Il Ferro per l'atleta

Discussione in 'EthicSport' iniziata da Esperto_EthicSport, 23 Gennaio 2012.

  1. MatteoL24

    MatteoL24 Pignone

    Registrato:
    2 Aprile 2012
    Messaggi:
    200
    Mi Piace Ricevuti:
    4
    Grazie per la risposta, assumo già ferro ethicsport da circa 1 mese, già prima di venire a conoscenza di questa parte di forum e di questa discussione :)

    a poi.. io lo prendo a giorni alternati.. è preferibile dare continuità oppure un giorno si e uno no come faccio io può andare bene? grazie.
     
  2. Esperto_EthicSport

    Esperto_EthicSport Marchio ufficiale
    Marchio Ufficiale

    Registrato:
    24 Febbraio 2008
    Messaggi:
    547
    Mi Piace Ricevuti:
    22
    in genere si effettuano cicli di 30-40gg consecutivi... Tuttavia è possibile assumerlo anche a giorni alterni!
     
  3. gio580

    gio580 Novellino

    Registrato:
    14 Giugno 2012
    Messaggi:
    84
    Mi Piace Ricevuti:
    0
    io sono un cicloamatore da poco tempo, portatore sano di anemia mediterranea. in effetti, in quest'ultimo periodo noto di essere più stanco, ho spesso dolori ai muscoli delle gamber vicino alle ginocchia e come sempre le analisi mi dicono che il ferro è basso. Vi chiedo: forse dovrei prendere il ferrosport oppure come consigliato basta continuare a prendere l'FL100, che ho già comprato?
     
  4. Esperto_EthicSport

    Esperto_EthicSport Marchio ufficiale
    Marchio Ufficiale

    Registrato:
    24 Febbraio 2008
    Messaggi:
    547
    Mi Piace Ricevuti:
    22
    Ciao Gio!
    FL 100 non ha effetto sulla presenza di ferro nel sangue, tuttavia aumenta la disponibilità di ossigeno. Da parte sua, FerroSport fornisce nutrienti utili per la rigenerazione di emoglobina e mioglobina che sono i "trasportatori" proprio di ossigeno. Nel tuo caso, FL 100 è certamente utile ma tieni presente che l'uso dei due prodotti teoricamente può essere sinergico!
     
  5. gio580

    gio580 Novellino

    Registrato:
    14 Giugno 2012
    Messaggi:
    84
    Mi Piace Ricevuti:
    0
    Virgilio grazie per la risposta ma a me hanno detto che è meglio utilizzare l'acido folico
     
  6. valentina

    valentina Scalatore

    Registrato:
    9 Aprile 2009
    Messaggi:
    6.690
    Mi Piace Ricevuti:
    33
    Ho letto che l'assorbimento del ferro viene sì facilitato dall'assunzione di vit. C e del gruppo B, ma viene altresì ostacolato da alcuni elementi, come lo zinco, i fitati (presenti nelle verdure, soprattuto nel sedano, nelle carote, nei cetrioli, ecc.) e i tannini (vino rosso, cioccolato, ecc.).o-o
     
  7. Esperto_EthicSport

    Esperto_EthicSport Marchio ufficiale
    Marchio Ufficiale

    Registrato:
    24 Febbraio 2008
    Messaggi:
    547
    Mi Piace Ricevuti:
    22
    Quello che dice Valentina è verissimo!
    Tanti alimenti contengono il ferro ma talvolta ci sono composti chimici che ne ostacolano l'assorbimento.
    Tornando al consiglio dato a Gio, confermo che l'acido folico ha una struttura molecolare che facilita l'assorbimento del ferro nel nostro organismo e ha un razionale scientifico estremamente solido in questo senso. Nel nostro FerroSport è presente -oltre alla Vitamina C, utile per mantenere il Fe nella forma bivalente- anche l'acido folico per massimizzare l'assorbimento di questo importante minerale. :-)
     
  8. gio580

    gio580 Novellino

    Registrato:
    14 Giugno 2012
    Messaggi:
    84
    Mi Piace Ricevuti:
    0
    grazie sei stato gentilissimoo-o
     
  9. Esperto_EthicSport

    Esperto_EthicSport Marchio ufficiale
    Marchio Ufficiale

    Registrato:
    24 Febbraio 2008
    Messaggi:
    547
    Mi Piace Ricevuti:
    22
  10. cellulare

    cellulare Novellino

    Registrato:
    18 Luglio 2010
    Messaggi:
    85
    Mi Piace Ricevuti:
    1
    buonasera,io faccio 15 granfondo l'anno(lunghi) e da quest'anno anche le randonneè,oltre a giri lunghi con molto dislivello. Tutti gli anni quando arrivo a metà giugno ho il ferro a 99,emoglobina a 13 e ematocrito a 38/39. Quest'anno ho provato a fare una cura di ferrograd,acido folico e vitamina B. Facevo tre settimane di questa cura e due di stop ,cosi' per 4 mesi.Lei che mi consiglia? non ho piu' fatto analisi.
     
