Oetztaler Radmarathon 27.8.2017...per quelli che ancora sognano

Discussione in 'Granfondo' iniziata da Tapinaz, 1 Novembre 2016.

  1. cactaceo

    cactaceo Pedivella

    Registrato:
    30 Giugno 2010
    Messaggi:
    469
    Mi Piace Ricevuti:
    12
    Il sogno è realizzato ma che fatica
    Causa lavoro e caduta in bici a giugno non ero preparato al meglio ma non potevo fallire. Ho fatto andatura x passare il Giovo anche con il rischio di saltare poi passato il cancello è stato un continuo calare ma sapevo che il Rombo in qualche modo l'avrei scalato. Ho beccato l'acqua sulle ultime ampe del Rombo ma ho fatto in tempo anche a vedere un bellissimo arcobaleno che mi ha accompagnato proprio agli ultimi tornanti. Uscito dalla galleria mi veniva da piangere, tanta fatica ma tanta soddisfazione
    So Voi forumisti facevate il tifo xche' c'è la facessi e non potevo deludervi.
    Nella classifica sono all'ultima pagina, dopo me sono arrivati solo in 49 ma non m'interessa la posizione, ho la mia maglietta e me la coccolo, anche se è + adatta a un puffo che a Me
    Un saluto a tutti i forumisti che ho incontrato e complimenti a tutti

    PS questa volta ho partecipato alla presentazione del sabato e sono anche stato attento agli orari
     
    #1941 cactaceo, 28 Agosto 2017
    Ultima modifica: 28 Agosto 2017
    A Tapinaz piace questo elemento.
  2. Kaiser Jan

    Kaiser Jan Apprendista Scalatore

    Registrato:
    19 Maggio 2010
    Messaggi:
    2.043
    Mi Piace Ricevuti:
    51
    Siete tutti dei miti .... avendola fatta nel 2009 e 2010 conosco la GF e le sue difficoltà, e leggendo i vostri messaggi,rivivo ancora quelle ore sulla bici,la durezza,la fatica ma soprattutto la soddisfazione di tagliare il traguardo. COMPLIMENTI a tutti.
     
    A rottweiller piace questo elemento.
  3. CRAMPO

    CRAMPO Apprendista Passista

    Registrato:
    9 Giugno 2009
    Messaggi:
    904
    Mi Piace Ricevuti:
    23
    Mi riferisco al fatto che anche quest'anno io i 238 km e i 5500d+ proprio non li ho visti.. É già dura senza mettere numeri spropositati.. Se con gli anni hanno rivisto il percorso non capisco perché continuino a mettere i vecchi riferimenti...
     
  4. CRAMPO

    CRAMPO Apprendista Passista

    Registrato:
    9 Giugno 2009
    Messaggi:
    904
    Mi Piace Ricevuti:
    23
    Mitico... Te la sei goduta sino in fondo... Complimenti ma dopo il 2016 non poteva essere diversamente..l'anno scorso é stato solo un piccolo inconveniente che ti ha reso più determinato
     
  5. samuelgol

    samuelgol Schützen Biker Moderator

    Registrato:
    24 Settembre 2007
    Messaggi:
    27.074
    Mi Piace Ricevuti:
    718
    Sono proprio contento, dopo la delusione dell'anno scorso o-o

    :asd:
     
  6. Antilope K

    Antilope K Novellino

    Registrato:
    27 Luglio 2011
    Messaggi:
    60
    Mi Piace Ricevuti:
    2
    Eccocm di rientro da Soelden dopo la mia prima Oetzy.

    Un super weekend in compagnia di persone ancora più super: i compagni di stanza Battistata, Marco, Cesare e Cactaceo, per non dimenticare Diego61 con cui ho piacevolmente trascorso l'attesa in griglia: grazie ragazzi anche per avere sopportato con pazienza i miei "interrogatori"...
    E' stato un vero piacere avervi conosciuto!

    Un carissimo saluto anche tutti gli altri incontrati lungo il percorso, con cui ci si è scambiati un po' di incitamenti reciproci: Airone, Clodovico, giulio.gennari, Doctor Speck e sicuramente dimentico qualcuno.

