per l'ennesima volta perchè titanio e non carbonio?

Discussione in 'Titanio' iniziata da MassimoSimo, 6 Agosto 2012.

  1. RE_Bike

    RE_Bike Gregario

    Registrato:
    2 Agosto 2005
    Messaggi:
    696
    Mi Piace Ricevuti:
    8
    Il discorso della maggiore garanzia dell saldatura in campana e' una "balla".
    Ne e' la prova il fatto che nessun telaista americano salda in campana (litespeed, merlin, seven, serotta, linsky, moots, ecc..)
    Anche il discorso delle rotture non regge.
    In tanti anni non ho mai visto rotture di telai di marca.
    Gli unicic casi riguardano i soliti telaisti italiani improvvisati...
    Anche in caso di rotture il comportamento e' completamente diverso.
    Progressivo per il titanio ed improvviso per il carbonio.
    Senza poi considerare che su un telaio in carbonio una cricca si puo' innescare per una semplice caduta da "fermo". Fenomeno impossibile per il titanio (al massimo si ammacca).
    Vi ricordate poi la frequenza delle rotture sulla prima serie (2 anni fa) dei primi Pinarello Prince?
    Con discorsi pressapochisti non si rende giustizia all'affidabilia' di un buon telaio in titanio...
     
  2. carrai

    carrai Apprendista Scalatore

    Registrato:
    29 Maggio 2008
    Messaggi:
    2.173
    Mi Piace Ricevuti:
    64
    Io faccio il chirurgo e anche a me potrebbe scappare il bisturi dalla mano......smetto?
    Senza nulla togliere ai meravigliosi telai in titanio di Bertoletti che mi fanno impazzire.......ma ho un debole per i cordoni di saldatura a vista non limati.
     
  3. danysmart1972

    danysmart1972 Pignone

    Registrato:
    8 Agosto 2008
    Messaggi:
    247
    Mi Piace Ricevuti:
    12
    straquoto
    Campana vs No Campana... l'importante non fare arrivare arrivare l'ossigeno dell'aria nella zona di fusione durante la saldatura. Se un bravo saldatore ha, per esperienza, acquisito una procedura che garantisca la situazione di cui sopra allora problemi non c'è ne sono, dato che si posson riempire i tubi di argon e far flussare argon dalla torcia tig. L'importante è la preparazione degli elementi da saldare, lo stoccaggio dei materiali d'apporto, i giusti parametri elettrici in riferimento spessore tubi ecc. Si può fare un buon telaio sia in campana che fuori, anzi fuori avrà le saldature ancor più belle perchè è più facile lavorarci.
    Per restare alla domanda del topic, io preferico titanio perchè;
    1. non passa di moda
    2. può esser bello rigido e racing come un carbonio.
    3. risparmio... non passando di moda fra tre anni non lo cambio ma lo aggiorno, i soldi li spendo per montargli pezzi super.
    4. affidabile. rotture improvvise su lynskey, crisp, e altri di alta gamma non esistono.
     
    #23 danysmart1972, 20 Agosto 2012
    Ultima modifica: 20 Agosto 2012
  4. bart651838

    bart651838 Passista

    Registrato:
    1 Novembre 2006
    Messaggi:
    4.467
    Mi Piace Ricevuti:
    33
    Come ho premesso, rispetto l'opinione di tutti e non voglio convincere nessuno, solo dare un'opinione.
    Detto questo, se il Ti si cricca come dicevo in saldatura e poi prende una "botta" la rottura è inevitabile.
    Sul fatto che è possibile fare ottime saldature non in campana non discuto, ma visto che c'è la possibiltà di avere una sicurezza in più, non vedo perché non avvalersene o-o
     
  5. sante pollastri

    sante pollastri via col vento

    Registrato:
    25 Agosto 2011
    Messaggi:
    5.416
    Mi Piace Ricevuti:
    42
    in quel caso non è che puoi buttare "il telaio riuscito male" e farne uno da capo,cambiare mestiere sarebbe il minimo.
    il paragone va fatto con altre situazioni piu' leggere.
     
