Questo sito contribuisce alla audience de

Everesting

bianco222

Apprendista Cronoman
complimentissimi!!!!!!! :azz:hail:

una domanda. ti sei "trovato meglio" a fare più volte una salita corta, e facendo una salita con più dislivello, ma facendola meno volte?
Altra cosa da non sottovalutare è la discesa che deve essere "riposante". Io l'ho fatto su una discesa molto tecnica (la discesa più veloce l'ho fatta a 32 di media), quindi sempre sui freni e sempre molto concentrato e per di più perdi tempo (anche se allunghi un po' il recupero). Io alla fine ho chiuso con le tre ultime salite fatte più veloci di tutte e arrivato in cima tuttosommato abbastanza fresco. Ma non sopportavo più la discesa!
 

tacia

Pignone
[Zwift] Team BDC
Buongiorno, ho scoperto per caso questo tipo di sfida personale e vorrei farla mia il prossimo anno!
Mi sono documentato però ho ancora dei dubbi, quindi vorrei rivolgere a chi l’ha già fatta alcune domande.
Everesting Italia che funzione ha, cioè ho visto che hanno un format dove fare richiesta di tentativo, è obbligatorio farlo? Ti aiutano nell’organizzare e promuovere l’evento, serve farlo?
Per avere l’omologazione si deve passare da Everesting Italy o basta scaricare la traccia direttamente sul sito ufficiale?
Ne avrei tante altre di domande ma per ora mi fermo qui, grazie a chi avrà la voglia di rispondermi!!
 

Rapasave

Maglia Iridata
Buongiorno, ho scoperto per caso questo tipo di sfida personale e vorrei farla mia il prossimo anno!
Mi sono documentato però ho ancora dei dubbi, quindi vorrei rivolgere a chi l’ha già fatta alcune domande.
Everesting Italia che funzione ha, cioè ho visto che hanno un format dove fare richiesta di tentativo, è obbligatorio farlo? Ti aiutano nell’organizzare e promuovere l’evento, serve farlo?
Per avere l’omologazione si deve passare da Everesting Italy o basta scaricare la traccia direttamente sul sito ufficiale?
Ne avrei tante altre di domande ma per ora mi fermo qui, grazie a chi avrà la voglia di rispondermi!!
ciao....puoi fare tutto da solo basta solo scegliere la salita giusta e ripeterla tante volte quanto il dislivello Dell Everest 8848mt

le uniche regole che ci sono sono fare sempre la stessa salita e discesa.....non dormire ma puoi riposarti quanto vuoi...registrare il percorso con un dispositivo barometrico con gps e caricare tutto su strava. dopo aver fatto ciò tramite il sito veloviewer.com inoltre la richiesta tramite un form ...e poi in 2/3 gg ti viene omologata.

il sito italiano di cui conosco molto bene il suo ideatore ti aiuta a pianificare dandoti dei cosiglio utili e volendo può pubblicizzarlo tramite il sito e fb.

ti consiglio di usare il calcolatore che trovi sul sito everesting cc dove puoi inserire il segmento di strava e lui ti calcola le ripetizioni ed il tempo stimato per completarlo

ciao
save

Inviato dal mio SM-G900F utilizzando Tapatalk
 

tacia

Pignone
[Zwift] Team BDC
ciao....puoi fare tutto da solo basta solo scegliere la salita giusta e ripeterla tante volte quanto il dislivello Dell Everest 8848mt

le uniche regole che ci sono sono fare sempre la stessa salita e discesa.....non dormire ma puoi riposarti quanto vuoi...registrare il percorso con un dispositivo barometrico con gps e caricare tutto su strava. dopo aver fatto ciò tramite il sito veloviewer.com inoltre la richiesta tramite un form ...e poi in 2/3 gg ti viene omologata.

il sito italiano di cui conosco molto bene il suo ideatore ti aiuta a pianificare dandoti dei cosiglio utili e volendo può pubblicizzarlo tramite il sito e fb.

ti consiglio di usare il calcolatore che trovi sul sito everesting cc dove puoi inserire il segmento di strava e lui ti calcola le ripetizioni ed il tempo stimato per completarlo

ciao
save

Inviato dal mio SM-G900F utilizzando Tapatalk
Grazie per la tua risposta, regole e dove caricare la traccia avevo già visto ma fa bene ripassarle!
Per quanto riguarda il dispositivo mi sono regalato un Garmin 1030, non dovrei aver grossi problemi con quello per durata e affidabilità!
Quello che più mi interessa di quello che hai detto riguarda Everesting Italia, non tanto per la pubblicità ma per la pianificazione e consigli che può dare, sai se ha un costo o basta fare una donazione??

