La bici secondo il codice...

pietro1973

:angrymod:
Membro dello Staff
13 Aprile 2011
7.123
1.392
Granducato di Toscana
Bici
tutte rigorosamente nere
OT

Personalmente, come utente in primo luogo ma anche come moderatore nel forum gemello, trovo ingiustificato l'uso che viene fatto del termine "troll" in questi tempi. Non è sensato che chiunque abbia una sua idea, magari diversa da quella predominante ed abbia il coraggio (virtuale) di sostenerla venga sistematicamente accusato di "essere un troll" . Tra le decine di epiteti più o meno fantasiosi e più o meno centrati, sul forum marrone mi son preso anche una segnalazione al direttore come troll appunto perchè avevo la mia opinione e non mi facevo problemi a difenderla anche in modo duro ma corretto e civile. Sul marrone è un continuo volare di segnalazione di post forse polemici, talvolta duri ma quasi mai fuori dal seminato come "trollaggio", ed anche qua vedo che quando ci sono posizioni molto polarizzate finisce che il termine passepartout, l'accusa "fine-di-mondo" vola con una certa facilità. I forum son fatti per discutere, se l'esistenza di opinioni radicalmente diverse dalle nostre dà fastidio forse è meglio non partecipare in un medium aperto ma rifugiarsi in un "clubbino" dove tutti la pensano al solito modo. Sai che utilità, e che palle...

Nel caso specifico non mi voglio esprimere, poichè in quanto utente ordinario non ho a disposizione gli strumenti del moderatore per fare le valutazioni del caso. Mi limito ad osservare che pur da una posizione abbastanza chiara e ferma ma mi guardo bene dal bollare come "provocatore" chi la pensa in modo diverso dal mio. Semmai posso dire che ha posizioni illogiche, contraddittorie, fattualmente errate oppure ipocrite, sempre ovviamente per quello che è il mio punto di vista (salvo i fatti, quelli non sono opinabili).

Lo ripeto, non è questione legata al fatto specifico, ma ad un certo fumus che da un po di tempo mi sembra aleggiare, e che a me personalmente dà da pensare. o-o
il termine troll puo' sembrare in taluni casi inappropriato o eccessivo, ma rimango davvero basito quando su fatti talmente chiari e palesi ci siano utenti che sembrano facciano di proposito polemica sterile adducendo delle giustificazioni talmente inverosimili e allucinanti che piu di qualche dubbio ti sovviene, pertanto dal semplice dibattere e confrontarsi su opinioni diverse a passare alla polemica e in taluni casi le offese il passo e' breve (ecco cosa intendo io per trollaggio non la semplice visione difforme di un semplice argomento). Visto che poi una somma di indizi formano le prove e a pensare male si fa peccato ma spesso ci si azzecca (cit), qualche volta ci azzecco anch'io :espulso.
 

 

samuelgol

Schützen
24 Settembre 2007
30.336
3.496
Eppan an der Weinstrasse.
Bici
Cannondale Caad 12. Nome: Andrea
OT

Personalmente, come utente in primo luogo ma anche come moderatore nel forum gemello, trovo ingiustificato l'uso che viene fatto del termine "troll" in questi tempi. Non è sensato che chiunque abbia una sua idea, magari diversa da quella predominante ed abbia il coraggio (virtuale) di sostenerla venga sistematicamente accusato di "essere un troll" . Tra le decine di epiteti più o meno fantasiosi e più o meno centrati, sul forum marrone mi son preso anche una segnalazione al direttore come troll appunto perchè avevo la mia opinione e non mi facevo problemi a difenderla anche in modo duro ma corretto e civile. Sul marrone è un continuo volare di segnalazione di post forse polemici, talvolta duri ma quasi mai fuori dal seminato come "trollaggio", ed anche qua vedo che quando ci sono posizioni molto polarizzate finisce che il termine passepartout, l'accusa "fine-di-mondo" vola con una certa facilità. I forum son fatti per discutere, se l'esistenza di opinioni radicalmente diverse dalle nostre dà fastidio forse è meglio non partecipare in un medium aperto ma rifugiarsi in un "clubbino" dove tutti la pensano al solito modo. Sai che utilità, e che palle...