    Per quanto riguarda la GF: per me la prima edizione, percorso STUPENDO (ma quanto son belli il Giovo ed il Rombo???) ed organizzazione esagerata.

    Kuhtai e Brennero fatti con molta parsimonia, ad inizio Giovo ho aumentato l'andatura seguendo il cuore e il Rombo l'ho fatto con le cartucce che ancora avevo da sparare. Per fortuna ne era rimasta ancora qualcuna :-) e così me lo son gustato, nonostante i brutti sogni della vigilia!

    Crono finale 8h16min, ampiamente sotto le mie più rosee aspettative.
    La ciliegina sulla torta di questo week end che mi porterò sempre nel cuore.

    Saludos!!!
     
  7. giulio.gennari

    giulio.gennari Apprendista Cronoman

    Registrato:
    1 Gennaio 2011
    Messaggi:
    3.581
    Mi Piace Ricevuti:
    170
    Vai come una moto, il prossimo anno che la conosci stai sotto le otto ore...
     
  8. Antilope K

    Antilope K Novellino

    Registrato:
    27 Luglio 2011
    Messaggi:
    60
    Mi Piace Ricevuti:
    2
    Grande Giulio! E te scherzi??? Dai: obiettivo 2018 è osare un pelo di più sulle prime due salite (ma sempre con parsimonia!!!) e al massimo se esplodiamo sul Rombo si sentirà il botto fino Bolzano :mrgreen::mrgreen::mrgreen:!!!
     
  9. Ipercool

    Ipercool Scalatore

    Registrato:
    13 Agosto 2012
    Messaggi:
    6.935
    Mi Piace Ricevuti:
    290
    Eccoci, faccio anch’io un tardivo (in linea con il mio risultato) resoconto della prima e spero vivamente non ultima Ötztaler. Un poco lunghetto, siate clementi. Ci sarebbe tantissimo da scrivere, cerco di condensare.

    Diciamo subito che mi complimento per il risultato conseguito con i tanti dai cui racconti si capisce essere ciclisti forti e di esperienza, mi complimento altrettanto con tutti quelli che sono comunque arrivati ed anche con quelli che ci hanno provato senza riuscirci. Un abbraccio ed un incoraggiamento va a [MENTION=61708]pedalone della bassa[/MENTION] vittima di un incidente che avrebbe anche potuto avere conseguenze gravi, ma che mi pare non gli abbia tolto entusiasmo e motivazioni.

    Il mio racconto è rivolto principalmente a tutti coloro i quali, come me, partecipano o intendono partecipare con il solo obiettivo di arrivare portando a casa la pellaccia, incoraggio tutti coloro che amano veramente andare in bicicletta a cimentarsi in questa esperienza almeno una volta, il bagaglio di ciclista e di persona ne risulterà di molto arricchito.

    Contravvenendo alle indicazioni di [MENTION=6633]samuelgol[/MENTION] sono passato dal Rombo arrivando, ero con mia moglie ed abbiamo preferito farci qualche valle piuttosto che tutta autostrada. Bello paesaggisticamente ma inquietante per chi, come me, dopo due giorni deve salirci in bicicletta e conosce le proprie capacità. Viste le lugubri magliette e fatti gli scongiuri che anche la mia non fosse finita lì il prossimo anno.

    Chiaramente l’impegno profuso è enorme per tutti, forti e meno forti, l’esito dell’impegno è invece diverso ed è fondamentale che ciascuno commisuri il proprio a quelle che sono le energie che può mettere in campo.
    In questa gara la gestione è fondamentale ed alla resa dei conti, che ha inizio al ponticello dei -8 al tunnel del Rombo, è la testa che ti deve portare su, le gambe da sole non ce la farebbero.