Te invece che consigli puoi darmi sull'alimentazione, visto che sei un grande pedalatore delle lunghe distanze e dislivelli, oltre al fatto di averlo già fatto...
Grazie!!!
 

Rapasave

Maglia Iridata
Grazie per la tua risposta, regole e dove caricare la traccia avevo già visto ma fa bene ripassarle!
Per quanto riguarda il dispositivo mi sono regalato un Garmin 1030, non dovrei aver grossi problemi con quello per durata e affidabilità!
Quello che più mi interessa di quello che hai detto riguarda Everesting Italia, non tanto per la pubblicità ma per la pianificazione e consigli che può dare, sai se ha un costo o basta fare una donazione??

Te invece che consigli puoi darmi sull'alimentazione, visto che sei un grande pedalatore delle lunghe distanze e dislivelli, oltre al fatto di averlo già fatto...
Grazie!!!
ciao non credo abbia un costo...il mio amico Fabrizio lo fa per passione...poi ovvio un'offerta per sostenere il sito è sempre ben accetta[emoji3] li puoi ricevere ottimi consigli e piccoli trucchetti per offrontare questa sfida epica

per l'alimentazione valgono le regole generali dei giri lunghi....mangiare almeno ogni ora circa (io mangiavo a fine salita ogni 1h10 circa) e bere tanto specialmente se caldo (calcola 500/750ml ad ora)

l'everesting è molto comodo dal punto logistico ....ti puoi tenere tutto in auto e usi all occorrenza sia cibo che vestiario

per esperienza personale fisicamente è stata dura ma non durissima al contrario invece la testa è messa a dura prova...specialmente se devi ripetere per 20/30 volte la stessa salita

quindi preparati a questo

facci sapere quando lo fai e se vuoi ci dici la salita[emoji3]

ciao
save



Inviato dal mio SM-G900F utilizzando Tapatalk
 

Rapasave

Maglia Iridata
dimenticavo ovviamente sali minerali ...se vuoi optional caffeina e bcaa....

scegli bene la salita non so il tuo livello ma considera che alla.fine riposi solo quando finisci la salita o la discesa se ti fermi. ..alimenti sei sempre in tensione specialmente in discesa e specialmente se è tecnica e trafficata

ciao
save

Inviato dal mio SM-G900F utilizzando Tapatalk
 

walga

Pignone
ciao....puoi fare tutto da solo basta solo scegliere la salita giusta e ripeterla tante volte quanto il dislivello Dell Everest 8848mt

le uniche regole che ci sono sono fare sempre la stessa salita e discesa.....non dormire ma puoi riposarti quanto vuoi...registrare il percorso con un dispositivo barometrico con gps e caricare tutto su strava. dopo aver fatto ciò tramite il sito veloviewer.com inoltre la richiesta tramite un form ...e poi in 2/3 gg ti viene omologata.

il sito italiano di cui conosco molto bene il suo ideatore ti aiuta a pianificare dandoti dei cosiglio utili e volendo può pubblicizzarlo tramite il sito e fb.

ti consiglio di usare il calcolatore che trovi sul sito everesting cc dove puoi inserire il segmento di strava e lui ti calcola le ripetizioni ed il tempo stimato per completarlo

ciao
save

Inviato dal mio SM-G900F utilizzando Tapatalk
Scusami, sono un novello di strava, ma dove si trova l'URL di ogni segmento <<??
 