  6. sante pollastri

    sante pollastri via col vento

    Registrato:
    25 Agosto 2011
    Messaggi:
    5.416
    Mi Piace Ricevuti:
    42
    io non sono d'accordo:
    -attualmente la moda insegue le forme dei telai in carbonio,e lì il titanio si ferma.
    -ammesso e non concesso che fosse possibile avvicinare le prestazioni dei telai in carbonio da te elencate,il peso del tel telaio in ti sarebbe eccessivo,e pagherebbe in reattività
    -dal punto di vista economico,invece,la scelta è ampia,non ci sono mica solo i grandi nomi....
    -capita,ma per fortuna sempre meno,che i telai top di gamma,e cioè quelli che vediamo anche correre con i pro,si rompano.
    ma stiamo parlando di telai esasperati,portati al limite,e comunque coperti da garanzia,insomma,macchine da corsa che anche noi cicloamatori possiamo comprarci.
     
  7. Adrenalin24

    Adrenalin24 Apprendista Passista

    Registrato:
    7 Settembre 2010
    Messaggi:
    1.183
    Mi Piace Ricevuti:
    3
    il problema sono le mode...

    io ho un telaio in alluminio 7005 da 1,2 kg eppure quando mi chiedono, ma è in carbonio? io rispondo no, è alluminio 7005, pesa 300 gr più di uno in carbonio...

    bè non gli interessa più... se era carbonio stavano lì a parlarne per ore..carbonio di qua carbonio di là ...

    io sinceramente ho avuto sia acciaio, che alluminio 6061 che 7005 adesso, ma ho anche una bici in carbonio che sto vendendo

    il carbonio è bello a vedersi questo sì, però è vero quanto hanno scritto sopra, cioè che con il passare degli anni si rovina, soprattutto con il sole, dipende anche dalla laccatura o trasparente che gli passano sopra.. ma comunque ho visto parecchi telai rovinati con una caduta da niente o con pietroline che graffiano di brutto

    per quanto riguarda la rigidà, bè in primis la fanno le gomme, poi le ruote...poi il telaio
     
    A Jacopo.M piace questo elemento.
  8. faberfortunae

    faberfortunae Passista

    Registrato:
    30 Settembre 2011
    Messaggi:
    4.056
    Mi Piace Ricevuti:
    249
    Mah... Io mi permetto di dissentire. Non sono un esperto di lungo corso. Pero' a parità di ruote e coperture, se mi bendassero, forse riuscirei a distinguere i materiali delle biciclette che mi troverei a montare. Ho la fortuna di averne una in acciaio, una in titanio, una in alu e una in carbonio. Niente top di gamma o superbike. Solo oneste ed efficienti biciclette mediamente allestite. E proprio per questo, secondo me, le sensazioni sono attendibili e non falsate dal supercomponente montato sull'una anziché sull'altra. Le sensazioni cambiano eccome. Anche se rimango una bella schiappa quando pedalo. Pero' la rigidità e reattività di alu e carbonio e' nettamente maggiore e quindi ben percepibile rispetto alle altre in acciaio e ti. Queste ultime si assomigliano davvero tanto. i telai Sono innegabilmente più morbidi e al termine di giri di quattro o cinque ore la fatica e l'indolenzimento generale e' davvero minore. Scendere dalla bicicletta non significa ascoltare se quella o quell'altra parte di schiena tira. E' come aver portato a spasso la bici. D'altro canto quando si tratta di rilanciare o inseguire, per arrivare a velocità significative e' richiesto uno sforzo maggiore e più colpi di pedale. Almeno questo e' quello che ho constato personalmente. Poi, per l'amor di dio, può darsi che le mie siano semplici ed inconsapevoli suggestioni derivate da mesi e mesi di lettura di questo splendido forum.o-o
     
  9. festinaturtle

    festinaturtle Novellino

    Registrato:
    31 Agosto 2012
    Messaggi:
    37
    Mi Piace Ricevuti:
    2
    Direi che pedalare su un telaio in titanio ti da sensazioni del tutto uniche: non ti stancheresti mai di finire anche se (ovviamente) fatichi come con tutte le altre bici.
    E, poi, da un punto di vista estetico, le cose classiche non "stufano" mai....
    Saluti
     
  10. Desh1976

    Desh1976 Novellino

    Registrato:
    31 Luglio 2011
    Messaggi:
    15
    Mi Piace Ricevuti:
    0
    Titanio e'una scelta,se hai la fortuna di pedalarci non prenderai più in considerazione nessun altro materiale.
     
  11. sante pollastri

    sante pollastri via col vento

    Registrato:
    25 Agosto 2011
    Messaggi:
    5.416
    Mi Piace Ricevuti:
    42
    :sborone:
     
  12. RE_Bike

    RE_Bike Gregario

    Registrato:
    2 Agosto 2005
    Messaggi:
    696
    Mi Piace Ricevuti:
    8
    bravo,
    hai sintetizzato perfettamente...
     
