secondi che coprono tratte brevi!
 
  • Like
Reactions: rosetta

sembola

Apprendista Velocista
22 Aprile 2004
1.794
1.059
Siena
www.sembola.it
Bici
verde
La percezione che ho, vivendo in provincia di Brescia, è il contrario! Mi pare che ci siano più persone che usano la bici per passione rispetto a quelli che la utilizzano come semplice mezzo di trasporto! Senza considerare poi che i primi durante le proprie uscite passano in genere molte ore in sella coprendo lunghe distanze e quindi sono più esposti al pericolo, a differenza dei secondi che coprono tratte brevi!
"Percezione" è la parola chiave qua. Per fare una valutazione corretta bisognerebbe innanzi tutto sapere quante sono le persone che usano la bici nei due modi e quanti sono gli incidenti nelle due "categorie". Forse sul secondo punto si possono trovare dei dati, ma sul primo la vedo più dura.
Secondariamente, la maggior distanza percorsa o il maggior tempo impiegato può essere un indicatore di maggior pericolo solo a parità di ambiente, se pedalo 4 ore su strade extraurbane posso supporre che venga esposto al quadruplo dei rischi di chi percorre le stesse strade extraurbane per una sola ora, ma come faccio a paragonare le diverse "quantità" svolte su strade extraurbane o su strade urbane o su piste ciclabili? ;nonzo%

E' possibile che la tua percezione sia corretta e che inquadri correttamente il fenomeno, ma anche che sia una percezione e che la dimensione del fenomeno sia diversa. Senza i dati è impossibile dirlo o-o