Questo sito contribuisce alla audience de

automobilisti Vs ciclisti (ancora)

Vi sentite meno sicuri ogni volta che uscite in bici rispetto al passato?

  • Si

    Voti: 377 77,7%
  • No

    Voti: 108 22,3%

  • Votanti
    485
Stato
Chiusa ad ulteriori risposte.

Lunghetto

Novellino
Quello che mi è successo oggi ha veramente dell'incredibile e non lo auguro a nessuno.
Siamo in tre ciclisti su una strada provinciale, traffico zero, io e un altro pedaliamo in coppia (vero che non si deve fare, però vista la situazione). Arriva da dietro un macchinone tipo Pajero e urla (urla) "Co....ne" e di rimando controbatto "Tu sei l'altro!"
Frenatona con tanto di strisciata di gomma sull'asfalto, altri insulti...sorpassiamo senza rispondere al personaggio e continuiamo a pedalare. Ci risorpassa e fatto un centinaio di metri si ferma a bordo strada e a questo punto il tizio scende dall'auto con una mazza da baseball in mano e si pianta in mezzo alla strada. Cerco di evitarlo ma il tizio mi si para davanti e comincia con le solite frasi "Che c...zo hai detto ,che c...zo vuoi ecc." Qualcuno gli dice se gli sembra normale avere quel arnese in mano...urla che lui ha già fatto la galera, che non ha paura di nessuno.
Nel frattempo sono arrivati altri ciclisti (zero auto, tanto per chiarire il concetto del traffico) e l'esagitato comincia a calmarsi.
Un paio di minuti per chiarire il tutto e poi ognuno per la propria strada.
Credo che quando saliamo in bici, inconsciamente ognuno mette in preventivo una caduta o altro...ma queste cose?
 

framodeo

Novellino
Quello che mi è successo oggi ha veramente dell'incredibile e non lo auguro a nessuno.
Siamo in tre ciclisti su una strada provinciale, traffico zero, io e un altro pedaliamo in coppia (vero che non si deve fare, però vista la situazione). Arriva da dietro un macchinone tipo Pajero e urla (urla) "Co....ne" e di rimando controbatto "Tu sei l'altro!"
Frenatona con tanto di strisciata di gomma sull'asfalto, altri insulti...sorpassiamo senza rispondere al personaggio e continuiamo a pedalare. Ci risorpassa e fatto un centinaio di metri si ferma a bordo strada e a questo punto il tizio scende dall'auto con una mazza da baseball in mano e si pianta in mezzo alla strada. Cerco di evitarlo ma il tizio mi si para davanti e comincia con le solite frasi "Che c...zo hai detto ,che c...zo vuoi ecc." Qualcuno gli dice se gli sembra normale avere quel arnese in mano...urla che lui ha già fatto la galera, che non ha paura di nessuno.
Nel frattempo sono arrivati altri ciclisti (zero auto, tanto per chiarire il concetto del traffico) e l'esagitato comincia a calmarsi.
Un paio di minuti per chiarire il tutto e poi ognuno per la propria strada.
Credo che quando saliamo in bici, inconsciamente ognuno mette in preventivo una caduta o altro...ma queste cose?
Guarda... ti dico la mia esperienza fino a qualche mese fa quando ero solo un'automobilista (prima di appassionarmi alla bici).

Le bici rompono i co****ni, è un dato di fatto. Quando arrivi di fretta e ti trovi un gruppo di ciclisti che occupa mezza carreggiata e ti obbliga ad andare a 30/40 km/h ti girano, così che poi capita che accumulando stress su stress (lo andare in macchina è talvolta irrazionale, pensa solo a quante volte ci si arrabbia per delle stupidate che accadono nel traffico che non vale nemmeno la pena arrabbiarsi, eppure capita così, poi torni a casa e pensi "che stupido sono stato a prendermela per una cosa del genere") di modo che può succedere che ad un certo punto, una volta accumulata una buona dose di incazzature, arriva la classica goccia che fa traboccare il vaso, la quale il più delle volte è totalmente irrazionale e inspiegabile (come nel tuo caso). Aggiungici il fatto che la gente spesso ha il testosterone alle stelle e di conseguenza possono capitare scene come quelle che tu descrivi qui ora. Ovviamente la gente normale non farebbe mai una cosa del genere, ma bisogna tenere conto che sulla strada viaggiano tutti, ma proprio TUTTI.