tacia

Pignone
[Zwift] Team BDC
ciao non credo abbia un costo...il mio amico Fabrizio lo fa per passione...poi ovvio un'offerta per sostenere il sito è sempre ben accetta
li puoi ricevere ottimi consigli e piccoli trucchetti per offrontare questa sfida epica

per l'alimentazione valgono le regole generali dei giri lunghi....mangiare almeno ogni ora circa (io mangiavo a fine salita ogni 1h10 circa) e bere tanto specialmente se caldo (calcola 500/750ml ad ora)

l'everesting è molto comodo dal punto logistico ....ti puoi tenere tutto in auto e usi all occorrenza sia cibo che vestiario

per esperienza personale fisicamente è stata dura ma non durissima al contrario invece la testa è messa a dura prova...specialmente se devi ripetere per 20/30 volte la stessa salita

quindi preparati a questo

facci sapere quando lo fai e se vuoi ci dici la salita


ciao
save
Ho due opzioni:
- la prima è una salita sotto casa nel vero senso della parola, di circa 3km con dislivello di 165m e una pendenza media del 5%, dai conti fatti dovrei ripeterla circa 54 volte!
- la seconda è a circa 30km da casa, vari versanti per salire al Monte Amiata, a parte due molto ostici gli altri 3 sono di circa 11/12km con dislivello di 800/830m pendenza media 6% da ripetere circa 11 volte.

Credo che opterò per la prima, anche se a livello mentale sarà un po' più ostica ho diversi fattori a favore, per la logistica, fontanella a fine salita, famiglia e amici vicino a fare il tifo!!

Il periodo più indicato per me sarà verso giugno, ho tempo per prepararmi, fare prove, giornate lunghe e non dovrebbe essere troppo caldo.

dimenticavo ovviamente sali minerali ...se vuoi optional caffeina e bcaa....

scegli bene la salita non so il tuo livello ma considera che alla.fine riposi solo quando finisci la salita o la discesa se ti fermi. ..alimenti sei sempre in tensione specialmente in discesa e specialmente se è tecnica e trafficata

ciao
save

Inviato dal mio SM-G900F utilizzando Tapatalk
Esatto avevo letto di non sottovalutare anche la discesa, grazie!!
 

PJ91

Novellino
Ciao a tutti,
sabato scorso ho tentato e completato il mio primo everesting sulla salita che da Ponte Nossa arriva al passo di Zambla... che dire è stata dura ma pensavo molto peggio, i bellissimi paesaggi che la Val del Riso offre hanno sicuramente aiutato a sopportare la fatica, vedere le montagne apparire e scomparie nell'arco del giorno con tutti i suoi giochi di luce è qualcosa di unico.
Penso che se si scelga una salita che ti fa battere il cuore, non puoi stancarti di rifarla fino a ottenere quei benedetti 8848 metri!
Alla fine bella cavalcata di quasi 19 ore, 294km, 8894m+ e tanti panini col grana, da rifare l'anno prossimo su un'altra salita bergamasca!
 

fedguar

Apprendista Velocista
Ciao a tutti,
sabato scorso ho tentato e completato il mio primo everesting sulla salita che da Ponte Nossa arriva al passo di Zambla... che dire è stata dura ma pensavo molto peggio, i bellissimi paesaggi che la Val del Riso offre hanno sicuramente aiutato a sopportare la fatica, vedere le montagne apparire e scomparie nell'arco del giorno con tutti i suoi giochi di luce è qualcosa di unico.
Penso che se si scelga una salita che ti fa battere il cuore, non puoi stancarti di rifarla fino a ottenere quei benedetti 8848 metri!
Alla fine bella cavalcata di quasi 19 ore, 294km, 8894m+ e tanti panini col grana, da rifare l'anno prossimo su un'altra salita bergamasca!
Complimenti!!!
non conosco la salita che hai fatto, com'è? quante volte l'hai ripetuta?
 

