Oetztaler Radmarathon 27.8.2017...per quelli che ancora sognano

Discussione in 'Granfondo' iniziata da Tapinaz, 1 Novembre 2016.

  1. Tapinaz

    Tapinaz Maglia Gialla

    Registrato:
    3 Giugno 2005
    Messaggi:
    10.401
    Mi Piace Ricevuti:
    372
    Se ha una delegata sud tirolese od altoatesina, non mi faccio problemi, ma poi vado fuori tempo massimo.:mrgreen:

    Tu [MENTION=56530]dagos[/MENTION] ormai hai scritto così tanto in questo topic, che non puoi più tirarti indietro
     
  2. dagos

    dagos via col vento

    Registrato:
    19 Maggio 2013
    Messaggi:
    9.647
    Mi Piace Ricevuti:
    441
    Eh mi sa che hai ragione... visto che coincide con le intenzioni di rapportoagile :wacko:
     
  3. Tapinaz

    Tapinaz Maglia Gialla

    Registrato:
    3 Giugno 2005
    Messaggi:
    10.401
    Mi Piace Ricevuti:
    372
    Oetztaler Radmarathon 26.8.2018...traumatizziamoci
     
  4. rapportoagile

    rapportoagile Moderatoren

    Registrato:
    20 Agosto 2008
    Messaggi:
    13.046
    Mi Piace Ricevuti:
    517
    :mrgreen:

    :-x

    Mi stai dando del "diversamente giovane"???:mrgreen::mrgreen:
    Dopo la mia bellissima esperienza del 2011, ma devastante a livello fisico, ho capito che una prova del genere si affronta solo se si è preparati adeguatamente. Ovviamente non parlo di classifica, ma solo di portarla a termine in condizioni psicofisiche accettabili.
    Significa soprattutto avere nelle gambe i "lunghi", e per forza di cosa un determinato chilometraggio: c'è chi dice almeno 6/7000 km, chi di più.
    Certo che i miei 3000 km del 2011 erano insufficenti, probabilmente e questa "carenza" ha presentato il conto salato sul Rombo. Ancora oggi mi dico che sono stato bravissimo ad arrivare a Sölden, perché in quelle condizioni era quasi logico salire sul camion scopa. Ma ha prevalso la voglia di dire "avevo un sogno, e l'ho esaudito", aiutata da quel pizzico (abbondante) di masochismo, e da una testa dura che ha imposto al corpo di andare ben oltre le proprie possibilità. È andata, sono felice, ma se non sarò in grado di prepararmi meglio, non ci penso neppure di sottopormi a quella "dolce tortura"o-o
     
  5. dagos

    dagos via col vento

    Registrato:
    19 Maggio 2013
    Messaggi:
    9.647
    Mi Piace Ricevuti:
    441
    Queste affermazioni farebbero il palo con quanto chiesto da me molti post orsono :mrgreen:
    Ma non voglio seminare zizzania... era giusto per avere una conferma a quanto andavo dicendo-scrivendo o-o
     
  6. never give up!

    never give up! foggy mod.

    Registrato:
    9 Gennaio 2010
    Messaggi:
    16.011
    Mi Piace Ricevuti:
    731
    definisci lungo per preparare un oetztaler (km e D+) e quanti ...

    altrimenti questa "diatriba" non avrà mai fine..:mrgreen:



    p.s. visti i risultati prossimo anno penso di ridurre un po' ;-)
     
  7. panta41

    panta41 Pedivella

    Registrato:
    18 Marzo 2012
    Messaggi:
    410
    Mi Piace Ricevuti:
    22
    Bellissima Emiliano!!! Potrebbe essere il titolo della prossima discussione, che a breve dovrai aprire!!!
     
  8. dagos

    dagos via col vento

    Registrato:
    19 Maggio 2013
    Messaggi:
    9.647
    Mi Piace Ricevuti:
    441
    Visto che non sono stato io a riaprire quella che tu chiami diatriba... lasciamo che sia [MENTION=10802]rapportoagile[/MENTION] a definire quello che per lui è un lungo, poi nel caso vediamo se collima con quello che penso io. o-o
     
  9. rapportoagile

    rapportoagile Moderatoren

    Registrato:
    20 Agosto 2008
    Messaggi:
    13.046
    Mi Piace Ricevuti:
    517
    Ricordo la discussione.
    Non ho più tanta esperienza con le Granfondo, non ne faccio da più di un decennio, e non entro in merito a come allenarsi per una Ötztaler; se fare tanti lunghi, o farne pochi ma mirati; fino a quanto tempo prima della Ötzi....boh non lo so. Ma mi pare ovvio e scontato che, come fu nel mio caso, se ti presenti al via di Sölden, con 3000 km nelle gambe, con pochi lunghi, di cui il più lungo di ca. 140 km e 2700 m di dislivello...non puoi certo sperare nel miracolo, visto che alla Ötzi devi fare 100 km in più, e il doppio del dislivello . Più di un conoscente mi disse che in quelle condizioni non sarebbe neppure partito; ma io ho pensato: "ho pagato, mi faccio un weekend a Sölden, la domenica parto e vada come vada". Ed è andata, tanto che sono ancora qui a raccontare...e a ricordare.
     
