Chiudi
Questo sito utilizza cookies. Chiudendo questa finestra acconsenti all'utilizzo dei cookies e approvi la nostra informativa sulla privacy.

Giant Fight Club (parte terza)

Discussione in 'Costruttori' iniziata da pietro1973, 3 Agosto 2018.

  1. _fede

    _fede Novellino

    Registrato:
    9 Maggio 2017
    Messaggi:
    11
    Mi Piace Ricevuti:
    1
    Concordo in pieno.
    Adesso come adesso se dovessi comprare una bici disc con cambio elettronico dovrei spendere un sacco di soldi al fine di avere un mezzo dal peso ragionevole (volendo stare sui 7 kg, comunque non superare il peso del tcr che ho adesso). E comunque sono d'accordo sul fatto che nei prossimi anni ci sarà sicuramente una bella evoluzione delle bici disc, sia come pesi che come estetica (sono ancora pochi i modelli che hanno i cavi completamente nascosti...) che a livello di manutenzione (sganci delle ruote più rapidi, etc.).

    In un certo senso mi sembra di assistere alla rivoluzione che sta avvenendo in campo automotive (qui in scala ovviamente nettamente maggiore), dove le auto diesel stanno lentamente uscendo di scena (con svalutazione per chi l'ha appena comprata), il benzina è stazionario e le auto elettriche cominciano a prendere piede...anche qui però chi vuole comprare un'auto full electric deve essere disposto a spendere parecchio per l'acquisto (o il noleggio) con la consapevolezza che nei prossimi anni ci sarà un'evoluzione tecnologica enorme (batterie, autonomia, ricariche, etc. ).

    Comunque nel mio caso il problema è relativo perché non ho soldi per comprare una bici nuova e il TCR va benissimo! :)
    Se non fosse che effettivamente, per il tipo di uscite con molta salita e discesa che faccio abitualmente, i freni a disco mi sarebbero utili.
    Volevo comunque sapere qual'era il vostro pensiero in merito.
     
    A rosetta piace questo elemento.
  2. Luna83

    Luna83 Pignone

    Registrato:
    15 Aprile 2015
    Messaggi:
    139
    Mi Piace Ricevuti:
    18
    Sono 1.85 e cavallo 88. Sono quasi certo ML.[/QUOTE]
    Si M/L, io sono 1.84 cavallo 89, ho la Propel pro 1 2017 taglia M/L ed è perfetta.
     
  3. Clafer

    Clafer Novellino

    Registrato:
    12 Novembre 2018
    Messaggi:
    16
    Mi Piace Ricevuti:
    6
    E' chiaro che il marketing delle aziende costruttrici di bici fa il proprio lavoro per aumentare la voglia nei praticanti, ma credo che chi voglia cambiare bici deve fare le proprie valutazioni più di testa che di pancia, trovare quindi il giusto mix al di là dei fattori esterni.

    Lo scorso anno ho cambiato l'auto seguendo un mio percorso logico che intendo ripercorrere quest'anno nel cambio bici, adattandolo ovviamente al diverso mezzo.
    Criteri base di valutazione: 1) Budget; 2) La mia persona e come utilizzo la bici; 3) Trend tecnologici in atto; 4) Valore del Brand in termini tecnici e di mercato.
    Non sono professionista, sono pesante, faccio 60 anni, non ho necessità di sganci rapidi, di estetica e non emulo nessuno.

    Detto ciò andrò di endurance con freni a disco e molto probabilmente sarà una Defy.
     
    A sbillo e Carreragenny piace questo messaggio.
  4. Giordano Z.

    Giordano Z. Gregario

    Registrato:
    12 Ottobre 2014
    Messaggi:
    602
    Mi Piace Ricevuti:
    68
    Io rimarrei con il TCR Sunweb. La bici va bene? Non ha bisogno di profondo restyling dovuto ad usura ed utilizzo? Soddisfa le mie esigenze? Ripeto io mi terrei la tua attuale bici. Io non guardo la direzione dove spinge il marketing. Infatti ho ordinato una bicicletta nuova con i freni rim. Se mi ci troverò bene con molta probabilità sarà la mia ultima bicicletta( al netto di eventi spiacevoli, rotture di telaio, incidenti o altro)
     
    A andrixxx09, rosetta e Miciomacho piace questo elemento.
  5. sbillo

    sbillo Novellino

    Registrato:
    6 Novembre 2008
    Messaggi:
    18
    Mi Piace Ricevuti:
    14
    La domanda postata era un’altra e chiedeva un parere sulla tenuta del prezzo dell’usato, in questo senso è probabile che la perdita di valore sia più veloce rispetto alle disc. Poi se entriamo nel campo della convenienza economica potremmo dire che si troveranno delle ottime bici rim a prezzi impensabili fino a pochi mesi fa (soprattutto nell’usato). Detto questo poi ognuno farà le proprie valutazioni. Di sicuro le bici rim continueranno ad essere utilizzate con soddisfazione come fatto finora.