  11. Esperto_EthicSport

    Esperto_EthicSport Marchio ufficiale
    Marchio Ufficiale

    Registrato:
    24 Febbraio 2008
    Messaggi:
    547
    Mi Piace Ricevuti:
    22
    Ciao!
    Innanzitutto, quando si fa attività sportiva così frequente e intensa, è opportuno verificare che l'alimentazione sia adeguata alle esigenze dell'atleta. L'integrazione, infatti, non può prescindere da una alimentazione equilibrata! L'integrazione di ferro, ad ogni modo, va condotta proprio come hai fatto tu: per un periodo continuativo e non a giorni alterni! Come ho già detto in un post precedente, ottima anche l'associazione tra ferro, acido folico e vitamina C... Certo... il solfato ferroso non è certo la forma più "biodisponibile" di Ferro, tuttavia hai scelto un ottimo prodotto! :-)
    Unico errore che -a mio avviso- hai commesso è stato il non ripetere le analisi ematochimiche dopo il ciclo di integrazione... Purtroppo non hai potuto avere un riscontro effettivo dell'efficacia della tua integrazione... La prossima volta fai le analisi di questi tre parametri: tra l'altro, molte farmacie effettuano il controllo di emoglobina, ferro ed ematocrito in maniera immediata con dei kit appositi!
     
  12. SoftMachine

    SoftMachine Maglia Amarillo

    Registrato:
    10 Ottobre 2010
    Messaggi:
    8.070
    Mi Piace Ricevuti:
    730

    :hail:

    o-o
     
  13. cellulare

    cellulare Novellino

    Registrato:
    18 Luglio 2010
    Messaggi:
    85
    Mi Piace Ricevuti:
    1
    grazie della risposta!!!! la mia alimentazione è ricca di frutta,verdura e ortaggi,priva di fritti e condimenti grassi e mangio anche cereali. Unica cosa che mangio solo carne bianca(petto pollo) e pochissima carne rossa,ogni tanto carne di cavallo che è ricca di ferro e vi associo verdure e limone ma niente caffè,the,vino,uova e derivati del latte che limitano e molto l'assorbimento del ferro.
     
  14. giampy63

    giampy63 Apprendista Scalatore

    Registrato:
    27 Marzo 2010
    Messaggi:
    2.087
    Mi Piace Ricevuti:
    50
    Scusa la domanda forse banale ma mediamente per un cilista agonista quali dovrebbero essere i valori ottimali per Ferro, ferretina etc.
     
  15. Esperto_EthicSport

    Esperto_EthicSport Marchio ufficiale
    Marchio Ufficiale

    Registrato:
    24 Febbraio 2008
    Messaggi:
    547
    Mi Piace Ricevuti:
    22
    Ciao Giampy!
    Grazie della domanda che non è assolutamente banale e consente di fare un po' di chiarezza su un argomento in cui spesso mi è capitato di vedere ciclisti (amatori o anche prof) diventare improvvisamente medici, senza passare dall'Università! :mrgreen:
    E' difficile dire quali debbano essere i valori "ottimali" di molti parametri ematochimici (come ferro, emoglobina, ematocrito) negli atleti... Certo è che valori al di sotto di quelli generalmente stabiliti come limite inferiore dalle ASL possono essere correlati a bassa capacità prestativa... non è tuttavia necessariamente vero il contrario: se -ad esempio- un valore di hb di 10g/dl è senz'altro penalizzante per un atleta con valori tipici di questo parametro intorno a 14g/dl, non è detto che con un valore di 16g/dl vada più forte del solito!!!
    Se un atleta vuole essere sicuro di leggere le proprie analisi ematochimiche in maniera corretta ed avere informazioni che possano tradursi in strategie di alimentazione e di integrazione, è consigliabile rivolgersi a un Medico dello Sport regolarmente: un professionista che impari a conoscere l'atleta, che veda come cambino i parametri ematici con il variare degli allenamenti e delle stagioni... Leggere le analisi del sangue non è semplicemente dire "accidenti... ho l'ematocrito a 41,3... come faccio a portarlo a 48?" oppure "peccato... ho la sideremia a 68... se l'avessi a 120, volerei sui pedali!" Affermazioni che ho sentito migliaia di volte e che, estrapolate da un caso specifico e senza valutare tutti gli altri valori, non possono dire niente!

