Gf la Fausto Coppi 2018

Discussione in 'Granfondo' iniziata da marko, 3 Novembre 2017.

Aggiunto al calendario: 08-07-18
  1. MBerge

    MBerge Passista

    Registrato:
    10 Luglio 2013
    Messaggi:
    4.722
    Mi Piace Ricevuti:
    184
    Esatto!! o-o

    Poi dipende anche da quanto pensi di fermarti...
    Perchè non fraintendermi, Limone Piemonte non è un brutto posto. Il problema è che il paese in un mattino l'hai visto e stravisto tutto. Da lì poi ci sarebbe ancora la possibilità di salire al Colle di Tenda. Su c'è una baita aperta tutto l'anno, si prende qualcosa, ci si gode un pò il panorama, ma poi si torna giù. Ancora mi viene in mente che da Limone si può salire al Lago Terrasole, che si trova sulla zona del comprensorio sciistico di Limone Riservabianca. Nei weekend estivi capita che facciano concerti sul lago. E si può fare una passeggiata nel verde.
    Quindi insomma, se state sabato e domenica ci può stare. Se vi fermate di più poi come ti dicevo qualsiasi altra cosa tu voglia vedere la Valle Vermenagna, per quanto "corta", è piuttosto chiusa su sè stessa.

    Pari distanza da Cuneo e sempre in bassa montagna (900 metri), ma già con qualche possibilità in più, potrebbe esserci Entracque (Valle Gesso). Il paese è un classico paesino di montagna vecchio stampo... Scordati negozi, qualche bar e qualche ristorante sì. Nella zona del centro fondo da qualche anno è stata aperta una piccola piscina coperta con zona "solarium" all'esterno. Immersa nel verde e posizionata in una conca, sotto al paese, circondata dalle montagne e di fronte alla Diga della Piastra. Volendo tra i 10 ed i 30 minuti in macchina da Entracque c'è poi la possibilità di partire per escursioni a piedi, rispettivamente da S. Giacomo o dal Lago delle Rovine.

    Ancora per stare in una distanza "simil Limone" si potrebbe cercare qualcosa in Valle Stura, spingendosi al massimo a Demonte (altrimenti inizi ad essere un pò troppo distante da Cuneo per la domenica mattina). In Valle Stura io stra consiglio una visita al santuario di Sant'Anna di Vinadio/Colle della Lombarda (ultima tappa Giro d'Italia 2016, per stimolare la memoria), per me la zona ciclistica più bella del cuneese. Non per forza ci si deve andare in bici però, anche con la macchina, moglie e figli al seguito si può salire e passeggiare in quota oltre i 2000 metri. A Sant'Anna hai a disposizione per il pranzo un bar o un ristorante (il San Gioachino) dove non si mangia nemmeno male.

    Per la Val Varaita potresti pernottare a Busca (20 minuti di macchina da Cuneo), e poi fare un giro spingendoti verso il Colle dell'Agnello, attraversando i centri di Sampeyre e Pontechianale.

    Tieni conto comunque che anche se te le ho divise per vallate, se ti fermi qualche giorno e non ti da noia fare qualche chilometro in più in macchina, nulla vieta di andare ad esempio da Busca a Sant'Anna di Vinadio o-o

    Ti ho citato solo montagna perchè parlavi di Limone, ma se invece ti fermi poco e alla tua famiglia garba di più l'idea di farsi un giro a Cuneo, allora puoi anche cercare nelle immediate vicinanze di Cuneo città. Borgo San Dalmazzo, Fontanelle, Boves, Beinette, Madonna dell'Olmo e Cervasca sono tutte ottime soluzioni. Lo scorso anno ho consigliato a qualcuno qui del forum questo hotel di miei clienti (http://www.hotelpolitano.it/) in Fontanelle. So che qualcuno ci è stato. Ottima la posizione, ottima la cucina...



    Come ti diceva Matteo, se vieni con l'idea di fare il turista montano, anch'io però ti stra consiglio la Val Maira. Una valle molto diversa rispetto alle altre del cuneese, con una montagna dura e selvaggia per davvero... Che negli ultimi anni sta cominciando ad avere un flusso turistico interessante, specialmente dai paesi del centro/nord Europa. Un buon compromesso sarebbe pernottare a Dronero/Caraglio, per poi spingersi in vallata con la macchina.
     
  2. max 72

    max 72 Apprendista Passista

    Registrato:
    15 Marzo 2008
    Messaggi:
    1.025
    Mi Piace Ricevuti:
    38
    Grazie mille, meglio dell'ufficio turistico, mi fermerei da venerdì sera a lunedì, per la famiglia mi basta abbiano qualcosa da fare durante la mia assenza della domenica che sono alla gara,quindi pensavo che a Limone ,essendo attrezzata turisticamente avessero più scelta

    Sent from my TA-1032 using BDC-Forum mobile app
     
  3. Violinbici

    Violinbici Apprendista Velocista

    Registrato:
    4 Luglio 2012
    Messaggi:
    1.324
    Mi Piace Ricevuti:
    20


    Pensa quanti ne buttiamo noi da lui....:bua::mrgreen:
     