    #1989 rapportoagile, 30 Agosto 2017
    Ultima modifica: 30 Agosto 2017
  10. panta41

    panta41 Pedivella

    Registrato:
    18 Marzo 2012
    Messaggi:
    410
    Mi Piace Ricevuti:
    22
    Rifatta e terminata da sessantino...Devo dire che ha un sapore molto particolare!!! Sicuramente la soddisfazione mi sembra maggiore...
     
  11. never give up!

    never give up! foggy mod.

    Registrato:
    9 Gennaio 2010
    Messaggi:
    16.011
    Mi Piace Ricevuti:
    731
    voglio la tua idea,
    anch'io faccio lunghi, chiamo lungo un giro di 5/6h (120-140km) (di questi ne faccio abbastanza)
    lunghissimo se arrivo a 7h30'...(relativamente pochi 2/4)

    e per alcuni sono già esagerati, e probabilmente è vero, ma ogni tanto mi piace stare in giro in bici...

    naturalmente escludendo GF che comportano durate superiori (es. Sportful)
     
  12. dagos

    dagos via col vento

    Registrato:
    19 Maggio 2013
    Messaggi:
    9.647
    Mi Piace Ricevuti:
    441
    Ecco appunto... siamo dello stesso pensiero solo che tu lo hai verificato di persona, io, se possibile, vorrei evitarlo e dato che non ho velleità agonistiche ma solo l'intenzione di arrivare con la possibilità di riconoscere chi mi corre incontro all'arrivo... sono certo che almeno un paio di lunghi nei mesi precedenti la maratona dovrei farli... se non proprio come la maratona quasi... quindi oltre i 200km e all'incirca 4000 dsl... giusto per allenare mente e corpo ad una mazzata del genere... dato che Non li ho mai fatti e l'età è ben oltre la tua di quella che è stata per te la scalata del secolo :mrgreen:
     
  13. dagos

    dagos via col vento

    Registrato:
    19 Maggio 2013
    Messaggi:
    9.647
    Mi Piace Ricevuti:
    441
    Oddio voglio e leggermente imperativo e lo indico spesso anche a mia figlia di soli 3 anni che l'erba voglio esiste solo nel palazzo del Re.
    Per me 120-140 km rientrano ancora nel medio... lungo sei a cavallo dei 200 km, ma significa tutto e niente se l'impegno profuso resta nei minimi termini come lo sono i vari lunghi che faccio di solito (perimetro lago di garda partendo da casa sono oltre i 200 o casa mare che anche in quel caso si va poco oltre) ma i dislivelli sono decisamente abbordabili seppur in distanze ragguardevoli... quindi significano poco e niente.
    Forse mi troverò costretto a fare un salto a Solden ben prima della fatidica data... sempre e se avrò tempo e voglia.
     
  14. never give up!

    never give up! foggy mod.

    Registrato:
    9 Gennaio 2010
    Messaggi:
    16.011
    Mi Piace Ricevuti:
    731
    ok, quindi ritieni fondamentale arrivare alla distanza e dislivello gara.
    non condivido, come si era capito, ma va bene.
     
  15. rapportoagile

    rapportoagile Moderatoren

    Registrato:
    20 Agosto 2008
    Messaggi:
    13.046
    Mi Piace Ricevuti:
    517
    Fondamentale forse no, ma utilissimo per "capire" cosa ti aspetta sì.
    Tu e molti di voi, siete granfondisti collaudati e sapete gestirvi meglio che i "dilettanti allo sbaraglio" come me (noi).
    Penso che almeno uno o due lunghi, non dico come la Ötzi ma quasi, siano sì fondamentali. Se faccio al massimo 150/160 km e 3000 m di dislivello, già solo psicologicamente non ce la posso fare a percorrere ulteriori 80km e 2300 m di dislivello; se invece li ho percorsi almeno una gran parte in allenamento posso sperare che la Ötzi sarà alla mia portata.o-o
     
  16. never give up!

    never give up! foggy mod.

