Paure e titubanze in curva...

Discussione in 'I domandoni' iniziata da lorenzp26, 13 Ottobre 2017.

  1. lorenzp26

    lorenzp26 Novellino

    Registrato:
    25 Settembre 2016
    Messaggi:
    99
    Mi Piace Ricevuti:
    1
    Salve a tutti, vi è mai capitato di sentirvi insicuri in curva mentre siete in piega? Ormai 2 mesi fa, per via della pioggia son caduto (nessun danno a parte una spelata sulla coscia...), ma da quel giorno son sempre "bloccato psicologicamente" ad ogni curva! Ho paura a piegare troppo e quindi per evitare di farlo rallento parecchio... Devo riacquistare sicurezza e certezze che la gomma "tiene".... A parole è semplice, come pure vedere altri farlo, ma la pratica.... Help me!!!!
     
  2. maurocip

    maurocip Passista

    Registrato:
    16 Luglio 2014
    Messaggi:
    4.186
    Mi Piace Ricevuti:
    318
    ci vuole tempo e tante curve...
    quando mi sono quasi ammazzato a Kitzbuehel sulla Streif sciando ci ho messo quasi 10 anni a smettere di sudare freddo ogni volta che sentivo una placca di ghiaccio sotto le lamine...
    Poi passa e se ti sei solo spellato un po' passa prima o-o
     
  3. lorenzp26

    lorenzp26 Novellino

    Registrato:
    25 Settembre 2016
    Messaggi:
    99
    Mi Piace Ricevuti:
    1
  4. Mr.25000

    Mr.25000 Apprendista Velocista

    Registrato:
    1 Febbraio 2013
    Messaggi:
    1.596
    Mi Piace Ricevuti:
    48
    Devi essere un tutt'uno con il mezzo, la bici è solo un prolungamento dei tuoi arti, va guidata con tutto il corpo in armonia con l'ambiente.
     
    A rosetta piace questo elemento.
  5. fabiopon

    fabiopon Apprendista Cronoman

    Registrato:
    19 Novembre 2009
    Messaggi:
    2.812
    Mi Piace Ricevuti:
    62
    C'è poco da fare finché non ti rilassi la bici tenderà ad andare dritta (e quindi ti irrigidirai ancora perché la sentirai quasi sbandare e così via...).
    Ci vuole un po' di tempo.
     
  6. lorenzp26

    lorenzp26 Novellino

    Registrato:
    25 Settembre 2016
    Messaggi:
    99
    Mi Piace Ricevuti:
    1
    Esatto! La sento e mi sento ancora un po' insicuro! E dire che di spelate me ne son fatte in XXX anni....Boh... Passerà, no? Diciamo che l'andare in ufficio in bici al mattino ora non aiuta... I 2 discesoni che devo fare li affronto ben più lentamente rispetto a mesi fa (anche perchè, specialmente il secondo, hanno un asfalto che potrebbe essere viscido, dato il clima ormai poco "primaverile")
     
  7. fabiopon

    fabiopon Apprendista Cronoman

    Registrato:
    19 Novembre 2009
    Messaggi:
    2.812
    Mi Piace Ricevuti:
    62
    È anche perché sono sicuro che non sei di primo pelo e ti può fare questo scherzo. Qualcuno la chiama consapevolezza.
    E poi andare piano in discesa non è una cosa brutta... e te lo dice uno che ha il canale YouTube con filmate sole discese .
     
  8. Scaldamozzi ogni tanto

    Scaldamozzi ogni tanto Apprendista Velocista

    Registrato:
    23 Ottobre 2015
    Messaggi:
    1.594
    Mi Piace Ricevuti:
    81
    Chi sei, Vitalini?







    Inviato dal mio Lumia 950 usando mTalk
     
  9. Scaldamozzi ogni tanto

    Scaldamozzi ogni tanto Apprendista Velocista

    Registrato:
    23 Ottobre 2015
    Messaggi:
    1.594
    Mi Piace Ricevuti:
    81
    Prova sullo sterrato o sull'erba bagnata con una mtb e fai un po' di derapate, prova anche andando piano a trovare il limite dell'anteriore frenando a bici piegata un pelo.

    Con la seconda è facile cadere, ma se vai piano riesci a stare in piedi con l'aiuto del piede interno.



    Serve a darti confidenza in modo un po' brutale, ma almeno ti rendi conto di dove sta il limite.

    Inviato dal mio Lumia 950 usando mTalk
     
  10. lorenzp26

    lorenzp26 Novellino

    Registrato:
    25 Settembre 2016
    Messaggi:
    99
    Mi Piace Ricevuti:
    1
    Eheh.... Usare la mtb è stata la prima cosa che ho fatto.... solo che (saranno le ruote più larghe...) ma non ho difficoltà o problemi in piega. Anzi!!!!
     
