gipiemme v/s ofmega

faustbike

Pignone
2 Ottobre 2010
119
7
Treviglio (Bg)
Bici
Bianchi & recumbent
Ciao,
vorrei conoscere il vostro parere sulla qualità dei prodotti gipiemme ed ofmega, qual'era la migliore (che si avvicinava maggiormente a Campagnolo) delle due e fino a quando hanno prodotto.

Sulla Bianchi che ho preso ci sono alcuni pezzi Ofmega (guarnitura, mozzi), gipiemme (serie sterzo), Modolo (freni) e Campagnolo tutto il resto; vorrei mantenere la configurazione originale, ma non trovo corone Ofmega in vendita, posso montare Campagnolo così come le potreimontare su Gipiemme?

Grazie,
Fausto
 

 

ciclista statunitense

Apprendista Scalatore
15 Dicembre 2004
2.522
182
New Jersey, USA
Bici
una trentina di bici le più svariate
Ciao,
vorrei conoscere il vostro parere sulla qualità dei prodotti gipiemme ed ofmega, qual'era la migliore (che si avvicinava maggiormente a Campagnolo) delle due e fino a quando hanno prodotto.

Sulla Bianchi che ho preso ci sono alcuni pezzi Ofmega (guarnitura, mozzi), gipiemme (serie sterzo), Modolo (freni) e Campagnolo tutto il resto; vorrei mantenere la configurazione originale, ma non trovo corone Ofmega in vendita, posso montare Campagnolo così come le potreimontare su Gipiemme?

Grazie,
Fausto
Non c'è vera differenza tra Gipiemme e Ofmega, si equivalgono per lo più. Tutte e due le guarniture utilizzono il diametro giro bulloni da 144 mm pertanto le corone sono sostituibile con corone Campagnolo dello stesso periodo (nella metà deglia nni Campagnolo è passato al giro bulloni di 135 mm).
 

Sobber

Pedivella
13 Gennaio 2009
369
390
Puglia
Bici
pochissime
La Gipiemme di Camisano Vicentino nasce negli anni '40 proprio copiando il cambio Corsa di Campagnolo. Negli anni '70 proponeva 2 serie di componenti per bici, la serie "Special" e la "Dual Sprint" (negli anni '80 si sono evoluti in Cronospecial e Cronosprint). Ogni serie prevedeva la ruota libera, i pedali, il reggisella, la serie sterzo, la guarnitura, il movimento centrale e i mozzi ruota. La Gipiemme inseriva nei suoi gruppi anche cambio e deragliatore "Made by Simplex" e freni prodotti da "Modolo", pezzi marchiati quindi su licenza dei produttori. Produceva componenti per bici da strada, pista, 'cross' (all'epoca non c'era la mountain bike), bici da corsa junior, tandem. Gipiemme realizzava anche parti a saldare per i costruttori di telai quali teste di forcelle, scatole movimento, ponti tra i foderi, forcellini, passacavi, guide etc. Leader nella lavorazione dell' alluminio nei cataloghi degli anni '80 arrivarono anche le curve manubrio e gli attacchi.
La Ofmega di Sarezzo (BS) nasce negli anni '30 come OMG (Officine Meccaniche Giostra) e produceva fino agli anni '70 delle belle guarniture in acciaio, serie sterzo, stringisella, ruota libera etc. OMG produsse anche con nome Magistroni e Gnutti per diventare definitivamente Ofmega alla fine dgli anni '70. Ha proposto diverse serie di componenti (Competizione, Linea, Master, Mistral, Premier, Cx, etc.) e nel 1987 si è fusa con Simplex.
Entrambe le aziende hanno avuto momenti molto buoni negli anni '80 quando restarono le uniche valide alternative per chi non poteva permettersi componenti firmati Campagnolo, in un periodo in cui Cambio Rino di Ossona (MI) Gian Robert di Legnaro (PD) e lo stesso Galli erano già sul viale del tramonto.
 

faustbike

Pignone
2 Ottobre 2010
119
7
Treviglio (Bg)
Bici
Bianchi & recumbent
Ciao,
ringrazio tutti per le risposte precise e complete. Ieri ho provato la bici su strada, va abbastanza bene, c'è sicuramente da cambiare la serie sterzo, in un punto si blocca e le corone; ho trovato una guarnitura gipiemme da 177,5, buona per la mia altezza, e due corone nuove Campagnolo. Per il resto mantengo la bici così com'è, specialmente i modolo, frenano veramente bene ed i modo preciso nonostante gli anni.
Fausto
 

Motubuntu

Gregario
13 Giugno 2017
587
112
Bici
Italiana
La Gipiemme di Camisano Vicentino nasce negli anni '40 proprio copiando il cambio Corsa di Campagnolo. Negli anni '70 proponeva 2 serie di componenti per bici, la serie "Special" e la "Dual Sprint" (negli anni '80 si sono evoluti in Cronospecial e Cronosprint). Ogni serie prevedeva la ruota libera, i pedali, il reggisella, la serie sterzo, la guarnitura, il movimento centrale e i mozzi ruota. La Gipiemme inseriva nei suoi gruppi anche cambio e deragliatore "Made by Simplex" e freni prodotti da "Modolo", pezzi marchiati quindi su licenza dei produttori. Produceva componenti per bici da strada, pista, 'cross' (all'epoca non c'era la mountain bike), bici da corsa junior, tandem. Gipiemme realizzava anche parti a saldare per i costruttori di telai quali teste di forcelle, scatole movimento, ponti tra i foderi, forcellini, passacavi, guide etc. Leader nella lavorazione dell' alluminio nei cataloghi degli anni '80 arrivarono anche le curve manubrio e gli attacchi.
La Ofmega di Sarezzo (BS) nasce negli anni '30 come OMG (Officine Meccaniche Giostra) e produceva fino agli anni '70 delle belle guarniture in acciaio, serie sterzo, stringisella, ruota libera etc. OMG produsse anche con nome Magistroni e Gnutti per diventare definitivamente Ofmega alla fine dgli anni '70. Ha proposto diverse serie di componenti (Competizione, Linea, Master, Mistral, Premier, Cx, etc.) e nel 1987 si è fusa con Simplex.
Entrambe le aziende hanno avuto momenti molto buoni negli anni '80 quando restarono le uniche valide alternative per chi non poteva permettersi componenti firmati Campagnolo, in un periodo in cui Cambio Rino di Ossona (MI) Gian Robert di Legnaro (PD) e lo stesso Galli erano già sul viale del tramonto.
Gipiemme produce ancora ruote per bici da corsa:


Ofmega che fine ha fatto? Ho trovato un sito, ma non sembra proprio aggiornato ...