    Prima di una breve cronaca voglio sottolineare il piacere provato nell’incontrare, a lungo o fugacemente, tanti, tantissimi forumendoli, molti più che a Cesenatico o a Corvara ad esempio, non tento neanche di stilare un elenco, dimenticherei sicuramente molti di loro e non voglio che accada, tanto anche loro sanno che ci siamo visti… (:mrgreen:), il solo Park Hotel sembrava un luogo sede di convegno di BDC-Forum.
    Veramente molto interessante incontrare fisicamente persone delle quali si conoscono, a volte molto a fondo, interessi, pensieri, preferenze e soprattutto mentalità ed associare questo ad aspetto fisico.
    Normalmente accade il contrario, si vede prima ciò che vi è di esteriore e solo dopo si ha accesso alla personalità, ciò porta a considerare il fatto che spesso a causa di un impatto esteriore non positivo si perde l’occasione di conoscere persone interessanti. Come è ovviamente vero anche il contrario…

    Incredibilmente tutti, ma proprio tutti, quelli che ho incontrato a Solden sono persone i cui pensieri ed opinioni qui espresse mi trovano in genere e sostanzialmente in accordo, quindi persone che hanno, per quanto può contare, la mia stima, considerando che come penso sia normale su un Forum ce ne sono anche altri per i quali non è così. Il fenomeno è quindi statisticamente assurdo affido la spiegazione a chi ne sa più di me nel settore.

    A Solden è tutto bello, tutto di più… basta guardare i veicoli al seguito dell’organizzazione. Asfalti che sembrano appena posati, tifo anche nei più sperduti borghi, entusiasmo alle stelle. Abbiamo da imparare.
    Ho fatto svariate Novecolli, MDD ed anche Strade Bianche, bellissime anche loro ma qui è ancora diverso.

    Venendo alla mia “gara”, ho impiegato 11 ore (proprio 11:00:56), il mitico [MENTION=2671]Tapinaz[/MENTION] mi ha stracciato anche questa volta di quasi un minuto :mrgreen:.
    Sono partito molto dietro, sono arrivato con altri amici in griglia dopo le 6, qui invece mi pare che sia di un certo rilievo partire avanti, più che in altre manifestazioni, la lunghissima discesa che porta ad Ötz infatti ti può causare ritardi notevoli se non sei in un gruppone veloce. Noi oltretutto siamo stati arrestati ad un certo punto a causa di una caduta, c’era un ragazzo a terra con l’ambulanza accanto e si transitava su una stretta corsia, siamo stati fermi un bel poco.

    Appena attaccato il Kühtai mi sono subito reso conto di un grave errore tecnico. Leggo che le salite, a parte brevi tratti, sono pedalabili e lascio la cassetta con il 28. Peccato che “pedalabile” sia un concetto non assoluto ed infatti per me le salite della Ötzy, Brennero a parte, non lo sono affatto. Alla fine avrò 67rpm medi comprese le discese, ossia un bradipo si agita di più. Avrò anche 131bpm medi, pochi anche questi, significa che la carburazione ha latitato. Vabbè, poco male volevo arrivare e sono arrivato.

    Mi ero imposto di non superare i 200w sul Kühtai (per me duro), soltanto che in questo modo sono andato esageratamente piano, infatti ad Ötz ero 2079° ed ho scollinato 3065°, cioè mi hanno superato in 1000… :wacko:.

    Vabbè ancora, poi sul Brennero, senza Pedalone a tirare (aveva già dovuto ritirarsi), mi sono imbattuto in un gruppo di sfaticati (mi era stato detto di mitici “Panzer” che ti portavano su in carrozza) e [email protected], li con me non c’erano e siamo saliti piano, a volte pianissimo, ogni tanto tiravo io – figuriamoci - comunque sopra sono passato 2571°. Da questo in poi mi fermerò a tutti i ristori.

    Ho attaccato il Giovo bene in palla ed mi sono detto che era il momento di mollare i freni e darmi da fare, peccato che spingendo un rapporto per me duro già da molte ore i freni sono rimasti com’erano, anzi ho fatto bene i primi 5km, poi sono entrato in crisi e sono andato morendo pian piano, da pollo quale sono non ho mangiato perché la salita non dà respiro, errore gravissimo, ho scollinato 2578°, quello che avevo guadagnato nei primi 5km l’ho riperso nei successivi. In discesa ho recuperato poco meno di un centinaio di posizioni, poca roba.