Nel caso specifico non mi voglio esprimere, poichè in quanto utente ordinario non ho a disposizione gli strumenti del moderatore per fare le valutazioni del caso. Mi limito ad osservare che pur da una posizione abbastanza chiara e ferma ma mi guardo bene dal bollare come "provocatore" chi la pensa in modo diverso dal mio. Semmai posso dire che ha posizioni illogiche, contraddittorie, fattualmente errate oppure ipocrite, sempre ovviamente per quello che è il mio punto di vista (salvo i fatti, quelli non sono opinabili).

Lo ripeto, non è questione legata al fatto specifico, ma ad un certo fumus che da un po di tempo mi sembra aleggiare, e che a me personalmente dà da pensare. o-o
Il tuo discorso è concettualmente corretto.
Nel merito, forse, ribadisco forse, non frequenti abbastanza questo forum da conoscere i modi di fare di certi utenti i quali, per principio, se uno dice bianco loro dicono nero, adducendo motivazioni inverosimili al solo scopo di sostenere la loro tesi provocatoria.....a volte ciò accade ad personam dunque a uno stesso concetto espresso da utenti diversi in momenti diversi, a volte addirittura nello stesso 3d succede che a un intervento mettono il "mi piace" infantile e all'altro, se espresso lo stesso concetto da un loro "nemico" ribattono l'opposto. Diciamo che non è il trollaggio classico di quello che x divertimento dice che LA è stato vittima di un complotto x far incazzare tutti, è un trollaggio più subdolo e trasversale a volte a 3d diversi, che può essere colto solo con una visione d'insieme mentre il singolo post appare espressione di opinione al più assurda ma legittima
Similmente alle segnalazioni dei chattoni x post che sembrano innocui a una lettura normale, mentre tutti gli assidui frequentatori del chattone, sanno, capiscono e colgono la provocazione. Non so se sono riuscito a farti capire cosa intendo.
 
Ultima modifica:

pietro1973

:angrymod:
Membro dello Staff
13 Aprile 2011
7.123
1.392
Granducato di Toscana
Bici
tutte rigorosamente nere
@pietro1973 @samuelgol capisco quello che scrivete ed in parte lo condivido, ma resto dell' idea che ci si troppa intolleranza e poca capacità di discutere, per cui quando si legge qualcosa che non piace piuttosto che ragionare ed argomentare si strilla al troll. Vedi la discussione sui freni a disco.
siamo OT ma parli di un 3d che e' la culla dei troll e dei flame x antonomasia, gente che viene a discutere senza sapere neanche minimamente di cosa si parla, la patria dei luoghi comuni e dei sentito dire, delle allusioni ai mod al soldo della lobby dei dischi e altre menate simili, se ci sono delle prese di posizione anche dure (ma cosi' accade in tutte le guerre di religione) e' forse xche' dopo anni e migliaia di post con fesserie sparate come verita' assoluta la pazienza ha un limite FINE OT
 
  • Like
Reactions: pierg75

sembola

Apprendista Velocista
22 Aprile 2004
1.647
921
Siena
www.sembola.it
Bici
verde
siamo OT ma parli di un 3d che e' la culla dei troll e dei flame x antonomasia, gente che viene a discutere senza sapere neanche minimamente di cosa si parla, la patria dei luoghi comuni e dei sentito dire, delle allusioni ai mod al soldo della lobby dei dischi e altre menate simili...
Tutte cose discutibili ma che coi troll non hanno nulla a che vedere. Avere un'opinione basata su pregiudizi o dati errati o luoghi comuni o banale stupidità (o magari da esperienze passate, non necessariamente valide sempre) non è essere un troll.