    Sent from my iPhone using BDC-Forum mobile app
     
  6. alterpeople

    alterpeople Apprendista Velocista

    Registrato:
    29 Dicembre 2012
    Messaggi:
    1.711
    Mi Piace Ricevuti:
    183
    continueranno a produrle.
    molti prodotti sono sia disk che non disk.
    i produttori si orienteranno poi sul prodotto che sarà meglio assorbito dal mercato.
    i venditori tenderanno a consigliare quello che hanno in casa.

    i recensori dovranno essere onesti e parlare dei vantaggi / svantaggi in termini di peso e rispetto al ciclista.
    quando conviene comprare un prodotto e quando no.

    un top gamma disk ( peso ) verso un top gamma non disk ( peso )

    farli provare a varie tipologie di ciclisti non proprio della prima ora divise per peso e statura ed ascoltare cosa hanno da dire.
    e direi che questo è anche da qualcuno stato già fatto.
     
    A rosetta piace questo elemento.
  7. umbe25

    umbe25 Cronoman

    Registrato:
    22 Marzo 2010
    Messaggi:
    764
    Mi Piace Ricevuti:
    177
    Vi racconto i miei ragionamenti sul cambio bici, qualora qualcuno volesse confrontarcisi. Arrivo da un top di gamma di un altro marchio, montata super record e Bora ultra. Quindi il top possibile. Per una serie di sfighe, e non vado oltre, decido di rendere il terzo telaio in un anno. E mi ritrovo con parecchi soldi, ma a piedi. Per questione di soddisfazione dell’ego e di piacere personale voglio un’altra bici top, e decido per i dischi. Per via della forma dei comandi valuto esclusivamente le versioni elettroniche, ma al momento costano uno sproposito e non c’è nulla di disponibile nella mia taglia, se non il propel sl 0, di cui non apprezzo la ruota da 65 al posteriore e non vorrei tirare fuori altri soldi subito per altre ruote. A magazzino risulta disponibile un tcr pro 0 2018, con DuraAce meccanico rim, a pari mi sostituiscono le slr 1 con delle fulcrum 0 e spendo meno, molto meno, di 4000€.
    A questo ho unito il ragionamento che molti non vogliono i dischi, e di quei molti quasi nessuno vuole l’elettronico, quindi in qualsiasi caso nel prossimo paio d’anni rimarrà una bici molto appetibile. O nel caso un ottimo muletto da tenere in montagna o da portare in vacanza al mare.
     
    A antony67 piace questo elemento.
  8. Volcome

    Volcome Pignone

    Registrato:
    16 Dicembre 2017
    Messaggi:
    162
    Mi Piace Ricevuti:
    44
    Ma solo a me il disco sulla bici da corsa non piace?

    Sent from my SM-G920F using BDC-Forum mobile app
     
    A EMAC, rosetta e MIKBELL piace questo elemento.
  9. alterpeople

    alterpeople Apprendista Velocista

    Registrato:
    29 Dicembre 2012
    Messaggi:
    1.711
    Mi Piace Ricevuti:
    183
    non dirlo , perchè sto facendo la danza della pioggia per delle cose che mi interessano ( che non sono disk .. )

    scherzi a parte , non sei l'unico.
    però ti devi mettere nei panni di tutti.
    oggi si montano anche copertoni 28 , e ciclisti oltre gli 80 kg traggono giovamenti da un buon sistema frenante.
    e che una bici pesi 1 kg in più o in meno non fa tanta differenza.

    i pro , non fanno testo , tanto non frenano. :))):

    per ciclisti leggeri 1kg in più o in meno può fare la differenza , fino a ieri si montavano freni in magnesio fa 500€ per risparmiare 50 grammi e frenare uguale , oggi invece si aumenta di 1,5kg per frenare meglio. ( ho amplificato volutamente un poco i parametri per rendere l'idea)

    ti renderai conto che lo stesso vestito non può stare bene a tutti.
     
    A Zary78 e sbillo piace questo messaggio.
  10. _fede

    _fede Novellino

    Registrato:
    9 Maggio 2017
    Messaggi:
    11
    Mi Piace Ricevuti:
    1
    Anche a me, a livello estetico, i dischi non fanno impazzire...però - vuoi perché non sono un drago nella guida in discesa, vuoi per le strade disastrate, strette, trafficate e per certe discese di una certa lunghezza - più di una volta li ho rimpianti.
    La volta peggiore è stata in discesa sotto il diluvio, praticamente non riuscivo più a frenare. Mi sono dovuto fermare e aspettare che smettesse di piovere e comunque una volta ripartito non è stato divertente riprendere la discesa in quanto l'acqua sulla strada sollevata dalla bici continuava a bagnare i cerchi.