    Tra San Leonardo e Moso si palesa l’ormai abituale principio di crampo all’interno coscia sinistra, ormai ci convivo e so come gestirlo, infatti la cosa dura un mezzo km e poi rientra. Gli 8/9km da Moso al pianoro sono duri, per me molto duri, tanto e vero che il pianoro non mi è apparso del tutto tale. In questo tratto ho fatto un bel pezzo con un allegro ragazzo di lingua inglese cui mancano entrambe le gambe dal ginocchio in giù, poi lui mi ha staccato inesorabilmente. Chapeau, non perché mi ha staccato, in salita mi staccano tutti, ma per il suo spirito allegro ed indomabile.

    Al ponticello di Shönau guardando gli immani tornanti mi si insinua il dubbio di non farcela a salire, ho montato apposta le walkable agli speedplay, mi faccio coraggio ed infatti non mi serviranno, al penultimo mi fermo comunque per tirare un attimo il poco fiato rimasto, sperando assurdamente che [MENTION=10802]rapportoagile[/MENTION] sbuchi comunque fuori da qualche parte, poi riparto, vedo il tunnel. Qui si verifica l’assurdo per cui tutti vogliono entrare nel tunnel invece di uscirne… :mrgreen: potenza della Ötzy. Entro con asciutto e 16 gradi ed esco di là con 5 gradi e pioggia ghiacciata torrenziale accompagnata da vento impetuoso a causa del quale non riesco quasi a stare in piedi.

    Ho capito, la prima Ötzy della mia vita me la devo guadagnare fino in fondo. Indosso la mia sottilissima mantellina e mi lancio nella discesa, oddio non mi lancio neanche tanto perché ho le full carbon e con quel diluvio… . La Dogana sempre sotto la tempesta va meglio del prevedibile, la contropendenza prima di Solden mi pare non ci sia e finalmente intravedo l’arrivo.

    L’emozione di girare a destra sul ponticello non è descrivibile, bisogna provarla in proprio, mi sento come appena partito, gente scalmanata che tifa anche per gli sfigati come me, miracolosamente mentre do le ultime pedalate individuo mia moglie che urla tra la folla, mi scende una lacrima. Si mescola all’acqua che mi bersaglia ferocemente sin dalla cima del Timmelsjoch, ho l’impressione di essermela meritata di più, non saprei rispetto a cosa o a chi, ma di più.

    Meraviglioso e terribile.

    Ci vediamo a Solden tra 363 giorni.
     
    #1949 Ipercool, 29 Agosto 2017
    Ultima modifica: 29 Agosto 2017
    A pedalone della bassa piace questo elemento.
  10. scan14

    scan14 Pignone

    Registrato:
    7 Luglio 2014
    Messaggi:
    109
    Mi Piace Ricevuti:
    3


    Condivido. L'anno scorso pensavo si fosse impallato il garmin. Ma anche quest'anno ha segnato 224 km e 4950 D+.
    Boh, mi piace dire di averne fatto 5500.
    In quanto alla GF pensavo di fare decisamente meglio. Ma come l'anno scorso la seconda parte del Kuthai mi rimane indigesta. Bellissima discesa su Innsbruck, buonissima prima parte del Giovo dove mi sono addirittura limitato pensando alla seconda parte in crisi l'anno scorso. Sono finito in crisi anche quest'anno.

    Stupenda discesa velocissima su St. Leonardo, specialmente la seconda parte asfaltata nuova. Sofferto il tratto centrale del Rombo (quelle mezze salite non le sopporto proprio, mi mandano in crisi mentale e fisica). Provvidenziale ristoro e arrivato bene al passo dove ha iniziato a piovere.

    Poi il diluvio fino a Soelden. 21 minuti in meno del 2016.
    Felice, ma come tutti con l'idea che potevo fare meglio, che se non ci fosse stato il temporale, se avessi insistito sul Giovo, se ....ritornassi nel 2018...


    Sent from my iPad using BDC-Forum mobile app
     
  11. W00DST0CK

    W00DST0CK Pedivella

    Registrato:
    1 Gennaio 2007
    Messaggi:
    394
    Mi Piace Ricevuti:
    7
    Anche per me il sogno si è avverato, la più faticosa e straordinaria avventura da quando vado in bici, il ricordo di quelle montagne resterà per sempre nella mia mente.
    La fatica in salita, la paura in discesa, il freddo negli ultimi km del Rombo ripagato da un meraviglioso arcobaleno, le lacrime all'arrivo, emozioni forti che ancora pulsano dentro di me. Undici ore, quarantasei minuti, ventidue secondi, voglio scandire per bene il tempo di questa indimenticabile esperienza.
    Grazie a tutti gli utenti di questo topic, i loro post sono stati preziosissimi per organizzare e gestire il viaggio e la gara.
     