... se ci sono delle prese di posizione anche dure (ma cosi' accade in tutte le guerre di religione) e' forse xche' dopo anni e migliaia di post con fesserie sparate come verita' assoluta la pazienza ha un limite FINE OT
La mia obiezione è partita da un tuo post ma non mi riferisco certo solo a quello, ma ad un'aria generale che sento tirare.
Guarda la discussione sui freni a disco, c'è uno che dice che con la marca Xxxx ha avuto problemi con un freno cambiato in garanzia e ora ce l'ha con l'altro, tra l'altro si sa che in mtb hanno un sacco di problemi per cui con lui Xxxx ha chiuso, arriva uno e gli dà del troll . Non dell' "esagerato", dell' "incapace a fare manutenzione", al limite del "bugiardo". No, del troll. Ok, è un argomento divisivo, ma se di fronte ad un argomento (giusto) la risposta è sostanzialmente "zitto e vattene" evidentemente si è perso di cista la logica e lo scopo di uno spazio aperto di discussione come il Forum.
 

RicktheQuick

Apprendista Scalatore
30 Giugno 2013
2.466
747
Arezzo
Bici
wilier zero.7,wilier 501
Per cortesia, non andiamo a cavillare, altrimenti non se ne esce più. E usiamo il buonsenso, quello vero.

Pedalo con continuità dal 1994 e questa assurda discussione sui semafori non mi ha mai creato problemi in tanti anni. Tanto, se mi vogliono fare il pelo me lo fanno sia durante la marcia (quasi sempre) che alla ripartenza dal rosso (praticamente mai). Si può dire che è una delle situazioni più sicure per un ciclista.
il buonsenso. è quello per il quale il ciclista deve stare in fila indiana così l'automobilista lo passa a 30cm di distanza.
 

RicktheQuick

Apprendista Scalatore
30 Giugno 2013
2.466
747
Arezzo
Bici
wilier zero.7,wilier 501
OT

Personalmente, come utente in primo luogo ma anche come moderatore nel forum gemello, trovo ingiustificato l'uso che viene fatto del termine "troll" in questi tempi. Non è sensato che chiunque abbia una sua idea, magari diversa da quella predominante ed abbia il coraggio (virtuale) di sostenerla venga sistematicamente accusato di "essere un troll" . Tra le decine di epiteti più o meno fantasiosi e più o meno centrati, sul forum marrone mi son preso anche una segnalazione al direttore come troll appunto perchè avevo la mia opinione e non mi facevo problemi a difenderla anche in modo duro ma corretto e civile. Sul marrone è un continuo volare di segnalazione di post forse polemici, talvolta duri ma quasi mai fuori dal seminato come "trollaggio", ed anche qua vedo che quando ci sono posizioni molto polarizzate finisce che il termine passepartout, l'accusa "fine-di-mondo" vola con una certa facilità. I forum son fatti per discutere, se l'esistenza di opinioni radicalmente diverse dalle nostre dà fastidio forse è meglio non partecipare in un medium aperto ma rifugiarsi in un "clubbino" dove tutti la pensano al solito modo. Sai che utilità, e che palle...

Nel caso specifico non mi voglio esprimere, poichè in quanto utente ordinario non ho a disposizione gli strumenti del moderatore per fare le valutazioni del caso. Mi limito ad osservare che pur da una posizione abbastanza chiara e ferma ma mi guardo bene dal bollare come "provocatore" chi la pensa in modo diverso dal mio. Semmai posso dire che ha posizioni illogiche, contraddittorie, fattualmente errate oppure ipocrite, sempre ovviamente per quello che è il mio punto di vista (salvo i fatti, quelli non sono opinabili).

Lo ripeto, non è questione legata al fatto specifico, ma ad un certo fumus che da un po di tempo mi sembra aleggiare, e che a me personalmente dà da pensare. o-o
il livello di educazione qui dentro a me pare drammaticamente calato, se si rimane alla netiquette poi, è sprofondato.
 

