Questo sito contribuisce alla audience de

Movimento scorretto ginocchio pedalando

CANNONDALE10

Apprendista Scalatore
Ma cosa ti è successo ?
Uso anch' io la pallina da tennis, poi ho spiegato a mia moglie come sciogliermi le contratture, di solito mi vengono quando esagero a spostare dei tronchi nei boschi, ma lei non è molto brava, quindi se posso e se ci arrivo mi arrangio da solo.
nel lontano 2001 fui investito da una macchina (stavo facendo una passeggiata) e lì riportai diverse fratture (astragalo, malleolo, quinto metatarso dx e frattura anche piede sx) ho subito 4 interventi sul piede dx. poi nel 2013 caduta in mtb e frattura del piatto tibiale e sempre quinto metatarso sx poi nel 2019 frattura grande trocantere dx . dopo 15 gg dalla frattura del grande trocantere sono risalito in bici ma alla visita di controllo dopo 30 gg l'ortopedico amico di famiglia mi fà : Caro tutto ok vai tranquillo, si è solo risaldato un pò spostato il grande trocantere e poi " ti ci sta bene te lo avevo detto di rimanere a riposo". :mrgreen::mrgreen: .
 

danandr

Pedivella
nel lontano 2001 fui investito da una macchina (stavo facendo una passeggiata) e lì riportai diverse fratture (astragalo, malleolo, quinto metatarso dx e frattura anche piede sx) ho subito 4 interventi sul piede dx. poi nel 2013 caduta in mtb e frattura del piatto tibiale e sempre quinto metatarso sx poi nel 2019 frattura grande trocantere dx . dopo 15 gg dalla frattura del grande trocantere sono risalito in bici ma alla visita di controllo dopo 30 gg l'ortopedico amico di famiglia mi fà : Caro tutto ok vai tranquillo, si è solo risaldato un pò spostato il grande trocantere e poi " ti ci sta bene te lo avevo detto di rimanere a riposo". :mrgreen::mrgreen: .
e io che voglio abbandonare la bici per un irrisolvibile dolore sul sellino.
@CANNONDALE10 nonostante i tuoi tanti problemi riesci anche a dare consigli ad altri, tanta stima.
 

golias

Velocista
nel lontano 2001 fui investito da una macchina (stavo facendo una passeggiata) e lì riportai diverse fratture (astragalo, malleolo, quinto metatarso dx e frattura anche piede sx) ho subito 4 interventi sul piede dx. poi nel 2013 caduta in mtb e frattura del piatto tibiale e sempre quinto metatarso sx poi nel 2019 frattura grande trocantere dx . dopo 15 gg dalla frattura del grande trocantere sono risalito in bici ma alla visita di controllo dopo 30 gg l'ortopedico amico di famiglia mi fà : Caro tutto ok vai tranquillo, si è solo risaldato un pò spostato il grande trocantere e poi " ti ci sta bene te lo avevo detto di rimanere a riposo". :mrgreen::mrgreen: .
Giusto per bilanciare :-P
Un pò sfigato e un pò te le vai a cercare :mrgreen:
Non si può certo dire che manchi di carattere ;-)
 

CANNONDALE10

Apprendista Scalatore
Giusto per bilanciare :-P
Un pò sfigato e un pò te le vai a cercare :mrgreen:
Non si può certo dire che manchi di carattere ;-)
il carattere non mi manca, quando vado in bici a costo di andare a 2 kmh ma vado è uno sport che adoro e stò cercando di tutto per renderlo anche leggermente meno "doloroso". poi io sono il tipo che se andando in bici sento un dolore penso subito : vabbè mi sto abituando alla posizione e continuo ad andare magari peggiorando il tutto.
 

