Ser pecora

Diretur
Membro dello Staff
16 Aprile 2004
15.225
2.800
94
dove capita
Dopo un incredibile attacco solitario Annemiek Van Vleuten ha vinto la maglia iridata sul circuito di Harrogate. Sola in testa per 104km l’olandese ha resistito fino al traguardo compiendo una sorta di cronometro individuale di 3h, per poi lasciarsi andare a meritate lacrime di gioia. A 36 anni 11 mesi e 20 giorni è la più anziana ciclista a vincere il titolo mondiale, battendo il record i Jeannie Longo del 1995.

Dietro la Van Vleuten doppietta olandese con Anna Van der Breggen (+2’15”), la quale ha controllato i tentativi di rincorsa alla compagna nel gruppo. Terza l’australiana Amanda Spratt (+2’28”).
Le migliori italiane Elisa Longo Borghini e Marta Bastianelli, 5^ e  7^.
 
 
 
Continue reading...


 

 

matteooooo

Novellino
25 Aprile 2008
61
15
grande Annemiek ma il resto delle partenti è stato mediocre se non peggio. Non riuscire a riprendere una che va in fuga a 105 dalla fine è un esempio lampante di mediocrità.
Esattamente come il calcio ... tra donne e uomini sono due sport diversi.
 

Maxfire

Apprendista Velocista
21 Settembre 2012
1.420
147
Roma
Bici
Specialized Tarmac Sl4
Ma come si fa a scrivere ed ancora peggio pensare ancora con questa presunzione e ignoranza allo sprort al femminile.
Froome 2 anni or sono mi pare che abbia fatto altrettanto al giro d Italia e nessuno giustamente si e azzardato a dare dei mediocri agli avversari. Qualche volta il silenzio sarebbe la soluzione migliore.
 

bradipus

Moderator
Membro dello Staff
23 Luglio 2009
18.399
2.750
la fatal Novara
Bici
qualunquemente
grande Annemiek ma il resto delle partenti è stato mediocre se non peggio. Non riuscire a riprendere una che va in fuga a 105 dalla fine è un esempio lampante di mediocrità.
Esattamente come il calcio ... tra donne e uomini sono due sport diversi.
il gesto della Val Vleuten è stato simile a quello dell'ultimo Fiandre di Gilbert (se non vogliamo andare all'ultima Liegi di Hinault, per non dire del mondiale di Adorni); se il resto delle partenti era mediocre lo era anche quello del Fiandre maschile del 2017...
 
Ultima modifica:

lucamox

Novellino
22 Gennaio 2015
13
12
52
Belo Horizonte, Minas Gerais, Brasile
Bici
Mandril HT
Van Vleuten semplicemente pazzesca.
E grandissima la Van Der Breggen che per i primi 50k ha annullato tutti i tentativi di organizzare un inseguimento.
Sinceramente mi aspettavo di piú nel finale dalla Dygert, ma questo non fa altro che dare valore alla prestazione della Van Vleuten.
Lo sport femminile merita grandissimo rispetto, anche il calcio... tra l'altro gli ultimi mondiali sono stati piú interessanti di quelli maschili, e le donne non si buttano per terra ad ogni spintarella.
 
  • Like
Reactions: bastianella31

matteooooo

Novellino
25 Aprile 2008
61
15
situazione totalmente diversa. Si veniva da tre settimane di corsa le energie erano quelle che erano e gli inseguitori non ne hanno azzeccata una lasciando il solo dumoulin ad inseguire.
Qui in una corsa il linea uno scatta su una salita dopo 40 km di corsa e nessuno, incluse intere formazioni come Francia, Germania e Polonia non riescono non dico a riprenderla ma addirittura perdono km dopo km.
Le cose sono due: AVV è un assoluto fenomeno o le altre sono scarse.
 

matteooooo

Novellino
25 Aprile 2008
61
15
Mica è mancanza di rispetto affermare che sono due sport diversi. Non mi verrai da dire che le tattiche e le strategie sono sono uguali tra uomini e donne? guarda solo la fase preparazione agli sprint.
L'anno scorso al mondiale un'altra olandese prima con quasi 4 minuti sulla seconda mentre gli uomini 11 nei primi 40 secondi ed i primi 4 in volata.
 

doublet

Pignone
22 Gennaio 2013
121
31
Bici
specialized roubaix sl2
per quanto ne capisco...
nelle gare selettive per le donne spesso emergono le individualità
vince la più forte del momento e le altre dietro proporzionalmente in base a quanto ne hanno
squadra zero, perché troppa differenza tra le componenti (a parte l’olanda)
però mi piace così!
 

robeambro

Apprendista Velocista
25 Aprile 2018
1.275
953
Scozia
Bici
S-Works SL6
Vince Evenepoel/MvdP stracciando la concorrenza in volata o con millemila km di fuga e sono fenomeni, vince Annemiek e il gruppo è mediocre e quasi il ciclismo femminile non è sport.