Raven

Pignone
3 Novembre 2018
109
72
37
milano
Bici
Cannondale
Siamo esseri insignificanti e invisibili lungo le strade , eppure continuano a tacciarci come indisciplinati , ingombranti ecc ecc.
si chiede (giustamente) di rispettare il codice, ma tanto comunque è sempre , se ci scappa il morto è sempre chi conduce il mezzo a due ruote.
che in caso di incidente abbia la peggio la bici è fuori discussione! ed è per questo motivo che si dovrebbe essere ancora più attenti a rispettare il codice e cercare di ridurre al massimo gli attriti con gli automobilisti. Poi ci si imbatte in chi teorizza di passare col rosso o di interpretare il codice della strada di volta in volta ed ecco che il "eppure continuano a tacciarci come indisciplinati" non sembra piu essere un insulto inventato. Questo non giustifica ovviamente il comportamento di molti automobilisti, ma propio perché parte più delicato dovremmo evitare di fare e dire certe fesserie!
 

Choufi

Novellino
28 Gennaio 2019
16
6
59
Mantova
Bici
trek
"Elasticità" in Italia significa fare quello che ci pare i giorni pari e piagnucolare che ci fanno le prepotenze i giorni dispari. Anche no, grazie.
No elasticità significa saper considerare la posizione anche di altri senza per questo giudicare a prescindere, questo nel mio vocabolario.
Leggere certe cosa anche tra chi condivide la stessa passione demotiva
 

CLICK17

Passista
21 Settembre 2008
4.297
630
Scrivi pure la tua disavventura.
L'atmosfera non è tetra, semplicemente ci si scambia opinioni speriamo costruttive per poter renderci più simpatici al giudizio degli utilizzatori della strada.
Certo leggere che tal'uni considerino normale passare col rosso "in determinate situazioni che non compromettano nulla della sicurezza e/o diritto altrui", precedenze saltate e prepotenze di gruppo, non aiuta nessuno.
Certo le prepotenze stanno da ambo le parti, ma cominciare a fare il giusto nel nostro piccolo vuol dire che domani l'intera categoria potrebbe essere già regolare e ben vista.
Se invece anche solo uno si riconosce nei comportamenti scorretti evidenziati e cambia pelle, è già una vittoria.
Ora, avanti con automobilisti Vs ciclisti, tenendo conto che un ciclista è anche automobilista, non è sempre vero il contrario.
Io l'ho scritto che in certe condizioni passo anche se è rosso , ma se non c'è la condizione mi fermo anche con il verde. L'ho già scritto raccontando un fatto che mi è successo , c'era un'ambulanza in codice rosso , lampeggianti accesi , sirena inserita , mi sono fermato rallentando e segnalando la mia intenzione ,anche se appunto il semaforo è verde. E' un semaforo che normalmente anche quando è rosso in bdc puoi passare tranquillamente rallentando. Faccio breve una signora in auto non si è fermata , mi ha centrato , l'unica fortuna e che non mi sono fatto malissimo , c'era una pattuglia dei vigili che a visto , ho fatto denuncia e in pochi giorni l'assicurazione ha pagato tutto . Quindi chi è senza peccato………….ho un'arsenale di pietre.
F2
 
Ultima modifica:
  • Like
Reactions: rosetta

Raven

Pignone
3 Novembre 2018
109
72
37
milano
Bici
Cannondale
No elasticità significa saper considerare la posizione anche di altri senza per questo giudicare a prescindere, questo nel mio vocabolario.
Leggere certe cosa anche tra chi condivide la stessa passione demotiva
non sbagliare. Quella che tu cerchi è ipocrisia in nome di uno spirito di gruppo della categoria ciclisti. La posizione di chicchessia, se va in contrasto con le norme del codice, non è "considerabile" è sbagliata. E su questo non ci può essere alcuna discussione, se non c'è chiarezza su questo siamo messi male.
 

sembola

Apprendista Velocista
22 Aprile 2004
1.647
921
Siena
www.sembola.it
Bici
verde
...elasticità significa saper considerare la posizione anche di altri...
Allora iniziamo a considerare la posizione degli altri utenti della strada che vedono ciclisti commettere infrazioni stradali, a volte "innocue" come passare col rosso in incroci deserti, a volte prepotenti e/o pericolose.