CANNONDALE10

Apprendista Scalatore
per tentare di ovviare il problema al piede dx ho anche acquistato le zen cleat e devo dire che se ci lavoro un pò sù con l'aggiunta di qualche spessore un leggero sollievo e senso di facilità nella pedalata me la dà. Rimane il dubbio di come sistemare per bene in fase di spinta l'appoggio della pianta del piede che in fase di discesa tende al valgismo. stavo pensando di mettere lungo tutta la soletta esterna uno spessore di 1 / 2 mm e vedere come và. non posso esagerare perchè dopo il tallone tende ad allargare verso l'esterno portandosi dietro tutta la gamba con il ginocchio che quindi mi andrebbe a sbattere sul telaio . Insomma un casotto
 

Nicola's

Apprendista Scalatore
Ti rispondo qui anche se ho letto l'altro tuo post e problematica.
Se vuoi provare a risolvere fai in questo modo:
-Bici al chiodo x 2 settimane
-Non chiedi e scrivi più nulla sul forum x 2 settimane
-Non cerchi più informazioni sulla tua problematica x 2 settimane
- E fai questi UNICI 2 esercizi di stretching tutti i giorni...Max 10' x volta.
Il primo x catena posteriore: polpacci, ischiocrurali,glutei,lombari, paravertebrali, dorsali.
Tieni i piedi a martello.
Il secondo x catena anteriore: tibiale, quadricipite, psoas, adduttori, retto addominale.
LEGGERA tensione e tenere posizione x 1' x volta.
Tra 2 settimane dicci come va.Vedi l'allegato 186318 Vedi l'allegato 186319
Fylooo spiegami come fare questi due esercizi... non ho pratica di palestra quindi che significa 10’ x volta... poi i piedi attaccati al muro o liberi.
 

fylooo

Scalatore
Fylooo spiegami come fare questi due esercizi... non ho pratica di palestra quindi che significa 10’ x volta... poi i piedi attaccati al muro o liberi.
Primo esercizio ti siedi x terra con gambe distese in avanti e piedi uniti.
Piedi a martello ( con punte verso di te) e ti allunghi in avanti fino ad afferrare i piedi.
Se non ci arrivi (è la normalità all'inizio) fai passare una cintura sotto la pianta dei piedi...la afferri con una mano x parte e ti allunghi fino dove arrivi.

Secondo esercizio vedi immagine.
Se fatichi all'inizio fallo posizionato a fianco letto/divano con gamba che deve essere trazionata dalla caviglia sul letto/divano e l'altra piegata in avanti a terra (va benissimo ugualmente).

X entrambi devi arrivare ad una LEGGERA tensione e mantenerla costante x 1 minuto.
Man mano che mantieni dovresti riuscire ad aumentare range di flessione.
Bastano 5 minuti x esercizio x un totale quindi di 10 minuti.
Quindi x ogni esercizio dovresti riuscire a fare 3-4 serie appunto da 1 minuto l'una.
 

golias

Velocista
Primo esercizio ti siedi x terra con gambe distese in avanti e piedi uniti.
Piedi a martello ( con punte verso di te) e ti allunghi in avanti fino ad afferrare i piedi.
Se non ci arrivi (è la normalità all'inizio) fai passare una cintura sotto la pianta dei piedi...la afferri con una mano x parte e ti allunghi fino dove arrivi.
Azz.. non credevo fosse la normalità non arrivare a prendersi le punte dei piedi :roll:
 

Nicola's

Apprendista Scalatore
Primo esercizio ti siedi x terra con gambe distese in avanti e piedi uniti.
Piedi a martello ( con punte verso di te) e ti allunghi in avanti fino ad afferrare i piedi.
Se non ci arrivi (è la normalità all'inizio) fai passare una cintura sotto la pianta dei piedi...la afferri con una mano x parte e ti allunghi fino dove arrivi.

Secondo esercizio vedi immagine.
Se fatichi all'inizio fallo posizionato a fianco letto/divano con gamba che deve essere trazionata dalla caviglia sul letto/divano e l'altra piegata in avanti a terra (va benissimo ugualmente).

X entrambi devi arrivare ad una LEGGERA tensione e mantenerla costante x 1 minuto.
Man mano che mantieni dovresti riuscire ad aumentare range di flessione.
Bastano 5 minuti x esercizio x un totale quindi di 10 minuti.
Quindi x ogni esercizio dovresti riuscire a fare 3-4 serie appunto da 1 minuto l'una.
Grazie Fylooo come sempre chiaro e cristallino, le punte (come da foto) arrivo a toccarle tranquillamente, l’unico dubbio che mi rimane è se le piante dei piedi devono toccare vicino ad un muro...
 

golias

Velocista
Grazie Fylooo come sempre chiaro e cristallino, le punte (come da foto) arrivo a toccarle tranquillamente, l’unico dubbio che mi rimane è se le piante dei piedi devono toccare vicino ad un muro...
E perchè mai ?
L'esercizio se non ho capito male riguarda i muscoli della gamba e probabilmente anche i glutei e lombali.
 

