Ma a Cuneo non c'è nessuno? BOIA FAUS!! (parte 2)

Discussione in 'Piemonte-Valle d'Aosta-Liguria' iniziata da samuelgol, 30 Giugno 2016.

  1. zov 53

    zov 53 Pedivella

    Registrato:
    12 Febbraio 2012
    Messaggi:
    332
    Mi Piace Ricevuti:
    5
    Discesa del Sampeyre,fatta venerdì scorso,devo dire che in bici da corsa è veramente messa male,necessita di nuova asfaltatura;le strade del cuneese dovrebbero essere tenute meglio,è un peccato perché quelle zone meriterebbero uno sviluppo migliore.
     
  2. kikhit

    kikhit Passista

    Registrato:
    21 Dicembre 2004
    Messaggi:
    4.140
    Mi Piace Ricevuti:
    218
    Letta stamattina... fatta lo scorso anno in discesa e non è il massimo ma non è peggio di tante altre strade. Fatta in salita a giugno, almeno in su avrebbero potuto avere l'accortezza di far transitare. Ottimo esempio, in un contesto più ampio, di ignoranza e incapcità di sfruttare risorse turistiche enormi su cui altre località han saputo investire!
     
  3. dave_and_roll

    dave_and_roll Apprendista Velocista

    Registrato:
    9 Settembre 2009
    Messaggi:
    1.316
    Mi Piace Ricevuti:
    26
    Ciao a tutti,

    questo weekend vorrei fare il seguente giro, partendo da Demonte:

    Fauniera
    Sampeyre (da Ponte Marmora)
    Agnello
    col de Vars
    Bonette
    Lombarda

    non avendo mai fatto nessuna delle salite menzionate (solo il colle dei morti in discesa verso Demonte ma in MTB), volevo chiedere:

    1) il giro è meglio farlo in senso antiorario (facendo per primo il fauniera) o orario (facendo per primo il Lombarda)? Tenendo conto anche dell'asfalto in discesa
    2) asfalto appunto: com'è? ma l'ordinanza è 'vera' per il Sampeyre?

    Grazie mille
     
  4. Violinbici

    Violinbici Apprendista Velocista

    Registrato:
    4 Luglio 2012
    Messaggi:
    1.320
    Mi Piace Ricevuti:
    19
    Ma è una cosa seria? È un giro al limite dell'incredibile...quanti metri di dislivello ci sono?

    Anche solo per aver avuto l'idea mi fai paura

    Ordinanza è vera. La grande discriminante di quel giro é l'agnello che lato francese è pedalabile mentre lato italiano è molto più ripido
     
  5. dave_and_roll

    dave_and_roll Apprendista Velocista

    Registrato:
    9 Settembre 2009
    Messaggi:
    1.316
    Mi Piace Ricevuti:
    26
    certo che sono serio...vabbè che al lavoro mi annoio, ma sarei messo male se per vincere la noia mi inventerei i giri che poi nn farei :mrgreen: :mrgreen: :mrgreen: :mrgreen: :mrgreen:
    scherzi a parte (e il giro non è uno scherzo, lo faccio sul serio) per me la vera discriminante è l'asfalto in discesa: le salite prima o poi, per dure che siano (e sicuramente una buona parte di queste dure lo sono), finiscono...se invece becchi una buca male in discesa, se va bene finisce il giro con tutti annessi e connessi.
    quindi: in che verso lo consigliate? io avevo pensato di farlo in senso antiorario (partendo dal Fauniera da Demonte) perché così mi trovavo i falsipiani quasi tutti in discesa. Ma non ho fatto i conti con l'asfalto poiché nn conosco le zone
     
  6. salomone

    salomone Apprendista Velocista

    Registrato:
    21 Settembre 2009
    Messaggi:
    1.314
    Mi Piace Ricevuti:
    21
    Per le discese migliori devi scegliere il senso inverso, sia il Fauniera su Marmora, sia il Sampeyre su Sampeyre, sono nettamente peggiori.
    DIrezione Lombarda, Bonette, Vars, Agnello, Sampeyre, Fauniera meglio, anche salite più facili, ma forse questo a te non fa piacere...
     