Rapasave

Maglia Iridata
Ciao a tutti,
sabato scorso ho tentato e completato il mio primo everesting sulla salita che da Ponte Nossa arriva al passo di Zambla... che dire è stata dura ma pensavo molto peggio, i bellissimi paesaggi che la Val del Riso offre hanno sicuramente aiutato a sopportare la fatica, vedere le montagne apparire e scomparie nell'arco del giorno con tutti i suoi giochi di luce è qualcosa di unico.
Penso che se si scelga una salita che ti fa battere il cuore, non puoi stancarti di rifarla fino a ottenere quei benedetti 8848 metri!
Alla fine bella cavalcata di quasi 19 ore, 294km, 8894m+ e tanti panini col grana, da rifare l'anno prossimo su un'altra salita bergamasca!
complimenti bella cavalcata.....

per la durezza evidentemente sei molto allenato questo fa si che ti sembri meno dura. ...ma questo vale per tutto nel ciclismo

ciao
save

Inviato dal mio SM-G900F utilizzando Tapatalk
 

Lightwave

Velocista
Ciao a tutti,
sabato scorso ho tentato e completato il mio primo everesting sulla salita che da Ponte Nossa arriva al passo di Zambla... che dire è stata dura ma pensavo molto peggio, i bellissimi paesaggi che la Val del Riso offre hanno sicuramente aiutato a sopportare la fatica, vedere le montagne apparire e scomparie nell'arco del giorno con tutti i suoi giochi di luce è qualcosa di unico.
Penso che se si scelga una salita che ti fa battere il cuore, non puoi stancarti di rifarla fino a ottenere quei benedetti 8848 metri!
Alla fine bella cavalcata di quasi 19 ore, 294km, 8894m+ e tanti panini col grana, da rifare l'anno prossimo su un'altra salita bergamasca!

Complimenti! Spero di riuscire a fare anch'io un Everesting verso maggio/giugno, per quest'anno ormai salto
 
obbiettivo anch'io fissato per giugno/luglio 2019
rimango ancora indeciso se meno peggio una salita lunga ma con dislivello (in questo caso pensavo al Pordoi da Canazei) da ripetere "meno" volte, o una salita più corta, più facile, ma da ripetere molte più volte
opzione 1) 13 km per 786 di dislivello, da fare 12 volte (tra salire e scendere 312 km)
opzione 2) 7,3 km per 305 di dislivello, da fare 30 volte (tra salire e scendere 438 km :wacko:)

bisognerà calcolare anche il tempo impiegato per la discesa. una è lontano da casa, una è dietro casa, e magari trovo l'appoggio "morale" di qualcuno che mi accompagna per qualche ripetuta.
vedremo......
 

Lightwave

Velocista
obbiettivo anch'io fissato per giugno/luglio 2019
rimango ancora indeciso se meno peggio una salita lunga ma con dislivello (in questo caso pensavo al Pordoi da Canazei) da ripetere "meno" volte, o una salita più corta, più facile, ma da ripetere molte più volte
opzione 1) 13 km per 786 di dislivello, da fare 12 volte (tra salire e scendere 312 km)
opzione 2) 7,3 km per 305 di dislivello, da fare 30 volte (tra salire e scendere 438 km :wacko:)

bisognerà calcolare anche il tempo impiegato per la discesa. una è lontano da casa, una è dietro casa, e magari trovo l'appoggio "morale" di qualcuno che mi accompagna per qualche ripetuta.
vedremo......
Più lunga penso sia più facile di testa ma logisticamente quella più corta è più comoda perché se hai bisogno hai la macchina vicino e puoi salire quindi più leggero. Io credo che la farò su una salita pedalabile che però ha una fontana sopra e una discesa tranquilla. Vuol dire metterci più tempo, ma anche se mi saltano le gambe con un rapporto agile dovrei andare su lo stesso. Così mi ci vorranno 14-15 ore

Inviato dal mio XT1039 utilizzando Tapatalk
 

Rapasave

Maglia Iridata
confermo quello che avete scritto ....più lunga e più facile ci vuole più testa ...più corta e più ripida più gambe

everesting come logistica è il top. ...parcheggi auto alla fine della salita e ti metti dentro tutto quello che ti serve tra cibo e vestiario. ....viaggi sempre leggero

se poi trovi anche in cima fontana o un bar sei a posto......nel caso di salite isolate ti porti acqua a sufficienza in auto e termos di caffè