    A Tapinaz piace questo elemento.
  12. andrecaby

    andrecaby Apprendista Cronoman

    Registrato:
    8 Marzo 2006
    Messaggi:
    2.758
    Mi Piace Ricevuti:
    42
    Racconto bellissimo, è stato veramente un piacere conoscerti e condividere alcuni momenti di questa esperienza indimenticabile.
    In grassetto ho evidenziato il passaggio che ritengo più importante e perfettamente riepilogativo di quello che abbiamo vissuto; pensiero fisso anche nella mia mente da dopo aver tagliato il traguardo.
    Il countdown è partito: arrivederci a presto al Park Hotel e... SUPA!!! o-o
     
  13. never give up!

    never give up! foggy mod.

    Registrato:
    9 Gennaio 2010
    Messaggi:
    15.605
    Mi Piace Ricevuti:
    483
  14. dagos

    dagos Maglia Rosa

    Registrato:
    19 Maggio 2013
    Messaggi:
    9.214
    Mi Piace Ricevuti:
    289
    Mi intriga :mrgreen:

    Bel racconto... come dire... vissuto o-o
    Potrebbe essere... visto che a leggervi tutti pare decisamente un esperienza da vivere.
     
  15. gianluca1411

    gianluca1411 Apprendista Passista

    Registrato:
    25 Settembre 2009
    Messaggi:
    1.077
    Mi Piace Ricevuti:
    21
    uscite le foto su sportgraf...
    mamma che facce sofferenti!!!
     
  16. Tapinaz

    Tapinaz Maglia Gialla

    Registrato:
    3 Giugno 2005
    Messaggi:
    10.299
    Mi Piace Ricevuti:
    256
    Sono sorrisi, sofferenti ma sorrisi, un chiaro invito a chi non è mai venuto di provare a soffrire per poi sorridere, quella leggera storpiatura facciale che purtroppo manca a tanti.
    Iniziate a contare i giorni come ci ricorda [MENTION=47688]Ipercool[/MENTION], con il suo bellissimo racconto.
    Dobbiamo, DOVETE essere di più, mooolti di più.
    E tirate fuori sto .. zzo di sogno ��

    Ma guarda cosa devo fare per sta Cobram Cup....
     
  17. dagos

    dagos Maglia Rosa

    Registrato:
    19 Maggio 2013
    Messaggi:
    9.214
    Mi Piace Ricevuti:
    289
    Ho già iniziato ad allenarmi... mentalmente :-x
     
  18. giulio.gennari

    giulio.gennari Apprendista Cronoman

    Registrato:
    1 Gennaio 2011
    Messaggi:
    3.581
    Mi Piace Ricevuti:
    170
    Bellissimo ...
     
  19. andrecaby

    andrecaby Apprendista Cronoman

    Registrato:
    8 Marzo 2006
    Messaggi:
    2.758
    Mi Piace Ricevuti:
    42


    Non puoi non averla sentita!! I tedeschi la ripetono in continuazione per incitarti, lungo i km del percorso arriva da ogni parte e anche lo speaker al traguardo non faceva che ripeterla!! Vuol dire super!!
     
  20. never give up!

    never give up! foggy mod.

    Registrato:
    9 Gennaio 2010
    Messaggi:
    15.605
    Mi Piace Ricevuti:
    483
    😂
    Certo che l'ho sentito...
    Volevo solo capire un eventuale altra interpretazione...😉
    Dicono appunto SUPER ...la pronuncia è il suono che hai scritto...
    Il mitico [MENTION=2671]Tapinaz[/MENTION] le prime volte pensava che lo incitassero a prendere la zuppa ai ristori😂😂😂


    Sent from my SM-J710F using BDC-Forum mobile app
     

Condividi questa Pagina