  7. hulk

    hulk Maglia Gialla

    Registrato:
    4 Gennaio 2010
    Messaggi:
    10.873
    Mi Piace Ricevuti:
    291
    Il bello è che il pezzo peggiore per me è proprio quello dove il transito è concesso. bahhhhh lassamo perde:bua::bua::bua:
    oggi fatto ultima rifinitura prima di domenica.
    Stroppo, discesa su Elva ponte Marmora, Esischie, Castelmagno, Campomolino, Montemale.
    Se salto sul Kaiser:cry::cry: vuol dire che non ho recuperato Sampeyre, Morti e Piatta, bella scusante:mrgreen::mrgreen::mrgreen:
     
  8. hulk

    hulk Maglia Gialla

    Registrato:
    4 Gennaio 2010
    Messaggi:
    10.873
    Mi Piace Ricevuti:
    291
    Il giro a spanne è più di 9000metri. un bel giretto con poco piano. :-):-)
    Con tanta testa e un buon allenamento è fattibile, poi di sti tempi pedalando di notte forse si gode un po'di frescura!!!!!!!!!
     
  9. fabiopon

    fabiopon Apprendista Cronoman

    Registrato:
    19 Novembre 2009
    Messaggi:
    2.812
    Mi Piace Ricevuti:
    62
    Bho... con quel dislivello mi preoccuperei più delle salite!
    Comunque staremo a vedere... in bocca al lupo!
    Ps- ho visto il profilo dell'utente e dovrebbe riuscirci.
     
  10. MBerge

    MBerge Passista

    Registrato:
    10 Luglio 2013
    Messaggi:
    4.674
    Mi Piace Ricevuti:
    161
    Purtroppo la cosa fa incazzare... I comuni se ne lavano le mani in caso di danni, ma potrebbe non essere questo il problema peggiore per il malcapitato ciclista.
    Saranno soprattutto le assicurazioni a non risarcire alcun danno. E mettiamo il caso di un ciclista, padre di famiglia che facendosi il mutuo per la casa si è, giustamente, tutelato con un'assicurazione vita. Toccando ferro va lì e si fa male male (cosa che potenzialmente potrebbe succedere su ogni salita/discesa)..... L'assicurazione fa il gesto dell'ombrello e le conseguenze ricadono tutte su chi resta.

    Che poi questo sia avere una visione un pò pessimista son d'accordo... Ma non si tratta soltanto di multa/non multa o di un piccolo rimborso dall'amministrazione per un eventuale infortunio. Di prendermi 1000 euro dal comune se mi rompo un braccio o se spacco una ruota mi cambia poco. Ma lasciare ai miei eventuali figli e moglie un debito da 100.000 € con una fonte di reddito in meno in famiglia.... Lì la situazione diventa già più grave...

    In ogni caso.............. FACCIAMO SCHIFO!! Gli statuti speciali contano un **zzo, cosa conta realmente sono sprechi e priorità. E qui abbiamo purtroppo solo i primi...
     
  11. matteof93

    matteof93 Apprendista Cronoman

    Registrato:
    15 Settembre 2009
    Messaggi:
    3.269
    Mi Piace Ricevuti:
    47
    io spero che intervenga la provincia o la regione...poi va beh pazienza il sampeyre da sampeyre è forse il colle che mi piace meno di tutti infatti l'ho affrontato solo 2 volte. mi limiterò a elva e strada dei cannoni.
     
  12. hulk

    hulk Maglia Gialla

    Registrato:
    4 Gennaio 2010
    Messaggi:
    10.873
    Mi Piace Ricevuti:
    291
    Diciamo che uno che parte con l'idea di fare un giretto simile se non succede l'imponderabile, e non è un fanfaluco, lo porta a termine. Un po' più lento o un po' più veloce ma in fondo ci arriva.
    Sentiremo il suo resoconto.
    Mi ricorda un tale che una volta sti giri .........😩😩
    Ma tornerà, ahhh se tornerà!!!!
    P.S. ma devi sempre guardare di profilo? Mai di fronte🤔🤔?
     
  13. Violinbici

    Violinbici Apprendista Velocista

    Registrato:
    4 Luglio 2012
    Messaggi:
    1.320
    Mi Piace Ricevuti:
    19
    Ovviamente attendiamo resoconto!
    L'unica cosa se scendi dal fauniera su marmora occhio che la prima parte di discesa ha alcuni tratti sterrati.
    Sono molto corti (50 mt circa) ma in discesa fino a quota 1600 circa vai molto piano.
    Poi tratti lunghi di asfalto appena rifatto e perfetto da quota 1500 a circa 1200.


    Parere personale (non richiesto ):

    Io credo che 9000 d+ anche se si ha un super allenamento sia un po' come i tizi che mangiano per sfida 40 hamburger di fila...per carità ci vuole il fisico e io non arriverei meanche a 5, ma in ogni caso dopo stanno male anche loro.
    Comunque anche solo per dolori in sella a schiena e collo non potrei mai nemmeno immaginare una cosa simile.
    Se riesci a farlo e godertelo chapeau!
     
