Ciclisti di Vimercate

Discussione in 'Lombardia-Veneto' iniziata da mlv, 18 Novembre 2013.

?

Se frequenti (anche in sola lettura) questa discussione, ci dici di dove sei?

  1. Vimercate (incluse frazioni Oreno,Velasca,Ruginello)

    7,9%
  2. Monza

    10,8%
  3. Concorezzo-Agrate Brianza-Burago

    5,8%
  4. Arcore-Villasanta

    9,4%
  5. Usmate-Velate-Carnate-Bernareggio

    6,5%
  6. Altri comuni in provincia MB

    15,8%
  7. Comune NON in provincia MB

    43,9%
  1. Bileygr

    Bileygr Pignone

    Registrato:
    16 Luglio 2017
    Messaggi:
    190
    Mi Piace Ricevuti:
    12
    Non fermarsi col rosso deve essere una forma virale contagiosa di quelle parti... tutte le volte che vado verso Erba, ai semafori a lurago sono fermo e vengo superato da interi gruppi, uno dopo l' altro, e tutti mi guardano con l' aria di "ma perché sto rinc.....ito si ferma col rosso?"
    Sarà per quello che esco sempre da solo (oltre al fatto che vado troppo piano per chiunque )...

    Inviato dal mio ASUS_T00G utilizzando Tapatalk
     
  2. Carlao69

    Carlao69 Apprendista Velocista

    Registrato:
    3 Giugno 2009
    Messaggi:
    1.207
    Mi Piace Ricevuti:
    23
    pensa che io ho provato a prendermi parolacce da un ciclista (uno sconosciuto, che mi stava a ruota) perché mi ero fermato a far passare un pedone sulle strisce pedonali... :azz
     
  3. Toiobike

    Toiobike Apprendista Velocista

    Registrato:
    3 Ottobre 2013
    Messaggi:
    1.233
    Mi Piace Ricevuti:
    19
    E' lo stesso motivo per cui anch'io vado in giro da solo!
     
  4. Toiobike

    Toiobike Apprendista Velocista

    Registrato:
    3 Ottobre 2013
    Messaggi:
    1.233
    Mi Piace Ricevuti:
    19
    Anch'io rispetto il codice della strada e mi fanno inc... i ciclisti che se ne fregano.
    Ringrazio sempre gli automobilisti che si comportano bene nei miei confronti.
    Ci vuole così poco....
     
  5. mlv

    mlv Apprendista Cronoman

    Registrato:
    29 Settembre 2013
    Messaggi:
    3.276
    Mi Piace Ricevuti:
    67
    Avete finalmente trovato il vostro gruppo ideale. :mrgreen:

    Si va a passeggio ed al rosso ci si ferma.
     
  6. Toiobike

    Toiobike Apprendista Velocista

    Registrato:
    3 Ottobre 2013
    Messaggi:
    1.233
    Mi Piace Ricevuti:
    19


    Farsi tirar sotto e in più aver torto...
    Mah, poi gli automobilisti odiano i ciclisti....
    Siamo i “deboli” in strada. È un po’ stupido rischiare. Per cosa poi?
    Spero che non debba mai finirmi sotto uno che non ha dato la precedenza altrimenti...


    Inviato dal mio iPhone utilizzando Tapatalk
     
  7. Bitossi

    Bitossi Gregario

    Registrato:
    5 Maggio 2008
    Messaggi:
    615
    Mi Piace Ricevuti:
    12
    Comunque vogliamo soffermarci un attimo su questo vizio tipicamente italiano? Sto parlando della specifica mala abitudine di non rispettare precedenze e semafori, e comunque in genere il codice della strada.
    Scrivo “tipicamente” perché non mi capita di assistere a niente di simile in altri paesi, perlomeno in quelli dove si pratica ciclismo a livello amatoriale.
    Fra l’altro, visto che ho esperienze ciclistiche anche nel Sud Italia, mi pare che il vizietto di bruciare i rossi non esista neppure da quelle parti, non foss’altro perché si verrebbe sterminati senza tanti complimenti... :))):
    (Intendiamoci: andare in bici al Sud, soprattutto in alcune zone molto “antropizzate” è molto più pericoloso rispetto al Nord; ma questi comportamenti non esistono, proprio perché si è ben consci dei rischi. Perciò, paradossalmente, gli amici ciclisti “sudici” risultano mediamente più disciplinati rispetto ai nordici... ;nonzo%)