  4. matteof93

    matteof93 Apprendista Cronoman

    Registrato:
    15 Settembre 2009
    Messaggi:
    3.281
    Mi Piace Ricevuti:
    53
    :mrgreen::mrgreen::mrgreen:o-o
     
  5. MBerge

    MBerge Passista

    Registrato:
    10 Luglio 2013
    Messaggi:
    4.722
    Mi Piace Ricevuti:
    184
    Limone è la meta turisticamente più rinomata del cuneese per quanto riguarda il turismo della neve, perchè ha un comprensorio sciistico piuttosto grande e piuttosto ben servito.
    Però d'estate ti direi che non c'è anima viva :mrgreen:

    In generale non siamo dei draghi nella promozione delle montagne noi cuneesi... Quindi che tu sian in Valle Pesio, Vermenagna, Gesso, Stura, Grana, Varaita o Pò.... ovunque vai trovi il deserto, o quasi! :bua:
    L'unica che fa eccezione in questi ultimi anni è la Val Maira.

    Per questo sostengo da tempo che la Fausto Coppi ha una valenza, per il territorio, che va ben oltre il ciclismo. Perchè riesce a portare negli occhi e nei ricordi di partecipanti e famiglie un "biglietto da visita" delle nostre montagne. Siamo lontani anni luce dal marketing di altre realtà italiane, o da quelle delle nostre stesse Alpi versante francese... Però la gente che viene alla Coppi spesso e volentieri si innamora della nostra montagna. Senza considerare poi che è opinione piuttosto comune di noi che conosciamo le zone che la Coppi non tocca realmente i nostri paesaggi più belli... Ma purtroppo la logistica impone il percorso attuale o-o
     
  6. anissnuff

    anissnuff Novellino

    Registrato:
    20 Novembre 2016
    Messaggi:
    59
    Mi Piace Ricevuti:
    1
    Se non hanno intenzione di andare in montagna ma di svuotarti la carta di credito a Mondovicino hanno posto e spazio per farlo , ma consiglierei un bel giretto in montagna...

    Sent from my ALE-L21 using BDC-Forum mobile app
     
  7. MBerge

    MBerge Passista

    Registrato:
    10 Luglio 2013
    Messaggi:
    4.722
    Mi Piace Ricevuti:
    184
    Puahahahahahah :mrgreen::mrgreen::mrgreen:
     
  8. matteof93

    matteof93 Apprendista Cronoman

    Registrato:
    15 Settembre 2009
    Messaggi:
    3.281
    Mi Piace Ricevuti:
    53
    No beh dai che trovi il deserto no...prova ad andare a Pian del Re quando la strada è aperta poi mi dici...con la macchina non ti lasciano più salire manco alle 8 del mattino perchè su è già pieno.
    Comunque a uno che arriva da fuori regione non saprei davvero dove consigliargli di andare, nel senso che son posti dove le bellezze te le devi andare a cercare e te le devi guadagnare spesso con qualche ora di camminata. Secondo me un paio di giorni di relax assoluto a Elva con vista Chersogno\Pelvo o a Ostana con vista Monviso sono il top, però se hai dei bimbi piccoli diventi scemo perchè non sai che cavolo fargli fare tutto il giorno.
     
  9. MBerge

    MBerge Passista

    Registrato:
    10 Luglio 2013
    Messaggi:
    4.722
    Mi Piace Ricevuti:
    184
    Ma sì, anche a Sant'Anna di Viandio nel weekend c'è parecchia gente. Ma credo siano gli unici due posti :mrgreen:
     
  10. hulk

    hulk Maglia Gialla

    Registrato:
    4 Gennaio 2010
    Messaggi:
    10.889
    Mi Piace Ricevuti:
    293
    Ma non dire stupidere, adesso sembra che mi tiravi per farmi fare il tempone, cavolo, non ti stavo in scia a 25 km/h. Sarei ancora perso nella zona castiglion don Bosco se non mi portavi a Superga.
    Comunque se farà bello piazzo The Princess al tuo fondoschiena così sarò proprio attaccato alla tua scia. L'unica cosa dato la griglia unica ci dobbiamo aspettare all'ingresso per on perderci.
    Qualcuna a sentire crokke in arrivo scodinzola stile serpente a sonagli!!!!!
     
  11. hulk

    hulk Maglia Gialla

    Registrato:
    4 Gennaio 2010
    Messaggi:
    10.889
    Mi Piace Ricevuti:
    293
    Per adesso manco un cent. Ma come al solito non faccio testo.:mrgreen::mrgreen::mrgreen:
     
  12. Mini4wdking

    Mini4wdking Velocista

    Registrato:
    22 Novembre 2006
    Messaggi:
    5.749
    Mi Piace Ricevuti:
    265
    Iscritto con un mio amico! Sarà la prima volta per noi.

    Speriamo che le ottime premesse corrispondano a realtà.
     
  13. TCRicky

    TCRicky Pignone

    Registrato:
    20 Luglio 2014
    Messaggi:
    205
    Mi Piace Ricevuti:
    5
    Anch'io all'esordio...stesse tue aspettative..chi può ci illumini con la sua esperienza personale..cosa ci aspetta?
     
