Gonfia e ripara "Espresso"

Discussione in 'Effetto Mariposa' iniziata da effettomariposa, 3 Gennaio 2012.

  1. UppeR

    UppeR Gregario

    Registrato:
    13 Gennaio 2008
    Messaggi:
    691
    Mi Piace Ricevuti:
    13
    Sì, capisco che ci sono molte variabili che possono pregiudicare una corretta riparazione. Preciso infatti che la mia non è un'accusa; la foratura fa parte del gioco :)

    Cambierò tubolare e amen.

    Volevo chiedervi se effettivamente la sensazione di sentire il tubolare più "rigido" sia corretta.
     
  2. effettomariposa

    effettomariposa Marchio ufficiale
    Marchio Ufficiale

    Registrato:
    28 Dicembre 2009
    Messaggi:
    455
    Mi Piace Ricevuti:
    49
    Quello che si potrebbe avere è uno squilibrio del tubolare, se proprio ci fosse molto sigillante oppure se fosse solidificato in un solo punto, circostanza piuttosto rara e difficilmente applicabile in questo caso (il quantitativo di sigillante inserito da Espresso è intorno ai 30-35 ml).
    Però maggiore rigidità, a parità di pressione di gonfiaggio tra prima e dopo la foratura, non saprei come spiegarlo.
     
  3. maur56

    maur56 Pedivella

    Registrato:
    6 Gennaio 2013
    Messaggi:
    329
    Mi Piace Ricevuti:
    5
    Bici di 10 gg tubless
    Tranquillo mi dice il venditore , con il liquido.....se fori...torni a casa!!!. Esco dopp 100 km la gomma va giù..la gomma post. Va beh dico c e' il liquido....ripompa e dopo dieci minuti....giu ancora
    cerco la voragine ma non ai vede niente la copertura sembra intonsa. Ad un certo punto...cola colla da ogni parte
    azz che caos
    ..smonto la gomma per montare una camera d aria ma...colla dovunque. Per fortuna incontro un anima pia che vede e mi accompagna da un ciclista vicino...negozio pieno di colla
    Va behh messa sta camera d aria vado a casa e porto la bici dal venditore. che strano. Nom so come mai etc etc
    Fanc metti due camere d aria e che i tubless......si impicchino
     
  4. effettomariposa

    effettomariposa Marchio ufficiale
    Marchio Ufficiale

    Registrato:
    28 Dicembre 2009
    Messaggi:
    455
    Mi Piace Ricevuti:
    49
    Attenzione a non confondere tubolare e colla con tubeless e sigillante... sono molto diversi.
    Leggendo il tuo racconto, sei su tubeless con dentro un liquido sigillante, quindi quello che è fuoriuscito è lattice, non collante.
    Sicuramente le camere d'aria sono un sistema semplice, collaudato e che funziona. Per moltissimi è veramente la scelta ideale, dato che il tubeless porta si vantaggi, ma a patto di conoscerne a fondo limiti e specificità.
    Senza poterti assistere nel caso che descrivi, dato che non ci scrivi che cosa è andato storto... ti riconfermo le camere d'aria sono una scelta perfettamente valida.
    L'importante è potersi godere delle sane pedalate riducendo al minimo le noie meccaniche... e sapendo come fare per risolverle, qualora si presentassero! o-o
     
  5. Alro

    Alro Apprendista Velocista

    Registrato:
    23 Settembre 2012
    Messaggi:
    1.498
    Mi Piace Ricevuti:
    33
    L'altra sera trovo il tubolare posteriore sgonfio. Lo rigonfio per cercare il foro e trovo una scheggia di pietra conficcata da cui fuoriesce un po di aria. Tolta la scheggia il buco e' piccolo, max 1 mm ma e' li che perde. Uso la bomboletta e tutto sembra ok. Dal forellino non esce lattice. Non gonfio ulteriormente il tubolare con la pompa.

    La mattina dopo il tubolare e quasi sgonfio e lo gonfio fino a 8 bar. Aria o lattice dal foro non ne esce. Ci metto anche una goccia di superattack per chiuderlo.