    Per il resto il mio tcr va alla grande, ha un rapporto costo-prestazioni-peso secondo me con pochi rivali e mi piace esteticamente. Motivo per cui, unito alla mancanza di budget, me lo terrò stretto.

    Mi spiacerebbe solo se tra qualche anno il suo valore sarà azzerato per via della richiesta del mercato per le bici disk, ma mi è sembrato di capire dalle vostre opinioni che ci sarà comunque un mercato per le bici rim.

    Grazie per aver condiviso le vostre opinioni.
     
  11. marioprimario

    marioprimario Novellino

    Registrato:
    31 Dicembre 2018
    Messaggi:
    9
    Mi Piace Ricevuti:
    4
    Io sono pesante e il disco è stata una scelta obbligata. Non tanto per la frenata, comunque già di per sé un motivo autosufficiente, ma perché mi sono stancato di avere ruote che, non appena perdono la perfetta centratura, incominciano a strisciare nei pattini quando salgo sui pedali e le scuoto. Nonostante regoli i pattini larghi, il fenomeno fatico ad evitarlo pur usando ruote pesanti e robuste. E così sono anche più tranquillo di tornare a casa a seguito di problema ai raggi (sono un impedito a livello meccanico).
    Ho atteso un po’ che fossero introdotti i gruppi di seconda generazione e ho compiuto il passo.
    Mi rendo però conto che il mondo dei ciclisti pesanti è un po’ diverso da quello dei ciclisti leggeri.



    Inviato dal mio iPhone utilizzando Tapatalk
     
    A umbe25 piace questo elemento.
  12. alterpeople

    alterpeople Apprendista Velocista

    Registrato:
    29 Dicembre 2012
    Messaggi:
    1.711
    Mi Piace Ricevuti:
    183
    Se ti sei fermato sotto la pioggia hai fatto bene.

    Quando in quelle circostanze ho continuato ci sono spesso stati dei disastri, perché puoi anche frenare bene , ma se freni ti parte l'anteriore e prima che te ne accorga ti ritrovi per terra.

    Sulla MTB i copertoni sono enormemente più larghi. Quindi ha senso in tutte le circostanze.
     
  13. max 72

    max 72 Apprendista Passista

    Registrato:
    15 Marzo 2008
    Messaggi:
    1.129
    Mi Piace Ricevuti:
    84
    Secondo me in questo momento conviene comprare la bici rim sfruttando il clima di sfiducia per strappare buoni prezzi, un bel paio di ruote top che da via uno che passa al disk, e farsi una bici da 6.5 kg che , quello che passa al disk ,per avere quel peso ,deve sborsare 10000 euro

    Sent from my TA-1032 using BDC-Forum mobile app
     
    A rosetta piace questo elemento.
  14. Giordano Z.

    Giordano Z. Gregario

    Registrato:
    12 Ottobre 2014
    Messaggi:
    602
    Mi Piace Ricevuti:
    68
    Colpa mia, non ho specificato a dovere rimanendo sul vago con i requisiti posti da me come domanda. A mio modo di vedere la tenuta del prezzo lo fa il nome della casa costruttrice e il mercato. Guardando alla provincia dove vivo di Giant se ne vedono poche rispetto ad altri marchi(uno su tutti Specialized), quindi, in fase di rivendita da privato o in sede di trattativa con il negoziante per un eventuale ritiro dell'usato, non credo si possa chiedere ed ottenere grosse cifre. Valutando anche il fatto che, se ci si accontenta di un fondo magazzino, il potenziale nuovo acquirente potrebbe avere una bici nuova spendendo uguale e forse meno rispetto ad un buon usato.
     
  15. Andresheriff

    Andresheriff Novellino

    Registrato:
    11 Ottobre 2018
    Messaggi:
    22
    Mi Piace Ricevuti:
    14
    Sono stra d'accordo con Max72. Per chi non è convinto del Disk al 100% il mercato dell'usato adesso propone bici e ruote di gente che è passato al disco a prezzi "di realizzo" piuttosto interessanti. Discorso diverso se si va sul nuovo con montaggi Top-Medium dove ritengo appropriato e lungimirante andare sul Disk.
    Per quanto possiamo essere appassionati stiamo pur sempre parlando di bici, quindi un telaio, un cambio e due ruote e non vedo nel classico Rim una obsolescenza tecnica tale da "dovere" cambiare.