A volte mi chiedo, ma li sapete esprimere dei giudizi equilibrati? Non è sempre tutto bianco e nero, poi è veramente triste criticare lo sport femminile invece che essere di supporto.
 

matteooooo

Novellino
25 Aprile 2008
61
15
A volte mi sembra che per essere politically correct negate l'evidenza. Dire che le cicliste elite sono atleticamente inferiori agli uomini elite è sbagliato? dire che strategie e tattiche sono diverse è sbagliato? dire che la gara di ieri è stata, agonisticamente parlando, una rottura di coglioni è sbagliato? Dire che ieri c'erano due atlete fuori categoria è sbagliato e che le altre hanno corso in maniera mediocre è sbagliato?
 

bradipus

Moderator
Membro dello Staff
23 Luglio 2009
18.399
2.750
la fatal Novara
Bici
qualunquemente
A volte mi sembra che per essere politically correct negate l'evidenza. Dire che le cicliste elite sono atleticamente inferiori agli uomini elite è sbagliato? dire che strategie e tattiche sono diverse è sbagliato? dire che la gara di ieri è stata, agonisticamente parlando, una rottura di coglioni è sbagliato? Dire che ieri c'erano due atlete fuori categoria è sbagliato e che le altre hanno corso in maniera mediocre è sbagliato?
quindi, al mondiale di Imola del 1968, vinto da Adorni con quasi dieci minuti di vantaggio sul secondo dopo una fuga solitaria di 90 chilometri, è sbagliato dire che gli inseguitori (che si chiamavano Merckx, Van Springel, Anquetil, Poulidor...) erano mediocri?
 

matteooooo

Novellino
25 Aprile 2008
61
15
ma sei serio? stai paragonando il ciclismo del 68 con il ciclismo moderno? ma quanto sei a corto di argomenti per fare una cosa del genere?
 

bradipus

Moderator
Membro dello Staff
23 Luglio 2009
18.399
2.750
la fatal Novara
Bici
qualunquemente
ma sei serio? stai paragonando il ciclismo del 68 con il ciclismo moderno? ma quanto sei a corto di argomenti per fare una cosa del genere?
perché non era ciclismo anche quello? non pedalavano forse su delle biciclette con i cambi? quali differenze eclatanti rilevi da quello attuale?
se vuoi, comunque, ti parlo della Roubaix 2012 di Boonen, o ti cito di nuovo il Fiandre di Gilbert...
 

ascia69

Apprendista Velocista
1 Ottobre 2007
1.452
57
50
Umbro, Genovese d'adozione
Bici
RIDLEY ORION, Vitus Chrono Simoncini cx
ma sei serio? stai paragonando il ciclismo del 68 con il ciclismo moderno? ma quanto sei a corto di argomenti per fare una cosa del genere?
In realtà la Van Vleuten fa un’altro sport rispetto alle altre ragazze, ne parlava la Bastianelli nel dopo gara non senza una punta polemica, sostenendo che lei vive solo di bici e non ha niente altro, al contrario suo che ha anche una famiglia......La mia opinione che se uno rispetta le regole della propria vita fa quello che vuole, quindi anche fare allenamenti da fachiro come fa la Van Vleuten; naturalmente questo fa sì che abbia spostato l’asticella ad un livello tale che le altre ragazze si possono solo sognare.
 