    La sera prendo la bici per una uscita ed il posteriore e di nuovo quasi sgonfio. Lo riporto a 8 bar ed esco. Nessun problema e neanche i gg seguenti.

    La domsnda e' come mai per due volte l'ho trovata quasi del tutto sgonfia?
    Tubolare continental competition.
     
  6. effettomariposa

    effettomariposa Marchio ufficiale
    Marchio Ufficiale

    Registrato:
    28 Dicembre 2009
    Messaggi:
    455
    Mi Piace Ricevuti:
    49
    Piccolo inciso: con i tubolari è sempre difficile valutare dall'esterno il danno che c'è internamente sulla camera. A volte le dimensioni corrispondono, a volte no. Magari sul battistrada è un forellino, ma la camera dentro è lacerata. Questo si applica ai tubolari fatti a mano o comunque con camera d'aria separata... non ai tubolari tubeless (come Tufo, Clement). Chiuso l'inciso! :mrgreen:

    Ecco la mia spiegazione dell'accaduto:
    - importante notare che dopo i primi due gonfiaggi (dopo aver usato la bomboletta e poi la mattina seguente) la bicicletta era rimasta ferma. Il migliore risultato in termini di riparazione si ha quanto la ruota si muove e distribuisce il sigillante, permettendogli di raggiungere il foro;
    - la prima volta che hai trovato a terra la gomma dopo aver utilizzato la bomboletta, al mattino, si è trattato in parte del propano (il gas contenuto nell'Espresso) che si è volatilizzato, e in parte del fatto che la riparazione non era ancora avvenuta al 100% per il problema di "staticità" della ruota;
    - poi hai rigonfiato, ma non hai pedalato: è possibile che il sigillante non fosse ben distribuito (anche se magari hai fatto girare la ruota) e quindi è possibile ci fosse ancora una piccola perdita d'aria dal foro;
    - dopo il terzo gonfiaggio, quello della sera, hai pedalato, distribuzione ideale del sigillante nel tubolare... e sembra che la riparazione sia avvenuta in modo corretto e definitivo.
    Buone pedalate! o-o
     
  7. Alro

    Alro Apprendista Velocista

    Registrato:
    23 Settembre 2012
    Messaggi:
    1.498
    Mi Piace Ricevuti:
    33
    Grazie! Mi ricordero' di far girare la ruota e magari anche usarla un po.
     
  8. Alro

    Alro Apprendista Velocista

    Registrato:
    23 Settembre 2012
    Messaggi:
    1.498
    Mi Piace Ricevuti:
    33
    Mi autoquoto per aggiornare la vicenda.
    Il problema del ritrovare la ruota sgonfia il giorno dopo si e' ripresentato un'altro paio di volte a distanza di settimane. La spiegazione era nella valvola.

    Probabilmente tracce di lattice della bomboletta impedivano una corretta chiusura e alcune volte perdeva. Ho fatto attenzione a pulirla e chiuderla bene e ho risolto. Di scorta con me ho sempre una valvola in piu' con la relativa chiavetta in caso debba sostituirla quando sono per strada a seguito dell'uso della bomoboletta.
     
  9. effettomariposa

    effettomariposa Marchio ufficiale
    Marchio Ufficiale

    Registrato:
    28 Dicembre 2009
    Messaggi:
    455
    Mi Piace Ricevuti:
    49
    Grazie per l'interessante precisazione...
    effettivamente sostituire il meccanismo valvola con uno nuovo ripristina spesso il perfetto funzionamento della valvola.
    Buone pedalate! o-o
     