Io direi che la cosa da fare è NON RISPONDERE MAI. Io cerco di non rispondere mai nemmeno quando guido in auto o in moto, perché non sai mai con chi ti stai rapportando, puoi trovarti sia il vecchio rincitrullito del paese che il pazzo tamarro palestrato fatto, che gira in macchina con un M-16... e ne conosco...
 

vigorelli 1954

via col vento
Prendere il numero di targa e fermarsi alla prima caserma dei carabinieri ed esporre una denuncia ? Se il tipo è già stato in galera ( e se ne vanta ) magari ce lo rimettono per un pò .
 

pavarik

Passista
Oggi di ritorno dal giro sui Colli alla rotatoria di Este ho fatto una pernacchia ad una macchina che sembrava si stesse x fermare all'ultimo... Una ragazza che camminava a piedi mi ha sorriso e momenti stavo per perdere il controllo della bici...un miracolo che non sia caduto... La macchina si affianca e il tipo al volante mi rifá la pernacchia... Ahah che ridere... Anche lui era ciclista perché me l'aveva detto... Poi nel salutarmi mi dice di star attento per strada e mi chiede anche se avevo i faretti perché stava per far buio...
Non ho mai avuto problemi con le macchine e neanche con i camion o trattori o scooter... Quelle che odio di più sono ahimè le moto... Alcuni motociclisti sono abbastanza spericolati e superano sempre all'impazzata... che due palle mi fanno una paura certe volte!!! Poi x il resto io quando esco in bici segnalo molto...muovo le mani x le direzioni e se mi sposto poi chiedo scusa alla macchina che mi sta dietro e ringrazio... Qualche regola l'ho imparata leggendo il forum... E vi ringrazio... Ottimo vademecum... ;) diciamo che io qua dentro ho imparato e sto imparando tutto...
É eccezionale sto forum... ;)
 

Flavio78

Pedivella
Gli automobilisti italiani sono la peggior specie, e quanto racconta Lunghetto ha dell'assurdo, da denunciare direi, però è pur vero che vedo tanti ciclisti che fanno incazzare anche me che li guardo dalla bici. Sulle strade aperte al traffico si cammina a destra e in fila indiana, non accoppiati per due o tre ma purtroppo questo semplice concetto sembra difficile da capire, oppure non gliene frega un c***o.
Ho visto ciclisti riempire di parolacce un automobilista per un nonnulla. Diciamo che sono due fazioni opposte che non fanno nulla per volersi bene e per il quieto vivere.
 

Paolo.87

Apprendista Velocista
Il classico automobilista italiano che guida parlando al telefono, non si ferma alle strisce pedonali, sorpassa con la linea continua e fa inversione dove vuole è famoso e fa parte del famoso "Made in Italy" di cui chi non è mai uscito dal proprio quartiere si vanta tanto...

Detto questo anche io ho mandato a quel paese dei ciclisti perchè dentro al centro abitato viaggiavano a 3/4 andando a 20 km/h parlando. Detto questo,almeno nelle me zone (paesi misti a campagna) camminare in due, nel 99% dei casi, non è di intralcio. Eppure la gente ha ugualmente da rompere le scatole... Ci vuole pazienza.
 

zobbis

Cronoman
Gli automobilisti italiani sono la peggior specie, e quanto racconta Lunghetto ha dell'assurdo, da denunciare direi, però è pur vero che vedo tanti ciclisti che fanno incazzare anche me che li guardo dalla bici. Sulle strade aperte al traffico si cammina a destra e in fila indiana, non accoppiati per due o tre ma purtroppo questo semplice concetto sembra difficile da capire, oppure non gliene frega un c***o.
Ho visto ciclisti riempire di parolacce un automobilista per un nonnulla. Diciamo che sono due fazioni opposte che non fanno nulla per volersi bene e per il quieto vivere.
Io sinceramente quando in macchina trovo ciclisti affiancati per strada non mi incaxxo, aspetto e quando posso li passo, magari cercando anche di stargli lontano. In vita mia non penso di aver perso piu' di 5 minuti in totale, direi che ci puo' stare. Mi fanno molta piu' paura i motociclisti che mi sorpassano (quando sono in macchina, intendo) o che mi vengono contro sulle strade di montagna, ma questo non vuol dire che se potessi li stenderei tutti a mazzate....
Sulla strada noi italiani siamo (ciclisti, automobilisti, motociclisti) TUTTI, chi piu' chi meno, indisciplinati. Si tratta quindi di avere un po' di pazienza, e prendere la vita in maniera piu' rilassata.
 