  14. roby1967

    roby1967 Apprendista Scalatore

    Registrato:
    18 Febbraio 2009
    Messaggi:
    1.946
    Mi Piace Ricevuti:
    36
    Occhio anche discesa dal col di sampeyre..c'è il divieto a salire..la discesa fa schifo..2 anni fa..ho bucato con i tubolari nuovi.
     
  15. hulk

    hulk Maglia Gialla

    Registrato:
    4 Gennaio 2010
    Messaggi:
    10.873
    Mi Piace Ricevuti:
    291
    Lo facessi adesso starei sicuramente male.
    Anni fa non ho patito praticamente nulla. Avrei fatto pure il giretto insulso che partiva un'ora dopo da Cuneo. Ma non ero solo e ho desistito.
    Ma di dolore manco l'ombra pure nei GG a seguire
     
  16. dave_and_roll

    dave_and_roll Apprendista Velocista

    Registrato:
    9 Settembre 2009
    Messaggi:
    1.316
    Mi Piace Ricevuti:
    26
    …magari riuscissi a mangiare 40 hamburger :D :D :D :D e berci dietro possibilmente 5 o 6 galloni di pepsi
    Per il resoconto dettagliato dovrai aspettare l’anno prossimo: alla fine, visto le varie incertezze su percorso e asfalto ho cambiato rotta e, facendo base 4 km sopra aosta (ho trovato l’hotel più economico del mondo, 45 euro cena e pernottamento) ho fatto il tour del monte bianco in senso antiorario. Se vuoi ti racconto quello.
    Nello specifico:
    Gran San Bernardo
    Col de Champex
    Col de la Forclaz
    Col des Montets
    Sella di Megeve
    Col des Saisies
    Col du Prè
    Parte finale della Cormet de Roselend
    Piccolo san Bernardo con la deviazione infame per la strada ‘alternativa’ dopo 6-7km dall’inizio
    Colle di San Carlo
    Per quanto riguarda i giri lunghi dipende in primis ovviamente dal percorso, poi da come li fai e soprattutto, per quanto mi riguarda, dal meteo che si trova: ieri e l’altro ieri, a parte sulla prima salita di ogni giornta(sul Gran San Bernardo ho trovato addirittura una piacevole pioggerellina da poco dopo Grignond fino in cima, poi discesa, a parte i primi 4 km asciutta), ho trovato un caldo massacrante che, nonostante mi sia idratato e reintegrato correttamente, mi ha sfiancato non poco. Difatti oggi, pur avendo fatto il giro in 2 giorni stando attendo a dosare lo sforzo, mi sento ancora affaticato dal caldo patito, non tanto dalla fatica per il percorso. Anche perché, come detto, l’ho fatto in modalità turistica, ovvero fermandomi a dormire (sto giro, secondo me in 24 ore si fa tranquillamente) e le salite, a parte San Carlo (ma partendo da la Thuile sono 6 km), ultimo pezzo di Col du Pre (fatto all’alba come prima salita del 2 giorno fa meno male rispetto a farlo in pieno pomeriggio, visto che il primo albero lo si incontra dopo 8km e le pendenze che arrivano e superano la doppia cifra) e deviazione infame, nn presentano mai pendenze che mettono in difficoltà.
    Quindi con i rapporti giusti, allenamento mentale giusto ed esperienza, si possono fare giri che sulla carta sembrerebbero molto complicati. Certo si fa fatica ma quella la si fa sempre in bici
     
  17. Violinbici

    Violinbici Apprendista Velocista

    Registrato:
    4 Luglio 2012
    Messaggi:
    1.320
    Mi Piace Ricevuti:
    19

    Sul caldo sfondi una porta aperta....non so come facciano i pro ad andare sempre uguale a 40 gradi o con la neve!

    Il discorso potenziale di cosa il nostro corpo e la nostra mente possano fare lo condivido...ma per fare certe cose da soli senza uno straccio di sponsorizzazione di Redbull o affini ci vuole un discreto grado di masochismo.
    In più noto che chi fa 6/7/8 colli per volta poi fatica a trovare significato in un normale giro di 2-3 e spesso finisce per disamorarsi della bici

    Comunque di sicuro hai capacità di resistenza mentale e fisica superiori alla media o-o
     