  10. riccardo79

    riccardo79 Novellino

    Registrato:
    5 Settembre 2013
    Messaggi:
    60
    Mi Piace Ricevuti:
    2
    Ciao. Ho letto con attenzione tutta la discussione e sto per acquistare il Vs prodotto.
    Ma prima vorrei avere, se possibile, alcuni chiarimenti, visto che ho ancora un po' di confusione.
    Io ho acquistato dei tubolari e li ho fatti latticizzare preventivamente direttamente dal negoziante. E' stato usato, credo, un liquido della Giant.
    Ho chiesto anche un gonfia e ripara da utilizzare in caso di foratura.
    La prima domanda è questa: che differenza c'è tra il Vs prodotto e il gonfia e ripara?
    Poi: avendo latticizzato preventivamente i tubolari (Tufo), in caso di foratura è utilizzabile il prodotto "Espresso" ? O una volta latticizzato preventivamente, in caso di foratura c'è solo da sperare che faccia effetto questo, se no.....taxi??
    Altra domanda: il flaconcino è utilizzabile con la valvola Presta senza necessità di svitare quest'ultima? Dai filmati sul Vs sito sembra di si, ma specie durante le Granfondo ho assistito a scene apocalittiche di chi provava ad utilizzare i Gonfia e Ripara. E' necessario utilizzare un adattatore di raccordo? o basta il tubicino di silicone? Se necessaria, questo adattatore è acquistabile? e quale sarebbe?
    Essendo totalmente impreparato in materia, chiederei anche il modo di utilizzo: basta svitare la valvola come per gonfiare il tubolare con la pompa? oppure è necessario togliere completamente la valvolina (scusate la totale mancanza di proprietà dei termini corretti....) che si svita e si riavvita per gonfiare?
    Per ultimo: l'uso del prodotto è compatibile (e/o consigliabile) insieme all'utilizzo di pezze autoadesive da mettere sopra la foratura sul tubolare? o non servono a nulla?
    Grazie per l'attenzione, sperando di avere espresso in modo comprensibile quello che vorrei sapere.
    Riccardo
     
  11. effettomariposa

    effettomariposa Marchio ufficiale
    Marchio Ufficiale

    Registrato:
    28 Dicembre 2009
    Messaggi:
    455
    Mi Piace Ricevuti:
    49
    Ciao, ti rispondo alle singole domande nel testo:
    Qui la domanda non è chiara ma provo a interpretare. Il nostro Espresso è un gonfia e ripara, e contiene all'interno il nostro sigillante Caffélatex e un gas propellente, che spinge il sigillante attraverso la valvola e gonfia il copertone. Rispetto ad altri gonfia e ripara, Espresso non contiene ammoniaca o altre sostanze corrosive, ed è compatibile con il sigillante Caffélatex, se già presente nel tubolare/camera/tubeless. Cosa significa "compatibile"? Trovi tutte le spiegazioni relative al mix di diversi sigillanti qui: "Un cocktail di sigillanti".
    Se nei tuoi tubolari hai già del liquido preventivo, un gonfia e ripara può comunque essere utile nei seguenti casi:
    - il liquido preventivo si è asciugato e il foro è piccolo: in questo caso l'Espresso ti riporta a casa;
    - il liquido preventivo è attivo, ma il foro è sufficientemente grande da causare una considerevole perdita di pressione prima di essere riparato: in questo caso l'Espresso ripristina una pressione accettabile per pedalare fino a casa e inserisce anche nuovo liquido preventivo per una foratura successiva.
    Se invece hai fatto un danno molto grosso (taglio o pizzicatura di notevole entità) non è detto che Espresso sia sufficiente per riparare completamente... magari ti permette di ritornare a casa ma poi il tubolare è da buttare, oppure nel peggiore dei casi non riesce a gonfiare perché il buco è troppo grosso (e in quel caso, si, cellulare e taxi sono la soluzione, a meno che tu non abbia un tubolare di scorta).
    Attenzione a non confondere l'apertura della valvola con lo smontaggio del meccanismo.
    Per usare Espresso la valvola VA APERTA (come faresti per gonfiare con la pompa) ma non devi smontare il meccanismo. Il tubetto in silicone ti permette di non dover faticare con adattatori da avvitare, ti basta spingere il tubetto in silicone sulla valvola (in modo che salga anche un po' sul filetto del gambo) e poi premere il pulsante per far erogare la bomboletta. Puoi tenere due dita sul tubetto in silicone per assicurarti che non si stacchi dalla valvola arrivati alla fine dell'erogazione. Quando vedi che la schiuma non fluisce più attraverso il tubetto, smetti di premere il pulsante e stacca il tubetto dalla valvola (basta tirare con forza).
    Nel caso del tubolare, pezze adesive esterne devono essere molto sottili per non risultare fastidiose nella pedalata. Non ci sarebbero controindicazioni legate al sigillante ad applicare queste pezze... ma chiaramente devi farlo quando la superficie di incollaggio è asciutta.
    In ultimo ti segnalo anche il nostro catalizzatore Caffélatex ZOT! Nano, che nel caso di grossi fori con tubolari può costituire un'ulteriore possibilità di riparare... prima di chiamare il taxi. Se hai altri dubbi non esitare! o-o
     