ciao
save

Inviato dal mio SM-G900F utilizzando Tapatalk
 

PJ91

Novellino
Complimenti!!!
non conosco la salita che hai fatto, com'è? quante volte l'hai ripetuta?
è una bella salita, partendo da Ponte Nossa in Val Seriana sono 14km fino al passo, io ho saltato i primi 2km che sono quasi piatti e sono partito all'inizio della salita vera, pendenza media a circa 6,5%. Nella parte centrale ha dei bei pezzi dove spiana, essenziali per rifiatare . Parcheggio esattamente all'inizio della salita, fontana in cima e in fondo, bar a metà e in cima, asfalto molto buono e discesa facile, come logistica è veramente una candidata ideale per chi vuole tentare, anche tenendo conto del poco traffico (all'inizio avevo pensato di fare l'everesring sul Selvino da Nembro, ma è davvero troppo frequentata da macchine e moto) e della pendenza media, la massima penso aarivi a 8-10% per brevissimi tratti. Panorama stupendo, sembra di stare sulle Dolomiti.

Personalmente preferisco fare salite lunghi e meno ripetizioni, ma ognuno ha le sue preferenze, ammiro molto di più che si fa salite con poco dislivello ripetute molte volte proprio perchè io non ci starei dentro per niente, mollerei molto prima della metà!

Per chi fosse interessato, ho visto che dalle mie parti domenica 14 ottobre un gruppo di ciclisti locali organizza un mezzo everesting (cioè ci si ferma a 4424m) sul Colle Gallo da Albino, io non so se passerò, ma sembra una scampagnata simpatica da fare in compagnia.
 

bianco222

Apprendista Cronoman
obbiettivo anch'io fissato per giugno/luglio 2019
rimango ancora indeciso se meno peggio una salita lunga ma con dislivello (in questo caso pensavo al Pordoi da Canazei) da ripetere "meno" volte, o una salita più corta, più facile, ma da ripetere molte più volte
opzione 1) 13 km per 786 di dislivello, da fare 12 volte (tra salire e scendere 312 km)
opzione 2) 7,3 km per 305 di dislivello, da fare 30 volte (tra salire e scendere 438 km :wacko:)

bisognerà calcolare anche il tempo impiegato per la discesa. una è lontano da casa, una è dietro casa, e magari trovo l'appoggio "morale" di qualcuno che mi accompagna per qualche ripetuta.
vedremo......
Opzione 1 tutta la vita! Non tanto perché più lunga ma perché più ripida. La seconda che hai citato ha una pendenza media del 4%; spenderesti un sacco di energia per vincere la resistenza dell'aria oltre che l'energia necessaria per il dislivello.
Teoricamente salite corte sono fisicamente più facili (così ho letto in un articolo; l'ideale dal punto di vista fisico è 10' di salita); ma più difficili dal punto di vista psicologico. Io credo che il Pordoi sia perfetto. Pendenza mai eccessiva (importantissimo: non bisogna mai fare fuori giri); discesa riposante (ci sono molti tornanti ma strada larga, asfalto ottimo); a giugno temperature perfette; ristori e bar lungo il percorso (ma io ti consiglio comunque l'auto in cima); molta compagnia; paesaggi spettacolari (che aiutano quando sei in difficoltà). Unico difetto, e non da poco, è il traffico. Io quando l'ho fatto ho incontrato sì e no 10 macchine in 16 ore. Sul Pordoi in estate sono 10 al minuto. Piuttosto prova il Sella che dall'estate prossima dovrebbe essere a numero chiuso per le auto.
 

Cere_

Gregario
Ma come fasce cardiache a cosa puntate come ritmo, z2a/z3b? Cadenza sempre alta?

Mi interessa la gestione dello sforzo, di provarci non credo proprio, non mi entusiasma molto l'idea di rifare la stessa salita decine di volte (complimenti a chi ci è riuscito!!), ma da appassionato di giri lunghi, l'imparare qualcosa da chi viaggia più di me è sempre una bella cosa.

Grazie
 

Fiorenzo 64

Pignone
Io sono un randonneur da lunghe e lunghissime distanze, quindi abituato a stare in bici a lungo, giorno e notte per più giorni, però questa moda dell'everesting sinceramente non la capisco, ripetere n.... volte la stessa salita mi sembra davvero una forzatura da criceto ! ma perchè non fare questo dislivello nelle 24 ore ma su un percorso completo, magari ad anello, sulle nostre montagne, alpi, dolomiti, appennini non è difficile pianificarlo, mah !
 
Alto