Chiudi
Questo sito utilizza cookies. Chiudendo questa finestra acconsenti all'utilizzo dei cookies e approvi la nostra informativa sulla privacy.

cerchi 17c e pneumatici da 23

Discussione in 'Ruote' iniziata da Lone Knight, 21 Luglio 2016.

  1. Lone Knight

    Lone Knight Gregario

    Registrato:
    29 Luglio 2014
    Messaggi:
    543
    Mi Piace Ricevuti:
    53
    Ciao a tutti!
    con il diffondersi sempre maggiore degli pneumatici da 25, anche i cerchi si allargano per permetterne un uso ottimale.
    Campagnolo / Fulcrum e un po' tutti gli altri stanno modificando la propria gamma prodotti portando i cerchi da 15 a 17.
    Io però continuo a preferire i pneumatici da 23....
    Secondo voi, soprattutto in un'ottica futura tubeless (vorrei provarli prima o poi) i nuovi cerchi sono troppo larghi per i 23 o vanno bene lo stesso?
     
  2. Cyboraf

    Cyboraf Passista

    Registrato:
    11 Giugno 2012
    Messaggi:
    4.622
    Mi Piace Ricevuti:
    512
    secondo lo standard ertro le 17c devono montare copertoncini da 25 in su.
    sul tubeless poi io sarei ancora piu cautelativo e se in certi casi un copertone da 23 puo essere montato su un 17c col tubless non mi passerebbe neppure per la testa di provarci
     
  3. fabrylama

    fabrylama Scalatore

    Registrato:
    22 Marzo 2012
    Messaggi:
    6.004
    Mi Piace Ricevuti:
    507
    Però se il copertone da 23 è largo 25, non mi farei problemi ad usarlo
     
  4. BrunoDM

    BrunoDM Scalatore

    Registrato:
    18 Settembre 2011
    Messaggi:
    6.626
    Mi Piace Ricevuti:
    423

    Anche per me quel che conta è la misura effettiva del copertone ( ho letto sul forum varie testimonianze inerenti il fatto che un gp4000s2 da 23 è di fatto più largo di un veloflex da 25).
    Aggiungo infine che non tutti i produttori seguono pedissequamente le indicazioni dello standard E.T.R.T.O. (Dt swiss ad es., vedasi il modello RR21 Dicut)
     
  5. ceschi1959

    ceschi1959 Pignone

    Registrato:
    1 Aprile 2015
    Messaggi:
    120
    Mi Piace Ricevuti:
    2
    Per fare un paragone l'ETRTO è come l'UNI. Guardate qui http://www.etrto.org/page.asp?id=1594 per farvi un'idea.
    Se un costruttore segue le indicazioni di questo ente si mette al riparo da qualsiasi contestazione gli si possa muovere. Un uso improprio di un componente è sempre possibile ma se questo viene 'certificato' anche dal costruttore se ne assume la responsabilità. Attenzione che non si parla di malfunzionamenti, si tratta di sicurezza!!!!
    Poi un'altra questione: se un pneumatico è da 23 non conta che le misure effettive siano 24 o 22,5, questo rientra nella normale tolleranza del prodotto.
     
  6. stefano 1974

    stefano 1974 Apprendista Scalatore

    Registrato:
    29 Agosto 2013
    Messaggi:
    2.509
    Mi Piace Ricevuti:
    92

    A mio avviso è terrorismo psicologico sta menata del canale del cerchio. Anche io preferisco il 23. Non capisco cosa possa cambiare( sarei grato se qualcuno me lo spiegasse in maniera esaustiva) se monto un copertoncino sul cerchio un filo più largo! se tallonato bene al limite avrò un copertoncino che non spancierà.Di sicuro non stallona.
     
  7. stefano 1974

    stefano 1974 Apprendista Scalatore

    Registrato:
    29 Agosto 2013
    Messaggi:
    2.509
    Mi Piace Ricevuti:
    92
    Forse perchè è una stupidaggine?:mrgreen:
     
  8. Lorenzo_78

    Lorenzo_78 Apprendista Passista

    Registrato:
    7 Aprile 2007
    Messaggi:
    980
    Mi Piace Ricevuti:
    8
    In Campagnolo (per le Bora One copertoncino) mi dissero che "ufficialmente" non potevano dirmi di usare i 23 ma che ufficiosamente non succede niente a meno che non siano gonfiati a pressioni troppo basse...


    Sent from my iPhone using Tapatalk
     
  9. stefano 1974

    stefano 1974 Apprendista Scalatore

    Registrato:
    29 Agosto 2013
    Messaggi:
    2.509
    Mi Piace Ricevuti:
    92

    Geniali, se li metti a 3 Bar e pesi 80 chili ovvio che stallonano.:mrgreen: Tutte pippe mentali per far cambiare set alla gente.
     
  10. ceschi1959

    ceschi1959 Pignone

    Registrato:
    1 Aprile 2015
    Messaggi:
    120
    Mi Piace Ricevuti:
    2
    State attenti... più aumenta la larghezza del canale più DIMINUISCE la rigidezza dello stesso a parità di condizioni. Immaginate una sezione così I_I contro una sezione I__I , spero di essermi spiegato. Poi ognuno può fare quello che vuole.
    Ciao
     
  11. Lorenzo_78

    Lorenzo_78 Apprendista Passista

    Registrato:
    7 Aprile 2007
    Messaggi:
    980
    Mi Piace Ricevuti:
    8


    Mmmmmmmno, non ho capito bene...