  14. never give up!

    never give up! foggy mod.

    Registrato:
    9 Gennaio 2010
    Messaggi:
    15.998
    Mi Piace Ricevuti:
    729
    Cosa vi aspetta???

    Sangue, sudore e lacrime



    Sent from my SurfTab breeze 10.1 quad 3G using BDC-Forum mobile app
     
  15. matteof93

    matteof93 Apprendista Cronoman

    Registrato:
    15 Settembre 2009
    Messaggi:
    3.281
    Mi Piace Ricevuti:
    53
    Dunque se fai il lungo ti aspetta un percorso particolare, primi km in pianura dove davanti si va subito forte, la prima salita verso Valmala non è lunga ma è già abbastanza impegnativa, idem quella della Piatta. A questo punto arrivi ad attaccare il Fauniera con un discreto dislivello già nelle gambe, se poi fa molto caldo (come di solito) è ancora peggio.

    Il Fauniera è semplicemente la salita più dura che io abbia fatto, non ho mai pedalato in Lombardia o nelle Dolomiti quindi non ho esperienza sui vari Mortirolo, Zoncolan, Rombo ecc però posso dirti che trovo il Fauniera decisamente più duro del Finestre e peggiore anche dell'Agnello. L'Izoard, l'Iseran e la Lombarda in confronto sono dei cavalcavia.

    La difficoltà del Fauniera sta anche nella discesa, estremamente tecnica con strada stretta e asfalto "ruvido". Nulla a che vedere con le discese dai passi dolomitici che si vedono al Giro, è una discesa completamente diversa, molto più difficile. Dopo il Fauniera c'è ancora un "dettaglio" chiamato Madonna del Colletto, non l'ho mai fatta ma nonostante sia cortina ha pendenza media elevata quindi dopo tutto quel dislivello nelle gambe spesso per molti è una sentenza. Rientro verso Cuneo tranquillo, meglio essere in gruppetto per non rimbalzare.
     
  16. max 72

    max 72 Apprendista Passista

    Registrato:
    15 Marzo 2008
    Messaggi:
    1.025
    Mi Piace Ricevuti:
    38
  17. matteof93

    matteof93 Apprendista Cronoman

    Registrato:
    15 Settembre 2009
    Messaggi:
    3.281
    Mi Piace Ricevuti:
    53
    posto che dipende dal livello di preparazione, per quelli forti direi 34\25 o 36\25. Per gli altri almeno 34\28, io uso un 34\32 addirittura....non che il 32 sia indispensabile ma ti permette di andar su più agile che non è mai un male.
     
  18. nexuspolaris

    nexuspolaris Apprendista Velocista

    Registrato:
    19 Marzo 2011
    Messaggi:
    1.374
    Mi Piace Ricevuti:
    34
    Concordo. Infatti ho un 52/36 e la cassetta pignoni 11/32... Il salva gambe serve sempre

    Inviato dal mio BLA-L09 utilizzando Tapatalk
     
  19. masso79

    masso79 Pignone

    Registrato:
    20 Giugno 2012
    Messaggi:
    142
    Mi Piace Ricevuti:
    5
    Fatta per la prima volta (il medio) nel 2014. Appena finito ho detto: "Mai più". Avevo male persino alle orecchie :cry: A novembre però mi ero già iscritto all'edizione dell'anno successivo. Che dire: non saranno i posti stra noti delle dolomiti, ma vi posso garantire che sono altrettanto belli e "difficili".Del Fauniera ormai conosco anche i singoli sassolini, lo faccio anche d'inverno con gli sci o con le ciaspole. Posto bellissimo. salita lunga , molto lunga che non lascia mai respirare. Fino a Campomolino respiri, poi le pendenze cominciano ad andare in doppia cifra e non c'è più un momento per respirare. Si raggiunge quindi il santuario di San Magno dove consiglio di usufruire del ristoro. Poi strada molto molto stretta, sulla carta meno dura, ma sempre in doppia o vicino alla doppia cifra. Il punto secondo me più duro è dopo aver attraversato un ponticello, quando comincia un lunghissimo tratto rettilineo durissimo. Poi un alpeggio (acqua fresca da sfruttare) e quindi l'ultimo strappo. In cima al Fauniera, spettaclo. Comincia poi una lunghissima e tecnica discesa da fare con molta molta e ancora molta attenzione. Quindi breve tratto in pianura per riprendere la Madonna del Colletto, che si fa in condizioni pietose. Salita non impossibile se fatta da sola. In genere molto caldo. Poi discesa e 20 km di pianura per raggiungere Cuneo. Emozionante l'ingresso in Piazza Galimberti passando per il lungo vialone alberato.
     
  20. hulk

    hulk Maglia Gialla

    Registrato:
    4 Gennaio 2010
    Messaggi:
    10.889
    Mi Piace Ricevuti:
    293
    xxxx
     
    #80 hulk, 9 Dicembre 2017
    Ultima modifica: 9 Dicembre 2017

Condividi questa Pagina