  13. sante pollastri

    sante pollastri via col vento

    Registrato:
    25 Agosto 2011
    Messaggi:
    5.416
    Mi Piace Ricevuti:
    42
    quindi è semplicemente il materiale del telaio che fa la bici?;nonzo%
     
  14. Ser pecora

    Ser pecora Diretur

    Registrato:
    16 Aprile 2004
    Messaggi:
    12.492
    Mi Piace Ricevuti:
    461
    Io quando devo scegliere con che bici pedalare non ho nessun dubbio in solo due occasioni:

    -peso se c'è tanto dislivello da fare (>3000)
    -geometrie se ci sono tanti km da fare* (>300)

    Altrimenti quando pedalo penso ad un sacco di cose, ma mai al materiale del telaio :-)

    *questo caso anche in deroga al primo
     
  15. RE_Bike

    RE_Bike Gregario

    Registrato:
    2 Agosto 2005
    Messaggi:
    696
    Mi Piace Ricevuti:
    8
    io ho 2 bici in titanio completamente diverse tra di loro.
    sono sicuro che potrebbero essere confuse con due telai in carbonio con identica geometria.
    Il peso sarebbe a sfavore del titanio..

    Quest'ultimo però ha dei vantaggi enormemente maggiori (se fatto da produttori seri e supercertificati) resistenza, sicurezza, ecc.. (per i dettagli vedi sopra perchè ne avevo già parlato..)
     
  16. labrador

    labrador Gregario

    Registrato:
    13 Settembre 2009
    Messaggi:
    570
    Mi Piace Ricevuti:
    7
    Ho avuto quattro telai in carbonio, un De Rosa King seconda serie con cui ho fatto 80000 km senza mai un probelma, abbastanza morbido nelle distanze, nel 2003 una Parigi-Bres-Parigi, e tre Trek.
    Le prime due Trek dopo varie rotture:cry: mi sono state sostituite con l'attuale 6.9, esatta copia della Trek con cui Contador ha vinto il giro 2008.
    Bella bici, reattiva e leggera (fin troppo), rigida e performante. :wacko:Sinceramente, preferivo i modelli precedenti, molto più adatti alle distanze e molto più morbidi.:mrgreen:
    Purtroppo adesso i costruttori del carbonio pensano solo ai pesi e alla rigidità con il risultato finale di bici ballerine e difficili da guidare, nonchè di soluzioni estetiche orrende da vedere con quei tubi dalle forme sempre più bizzarre.;nonzo%
    Senza contare la qualità, che è andata a farsi benedire in onore del dio mercato. :cry:
    Con una bici in carbonio, sei sempre lì a controllare che non ci siano crepe e rotture, ti senti su una bici provvisoria dalla durata limitata, l'importante è essere alla moda e non sentirsi dei reietti a due ruote.;nonzo%
    Per questo ho scelto il titanio, per pedalare su qualcosa che segua la tua voglia di pedalare con il cuore sfuggendo dalla relatività moderna che in campo ciclistico è diventata comandamento:cry:.
    Sinceramente, bici brutte come adesso, nella mia lunga vita di pedalatore, non ne avevo mai viste; dai ragazzi, facciamo pure il carbonio ma almeno il buon gusto che resti.:cry::cry::cry:
     
  17. sante pollastri

    sante pollastri via col vento

    Registrato:
    25 Agosto 2011
    Messaggi:
    5.416
    Mi Piace Ricevuti:
    42

    un po pochino per affermare che il titanio è il miglior materiale....
     
  18. sante pollastri

    sante pollastri via col vento

    Registrato:
    25 Agosto 2011
    Messaggi:
    5.416
    Mi Piace Ricevuti:
    42

    anche a me piacciono le forme classicheggianti,ma bisogna ammettere che il vero sviluppo,attualmente,si ha solo con i telai in carbonio.
     
  19. RE_Bike

    RE_Bike Gregario

    Registrato:
    2 Agosto 2005
    Messaggi:
    696
    Mi Piace Ricevuti:
    8
    per me assolutamente si!
    Ma non significa che sia vero...
     
  20. sante pollastri

    sante pollastri via col vento

    Registrato:
    25 Agosto 2011
    Messaggi:
    5.416
    Mi Piace Ricevuti:
    42
    ah,così è diverso.
    o-o
     

Condividi questa Pagina