    A j-axl piace questo elemento.
  12. riccardo79

    riccardo79 Novellino

    Registrato:
    5 Settembre 2013
    Messaggi:
    60
    Mi Piace Ricevuti:
    2
    Grazie per le (tante) risposte!!!
    Oggi ho acquistato l'Espresso, Zot e il Remover.
    Quindi se ho capito bene, avendo già un sigillante preventivo di altra marca all'interno del tubolare, potrei utilizzare l'Espresso ma poi sarebbe meglio una volta tornato sostituire il tubolare per evitare che il "cocktail" all'interno non funzioni alla perfezione. Quindi la successiva latticizzazione preventiva farla con il Caffelatex. Corretto?
    Grazie davvero per la disponibilità e per la competenza
     
  13. effettomariposa

    effettomariposa Marchio ufficiale
    Marchio Ufficiale

    Registrato:
    28 Dicembre 2009
    Messaggi:
    455
    Mi Piace Ricevuti:
    49
    Esatto, è proprio così: se hai già un altro sigillante all'interno, il gonfia e ripara comunque fa il suo dovere... ma il "mix" di sigillanti che ottieni è imprevedibile e può solidificare nel giro di poco tempo. Se invece utilizzi Caffélatex come sigillante ed Espresso come bomboletta, il mix che ottieni è... Caffélatex, e non hai sorprese.
    Buone pedalate! o-o
     
  14. tombazosana

    tombazosana Apprendista Velocista

    Registrato:
    31 Dicembre 2010
    Messaggi:
    1.269
    Mi Piace Ricevuti:
    66
    Le camere d'aria antiforatura per bdc che vendono già laticizzate, sono affidabili? Hanno una scadenza?

    si parte piano...e dopo si rallenta!
     
  15. effettomariposa

    effettomariposa Marchio ufficiale
    Marchio Ufficiale

    Registrato:
    28 Dicembre 2009
    Messaggi:
    455
    Mi Piace Ricevuti:
    49
    Difficile rispondere in generale. Diciamo che a seconda del sigillante utilizzato la camera può durare di più o di meno, ma parliamo comunque di anni: il butile della camera protegge il sigillante dall'evaporazione, garantendone un'ottima durata.
     
  16. tombazosana

    tombazosana Apprendista Velocista

    Registrato:
    31 Dicembre 2010
    Messaggi:
    1.269
    Mi Piace Ricevuti:
    66
    Interessante, quindi durano tutta una stagione o fino al cambio dei copertoncini, se evitano la maggior parte delle fermate per forature e limitano così i rischi in discesa o a forte velocità, allora li provo, adesso ne ordino un paio, grazie.
     
  17. felt2010

    felt2010 Apprendista Velocista

    Registrato:
    27 Luglio 2009
    Messaggi:
    1.385
    Mi Piace Ricevuti:
    13
    Come complicarsi la vita....copertoncino a vita!!
     
  18. ezio79

    ezio79 Moderator

    Registrato:
    4 Aprile 2007
    Messaggi:
    16.656
    Mi Piace Ricevuti:
    295
    se per affidabilità Ti riferisci alla capacità di riparare
    diciamo che fino a che si parla di microforature causate da sporco e detriti che impercettibilmente superano la protezione del copertone c'è qualche possibilità, oltre ovviamente no, perché pressione e spessore della camera complicano abbastanza le cose.
     

Condividi questa Pagina