seste

Pedivella
la querelle ciclisti vs automobilisti è a mio modo di vedere priva di fondamento, sopratutto se è volta a dimostra che una delle due categorie è buona e l'altra cattiva....
io credo che il 95% (almeno...) dei ciclisti amatoriali siano anche automobilsti... quindi ritengo che se uno è un imbecille lo sia a prescindere dal fatto che sia alla guida di un'automobile o di una bici da corsa.
se uno è un imbecille lo sarà in ogni ambito della propria vita. non ci sono categorie immuni dall'imbecillità.... sarebbe troppo facile....
 

raffaeleb

Apprendista Scalatore
tra automobilisti e ciclisti ci vorrebbe solo rispetto reciproco e tanta pazienza, ognuno è utente della strada e ha diritto di circolare rispettando le regole, poi purtroppo il ciclista è quello che in caso di contatto si fa male in quanto utente debole.

Quello che gira con la mazza da baseball in ogni caso ha dei problemi con il mondo, non solo con i ciclisti e comunque una bella segnalazione ai carabinieri io l'avrei fatta
 

Pancio

Cronoman
Sono d'accordo: il tipo che gira con la mazza da baseball in auto non rientra nel classico confronto automobilisti/ciclisti... che poi i ciclisti spesso possano essere noiosi lo sappiamo bene, dài: chi di noi non guida l'auto?
 

Granfondista

Apprendista Passista
la querelle ciclisti vs automobilisti è a mio modo di vedere priva di fondamento, sopratutto se è volta a dimostra che una delle due categorie è buona e l'altra cattiva....
io credo che il 95% (almeno...) dei ciclisti amatoriali siano anche automobilsti... quindi ritengo che se uno è un imbecille lo sia a prescindere dal fatto che sia alla guida di un'automobile o di una bici da corsa.
se uno è un imbecille lo sarà in ogni ambito della propria vita. non ci sono categorie immuni dall'imbecillità.... sarebbe troppo facile....
L'unica e inconfutabile verità.
o-oo-o
 

fedricxs

Pignone
Guarda... ti dico la mia esperienza fino a qualche mese fa quando ero solo un'automobilista (prima di appassionarmi alla bici).

Le bici rompono i co****ni, è un dato di fatto. Quando arrivi di fretta e ti trovi un gruppo di ciclisti che occupa mezza carreggiata e ti obbliga ad andare a 30/40 km/h ti girano, così che poi capita che accumulando stress su stress (lo andare in macchina è talvolta irrazionale, pensa solo a quante volte ci si arrabbia per delle stupidate che accadono nel traffico che non vale nemmeno la pena arrabbiarsi, eppure capita così, poi torni a casa e pensi "che stupido sono stato a prendermela per una cosa del genere") di modo che può succedere che ad un certo punto, una volta accumulata una buona dose di incazzature, arriva la classica goccia che fa traboccare il vaso, la quale il più delle volte è totalmente irrazionale e inspiegabile (come nel tuo caso). Aggiungici il fatto che la gente spesso ha il testosterone alle stelle e di conseguenza possono capitare scene come quelle che tu descrivi qui ora. Ovviamente la gente normale non farebbe mai una cosa del genere, ma bisogna tenere conto che sulla strada viaggiano tutti, ma proprio TUTTI.

Io direi che la cosa da fare è NON RISPONDERE MAI. Io cerco di non rispondere mai nemmeno quando guido in auto o in moto, perché non sai mai con chi ti stai rapportando, puoi trovarti sia il vecchio rincitrullito del paese che il pazzo tamarro palestrato fatto, che gira in macchina con un M-16... e ne conosco...
Quoto quello che dici...pure io mi comporto cosi...anche se il mio carattere impulsivo mi porterebbe a reagire..con gli anni ho imparato che la cosa migliore è lasciare perdere..ed adesso quando mi suonano..alzo la mano in segno di scusa..tutti si calmano ...amici come prima..e soprattutto senza danni..!!!
 