    Sent from my iPhone using Tapatalk
     
  12. ceschi1959

    ceschi1959 Pignone

    Registrato:
    1 Aprile 2015
    Messaggi:
    120
    Mi Piace Ricevuti:
    2
    Scusa la 'grezzitudine' dello schizzo ma forse è più chiaro.
     

    Files Allegati:

    • canale.jpg
      canale.jpg
      Dimensione del file:
      23,7 KB
      Visite:
      61
  13. dagos

    dagos via col vento

    Registrato:
    19 Maggio 2013
    Messaggi:
    9.647
    Mi Piace Ricevuti:
    451
    Mi pare che la tua teoria faccia acqua da più parti :mrgreen:

    In primis perchè le pressioni, più si sale di larghezza, più diminuiscono ed in seconda battuta perchè in genere un cerchio da 17 avrà una struttura tale da sopportare meglio determinate forze che vengono distribuite su maggiore superficie.
     
  14. Cicli Cornale

    Cicli Cornale Scalatore

    Registrato:
    7 Gennaio 2009
    Messaggi:
    7.626
    Mi Piace Ricevuti:
    167
    Provate voi.
    Se non vi rompete i denti in almeno un migliaio ok, posso provarci.
    Se però uno solo si rompe i denti, io monto i 25 che non mi cambia la vita, anzi :mrgreen:
     
  15. ceschi1959

    ceschi1959 Pignone

    Registrato:
    1 Aprile 2015
    Messaggi:
    120
    Mi Piace Ricevuti:
    2
    1) A PARITA' DI CONDIZIONI è quanto ho scritto all'inizio.
    2) In una ruota con un 23 gonfiato a 7 bar e un 25 a 7 bar la pressione sarà ovviamente uguale.
    3) Se gonfio alla stessa pressione ho l'effetto che evidenziavo prima se gonfio più basso, come la sezione da 25 suggerisce, ho problemi di tallonamento, quindi ci penserei bene a montare una copertura da 23 su un cerchio C17.
     
  16. Cyboraf

    Cyboraf Passista

    Registrato:
    11 Giugno 2012
    Messaggi:
    4.622
    Mi Piace Ricevuti:
    512
    che ci siano margini pratici per montare un 23 su cerchi 17c , specie quelli che poi in pratica sono più larghi, è una cosa, il fatto che non valga la pena giocare con la sicurezza è un altro.
    Perché devo mettermi in una situazione di potenziale rischio?
    Anche a me piacciono più i 23 e credo che il cerchio largo sia una moda commerciale ma se voglio usare i 23 compro un cerchio 15c che mi permette di usare se voglio anche un 25. Comprare un 17c per montarci un 23 è un non senso tecnico e neppure me lo ha prescritto il medico....
    Francamente non riesco a capire il motivo di fare questi accoppiamenti
     
  17. dagos

    dagos via col vento

    Registrato:
    19 Maggio 2013
    Messaggi:
    9.647
    Mi Piace Ricevuti:
    451
    Quello che ti sfugge sarebbe il "vantaggio" del 25 sul 23... che è dato dal rapporto superficie di contatto-pressione, che senso ha montare un 25 alla stessa pressione di un 23 ??
     
  18. Lone Knight

    Lone Knight Gregario

    Registrato:
    29 Luglio 2014
    Messaggi:
    543
    Mi Piace Ricevuti:
    53
    La penso come te, il problema è che tra poco sarà difficile trovare cerchi 15c....
    Per questo mi sono posto il problema
     
  19. BrunoDM

    BrunoDM Scalatore

    Registrato:
    18 Settembre 2011
    Messaggi:
    6.626
    Mi Piace Ricevuti:
    423
    Un pelino eccessivo forse dai...
    :-)
    Sono indicazioni di un'associazione Europea a cui diversi produttori aderiscono e come tali ne seguono i dettami.
    Per me è solo questione di buon senso: valutare la larghezza effettiva come ho scritto (continetal da 23 più largo del veloflex corsa da 25, entrambi su cerchio 15c) è l'unico parametro a cui mi atterrei scrupolosamente.
     
    #19 BrunoDM, 22 Luglio 2016
    Ultima modifica: 22 Luglio 2016
  20. Il Folletto

    Il Folletto Apprendista Scalatore

    Registrato:
    7 Settembre 2004
    Messaggi:
    1.834
    Mi Piace Ricevuti:
    4
    Pensare che se due componenti devono combaciarsi e lavorare insieme per garantire il funzionamento e la sicurezza del sistema stesso quando i due componenti non sono prodotti dallo stesso produttore, necessita di uno standard a cui attenersi. ETRTO è l'unico standard riconosciuto, se poi pensare che seguirlo è una stupidaggine mi pare quanto meno una stupiddaggine il solo affermarlo.

    Poi possiamo discutere di molto altro, ma anche quando si parla di sicurezza la si snobba e se ne fanno le solite dietrologie complottesche mi pare davvero eccessivo.o-o
     

Condividi questa Pagina