Nicola's

Apprendista Scalatore
E perchè mai ?
L'esercizio se non ho capito male riguarda i muscoli della gamba e probabilmente anche i glutei e lombali.
Chiedevo, appunto, se l’esercizio lo compi con i piedi appoggiati al muro o non, così da non vincolare le anche o viceversa ad eventuali dismetrie... la cosa cambia radicalmente tra uno e l’altro modo.
 

fylooo

Scalatore
Azz.. non credevo fosse la normalità non arrivare a prendersi le punte dei piedi :roll:
Behhh la catena posteriore è quasi sempre accorciata nell'uomo moderno...non è raro trovare chi inizialmente va appena oltre le ginocchia con le mani!
L'ideale sarebbe arrivare al punto di riuscire ad afferarsi le piante dei piedi con i palmi delle mani.
Parlo sempre dell'esercizio da immagine seduto sul pavimento ehhh...
 

fylooo

Scalatore
Grazie Fylooo come sempre chiaro e cristallino, le punte (come da foto) arrivo a toccarle tranquillamente, l’unico dubbio che mi rimane è se le piante dei piedi devono toccare vicino ad un muro...
No no niente muro...se arrivi giá a toccarmi le punte dei piedi cerca di piegare bene i piedi a martello e tirare con le mani le punte dei piedi verso di te...sentirari polpacci e femorali tirare e allungarsi bene...
Presta attenzione ad arrivare a sentire la muscolatura di entrambe le gambe che arriva ad allungarsi alla stessa maniera.
 

CANNONDALE10

Apprendista Scalatore
salve ragazzi, una info. a vostro parere per cercare di attenuare eventuali dismetrie è preferibile una posizione alta e raccolta , oppure ????? questa settimana ho provato una posizione alta ed arretrata solo che non è il massimo. ho avvertito indolenzimento al quadrato dei lombi , leggero dolore esterno ginocchio dx (quello della caviglia bloccata) e fastidio al collo , tendo poi a far scendere tanto il tallone. un salutone e grazie
 

xVALERIOx

Apprendista Velocista
salve ragazzi, una info. a vostro parere per cercare di attenuare eventuali dismetrie è preferibile una posizione alta e raccolta , oppure ????? questa settimana ho provato una posizione alta ed arretrata solo che non è il massimo. ho avvertito indolenzimento al quadrato dei lombi , leggero dolore esterno ginocchio dx (quello della caviglia bloccata) e fastidio al collo , tendo poi a far scendere tanto il tallone. un salutone e grazie
Più ti allontani dai pedali , e più fai danni ....perché compensi con dei muscoli che non servono a niente in bici ....
In bici si sta seduti , non appesi...
Quindi altezza e arretramento giusti , sella possibilmente il più orizzontale possibile (bolla ) e racchette posizionate nel punto giusto...
 

golias

Velocista
questa settimana ho provato una posizione alta ed arretrata solo che non è il massimo.
Ovvio che non è il massimo.. ti ritrovi appeso a dover recuperare una distanza che cerca la tua fisiologia.
Se arretri devi anche abbassare.. spostare le tacchette.. alzare i comandi, c'è una sorta di triangolo da mantenere nella posizione; non è che ti puoi spostare a piacimento.. o meglio lo puoi fare ma poi ne paghi le conseguenze quando vai sotto sforzo e nelle lunghe distanze ;-)
 

golias

Velocista
Quindi altezza e arretramento giusti , sella possibilmente il più orizzontale possibile (bolla ) e racchette posizionate nel punto giusto...
Attenzione che il punto giusto delle Tacchette.. è in funzione della tipologia di scarpa (o meglio della conformazione della suola)
Ho 4 paia di scarpe diverse e non ce n'è una uguale all'altra e la misura delle tacchette differisce anche di 2-3 mm per riuscire ad ottenere un punto di spinta omogeneo per tutte le 4 paia.
 
Alto