Chiudi
Questo sito utilizza cookies. Chiudendo questa finestra acconsenti all'utilizzo dei cookies e approvi la nostra informativa sulla privacy.

Kristina Vogel: #Staystrong

Discussione in 'Magazine' iniziata da Ser pecora, 12 Settembre 2018.

  1. Ser pecora

    Ser pecora Diretur
    BDC Staff

    Registrato:
    16 Aprile 2004
    Messaggi:
    13.492
    Mi Piace Ricevuti:
    1.023
  2. bradipus

    bradipus Ammiraglia

    Registrato:
    23 Luglio 2009
    Messaggi:
    15.958
    Mi Piace Ricevuti:
    1.318
    destino beffardo per una ragazza così giovane, mi spiace tanto.
    avevo letto l'intervista qualche giorno fa, segnalata da Marina Romoli... spero che un giorno si trovi una qualche cura per queste terribili situazioni.
    coraggio ragazze!
     
  3. maurocip

    maurocip Velocista

    Registrato:
    16 Luglio 2014
    Messaggi:
    5.062
    Mi Piace Ricevuti:
    918
    Che cosa triste, ma come tutte le disgrazie, anche quelle che capitano a persone sconosciute.
    Certo quando una grande atleta resta così pesantemente menomata, chi ama lo sport non può che dispiacersene.
    Forza Kristina, e speriamo che un giorno la scienza possa riuscire a guarire incidenti come questi.
     
  4. Lightwave

    Lightwave Passista

    Registrato:
    26 Luglio 2013
    Messaggi:
    4.785
    Mi Piace Ricevuti:
    458
    Mi dispiace un sacco, non avrei mai pensato che in pista ci si potesse fare tanto male...povera ragazza, che sfortuna
     
  5. ildoppingnonvincemai

    ildoppingnonvincemai Apprendista Passista

    Registrato:
    5 Ottobre 2015
    Messaggi:
    1.025
    Mi Piace Ricevuti:
    112
    Io ho la presunzione di capirne qlcs di ciclismo e questa ragazza era la fuoriclasse dal talento più cristallino che calcasse le piste in questa epoca. Quando ho letto dell'incidente mi è mancato il fiato! Una pugnalata al cuore!
    #staystrong immensa campionessa!

    Sent from my SM-A520F using BDC-Forum mobile app
     
  6. CLICK17

    CLICK17 Passista

    Registrato:
    21 Settembre 2008
    Messaggi:
    3.897
    Mi Piace Ricevuti:
    409


    Le bici da pista non hanno i freni , in questo caso non si è accorta che c'era uno fermo , ma anche se si fosse accorta un'attimo prima , non avrebbe potuto rallentare molto , visto che queste bici sono fixed e il rallentamento avviene solo diminuendo il carico sui pedali.
     
  7. Alessiuccio

    Alessiuccio Apprendista Cronoman
    [Zwift] Team BDC

    Registrato:
    24 Luglio 2008
    Messaggi:
    3.233
    Mi Piace Ricevuti:
    979
    Mi ha colpito ciò che ha scritto. Una guerriera. Non mi sorprenderei a vederla su una handbike, in un futuro non troppo lontano.
     
  8. riky76

    riky76 Scalatore

    Registrato:
    29 Aprile 2008
    Messaggi:
    6.336
    Mi Piace Ricevuti:
    216
    frequentando spesso la pista ho in mente quello che è potuto accadere in maniera molto vivida e sono davvero affranto... poteva andare in mille modi diversi, ed invece no. Cosa che comunque può accadere anche in strada, ma in pista ti senti più protetto, più focalizzato su obiettivi tanto semplici quanto difficili da raggiungere.
    ed ha ragione lei, ovviamente, è davvero una merda di situzione
     
  9. blues boy

    blues boy Apprendista Scalatore

    Registrato:
    5 Giugno 2014
    Messaggi:
    2.502
    Mi Piace Ricevuti:
    558
    Grande Cristina :twisted:.
     
  10. Lightwave

    Lightwave Passista

    Registrato:
    26 Luglio 2013
    Messaggi:
    4.785
    Mi Piace Ricevuti:
    458
    Hai ragione, è che ho sempre pensato alla pista come ad un luogo sicuro, dove al massimo ci può scappare la scivolata, ma non con i pericoli della strada
     
  11. CLICK17

    CLICK17 Passista

    Registrato:
    21 Settembre 2008
    Messaggi:
    3.897
    Mi Piace Ricevuti:
    409
    Normalmente ci scappa la scivolata , il fatto che soprattutto i velocisti non si fanno generalmente molto male è perché sono protetti da una grande massa muscolare e da una percentuale di grasso un po' più alta , visto che le salite le fanno in allenamento solo in ripetuta. Su strada Galvez era il più pazzo velocista ,è morto su pista per una innocua scivolata solo che a bordo pista c'era uno spigolo , nessuno avrebbe immaginato che un corridore picchiasse li. Tutti i commentatori ciclistici avevano pronosticato che Galvez prima o poi per la sua spericolatezza ci avrebbe lasciato le penne , questo è avvenuto ma per una caduta normalissima.
     

Condividi questa Pagina