  11. maurocip

    maurocip Passista

    Registrato:
    16 Luglio 2014
    Messaggi:
    4.186
    Mi Piace Ricevuti:
    318
    lui andava più forte, ma sono caduto sulla stessa diagonale....
    io non avevo (ancora) il casco, all'epoca non si usava...
    i miei sci li hanno raccattati i miei amici nel bosco...
    io non mi sono sfracellato sugli alberi solo perche, tipo gatto Silvestro mi sono stampato su un muro di neve alto 2 metri...
    tanta, tanta paura... ma proprio tanta :wacko:
     
  12. Scaldamozzi ogni tanto

    Scaldamozzi ogni tanto Apprendista Velocista

    Registrato:
    23 Ottobre 2015
    Messaggi:
    1.594
    Mi Piace Ricevuti:
    81
    Dai l'importante è che puoi raccontarlo come esperienza epica.

    Dopo Wengen, Chamonix, Saint Moritz, Bormio, Cortina, Sasslong la Streif mi piacerebbe farla per vedere i passaggi mitici dal vero.

    A velocità umana, mica come loro.

    Inviato dal mio Lumia 950 usando mTalk
     
  13. Tapinaz

    Tapinaz Maglia Gialla

    Registrato:
    3 Giugno 2005
    Messaggi:
    10.379
    Mi Piace Ricevuti:
    340
    [MENTION=71252]maurocip[/MENTION] le discese in bdc ti fanno il solletico allora :)
     
  14. maurocip

    maurocip Passista

    Registrato:
    16 Luglio 2014
    Messaggi:
    4.186
    Mi Piace Ricevuti:
    318
    purtroppo io non ne ho ricordi... la Mausefalle era chiusa, e sulla Hausbergkante mi sono schiantato... ricordo solo Zielschuss all'arrivo con la gamba dolorante, prima di andare in ospedale con l'ematoma al polpaccio che mi ha fatto finire lì la settimana bianca (dopo 2 ore il primo giorno) :bua:
     
  15. maurocip

    maurocip Passista

    Registrato:
    16 Luglio 2014
    Messaggi:
    4.186
    Mi Piace Ricevuti:
    318
    forse è per quella esperienza che sono una pippa sulle discese, sia in BDC e soprattutto in MTB... non ci avevo mai riflettuto :mrgreen:
     
  16. Reds

    Reds Pedivella

    Registrato:
    25 Giugno 2012
    Messaggi:
    492
    Mi Piace Ricevuti:
    14
    Nei tre anni precedenti sono caduto quattro volte, in particolar modo due anni fa mi è partito l'anteriore in una curva a sinistra e mi sono fatto tutta la carreggiata sul fianco. In discesa non sono un fenomeno, però credo di avere una guida accettabile del mezzo, eppure dopo questo episodio ci sono voluti tre mesi per tornare ad avere piena confidenza col mezzo. Ricordo ancora la prima discesa dopo la caduta ( quella di casa mia, quindi fatta praticamente tutti i giorni) con un tornante finale a sinistra, ebbene mi sono irrigidito talmente tanto che stavo andando dritto a meno di trenta all'ora.:cry: In pratica non piegavo più la bici:bua: Ci vuole tempo, pensa ad altro e guarda l'uscita della curva (non l'anteriore), concentrati e rilassati al tempo stesso. Ah dimenticavo: il mio direttore sportivo mi diede come consiglio quello di mettere due materassi a destra e a sinistra e facendo un surplace cadere una volta da un lato e una volta dall'altro, purtroppo non ho potuto mettere in pratica questo consiglio perchè non avevo materassi vecchi a casa.
     
  17. routa bucata

    routa bucata Gregario

    Registrato:
    13 Marzo 2017
    Messaggi:
    583
    Mi Piace Ricevuti:
    100
    Io vado un po’ controcorrente e ti dico, non riesci più a spingere in discesa? amen, vorrà dire che andrai più piano, non sei mica obbligato a fare i numeri di nibali. Anch’io dopo una brutta caduta ho paura in discesa (non ho problemi a dirlo, non m’interessa fare il macho) e vado piano, me ne sono fatto una ragione è vivo felice lo stesso. :)
     
  18. fabiopon

    fabiopon Apprendista Cronoman

    Registrato:
    19 Novembre 2009
    Messaggi:
    2.812
    Mi Piace Ricevuti:
    62
    Quello che ho scritto sopra, che non è mica una cosa brutta andare piano in discesa
     
  19. Reds

    Reds Pedivella

    Registrato:
    25 Giugno 2012
    Messaggi:
    492
    Mi Piace Ricevuti:
    14
    Partiamo dal presupposto che un amatore avrebbe difficoltà a stare a ruota in discesa di un professionista anche quando fa la passeggiata. Comunque io non credo che sia un discorso così semplice, perché dipende dalle ambizioni che uno ha e soprattutto da quanto uno si irrigidisce in discesa. Penso che se uno attua un minimo di preparazione per qualche gara, non sia molto contento se si stacca in discesa dopo aver mantenuto in salita. Inoltre, cosa non banale, bisogna mantenere comunque un minimo di fluidità per non essere un pericolo per gli altri (questo anche quando si esce semplicemente in compagnia). Quando vi capiterà ( non ve lo auguro) di rischiare di cadere per uno che vi inchioda ,per paura, davanti appena si sfiorano i cinquanta all'ora vedrete.

    Sent from my FRD-L09 using BDC-Forum mobile app
     

Condividi questa Pagina