    Quindi, mi verrebbe da dire che sia un vizio tipico delle nostre zone, particolarmente nelle giornate festive, cioè quando ci si sente come “in vacanza”.
    E qui si potrebbero fare considerazioni più generali sull’educazione media dell’italiano medio, riassumibile per comodità nel motto “le regole sono per gli altri, i diritti sono miei”... :mrgreen:
    Tanto più se si sente di essere in una situazione di privilegio (in certe ore della domenica mattina ci sono in giro forse più bici che auto): quello che fino a prova contraria è ancora uno spazio di tutti, diventa “mio”, col forte sospetto che, in altre situazioni, le stesse persone si trasformino magicamente in automobilisti impazienti o indisciplinati.
    Questo, finché il rischio vale la candela, ritornando all’esempio del Sud Italia... :mrgreen:
     
    #3447 Bitossi, 5 Dicembre 2017
    Ultima modifica: 5 Dicembre 2017
  8. Toiobike

    Toiobike Apprendista Velocista

    Registrato:
    3 Ottobre 2013
    Messaggi:
    1.233
    Mi Piace Ricevuti:
    19


    Come a Milano dove i ciclisti vanno sui marciapiedi, contromano, passano con il rosso, ecc.
    Poi ne stirano uno e tutti a strapparsi i capelli.
    Le regole devono essere rispettate da tutti.
    Prova all’estero (Austria tanto per citarne una) a bruciare un rosso in bici.
    Se ti beccano ti fan passare la voglia per un bel po’.


    Inviato dal mio iPhone utilizzando Tapatalk
     
  9. Bitossi

    Bitossi Gregario

    Registrato:
    5 Maggio 2008
    Messaggi:
    615
    Mi Piace Ricevuti:
    12
    Ah, certo, nel mio discorso era sottinteso il mancato controllo: proprio domenica c’erano incroci presidiati da vigili e altre forze dell’ordine (ho capito dopo che erano lì per il Rally di Monza), che però sembravano interessarsi solo alle auto. Addirittura ad uno ho fatto un cenno d’intesa, come a dire “ma li vedi quelli che passano col rosso?”
    Non m’ha cacato manco di pezza... :))):

    (Però è simpatico il paradosso per cui laddove si tende generalmente ad osservare meno le regole, alcune peculiarità dei ciclisti della domenica non esistano. Dato unificante italiota: sembriamo uniformarci alle regole solo se “costretti”, in alcuni casi semplicemente dal dato ambientale, soprattutto quando ci sentiamo minoranza... :angrymod:)
     
  10. Bileygr

    Bileygr Pignone

    Registrato:
    16 Luglio 2017
    Messaggi:
    190
    Mi Piace Ricevuti:
    12
    Io poi penso sempre che se mi prendo dentro con una macchina il conducente il giorno dopo è in giro ancora, mentre io non lo so come sono in giro o addirittura *se* sono ancora in giro... Quindi è una questione che va ben al di là del codice della strada, è innanzi tutto nel mio interesse evitare manovre che per un altro utente della strada (motorizzato) possano risultare inaspettate

    Inviato dal mio ASUS_T00G utilizzando Tapatalk
     
  11. Toiobike

    Toiobike Apprendista Velocista

    Registrato:
    3 Ottobre 2013
    Messaggi:
    1.233
    Mi Piace Ricevuti:
    19


    Concordo


    Inviato dal mio iPhone utilizzando Tapatalk
     
  12. olileo

    olileo Pignone

    Registrato:
    11 Settembre 2014
    Messaggi:
    237
    Mi Piace Ricevuti:
    2
    Ci sono delle strade che effettivamente, sono una lunga fila di semafori, e che se li becchi rossi, fermarsi sganciare e ripartire sono una gran rottura di balle, specialmente alla domenica mattina. Esistono poi dei semafori, quasi inutili, come esistono dei punti stradali, dove devi assolutamente fermarti. Naturalmente,non sto' giustificando il comportamento di passare con il rosso, e bisognerebbe SEMPRE fermarsi. Personalmente,tendo a fermarmi, ma quando vedo la strada libera ed un punto stradale dove c'e' la massima visibilita, dico la verita' che passo, sperando che non ci sia la macchina di dietro dei Vigili.
     
  13. Bitossi

    Bitossi Gregario

    Registrato:
    5 Maggio 2008
    Messaggi:
    615
    Mi Piace Ricevuti:
    12
    Però l’indisciplina del ciclista medio Milan-Brianzolo (limitiamoci per il momento a casa nostra) non si limita alla bruciatura dei semafori. Ci sono anche altre irregolarità, come non fermarsi agli stop o non osservare la fila indiana, ecc.