  18. dave_and_roll

    dave_and_roll Apprendista Velocista

    Registrato:
    9 Settembre 2009
    Messaggi:
    1.316
    Mi Piace Ricevuti:
    26
    guarda io ho notato in questi anni che l'importante è variare: quest’anno ho fatto 2 weekend di fila, gli ultimi 2 di giugno (mia moglie santa subito…però va detto che in uno dei 2 weekend era al mare ed io nn avrei potuto cmq raggiungerla) , in cui ho fatto 2 giri belli impegnativi, uno era una manifestazione organizzata e quello successivo no. Sai qual è stato successivamente il giro che mi è piaciuto di più? in settimana all’autodromo di Monza! La cui asperità maggiore è la salita dal serraglio, che ad occhio e croce saranno 2 metri di dislivello positivo. Questo perché? Perché la mia mente, come dici tu, si era abituata, assuefatta quasi alla montagna, perdendo se vuoi anche un po’ il gusto, la ricerca del particolare, del bello, che caratterizza la mente fresca. Quindi dopo il necessario defaticamento, ho resettato tutto e messo il cervello in modalità race e via dentro al gruppone a tutta. Ho fatto un’ora a manetta che mi ha rimesso al mondo. Poi per abbrivio sono arrivato a metà luglio, altro giro importante fatto con mente fresca.
    Poi necessario relax, giri con gli amici, sul lago con annesso bagno, salitelle prealpine. Poi da inizio agosto ripresa graduale (ero in vacanza sull’alto lario vicino alle montagne svizzere) con 1 giro medio, un giro un po’ più impegnativo in Svizzera inframezzati da alcune uscite sul lago senza strafare di massimo 3 ore (mattino prestissimo con annesso bagno e colazione a fine giro) fino ad arrivare a ieri e l’altro ieri. Ora necessario relax, poi vediamo, di obbiettivi stagionali (che paroloneeeeeeeeeeeeeeee) non ne ho più (anche perchè tra neanche 3 settimane mia moglie partorisce quindi…), in genere settembre ed ottobre navigo a vista e spesso vengono fuori delle uscite splendide vista l’imprevedibilità della cosa (in genere mi pongo 3-4 obbiettivi impegnativi, per i miei standards ovviamente, da fare tra maggio ed agosto, di conseguenza la prima parte dell’anno è finalizzata a quello, quindi gioco forza una certa preparazione me la devo fare…da settembre in poi tutto è concesso hahahahahhahaha).
    Quindi le cose fondamentali per me per non avere a noia la bici sono: PASSIONE, RIPOSO/RECUPERO, VARIARE (dare alla mente nuovi stimoli ogni tanti per nn farla addormentare, senza la testa nn si va da nessuna parte, non solo in salita.)
     
  19. Violinbici

    Violinbici Apprendista Velocista

    Registrato:
    4 Luglio 2012
    Messaggi:
    1.320
    Mi Piace Ricevuti:
    19

    Aaaaaaahhhhh! Ora si spiegano molte cose!

    Io mentre scrivo ho un pupetto di un mese e mezzo che mi dorme sulla pancia quindi capisco la "paura" di non poter più fare certe cose come prima e la volontà di fare il max finché si può.

    Io in realtà non ho perso nulla nonostante l'erede abbia un carattere bello esigente ma lo devo anche al fatto che 700-800 km in un mese a me son più che sufficienti
     
  20. hulk

    hulk Maglia Gialla

    Registrato:
    4 Gennaio 2010
    Messaggi:
    10.873
    Mi Piace Ricevuti:
    291
    E bravo te. Complimentissimi. Quella zona bazzicata poco. Solo gran s. Bernardo e colle Di. Carlo, ma dall'altro versante fortunatamente completamente in ombra, di cui non faccio per ovvie ragioni paragoni che altrimenti tornerei a denigrare qualcuno, più qualche cazzatinama qua e là.
    Per i lunghi+issimi , io direi per i molti che considerano un lungo quando passano i 100 km, per me ci va una buona testa in primis e poi almeno essere preparati su un percorso di almeno 3500/4000 metri. Da lì andando come dici tu in modalità turistica, su base personale si intende, fare il salto di un giro del genere non è poi così impossibile. Un buon faro è la sola cosa necessaria e il massimo sarebbe la compagnia di un amico più o meno della stessa forza. Per me, e adesso chissà cosa verrà giù, è stato quasi un piacere fare un giro diciamo impegnativo avendo a fianco un amico con cui dividere il percorso. Oltre tutto in caso di qualsiasi inconveniente non si sarebbe soli.
    Alla fine, casualmente, la tua scelta è caduta, sempre per caso e tirando sicuramente a sorte sicuramente tra tutte le regioni italiane, su di una regione guarda che caso ( e ribadisco CHE CASO) su di una regione a statuto speciale le cui strade fanno schifo al pari di tutte le altre regioni essendo piene di buche e voragini e i colli pieni di divieto di transito ai ciclisti e motociclisti 😂😂😂😂😂
    O forse mi sbaglio🤔🤔🤔
    Di nuovo complimenti, e chissà che il prossimo anno non ti possa seguire se andrai in modalità bradipo😂😂😂
     

Condividi questa Pagina