.Leggere certe cosa anche tra chi condivide la stessa passione demotiva
E' vero, leggere che chi condivide una passione e conosce i rischi che si corrono per strada talvolta si comporta allo stesso modo di chi ci mette in pericolo è estremamente demotivante.
 

Choufi

Novellino
28 Gennaio 2019
16
6
59
Mantova
Bici
trek
non sbagliare. Quella che tu cerchi è ipocrisia in nome di uno spirito di gruppo della categoria ciclisti. La posizione di chicchessia, se va in contrasto con le norme del codice, non è "considerabile" è sbagliata. E su questo non ci può essere alcuna discussione, se non c'è chiarezza su questo siamo messi male.
Non sbaglio.
Il perché lo ho scritto un altro utente, Sembola, prima di te.
Ci sono vari modi per far capire a chi sbaglia ,ma crede di essere nel giusto, senza scadere nella gogna mediatica.
 

sembola

Apprendista Velocista
22 Aprile 2004
1.647
921
Siena
www.sembola.it
Bici
verde
Non sbaglio.
Il perché lo ho scritto un altro utente, Sembola, prima di te.
Ci sono vari modi per far capire a chi sbaglia ,ma crede di essere nel giusto, senza scadere nella gogna mediatica.
Io non vedo nessuna gogna mediatica, se non altro perchè il nostro è un medium certo non di massa.

Dopo di che, onestamente non riesco a trovare grosse differenze tra un ciclista sfiorato in sorpasso o cui viene tagliata la strada o negata la precedenza da parte di un'auto, ed un pedone sfiorato sulle strisce o in zone pedonale da una bicicletta o da precedenze e semafori bruciati da grupponi.

Così come non ne vedo tra chi fa 150 in autostrada "quando non c'è nessuno" e chi passa col rosso "quando non c'è nessuno", personalmente son contrario e non lo faccio, se c'è chi vuol farlo a suo rischio e pericolo ok ma senza lamentarsi delle conseguenze. Se poi "c'è qualcuno" si ritorna al punto prima.
 

kikhit

Passista
21 Dicembre 2004
4.640
552
tra torinese e pinerolese, un po' qui e un po' lì
www.thegroupmtb.it
Bici
una bitumiera e altri aggeggi a pedali con due ruote più o meno grasse
Per cortesia, non andiamo a cavillare, altrimenti non se ne esce più. E usiamo il buonsenso, quello vero.

Pedalo con continuità dal 1994 e questa assurda discussione sui semafori non mi ha mai creato problemi in tanti anni. Tanto, se mi vogliono fare il pelo me lo fanno sia durante la marcia (quasi sempre) che alla ripartenza dal rosso (praticamente mai). Si può dire che è una delle situazioni più sicure per un ciclista.
Sicura... più o meno... come il tizio che ieri mattina, in ripartenza dal semaforo, mi ha dato una grattata alla ruota post con il suo paraurti anteriore e al mio sguardo di disapprovazione ha risposto con "eh, ma non ci passo altrimenti" ;-)

non sbagliare. Quella che tu cerchi è ipocrisia in nome di uno spirito di gruppo della categoria ciclisti. La posizione di chicchessia, se va in contrasto con le norme del codice, non è "considerabile" è sbagliata. E su questo non ci può essere alcuna discussione, se non c'è chiarezza su questo siamo messi male.
Io penso che tu confonda l'azione con la posizione. Sull'azione, sbagliata e in violazione a regole, non si discute; sulla posizione, invece, si può tranquillamente discutere, trattandosi di un'idea e un punto di vista. Non vi fosse mai stata discussione su idee riguardanti regole vigentei, non vi sarebbe mai stata evoluzione di queste ultime. La differenza è notevole.
 