    Tornando a Giampy, il mio consiglio è questo: vai da un Medico sportivo di cui ti fidi, pianifica per una stagione 1 visita al mese con lui e 4-6 analisi ematochimiche. Vedrai che, man mano che il medico impara a conoscerti "atleticamente" e fisicamente, riuscirà ad avere informazioni importanti su di te e ti potrà dare indicazioni su come tarare allenamenti e alimentazione/integrazione. o-o
     
  16. SoftMachine

    SoftMachine Maglia Amarillo

    Registrato:
    10 Ottobre 2010
    Messaggi:
    8.070
    Mi Piace Ricevuti:
    730


    Soprattutto le parti in neretto, e' possibile che vengano utilizzate come Vangelo e riportate all'inizio di ogni topic riguardante alimentazione, supplementazione e allenamento?
    Ti ringrazio per il supporto che, anche involontariamente, fornisci alla mia "causa":mrgreen:
    Come sempre, consigli e visione delle cose ineccepibili!

    o-o
     
  17. Esperto_EthicSport

    Esperto_EthicSport Marchio ufficiale
    Marchio Ufficiale

    Registrato:
    24 Febbraio 2008
    Messaggi:
    547
    Mi Piace Ricevuti:
    22
    WOW! Grazie!!!
    o-o
     
  18. SoftMachine

    SoftMachine Maglia Amarillo

    Registrato:
    10 Ottobre 2010
    Messaggi:
    8.070
    Mi Piace Ricevuti:
    730

    Troppo spesso mi lancio in inutili crociate in altri topic contro affermazioni in campo medico-scientifico basate sul "sentito dire" o sulle ultime rivelazioni dello "speciale" del giornale di turno.
    E' incredibile come quando si parli di alimentazione e di medicina spuntino un nugolo di esperti o, quantomeno, di ferrati in materia.
    Pare che la formazione accademica sia un inutile orpello. Dunque, leggere i tuoi post ispirati da una certa ed evidente preparazione e' un piacere.

    o-o
     
  19. stefanoG6

    stefanoG6 Pignone

    Registrato:
    15 Maggio 2009
    Messaggi:
    109
    Mi Piace Ricevuti:
    0
    Ciao, sono un allievo e corro in federazione.. ho 16 anni e sono alto 164 cm e peso 59 kg... E' da un anno che sono dietro al ferro ovvero due anni fa ho scoperto di avere avuto un calo di ferritina fino a valore di 17 e meno (limite 70-435) poi dopo vari cicli di ferrograd e acido folico l'ho alzato un po fino a 40(ci ho messo più di un anno) ma non sono mai riuscito ad entrare nei valori normali... poi c'è stato l'ultimo periodo che senza farmaci mi si era alzato leggermento fino a 59 ma con le ultime analisi ho verificato di avere la ferritina a 49 e la sideremia a 60 (limite 60-130)... siccome non vorrei ritrovarmi nella situazione dell'anno corso che sono stato fermo un mese e poi ogni gara e allenamento rendevo la metà non finendo le gare cosa devo fare??Che alimentazione devo seguire,contando che devo calare qualche kiletto??Adesso faccio uscite in mtb tre volte a settimana con un giorno di potenziamento della parte superiore e iniziero anche un leggero potenziamento della parte inferiore. A fine dicembre inizieranno le prime uscite in bici poi seguiranno 1000 km di scatto fisso e poi inizieranno i programmi in bdc,con allenamenti praticamente tutti i giorni con un minimo di 50km e lavori specifici.La prima gara è il 25 marzo ma inizierò a fare seriamente già da inizio gennaio..Come mi devo comportare??Vorrei riuscire a portare i valori nella norma dopo la precedente esperienza,il tempo è abbastanza??Sono ben accettati tutti i consigli e magari anche tabelle di alimentazione perchè vorrei fare le cose fatte bene e con precisione,visto che la salute è importante non solo per le performance..Grazie..
     
  20. Esperto_EthicSport

    Esperto_EthicSport Marchio ufficiale
    Marchio Ufficiale

    Registrato:
    24 Febbraio 2008
    Messaggi:
    547
    Mi Piace Ricevuti:
    22
    Ciao Stefano!
    E' importantissimo, in casi come il tuo, essere seguiti da un nutrizionista per tutto l'anno! Se vuoi, mandami un messaggio privato (o una mail a [email protected]) che -se vuoi- ti scrivo qualche riferimento che lavora nella zona in cui abiti! o-o
     

Condividi questa Pagina