    Registrato:
    9 Gennaio 2010
    Messaggi:
    16.011
    Mi Piace Ricevuti:
    731
    beh, ma potrebbe essere il paradosso che ho già descritto...

    ad un principiante che va in bici da 6 mesi...che magari ha fatto al max una 70-ina di km, e chiede consigli per arrivare a 100km diciamo che per fare 100km deve farne 100 in preparazione???
    il mio discorso si riduce a questo...

    poi non dico mica di affrontare la oetzy con un max di 100 km nelle gambe, ma non condivido la tesi sulla necessità di provare prima la distanza di gara, quando arrivi a 2/3 è sufficiente IMHO, poi, come detto, ti piace stare in bici, fai pure...;-)
     
  17. rapportoagile

    rapportoagile Moderatoren

    Registrato:
    20 Agosto 2008
    Messaggi:
    13.046
    Mi Piace Ricevuti:
    517
    Non credo sia necessaria la distanza e il dislivello della gara, ma almeno "avvicinarsi" un paio di volte sì. Almeno è quello che farei se un giorno decidessi di riprovarci....
     
    A never give up! piace questo elemento.
  18. lore78

    lore78 Pedivella

    Registrato:
    13 Settembre 2011
    Messaggi:
    412
    Mi Piace Ricevuti:
    52
    Non ho seguito la discussione in materia, ma rispetto a questa specifica questione mi sento di dire questo.

    L'allenamento è equilibrio tra carico e freschezza. Sono pochissimi quei motori che possono permettersi carichi di lavoro intensivi a ridosso di una ORM e generalmente bisogna essere abbastanza giovani, perché più in là si va e più i tempi di recupero si allungano.
    Il rischio è quello di partire già stanchi.
    Al contempo, sono altrettanto convinto che - salvo rarissimi ed eccellenti motori - per noi "umani" sia pressoché impossibile simulare le condizioni di gara, perché la prima cosa irriproducibile sono le condizioni mentali del giorno della GF, che a loro volta sono un fattore determinante la prestazione (insieme all'alimentazione, di cui poco si parla).
    Soprattutto, non serve fare 5.000 metri di dislivello se se ne ha solo 2.000 di autonomia. Disintegrarsi non significare riprodurre le sofferenze del giorno della gara.

    Con una battuta, si potrebbe dire che una GF come la ORM "o la prepari sempre, o non la prepari mai" (se la vuoi fare al meglio). I km vanno accumulati giornalmente quanto meno già dalla primavera, facendo tanta qualità (che solo per i primissimi anni di "carriera" è spostare in alto il picco di prestazione, per gli altri è accelerare i tempi di recupero), per arrivare poi a luglio e agosto in grado di fare 180 km e 3000-3500 m con passo costante (al netto della "giornata no"). Uscite più lunghe e con maggior dislivello sono un lusso riservato a pochissimi (e comunque raramente ho visto quelli forti andare in allenamento oltre i 4.000-4.100). Un lungo, per me, non è altro che la massima distanza percorribile prima di cominciare a trascinarsi. Se proprio uno vuole fare il classico 200one, sarebbe bene riducesse il dislivello a max 2.500 m, inserendo tratti di pianura in cui sforzarsi avere una pedalata rotonda e in spinta, ora al vento, ora in scia (mentre troppo spesso consideriamo la pianura un inutile fastidio tra una discesa e la successiva salita).
    Per fare le simulazioni di ORM ci sono ottime GF (Sporful, Fausto Coppi, ecc...) che cadono in periodo ideale, perché consentono per tempo di correggere il tiro della preparazione se necessario.
    Ultima cosa che mi sento di consigliare vivamente è di curare il peso. Senza arrivare ai livelli dei prof (inquietante l'intervista rilanciata anche da questo forum a Daniel Martin, che ammette che molti di loro hanno problemi di alimentazione), non avete idea di cosa vuol dire presentarsi correttamente magri in GF che hanno dislivelli come questi.

    Mi scuso se mi sono espresso in maniera un po' confusa, ma sono pensieri sparsi "rubati" al lavoro.

    o-o
     
    A Airone del Chianti piace questo elemento.
  19. CRAMPO

    CRAMPO Apprendista Passista

    Registrato:
    9 Giugno 2009
    Messaggi:
    907
    Mi Piace Ricevuti:
    26
    La soluzione non esiste... Io non ho fatto più di 150/160km e 2500d+ solo un paio di volte e l'ho finita.. Ma io non ho metodo.. Se vuoi sentirti più tranquillo fai i lunghi con d+ esagerati che vuoi ma potresti ottenere di più con allenamenti mirati e non massacranti.. Se invece come me la qualità non sai cosa sia dacci dentro a più non posso e 10 giorni prima pensa seriamente al recupero
     
  20. CRAMPO

    CRAMPO Apprendista Passista

    Registrato:
    9 Giugno 2009
    Messaggi:
    907
    Mi Piace Ricevuti:
    26
    Messaggio doppio
     

Condividi questa Pagina