    Sarò atipico ma io valutarei i dischi solo se facessi un uso esagerato della bicicletta in termine di km annui e buttando in mezzo un paio di Granfondo importanti.
     
  16. alterpeople

    alterpeople Apprendista Velocista

    Registrato:
    29 Dicembre 2012
    Messaggi:
    1.711
    Mi Piace Ricevuti:
    183
    Ma vi fate il problema della rivendibilita ?

    (Non capisco)

    Dovreste comprare un qualcosa che piaccia a voi , non per quanto sia rivendibile.
    L'anno scorso mi sono allestito una defy advanced 1 che è un kit del 2012 (nuovo).
    Che poi sarebbe della mia ragazza.
    Allestita dura ace 7900 .
    Non mi piace di parlare di prezzi , ma ci sono alcuni marchi , tra i quali giant che quando mettono telai in outlet sono imbattibili come prezzo.

    Come soddisfazione nella guida , ogni volta che lo uso mi stupisco.Reattivo , preciso e senza torsioni.
    Mediamente la produzione non cambia per circa 4-5 anni.lo schema colore invece si.
    Quindi , di cosa vi preoccupate ?
     
    #1156 alterpeople, 12 Gennaio 2019 alle 13:26
    Ultima modifica: 12 Gennaio 2019 alle 14:02
    A emonty78 e MIKBELL piace questo messaggio.
  17. Andresheriff

    Andresheriff Novellino

    Registrato:
    11 Ottobre 2018
    Messaggi:
    22
    Mi Piace Ricevuti:
    14
    Per quanto possa essere brutale da dire nel mercato dell"usato le cose che contano sono due, il marchio e il prezzo.

    Altro che Rim o Disk.

    Saluti e un buon weekend a tutti.
     
    A MIKBELL e alterpeople piace questo messaggio.
  18. lucalberino

    lucalberino Pedivella

    Registrato:
    16 Marzo 2017
    Messaggi:
    435
    Mi Piace Ricevuti:
    41
    Adesso incominciate anche qui la battaglia dischi si dischi no. Io sono dell'idea che i dischi e i rim avranno sempre una loro fetta di mercato. Non è che i rim smetteranno di commercializzarli o diventeranno obsoleti. In una BDC dipende dall'uso che ne fa l'utente. Mi spiego, se abito nella pianura padana i dischi non mi servono a nulla invece se abito in zone dove ci sono diverse discese lunghe o impegnative, o faccio 1000 metri di dislivello, o gran fondo i dischi li mi sono utili. Le bici rim avranno la stessa svalutazione di sempre perché continueranno sempre a venderle.
    Il disco non è una moda è una cosa, utile ma dipende sempre da che utilizzo ne fa l'utente.

    Sent from my SM-G920F using BDC-Forum mobile app
     
  19. alterpeople

    alterpeople Apprendista Velocista

    Registrato:
    29 Dicembre 2012
    Messaggi:
    1.711
    Mi Piace Ricevuti:
    183
    @lucalberino
    Hehhehhe , zitto che devo fare la danza della pioggia per un paio di cosette che mi interessano..
    :mrgreen::))):
     
    A lucalberino piace questo elemento.
  20. emonty78

    emonty78 Pignone

    Registrato:
    20 Luglio 2011
    Messaggi:
    283
    Mi Piace Ricevuti:
    58
    Secondo me il "problema grosso" sarà che tra un po' di anni l'evoluzione dei vari prodotti/sistemi connesso alla crescente evoluzione del sistema disc e forse anche al dilagare del disc nelle competizioni (con il ritorno sul consumatore finale) porterà produttori e rivenditori ad allontanarsi dal sistema classico dei pattini. Poi a questo punto ognuno farà le sue valutazioni.
    Io che non sono interessato a cambiare la bici "ad ogni soffio di vento" ho optato per il disc e lo sceglierei comunque dopo aver visto come sono efficaci in tutti i casi di frenata. Poi vabbe' io non mi preoccupo di avere una bici da grammomaniaco, a me interessa solidità, comodità e miglior rapporto qualità-prezzo.
    Basta poi guardare a tanti altri cambiamenti (la prima bici aveva i tubolari, ora che ho provato il tubeless non lo voglio più mollare ) che hanno letteralmente fatto fuori il vecchio sistema. Ok forse non verranno mai abbandonati i sistemi frenanti a pattini, ma di sicuro non vedremo grande evoluzione sia per corpi frenanti (pinze e pattini) che per i cerchi ruota.

    Inviato dal mio SM-G900F utilizzando Tapatalk
     
    A sbillo e Clafer piace questo messaggio.

Condividi questa Pagina