Lunghetto

Novellino
Io direi che la cosa da fare è NON RISPONDERE MAI. Io cerco di non rispondere mai nemmeno quando guido in auto o in moto, perché non sai mai con chi ti stai rapportando, puoi trovarti sia il vecchio rincitrullito del paese che il pazzo tamarro palestrato fatto, che gira in macchina con un M-16... e ne conosco...[/QUOTE]

Io ho un carattere un po' impulsivo, ma vista la poco felice esperienza capitatami sulla mia pelle, mi sono ripromesso che da oggi in poi prima di lasciarmi andare a qualche commento comincio a contare da 100 fino a 0:yoga:
 

Dogmarello

Pedivella
Io direi che la cosa da fare è NON RISPONDERE MAI. Io cerco di non rispondere mai nemmeno quando guido in auto o in moto, perché non sai mai con chi ti stai rapportando, puoi trovarti sia il vecchio rincitrullito del paese che il pazzo tamarro palestrato fatto, che gira in macchina con un M-16... e ne conosco...
Quoto quello che dici...pure io mi comporto cosi...anche se il mio carattere impulsivo mi porterebbe a reagire..con gli anni ho imparato che la cosa migliore è lasciare perdere..ed adesso quando mi suonano..alzo la mano in segno di scusa..tutti si calmano ...amici come prima..e soprattutto senza danni..!!!
E' esattamente quello che và fatto !!!
Premetto che non voglio "giustificare" l'automobilista nervoso, ma ci sono diversi stati d'animo,e tra' questi anche stati influenzati da alcool,droghe ecc...
Non condivido e ne comprendo quella fretta incomprensibile della domenica mattina....che ormai sappiamo essere il "fastidio"di rallentare perchè ci si accoda ad un gruppetto di bici in salita. Abbiamo le strade strette e le ciclabili non sono adatte a bici da corsa che mediamente corrono a 40kmh, quindi anche noi ciclisti dobbiamo "osservare" il buon senso, specie in una statale stretta in salita dove si dovrebbe EVITARE di occupare l'intera carreggiata.....a volte noi ciclisti le andiamo a cercare le rogne.:wacko:

P.s. A volte qualche "grammo" di autocritica ci puo' solo aiutare, a volte ci salva la vita.... ;-)
 
Ultima modifica:

pavarik

Passista
Quando si comincia ad usare la bici da corsa la prospettiva cambia... Un automobilista che é anche ciclista é diverso da un automobilista che non é mai salito su una bici da corsa. In strada lo si capisce subito... Stesso discorso vale anche per il motociclista.
 

kar38

Recordman
chissà xkè quando ha visto che era in netta minoranza ha deciso di calmarsi...

una bella lezione non ci sarebbe stata male....ma sarebbe stato meglio prendere il numero di targa
 

Panchorello

Apprendista Velocista
se un automobilista è cafone lo sarà pure quando guida la bici o la moto e tantissime volte ho visto ciclisti comportarsi male e ti rispondo pure male se glielo fai notare.
molte volte la domenica ci sono gli automobilisti che ti devono sorpassare per forza senza perdere un secondo...ma dove vanno così di fretta la domenica mattina?!;nonzo%
 

vaibanana

Cronoman
Riporto quanto avevo scritto in una discussione simile su Facebook: La stupidità di una persona prescinde dal mezzo che guida.

Anche a voler concedere tutte le attenuanti possibili, se uno è un idiota lo sarà sia che sotto il cu*o abbia un sellino, sia che abbia un sedile.

My 2 cents.
 

poloni paolo

Apprendista Scalatore
Le bici rompono i co****ni, è un dato di fatto. Quando arrivi di fretta e ti trovi un gruppo di ciclisti che occupa mezza carreggiata e ti obbliga ad andare a 30/40 km/h ti girano
Lasciando da parte il solito "odio" tra bdc e auto,la bici in generale rompe a prescindere dal torto o dalla ragione di una o l'altra categoria,la signora o il signore che viaggia con la sua city-bike a 15 all'ora rompe allo stesso modo in strade non troppo larghe,ti obbliga a rallentare fino al passaggio del mezzo dalla parte opposta,nessuno scenderà con la mazza da baseball ma "l'odio" è sempre lo stesso,la soppressione del più debole da parte del più forte è una grave forma d'inciviltà,sarebbe ora di porvi rimedio in qualche modo.:cry
 

manu83a

Novellino
Per le cadute che si rischiano ci sono le protezioni.....per questi caxxxoni si usa una bella mazzata sulla groppa così dopo la galera provano pure un bel soggiorno al san Camillo (ospedale)....
 
Stato
Chiusa ad ulteriori risposte.
Alto