  • Like
Reactions: bastianella31

bradipus

Moderator
Membro dello Staff
23 Luglio 2009
18.399
2.750
la fatal Novara
Bici
qualunquemente
In realtà la Van Vleuten fa un’altro sport rispetto alle altre ragazze, ne parlava la Bastianelli nel dopo gara non senza una punta polemica, sostenendo che lei vive solo di bici e non ha niente altro, al contrario suo che ha anche una famiglia......La mia opinione che se uno rispetta le regole della propria vita fa quello che vuole, quindi anche fare allenamenti da fachiro come fa la Van Vleuten; naturalmente questo fa sì che abbia spostato l’asticella ad un livello tale che le altre ragazze si possono solo sognare.
non solo la Van Vleuten, ma anche la Vos e diverse olandesi... in generale il movimento olandese è molto più professionistico rispetto a quello di altri paesi, anche se alcune nostre ragazze (Longo Borghini e Paternoster in primis) corrono in squadre molto simili a quelle della Van Vleuten (e della Spratt), cioè in squadre femminili che sono la diretta emanazione delle corrispettive maschili (Trek e Mitchelton Scott, nei due casi citati).
sarebbe auspicabile una estensione di questo modello anche da parte delle altre squadre top, per una ulteriore crescita del movimento femminile.
il caso della Bastianelli è poi abbastanza particolare, perché è anche mamma (come la Deignan, del resto).
 
  • Like
Reactions: bastianella31

matteooooo

Novellino
25 Aprile 2008
61
15
perché non era ciclismo anche quello? non pedalavano forse su delle biciclette con i cambi? quali differenze eclatanti rilevi da quello attuale?
se vuoi, comunque, ti parlo della Roubaix 2012 di Boonen, o ti cito di nuovo il Fiandre di Gilbert...
Allora la AVV quest'anno a 36 anni ha nel palmares
- Strade bianche, LBL, 2^ Giro delle fiandre e Freccia Vallone
- Vittoria al giro d'Italia (generale, punti e KOM)
- Vittoria a cronometo campionati nazionali e 3^ ai mondiali.
l'anno scorso tanta roba ma non lontanamente paragonabile a quest'anno.

Quando mi citerai un dominio del genere da parte di un uomo ti potrò anche dare ragione.

PS se non ti sei reso conto di quanto è cambiato il ciclismo in 50 anni forse abbiamo un problema.
 

matteooooo

Novellino
25 Aprile 2008
61
15
non solo la Van Vleuten, ma anche la Vos e diverse olandesi... in generale il movimento olandese è molto più professionistico rispetto a quello di altri paesi, anche se alcune nostre ragazze (Longo Borghini e Paternoster in primis) corrono in squadre molto simili a quelle della Van Vleuten (e della Spratt), cioè in squadre femminili che sono la diretta emanazione delle corrispettive maschili (Trek e Mitchelton Scott, nei due casi citati).
sarebbe auspicabile una estensione di questo modello anche da parte delle altre squadre top, per una ulteriore crescita del movimento femminile.
il caso della Bastianelli è poi abbastanza particolare, perché è anche mamma (come la Deignan, del resto).
così state avvalorando la mia tesi che ci sono due-tre atlete fuori categoria ed il resto è mediocrità ;-)
 

bradipus

Moderator
Membro dello Staff
23 Luglio 2009
18.399
2.750
la fatal Novara
Bici
qualunquemente
Allora la AVV quest'anno a 36 anni ha nel palmares
- Strade bianche, LBL, 2^ Giro delle fiandre e Freccia Vallone
- Vittoria al giro d'Italia (generale, punti e KOM)
- Vittoria a cronometo campionati nazionali e 3^ ai mondiali.
l'anno scorso tanta roba ma non lontanamente paragonabile a quest'anno.

Quando mi citerai un dominio del genere da parte di un uomo ti potrò anche dare ragione.

PS se non ti sei reso conto di quanto è cambiato il ciclismo in 50 anni forse abbiamo un problema.
tra gli uomini c'è più specializzazione, con polarizzazione tra specialisti di classiche da una parte e di grandi giri dall'altra.
e non è detto che sia una cosa positiva: infatti, secondo me, l'ultimo dei grandi è stato Hinault, capace di vincere in un anno, mondiale, Giro, Liegi e Romandia.
è così cambiato il ciclismo dai tempi del bretone? non lo so, non mi sembra, se non nella suddetta specializzazione.
che, ripeto, non è detto che sia un bene.

ps: gli avversari di Hinault erano mediocri? non mi pare...

ppss: spesso trovo più interessanti le gare femminili di quelle maschili, dove sovente la gara si accende a pochi chilometri dall'arrivo.
curioso che tanti si lamentino che nelle gare maschili non ci sia battaglia da lontano, poi quando questo avviene in quelle femminili allora si dice che è a causa della mediocrità delle concorrenti...
 
Ultima modifica:
  • Like
Reactions: bastianella31