  • Like
Reactions: samuelgol

Raven

Pignone
3 Novembre 2018
109
72
37
milano
Bici
Cannondale
Io penso che tu confonda l'azione con la posizione. Sull'azione, sbagliata e in violazione a regole, non si discute; sulla posizione, invece, si può tranquillamente discutere, trattandosi di un'idea e un punto di vista. Non vi fosse mai stata discussione su idee riguardanti regole vigentei, non vi sarebbe mai stata evoluzione di queste ultime. La differenza è notevole.
Ciao, non ti seguo. La discussione su modifiche da proporre è completamente un altro discorso. Tu proporresti di rendere quindi possibile l'attraversamento col rosso? Vorresti quindi intavolare un dibattito teorico sul beneficio ipotetico della posizione di chi e a favore di attraversare col rosso o le altre simpatiche idee del topic?
In ogni caso, fino a quando una modifica non viene recepita dal codice, non c'è molto da discutere all'atto pratico. Non confondiamo il libero pensiero/libertà di esprimersi con un più bieco fare minchiate illegali e giustificare aposteriori.

In italia siamo maestri a giustificare ogni nefandezza con le seguenti baggianate:
  • chi è innocente scagli la prima pietra
  • non credo tutti siano santi
  • ma lo fanno tutti
  • l'ho sempre fatto e non è successo nulla
  • le regole vanno aggiornate
  • si in teoria è corretto ma io lo faccio con attenzione eh!
  • si ma allora gli altri?
e chi più ne ha ne metta.
 

kikhit

Passista
21 Dicembre 2004
4.640
552
tra torinese e pinerolese, un po' qui e un po' lì
www.thegroupmtb.it
Bici
una bitumiera e altri aggeggi a pedali con due ruote più o meno grasse
Ciao, non ti seguo. La discussione su modifiche da proporre è completamente un altro discorso. Tu proporresti di rendere quindi possibile l'attraversamento col rosso? Vorresti quindi intavolare un dibattito teorico sul beneficio ipotetico della posizione di chi e a favore di attraversare col rosso o le altre simpatiche idee del topic?
In ogni caso, fino a quando una modifica non viene recepita dal codice, non c'è molto da discutere all'atto pratico. Non confondiamo il libero pensiero/libertà di esprimersi con un più bieco fare minchiate illegali e giustificare aposteriori.

In italia siamo maestri a giustificare ogni nefandezza con le seguenti baggianate:
  • chi è innocente scagli la prima pietra
  • non credo tutti siano santi
  • ma lo fanno tutti
  • l'ho sempre fatto e non è successo nulla
  • le regole vanno aggiornate
  • si in teoria è corretto ma io lo faccio con attenzione eh!
  • si ma allora gli altri?
e chi più ne ha ne metta.

Non mi devi seguire, ma solo comprendere la differenza semantica tra due parole ;-) o-o
Per quanto non condivisibile, una posizione eterodossa può essere espressa e può essere discussa, il ché comprende anche critiche a questa se non ritenuta legittima; ma la discussione, se condotta civilmente, può sempre essere utile. Precludere la discussione a priori mi pare cosa piuttosto arrogante. ma questa è una considerazione di natura generale (certo che, dopo che mi tiri in ballo il buonsenso per 20 volte come unica giustificazione delle tue azioni, la discussione diventa inutile).Una azione eterodossa può essere invece solo contestata.
Le regole possono essere discusse, contestate, modificate secondo i percorsi stabiliti dalla Costituzione e dai Codici, ecc. ma non violate. E le violazioni non ammettono giustificazioni (visto che le hai tirate fuori tu, assolutamente fuori luogo in relazione a quanto ho scritto io su. Ora, riesci a seguire?
 
  • Like
Reactions: samuelgol

Raven

Pignone
3 Novembre 2018
109
72
37
milano
Bici
Cannondale
Non mi devi seguire, ma solo comprendere la differenza semantica tra due parole ;-) o-o
Per quanto non condivisibile, una posizione eterodossa può essere espressa e può essere discussa, il ché comprende anche critiche a questa se non ritenuta legittima; ma la discussione, se condotta civilmente, può sempre essere utile. Precludere la discussione a priori mi pare cosa piuttosto arrogante. ma questa è una considerazione di natura generale (certo che, dopo che mi tiri in ballo il buonsenso per 20 volte come unica giustificazione delle tue azioni, la discussione diventa inutile).Una azione eterodossa può essere invece solo contestata.
Le regole possono essere discusse, contestate, modificate secondo i percorsi stabiliti dalla Costituzione e dai Codici, ecc. ma non violate. E le violazioni non ammettono giustificazioni (visto che le hai tirate fuori tu, assolutamente fuori luogo in relazione a quanto ho scritto io su. Ora, riesci a seguire?
Ti seguo e comprendo la differenza ovviamente.