    In altri campi, spesso sento criticare il comportamento dei “tedeschi in vacanza”: di come cioè, quando sono nel nostro paese, si sentano liberi di fare cose che a casa loro non fanno, soprattutto perché sarebbero prontamente sanzionati.
    Quindi il problema del controllo si pone alla grande.
    Poi, come scrivevo, in alcuni casi è l’ambiente stesso a limitarti: nella compagnia che frequento al Sud quando vado in vacanza ci sono già stati due morti, e ti assicuro che sono i ciclisti più disciplinati che conosco, senz’altro anche a causa di quanto successo. Inoltre, essendo meno i ciclisti amatoriali in giro, si è anche più individuabili, e quindi capita che le forze dell’ordine intervengano più frequentemente, a volte anche a sproposito, come mi è capitato un paio di volte in Irpinia.
    Lo stesso vale per il ciclista milanese a Milano città: non può certo fare il ganassa in alcune situazioni, però tende a scatenarsi dalla Villa Reale in su... :mrgreen:
     
  14. Toiobike

    Toiobike Apprendista Velocista

    Registrato:
    3 Ottobre 2013
    Messaggi:
    1.233
    Mi Piace Ricevuti:
    19


    Mah, io sono dell’idea che è sempre meglio essere prudenti e perdere qualche minuto piuttosto che rischiare.
    Da quella stradina sterrata dove per 99 volte non è mai uscito nessuno la centesima ti arriva uno all’improvviso e ....


    Inviato dal mio iPhone utilizzando Tapatalk
     
    A mlv piace questo elemento.
  15. blackvipergts

    blackvipergts Pedivella

    Registrato:
    18 Luglio 2010
    Messaggi:
    325
    Mi Piace Ricevuti:
    20
    Concordo anche se la prudenza non basta...quest'anno mi hanno steso mentre procedevo sul lato destro della strada, in solitaria, con luce Garmin Varia accesa ( anche se era estate), su strada ampia e in assenza di traffico ( ma il cellulare può fare molto di suo!).....quando posso cerco di utilizzare le ciclabili che però , il più delle volte, sono ancora più insidiose della strada stessa, in quanto maltenute,
    dal percorso <incerto> e non ultimo incrocianti strade e/o uscite carraie....
    Una ulteriore osservazione sui <Grupponi Ciclistici>...pensano sempre di essere ...in fuga al Giro non rispettando niente ( come già riportato) ma neppure altri ciclisti ....Domenica durante il giro del Lago d'Iseo , ne ho incrociato un paio che mi hanno letteralmente costretto ad uscire ( con qualche rischio) dalla sede stradale in quanto i Signori chiudevano ermeticamente il Gruppone infischiandosene bellamente di altri utenti. L'inciviltà e la mancanza di rispetto delle regole é ormai imperante e per tanto non può essere certo la bdc a stravolgere lo status quo...
     
  16. Toiobike

    Toiobike Apprendista Velocista

    Registrato:
    3 Ottobre 2013
    Messaggi:
    1.233
    Mi Piace Ricevuti:
    19


    Concordo, ahimè


    Inviato dal mio iPhone utilizzando Tapatalk
     
  17. mlv

    mlv Apprendista Cronoman

    Registrato:
    29 Settembre 2013
    Messaggi:
    3.276
    Mi Piace Ricevuti:
    67
    Il ghiaccio sulle strade abbonda ... e il numero dei post su questo thread è inversamente proporzionale
     
  18. giallo11

    giallo11 Pignone

    Registrato:
    28 Luglio 2014
    Messaggi:
    195
    Mi Piace Ricevuti:
    1
    PUNTELLO 23 DICEMBRE CON ABBUFFATA FINALE

    dopo quasi un mese e mezzo di totale fermo e con una bici ancora da battezzare e anche un giubbino ancora con il prezzo,avevo pensato tempo e temperatura permettendo un giretto tranquillo per togliere una pò di ruggine che si è creata in questo periodo di nullafacenza.
    quindi avevo pensato ritrovo ore 10 da farina percorso ancora da decidere e con finale a pranzo in qualche buona trattoria.
     
  19. dave_and_roll

    dave_and_roll Apprendista Velocista

    Registrato:
    9 Settembre 2009
    Messaggi:
    1.313
    Mi Piace Ricevuti:
    26
    Domani sera onno a velocità turistica. Solita partenza ore 17 da Agrate, 17.30 frisa....
     
  20. pmassi

    pmassi Pedivella

    Registrato:
    4 Febbraio 2010
    Messaggi:
    495
    Mi Piace Ricevuti:
    15
    Domani mattina nessuno ha voglia di fare un giretto a Carenno ??? partenza ore 9.30 dal Farina
     

Condividi questa Pagina