il mio appunto è che in questo post non si sta discutendo di due posizioni teoriche. Si stanno raccontando azioni ripetute giornalmente da molti utenti su un forum pubblico con più di 115.000 utenti registrati (immagino anche ragazzi) ed indicizzato su tutti i motori di ricerca, in cui diversi utenti asseriscono di infrangere con costanza, giornalmente, le leggi del codice giustificandosi come "categoria ciclisti" e perché cosa bona e giusta e, secondo alcuni, (non il sottoscritto, di mio ho già delle belle questioni riguardo etica e morale figurati quanto mi indispone parlare di buonsenso) di buon senso. Un topic, in aggiunta, in cui i ciclisti si lamentano delle angherie subite dagli automobilisti.

Questo è il punto.

Far passare qualsiasi stupidata perché "posizione eterodossa" è il modo migliore per segare le gambe a discussioni intelligenti e strutturate. E, di nuovo, in Italia ne siamo campioni. Perché se la discussione non è regolata da un certo rigore logico è completamente inutile e si traduce in chiacchiere da bar con il pericoloso effetto secondario di avallare nero su bianco comportamenti stupidi. (qui la pericolosità maggiore, perché nella discussione sui freni per esempio, alla peggio si danno informazioni sbagliate e uno non compra una bici adatta a lui per disinformazione, in questo caso il rischio nel lasciar correre le stupidate in libertà e molto più "clear and present danger")
 

kikhit

Passista
21 Dicembre 2004
4.640
552
tra torinese e pinerolese, un po' qui e un po' lì
www.thegroupmtb.it
Bici
una bitumiera e altri aggeggi a pedali con due ruote più o meno grasse
Ti seguo e comprendo la differenza ovviamente.

il mio appunto è che in questo post non si sta discutendo di due posizioni teoriche. Si stanno raccontando azioni ripetute giornalmente da molti utenti su un forum pubblico con più di 115.000 utenti registrati (immagino anche ragazzi) ed indicizzato su tutti i motori di ricerca, in cui diversi utenti asseriscono di infrangere con costanza, giornalmente, le leggi del codice giustificandosi come "categoria ciclisti" e perché cosa bona e giusta e, secondo alcuni, (non il sottoscritto, di mio ho già delle belle questioni riguardo etica e morale figurati quanto mi indispone parlare di buonsenso) di buon senso. Un topic, in aggiunta, in cui i ciclisti si lamentano delle angherie subite dagli automobilisti.

Questo è il punto.

Far passare qualsiasi stupidata perché "posizione eterodossa" è il modo migliore per segare le gambe a discussioni intelligenti e strutturate. E, di nuovo, in Italia ne siamo campioni. Perché se la discussione non è regolata da un certo rigore logico è completamente inutile e si traduce in chiacchiere da bar con il pericoloso effetto secondario di avallare nero su bianco comportamenti stupidi. (qui la pericolosità maggiore, perché nella discussione sui freni per esempio, alla peggio si danno informazioni sbagliate e uno non compra una bici adatta a lui per disinformazione, in questo caso il rischio nel lasciar correre le stupidate in libertà e molto più "clear and present danger")
Pur essendo d'accordo con te nel caso specifico che ha riempito le ultime pagine, sono estasiato dal fatto che tu abbia la grandezza morale per stabilire cosa sia e cosa non sia degno di discussione per un forum intero. Touché. Però, poi, mi scivoli su generalizzazioni come "In Italia siamo campioni"... e di fronte a questo non provo neppure a replicare! o-o
 
  • Like
Reactions: Choufi
F3